Inter, tifosi stufi di Spalletti “Non sei degno del nerazzurro”/ Critiche dopo il PSV, spunta l’idea Conte

Luciano Spalletti nel mirino dei tifosi dell’Inter dopo l’eliminazione dalla Champions League di ieri sera: pesanti responsabilità del tecnico, e spunta l’idea Antonio Conte…

12.12.2018 - Davide Giancristofaro Alberti
Inter, Luciano Spalletti (LaPresse)
Inter, Luciano Spalletti (LaPresse)

E’ già sulla graticola Luciano Spalletti. La bruciante eliminazione in Champions League dell’Inter, dopo il pareggio, per certi versi clamoroso, contro il PSV Eindhoven in casa, sta facendo seriamente traballare la panchina del tecnico di Certaldo. Del resto, come ben si sa, per ogni cocente delusione nel mondo del calcio bisogna trovare un colpevole, e nella stragrande maggioranza dei casi paga il tecnico. C’è da dire, comunque, che Spalletti non è proprio esente da colpe, ed è stato lo stesso ex Roma ad ammetterlo a caldo al triplice fischio finale di ieri: «Io sono il responsabile in prima persona, soprattutto quando si perde». Un’eliminazione dalla Champions League che oltre allo smacco sportivo, fa perdere circa una quindicina di milioni di euro alla dirigenza cinese, fra passaggio del turno, incasso dello stadio e la differenza fra il pareggio col PSV e un’eventuale vittoria. A dicembre parlare di dimissioni è forse prematuro, ma quest’Inter avrebbe potuto fare di più, soprattutto alla luce anche dei molteplici rinforzi estivi.

SPALLETTI: I TIFOSI VOGLIONO LE SUE DIMISSIONI

Ma anche il calciomercato non è esente da colpe, a cominciare da Radja Nainggolan, fortemente voluto proprio da Spalletti, che in nerazzurro ha fatto vedere solo a sprazzi le sue enormi qualità, fra infortuni e prestazioni mediocre. Cosa dire poi di Perisic, trattenuto a forza ma voglioso invece di fare le valigie, nonché di Lautaro Martinez, che il pubblico meneghino vorrebbe vedere più spesso, ma che Spalletti invece considera poco. «Oggi Spalletti dovrebbe dimettersi. Istantaneamente – scriveva ieri sera Interismo cosmico su Twitter dimostra perché è un mediocre e non vincerà mai nulla in tutta la sua carriera. VIA DALL’INTER!!!!». Così invece Angelo: «Spalletti, non ho letto da nessuna parte delle tue dimissioni, cosa aspetti? Non è pane per i tuoi denti allenare l’inter». E’ già si fa il nome del possibile sostituto, quell’Antonio Conte che tra l’altro ad Appiano Gentile ritroverebbe Beppe Marotta. Difficile che l’ex Juve possa sbarcare a Milano fin da subito, ma in vista della prossima stagione tutto sembra possibile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA