Risultati Champions League/ Classifiche aggiornate: la Juventus perde ma vince il girone! Lione agli ottavi

Risultati Champions League: classifiche aggiornate, la Juventus vince il girone nonostante il ko di Berna, grazie al Valencia che batte il Manchester United. Il Lione vola agli ottavi.

12.12.2018, agg. alle 22:59 - Mauro Mantegazza
Ziyech_Ajax_lapresse_2018
Risultati Champions League: l'Ajax sarà protagonista (LaPresse)

Abbiamo i risultati di Champions League finali, al termine di un’entusiasmante fase a gironi: l’Italia qualifica Roma e Juventus perdendo Inter e Napoli, i bianconeri giocano una partita bruttissima a Berna e perdono contro uno Young Boys che ottiene la prima vittoria di sempre in un girone di Champions League, ma salvano il primo posto grazie al Valencia che supera il Manchester United, dunque qualificato come secondo. Nel girone E era tutto deciso se non la questione primo posto, andato come da previsione al Bayern, che però viene ribaltato dall’Ajax e deve segnare nel finale per ottenere il pareggio (sempre su rigore, sempre con Lewandowski); nel girone F emozioni a non finire, ma la seconda qualificata con il Manchester City è il Lione, che nel secondo tempo trova il pareggio con Nabil Fekir ed elimina lo Shakhtar Donetsk, mentre il Manchester City salva il primo posto superando l’Hoffenheim con un grande Leroy Sané. Dunque ecco il quadro completo delle squadre qualificate agli ottavi di finale della Champions League: Borussia Dortmund, Atletico Madrid, Barcellona, Tottenham, Psg, Liverpool, Porto, Schalke 04, Bayern Monaco, Ajax, Manchester City, Lione, Real Madrid, Roma, Juventus e Manchester United. (agg. di Claudio Franceschini)

INTERVALLO, JUVENTUS SOTTO A BERNA

Siamo giunti all’intervallo in Champions League, e i risultati che stanno maturando sono interessanti: innanzitutto la Juventus è sotto a Berna, Szczesny è andato vicino a parare un altro rigore ma Guillaume Hoarau ha portato in vantaggio lo Young Boys. Risultato che al momento non toglie ai bianconeri il primo posto nel gruppo H: il Manchester United infatti è andato sotto praticamente subito a Valencia, colpito da Carlos Soler, e dunque la situazione rimane esattamente com’era prima di iniziare a giocare, anche se certamente la Juventus non può e non deve fare troppo affidamento su quello che succede al Mestalla ma, invece, cercare di raddrizzare la partita dello Stade de Suisse. Nel gruppo F Junior Moraes spinge lo Shakhtar Donetsk verso gli ottavi: all’Etihad il Manchester City sta pareggiando contro l’Hoffenheim (rigore del solito Andrej Kramaric e Leroy Sané nel recupero) ma il Lione non ne approfitta in chiave primo posto, anzi al momento sarebbe in Europa League. Nel gruppo E invece il Bayern Monaco ha trovato il vantaggio alla Johan Cruijff Arena con Robert Lewandowski, che stacca Leo Messi e con 7 gol diventa capocanniere solitario di Champions League: bavaresi sempre più sicuri del primo posto, nell’altra partita (che ormai non conta più nulla) reti bianche tra Benfica e Aek Atene. (agg. di Claudio Franceschini)

ROMA E REAL MADRID PERDONO

Ecco i primi risultati di Champions League, che sono quelli del gruppo G: era tutto già deciso per la qualificazione e Real Madrid e Roma, entrambe fortemente rimaneggiate, hanno perso rispettivamente contro Cska Mosca e Viktoria Plzen. Grazie alla sfida diretta favorevole, i cechi vanno in Europa League: eliminati incredibilmente i russi, che abbandonano l’Europa nonostante siano riusciti a battere due volte i campioni d’Europa in carica, questa sera con un netto 3-0. La Roma invece cade a Plzen: Cengiz Under aveva risposto a Kovarik, ma quattro minuti più tardi Chory ha mostrato come la formazione della Repubblica Ceca avesse più motivazioni. Poco importa: ritroveremo la Roma agli ottavi, adesso i giallorossi devono solo accomodarsi e scoprire l’intera lista dei potenziali avversari. Alcuni (Barcellona, Psg, Borussia Dortmund e Porto) sono già noti; altri (Manchester City o Lione, Bayern Monaco o Ajax, eventualmente il Manchester United) li conoscerà tra un paio d’ora. Adesso spazio alla Juventus, che va a caccia del primo posto nel gruppo H: i bianconeri devono vincere o comunque pareggiare il risultato dei Red Devils impegnati a Valencia, poi occhio ad un gruppo F nel quale il City è già qualificato, mentre a Kiev Shakhtar e Lione giocano una sfida diretta per l’altra posizione (con i francesi che possono sempre arrivare primi). Dunque, in Champions League si torna a giocare! (agg. di Claudio Franceschini)

INTERVALLO: ROMA SULLO 0-0

All’intervallo delle prime due partite nel programma della sesta giornata, i risultasti di Champions League ci propongono il pareggio a reti bianche per la Roma e la sconfitta interna del Real Madrid: i blancos, che si sono presentati al Bernabeu in formazione decisamente rimaneggiata (visto il primo posto già conquistato nel gruppo G) hanno subito due reti nel finale di frazione, autori Chalov e Schennikov. Se per Santiago Solari si tratta di un risultato ininfluente, il Cska Mosca con questa vittoria esterna – la seconda sul Real se andasse così – sono al momento in Europa League: come ben sappiamo infatti i russi hanno bisogno di fare meglio del Viktoria Plzen che ha il vantaggio nella doppia sfida diretta, e i cechi sono fermi sulla parità contro una Roma che dunque chiuderebbe il girone a 10 punti. Staremo a vedere allora quello che succederà nella ripresa… (agg. di Claudio Franceschini)

SI GIOCA A MADRID E PLZEN

Stanno per arrivare i primi risultati del mercoledì di Champions League e dunque adesso andiamo a parlare del girone G, che è quello che andrà appunto in campo fra pochissimi minuti. A dire il vero, ad eccezione dei tifosi della Roma che potranno ammirare i giallorossi in campo, non sarà un aperitivo dei più stuzzicanti, perché sappiamo già che le due squadre qualificate agli ottavi da questo gruppo saranno il Real Madrid e appunto la Roma, tra l’altro con gli spagnoli già certi del primo posto e i giallorossi dunque secondi. L’unico motivo d’interesse potrebbe dunque essere il duello per il terzo posto tra il Viktoria Plzen e il Cska Mosca, che si contendono almeno il ripescaggio in Europa League che per loro avrebbe grande importanza. Il colpaccio ceco a Mosca due settimane fa ha rimescolato le carte: adesso sarebbe il Viktoria Plzen a qualificarsi in caso di arrivo a pari punti, dunque il Cska avrà il compito difficilissimo di fare al Bernabeu più punti di quelli che il Plzen farà in casa propria contro la Roma. Cosa succederà? Per scoprirlo, cediamo subito la parola al campo! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

LA SFIDA A DISTANZA

I risultati di Champions League del girone H (quello della Juventus) non avranno a dire il vero molto da chiarire nelle gerarchie di questo gruppo che ha già detto quasi tutto. Resta tuttavia il fascino della sfida a distanza fra i bianconeri e José Mourinho, che facendo il colpaccio a sorpresa allo Stadium negli ultimi minuti di una partita che la Juventus aveva saldamente in mano lascia ancora aperto il discorso del primo posto – mentre il Valencia è già matematicamente terzo e di conseguenza per lo Young Boys non ci sono più speranze nemmeno di passare in Europa League. Va detto in tutta onestà che pure per il primato non c’è molto da dire: la Juventus vanta due punti di vantaggio e questa sera gioca a Berna mentre il Manchester United sarà di scena a Valencia, per cui ipotizzare un ribaltone appare complicato. I Red Devils godono però del vantaggio negli scontri diretti e di conseguenza se vincessero in Spagna obbligherebbero la Vecchia Signora a fare altrettanto in Svizzera, impresa comunque evidentemente non impossibile per la Juventus. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

L’INCERTEZZA NEL GIRONE F

Più interessanti si annunciano i risultati di Champions League per quanto riguarda il girone F, dove quasi tutto è ancora in ballo. L’unica certezza è la qualificazione del Manchester City per gli ottavi, ma attenzione perché Pep Guardiola non è ancora certo del primo posto. Ci sono poi Lione e Shakhtar Donetsk a contendersi l’altro posto a disposizione per entrare fra le magnifiche 16, con il Lione che teoricamente potrebbe ancora arrivare primo ma a Kiev dovrà soprattuto respingere l’assalto dei padroni di casa, che con una vittoria toglierebbero all’Olympique il secondo posto e di conseguenza gli ottavi. Lo Shakhtar Donetsk comunque è condannato a vincere per fare il ribaltone, e d’altro canto per ora non è ancora certo nemmeno di avere un posto almeno in Europa League, perché due punti di vantaggio non bastano per mettere del tutto fuori gioco l’Hoffenheim per la terza posizione, che tuttavia i tedeschi raggiungerebbero solo con una vittoria clamorosa a Manchester e se contemporaneamente lo Shakhtar dovesse perdere in casa contro il Lione. Uno scenario decisamente molto complicato… (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

AJAX A CACCIA DEL PRIMO POSTO

Parlando dei risultati di Champions League, focalizziamo adesso la nostra attenzione sul girone E, che a dire il vero ha già detto quasi tutto sancendo la qualificazione agli ottavi di Bayern Monaco e Ajax, con un Benfica piuttosto deludente ma certo almeno di passare in Europa League e l’Aek Atene fuori da tutto, come è anche giusto che sia per una squadra che dopo cinque giornate è ancora a zero punti. A Lisbona tra i portoghesi e i greci ci sarà dunque in gioco solamente l’onore, mentre ad Amsterdam l’Ajax proverà a firmare una sorpresa battendo il Bayern per soffiare il primato ai tedeschi e mandandoli ad essere la mina vagante fra le seconde. Comunque vada a finire questa sera bisognerà fare comunque i complimenti ad un Ajax che da molti anni non riusciva ad essere così competitivo in Champions League, con tre vittorie e due pareggi nelle prime cinque giornate ed ottavi blindati con anticipo e pieno merito, notizia che certamente fa piacere a tutti gli appassionati di calcio, perché l’Ajax è una pietra miliare nella storia di questo sport. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

RISULTATI CHAMPIONS LEAGUE: LE PARTITE DI MERCOLEDì

Oggi mercoledì 12 dicembre cala il sipario sulla Champions League e i suoi risultati della fase a gironi, che si completerà con le ultime partite della sesta giornata della fase a gironi, che è naturalmente l’ultima e decisiva per tutti i verdetti ancora da decidere. Ecco perché è davvero grande anche oggi l’attesa per i risultati di Champions League: andiamo allora a vedere senza indugio quale sarà il programma delle partite di oggi. Per la precisione, scenderanno in campo i gruppi dalla E alla H, cominciando con due partite alle ore 18.55 e poi le altre sei alle ore 21.00, come da nuova programmazione voluta da quest’anno dalla Uefa per ogni giorno di gara della Champions League, che gli appassionati comunque ormai conoscono molto bene – con la dovuta avvertenza che, essendo all’ultima giornata, tutte le partite di uno stesso girone avranno inizio in contemporanea. Avremo dunque per il girone E alle ore 21.00 Benfica-Aek Atene e Ajax-Bayern Monaco; anche nel girone F entrambe le partite saranno alle ore 21.00, si tratta di Manchester City-Hoffenheim e Shakhtar Donetsk-Lione; nel girone G invece gli appuntamenti saranno alle ore 18.55 con Viktoria Plzen-Roma e Real Madrid-Cska Mosca; infine il girone H scenderà in campo alle ore 21.00, quando si giocheranno Valencia-Manchester United e Young Boys-Juventus. Per le due partite delle squadre italiane avremo dunque appuntamenti sfalsati, per tenerci compagnia tutta la sera.

LE PARTITE DELLE ITALIANE

Tra i risultati di Champions League dunque avremo anche quelli di Viktoria Plzen-Roma e Young Boys-Juventus, che sinceramente non saranno gli appuntamenti di maggiore richiamo della serata. Questo anche perché sia i giallorossi sia i bianconeri sono già matematicamente qualificati per gli ottavi di finale con una giornata d’anticipo, dunque è un attestato di merito per Eusebio Di Francesco e Massimiliano Allegri, pur con alcune differenze. La Roma ha già tutto chiaro, sarà seconda nel girone vinto dal Real Madrid e deve anche “ringraziare” proprio il Viktoria Plzen, che due settimane fa ha garantito alla Roma la qualificazione andando a vincere a Mosca. Oggi i cechi cercheranno il terzo posto che vale almeno l’Europa League, ma comunque i giallorossi hanno qualche milione (di euro in premi) di motivi per non abbassare troppo la tensione, perché un brutto risultato non farebbe bene in un momento non esaltante per la squadra capitolina. Nessun patema invece per la Juventus, tuttavia per i bianconeri non è ancora certo il primo posto che sicuramente Allegri vorrà blindare in questa trasferta in Svizzera, perché chi ambisce al trionfo finale ha il dovere morale di vincere il girone, soprattutto partendo da una posizione così favorevole.

RISULTATI CHAMPIONS LEAGUE, 6^ GIORNATA

Girone E

RISULTATO FINALE Benfica-Aek Atene 1-0 – 90′ Grimaldo
RISULTATO FINALE Ajax-Bayern Monaco 3-3 – 13′ Lewandowski (B), 61′ Tadic (A), 82′ rig. Tadic (A), 87′ rig. Lewandowski (B), 90′ Coman (B), 95′ Tagliafico (A)

Classifica: BAYERN MONACO 14, AJAX 12, Benfica 7, Aek Atene 0.

Girone F

RISULTATO FINALE Manchester City-Hoffenheim 2-1 – 16′ rig. Kramaric (H), 45’+1′ L. Sané (M), 61′ L. Sané (M)
RISULTATO FINALE Shakhtar Donetsk-Lione 1-1 – 22′ Junior Moraes (S), 65′ Fekir (L)

Classifica: MANCHESTER CITY 13, LIONE 8, Shakhtar Donetsk 6, Hoffenheim 3.

Girone G

RISULTATO FINALE Viktoria Plzen-Roma 2-1 – 62′ Kovarik (V), 68′ Cengiz Under (R), 72′ Chory (V)
RISULTATO FINALE Real Madrid-Cska Mosca 0-3 – 37′ Chalov, 43′ Schennikov, 73′ A. Sigurdsson

Classifica: REAL MADRID 12, ROMA 9, Viktoria Plzen 7, Cska Mosca 7.

Girone H

RISULTATO FINALE Valencia-Manchester United 2-1 – 17′ Soler (V), 47′ aut. P. Jones (V), 87′ Rashford (M)
RISULTATO FINALE Young Boys-Juventus 2-1 – 30′ rig. Hoarau (Y), 68′ Hoarau (Y), 80′ Dybala (J)

Classifica: JUVENTUS 12, MANCHESTER UNITED 10, Valencia 8, Young Boys 4.

© RIPRODUZIONE RISERVATA