PAGELLE/ Betis-Milan (1-1): i voti. Setien e Gattuso appena sufficienti (Europa League gruppo F)

Pagelle Betis Milan: i voti della partita di Europa League valida per la 4^ giornata (giovedì 8 novembre)

08.11.2018, agg. il 09.11.2018 alle 09:12 - Stefano Belli
Pagelle Betis Milan, Europa league (LaPresse)

Al triplice fischio finale del match di Europa league, chiaramente nelle pagelle Betis Milan stilate dalla nostra redazione non sono mancati pure i due tecnici, protagonisti ieri sera al Villamarin per la quarta giornata del torneo. Ecco quindi che nella pagelle vediamo che il padrone di casa Setien ha meritato il voto di 6, appena sufficiente. Il tecnico dei bianconeri paga una gestione perfetta nella prima frazione di gara ma pure gli errori e le sviste commessi dai suoi nella ripresa, dove il Milan ha avuto occasione anche del pareggio. Stesso voto per Gennaro Gattuso, allenatore del Milan; il tecnico calabrese infatti è stato bravo a dare nuovo volto alla compagine del Diavolo ma gli infortuni rimediati cominciato ad esser veramente troppi, specie in vista del big match con la Juventus di domenica in campionato. (agg Michela Colombo)

I VOTI DEL MATCH

È arrivato il momento delle pagelle di Betis-Milan, con i voti ai protagonisti del match valevole per la quarta giornata del gruppo F di Europa League 2018-19 che si è concluso sul punteggio di 1-1: con una punizione magistrale Suso risponde a Lo Celso che nella prima frazione di gioco aveva portato in vantaggio la formazione di Enrique Setien su assist di Junior Firpo. I rossoneri evitano il secondo KO di fila in campo internazionale ma non riescono a trovare il guizzo vincente nel recupero come invece era riuscito loro contro Genoa e Udinese in campionato. Ora la situazione in classifica vede Milan, Betis e Olympiacos racchiuse nello spazio di un punto, il Diavolo si giocherà tutto nello scontro diretto con i greci. Momenti di paura per Musacchio, che cade a terra quasi privo di sensi dopo un bruttissimo scontro con Kessié, fortunatamente solo una botta per il difensore spagnolo che esce in barella con il collo immobilizzato in via precauzionale, ma le sue condizioni comunque non destano particolare preoccupazione dopo lo spavento iniziale.

VOTO BETIS 6 – Gli andalusi chiudono il primo tempo meritatamente in vantaggio ma poi non riescono a difendere l’1 a 0 nella ripresa, facendosi raggiungere dai rossoneri.

VOTO MILAN 6 – Primi quarantacinque minuti da dimenticare per gli uomini di Gattuso che evitano il KO grazie all’ennesima prodezza balistica di Suso.
VOTO ARBITRO PAWSON 6,5 – Il fischietto inglese non si smentisce, l’intervento di Laxalt su Tello all’interno dell’area sarebbe stato punito con il calcio di rigore da un arbitro più severo e “latino”. Fischiando poco contribuisce a mantenere la gara su ritmi elevati.

I VOTI DEGLI ANDALUSI

PAU LOPEZ 6,5 – Nessun problema sul tentativo di Calhanoglu, si oppone magnificamente sul sinistro a giro di Suso che poi lo punirà su punizione con una parabola beffarda.
MANDI 5,5 – Commette un’ingenuità stendendo Bakayoko nei pressi dell’area di rigore provocando una punizione dal limite, in più di un’occasione arriva in ritardo e invece del pallone trove le gambe degli avversari.
BARTRA 6,5 – Molto bene in chiusura su Kessié, fa ammonire un paio di giocatori del Milan. Giocare sotto pressione non gli crea problemi, anzi.
FEDDAL 6 – Rimedia un giallo evitabile colpendo Suso a palla lontana, a volte è fin troppo irruento.
TELLO 6,5 – Molto aggressivo sulle corsie laterali dove avanza di prepotenza, prova anche a entrare in area ma Laxalt gli sbarra la strada verso la porta con un intervento rischioso ma decisamente efficace e intimidatorio. A tempo quasi scaduto si fa negare il gol decisivo da Reina.
LO CELSO 6,5 – Bravissimo a depositare il pallone in rete alle spalle di Reina trasformando in oro il prolungamento di Junior Firpo. Nella ripresa cerca la doppietta ma non è fortunato come nella prima frazione.
WILLIAM CARVALHO 5 – Nelle fila del Betis è lui la delusione della serata: da un giocatore della sua caratura ti aspetti un contributo significativo, invece non entra mai nel vivo dell’azione.
CANALES 6,5 – Vince la maggior parte dei contrasti e cerca spesso di innescare i compagni lanciandoli verso la porta, molto bene anche in fase difensiva.
JUNIOR FIRPO 7 – Uno splendido assist per Lo Celso, il numero 20 riesce a passare in mezzo a due e a far arrivare il pallone al compagno che ringrazia e insacca. Il Betis si accende grazie alle sue giocate.
JOAQUIN 7 – A 37 anni sa ancora il fatto suo: nasce dai suoi piedi l’azione dell’1 a 0 e quando attacca fa sudare freddo i difensori rossoneri. Poi nella ripresa l’età anagrafica comincia a farsi sentire e deve farsi da parte. (GUARDADO 6 – Perde qualche duello con Kessié ma è scaltro nel rubare palla ai rossoneri quando si distraggono)
SANABRIA 5,5 – Sfiora il raddoppio con un rasoterra che non va a segno per questione di centimetri, litiga spesso con il pallone e per questo motivo non riesce a cogliere l’attimo in contropiede. Insomma, poteva fare di meglio. (LOREN MORON SV)
ALL. SETIEN 6 – Gestione pressoché perfetta della gara nel primo tempo, nella ripresa non prende tutte le contromisure necessarie dopo il pari di Suso.

I VOTI DEI ROSSONERI

REINA 6,5 – Lo Celso non gli lascia scampo, Ricardo Rodriguez gli dà una grossa mano, nel finale rischia di combinare un grosso pasticcio sbagliando un banalissimo rinvio per Abate, consentendo a Guardado di seminare il panico nella trequarti rossonera. Ma si riscatta chiudendo lo specchio della porta al lanciatissimo Tello.
MUSACCHIO 6 – Fa prendere a tutti un bello spavento quando prende un violentissimo colpo da Kessié. Lo spagnolo stramazza al suolo e viene prontamente soccorso, uscirà in barella con il collo immobilizzato ma per fortuna non dovrebbe essere nulla di grave, sospiro di sollievo anche per gli avversari che vedendolo in quelle condizioni si erano abbastanza preoccupati. (ROMAGNOLI SV – Stavolta non trova il gol nel recupero)
C. ZAPATA 6 – Bada alla sostanza senza preoccuparsi troppo della forma, anche se qualche volta spende il fallo con un’eccessiva leggerezza.
R. RODRIGUEZ 6,5 – Sullo 0-1 mura Joaquin quasi sulla linea di porta togliendo le castagne dal fuoco a Reina, confermandosi un elemento molto prezioso per la retroguardia rossonera.
BORINI 5,5 – Quantomeno rivedibile in fase difensiva dove concede troppo spazio a Junior Firpo che in campo aperto diventa una mina vagante. Quando il Milan attacca prova a lasciare il segno ma la porta di Pau Lopez resta un tabù per lui.
KESSIE’ 6 – Canales e Bartra gli impediscono di far danni nell’area del Betis, sradica letteralmente il pallone dai piedi di Guardado che in teoria doveva essere molto più fresco di lui.
BAKAYOKO 6 – Incredibile ma vero, l’ex-centrocampista di Monaco e Chelsea si rende utile conquistando una punizione dal limite che Suso comunque non capitalizza. Prende sempre più confidenza con gli schemi di Gattuso e si sta integrando nei meccanismi di squadra.
CALHANOGLU 6 – Generoso come sempre il turco che non rinuncia mai a cercare la profondità per qualche compagno o la porta in prima persona. Lascia il campo dopo aver ricevuto un forte pestone, campanello d’allarme in vista di domenica? (BERTOLACCI 5,5 – In pochi minuti sciupa un contropiede molto interessante e si fa ammonire nel goffo tentativo di recuperare palla)
LAXALT 5,5 – Si prende un bel rischio contrastando Tello dentro l’area di rigore, fortuna che Pawson si conferma un arbitro 100% british e lascia correre. Ma il suo atteggiamento non piace per nulla a Gattuso. (ABATE 6 – Gattuso si raccomanda di fare più il terzino che l’ala, un malinteso con Reina rischia di costare caro ai rossonerI)
SUSO 7 – Il numero 8 spagnolo si conferma l’uomo della provvidenza, con una punizione magistrale pareggia i conti e salva il Milan dal secondo KO di fila contro il Betis.
CUTRONE 5,5 – A inizio gara scalda il destro senza trovare il bersaglio, altra occasione poco prima dell’intervallo ma di testa non riesce a inquadrare lo specchio. Nel secondo tempo sparisce quasi dalla circolazione.
ALL. GATTUSO 6 – Continua a perdere uomini come un generale dell’esercito in guerra, diventa sempre più difficile per lui assemblare la migliore formazione possibile se i suoi continuano a farsi male, anche da soli (vedi Kessié con Musacchio).

I VOTI DEL PRIMO TEMPO

Le pagelle del primo tempo di Betis-Milan, partita valevole per la quarta giornata del gruppo F di Europa League 2018-19, non possono di certo contenere voti particolarmente positivi per i rossoneri che al 12′ sono stati puniti da Lo Celso (7) che su assist di Junior Firpo (7+) non ha lasciato scampo a Pepe Reina (6) portando così in vantaggio la formazione allenata da Enrique Setien che va al riposo sul parziale di 1 a 0. Proprio come nella gara d’andata gli uomini di Gattuso vanno sotto e faticano a reagire, la compagine andalusa potrebbe raddoppiare con Joaquin (6,5) che viene murato da Ricardo Rodriguez (6,5) mentre Sanabria (6) sbaglia a pochi passi dalla porta graziando il Diavolo. Che crea ben pericoli dalle parti di Pau Lopez (6), mai realmente messo a dura prova. Chissà se nella ripresa entrerà Romagnoli, il numero 13 potrebbe segnare di nuovo dopo il novantesimo e visto che non c’è due senza tre…

VOTO BETIS 6,5 – Al Villamarin di Sivigilia i padroni di casa prendono l’iniziativa e trovano la via del gol con Lo Celso. Situazione sotto controllo per gli uomini di Setien.
MIGLIORE BETIS: JUNIOR FIRPO 7+ – Un assist per Lo Celso e tante giocate di alta qualità che certificano il talento del 22enne dominicano.
PEGGIORE BETIS: SANABRIA 5,5 – Con un po’ pizzico in più di sangue freddo da parte sua probabilmente la squadra andalusa sarebbe avanti di almeno due gol.

VOTO MILAN 5,5 – Rossoneri in difficoltà, la reazione in seguito al gol di Lo Celso è poca cosa: si avverte chiaramente l’assenza di gente come Biglia e Higuain.
MIGLIORE MILAN: RICARDO RODRIGUEZ 6,5 – Sullo 0-1 è decisivo nel murare Sanabria con Reina ormai fuori causa.
PEGGIORE MILAN: BORINI 5,5 – Disastroso in fase difensiva, Joaquin e Junior Firpo fanno quel che vogliono e seminano il panico nella trequarti rossonera.