Diretta Formula E / GP Arabia Saudita 2018: ha vinto Felix Da Costa! Vergne secondo, male Massa

Diretta Formula E GP Arabia Saudita 2018 streaming video e tv. Oggi la prima gara della nuova stagione in una location inedita: classifica, vincitore e podio (15 dicembre)

15.12.2018, agg. alle 14:36 - Mauro Mantegazza
felipe_massa_williams_lapresse_2017
Diretta Formula E: atteso il debutto di Felipe Massa (LaPresse)

Esordio memorabile per la Bmw in Formula E. A Riad infatti ha vinto Felix Da Costa: il pilota portoghese, partito dalla pole position, ha poi conquistato l’ePrix di Ad Diriyah regalando alla casa tedesca una prima volta storica nell’altrettanto storico debutto della Formula E in Arabia Saudita. La gara è stata emozionante e ricca di colpi di scena, anche se infine ha vinto colui che era scattato davanti a tutti sulla griglia di partenza. Tra i protagonisti si deve naturalmente considerare anche uno scatenato Jean-Eric Vergne. Il francese, campione del mondo in carica della categoria riservata alle monoposto elettriche, ha chiuso in seconda posizione per colpa di un drive through che lo ha costretto a una appassionante rimonta che lo ha comunque portato fino alla piazza d’onore, conquistata negli ultimi giri che sono stati di fatto una gara sprint a causa dell’ingresso in pista della Safety Car che aveva azzerato i distacchi. Terza posizione per il belga Jerome D’Ambrosio. Male Felipe Massa: quattordicesimo e anche lui penalizzato con un drive through. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

L’ESITO DELLE PROVE

Sotto il diluvio di Riad è cominciata la giornata di Formula E, con tanto di cancellazione di prove libere e del posticipo delle qualifiche, che si sono poi svolte con un formato inedito. Non più i classici quattro gruppi ma soltanto due grupponi, composti da undici piloti. A emergere è stato Antonio Felix Da Costa, che con la sua BMW ha centrato un’importante pole position. Il pilota portoghese ha piazzato un tempo di 1’17″728, quindi 165 millesimi più rapido di Dillman (Nio). In seconda fila troviamo Josè Maria Lopez e Sebastien Buemi. Settima posizione per l’attuale campione del mondo Jean-Eric Vergne, mentre Massa ha esordito nel peggiore dei modi, conquistando un deludentissimo diciannovesimo posto con la Venturi. (Aggiornamento di Jacopo D’Antuono)

SI PARTE

Tutto è pronto per la partenza della prima gara della nuova stagione della Formula E, l’ePrix di Dirʿiyya in diretta dall’Arabia Saudita. Lo abbiamo già accennato: il fatto che il Paese per eccellenza simbolo dei produttori di petrolio abbia voluto organizzare un Gran Premio delle monoposto elettriche è sicuramente significativo, anche se le contraddizioni non mancano da queste parti. Ad esempio a giugno ha guidato una monoposto di Formula 1 la saudita Aseel Al-Hamad, ma per le donne in Arabia è un’impresa anche solo poter prendere la patente. Prendiamolo comunque come un auspicio di progresso, sia per quanto riguarda i diritti delle donne sia nel campo della sensibilità ambientale e contro l’inquinamento. Che la Formula E sia un successo appare comunque evidente dalla distribuzione geografica delle gare: ecco l’Arabia ma anche Hong Kong e Cina per quanto riguarda l’Asia, sarà toccata anche l’Africa con il Marocco, nel continente americano si farà tappa in Cile, in Messico e a New York con ben due gare a chiudere la stagione a metà luglio, per l’Europa ci saranno invece Roma (il 13 aprile), Parigi, Montecarlo su un circuito che ricalca in gran parte quello di Formula 1 e poi Berlino e Berna. L’Arabia Saudita è però la novità più clamorosa: parola dunque alla pista: il primo Gp della Formula E sta per cominciare! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

INFO STREAMING VIDEO E DIRETTA TV, COME SEGUIRE IL GP ARABIA SAUDITA 2018 DI FORMULA E, RIAD

L’ePrix di Dirʿiyya (Riad) sarà dunque un nuovo appuntamento con la Formula E, molto atteso in virtù delle novità che via abbiamo accennato. Tutti gli appassionati del Mondiale per le monoposto elettriche potranno seguire l’ePrix della Formula E, che sarà disponibile in chiaro su Italia 1 ed inoltre su Eurosport, che per questa stagione detengono i diritti per l’Italia per il Mondiale di Formula E. L’appuntamento sarà dunque con la Formula E in diretta tv alle ore 13.00 italiane su Italia 1 per tutti oppure Eurosport 1, canale che è disponibile al numero 210 della piattaforma satellitare Sky. In alternativa, segnaliamo anche la diretta streaming video, disponibile tramite Sky Go oppure Eurosport Player.

IL DEBUTTO DI FELIPE MASSA

Il debutto di Felipe Massa sarà sicuramente uno dei principali motivi d’interesse per la diretta della Formula E che oggi aprirà una nuova stagione dall’Arabia Saudita. Il pilota brasiliano, che in carriera ha disputato 272 Gran Premi di Formula 1, sfiorando il mondiale nel 2008 e cogliendo 11 vittorie, tutte al volante della Ferrari, adesso sarà il nome di spicco della categoria delle monoposto elettriche. Nei giorni scorsi Felipe Massa è stato protagonista anche di una curiosa sfida nel deserto saudita con un falco pellegrino. Nel video di lancio del Mondiale di Formula E si può vedere l’animale più veloce del mondo, capace di raggiungere in picchiata i 350 chilometri l’ora, prendere di mira una preda inusuale, grazie a un’esca attaccata al telaio della rivoluzionaria monoposto Gen2. “È stata un’esperienza incredibile gareggiare contro l’animale più veloce della terra – ha commentato Massa, adesso pilota del Team Venturi -, è qualcosa che non dimenticherò facilmente. Mi ha particolarmente colpito il fatto che l’idea della competizione sia partita dai fan, Formula E li ha ascoltati ed ha accettato la sfida. Non vedo l’ora di tornare ad Ad Diriyah e iniziare a competere”. Il momento è arrivato, Felipe Massa sarà subito competitivo nella sua nuova avventura? (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ORARIO E PRESENTAZIONE GARA

Torna protagonista la Formula E, in diretta oggi sabato 15 dicembre 2018 con il Gp Arabia Saudita 2018 che apre il calendario del Mondiale 2018-2019 per la categoria delle monoposto elettriche. Appuntamento inedito con l’ePrix di Dirʿiyya, località che sorge nei pressi della capitale Riad: la prima curiosità è legata proprio alla sede di questa prima gara stagionale, perché fa impressione pensare che sia uno dei principali Paesi produttori di petrolio ad accogliere la Formula E, che per la prima volta sbarca in Arabia Saudita su un tracciato che si compone di 21 curve e in totale misura 2 847 metri. La partenza della gara avrà luogo alle ore 13.00 italiane e la linea del traguardo è posizionata nel cuore della città; dopo un lungo rettilineo, il circuito passa attorno alle mura storiche di Dirʿiyya, con una serie di curve tecniche e insidiose. Dal punto di vista tecnico invece la principale novità della stagione sarà l’esordio della nuova vettura, la Spark SRT 05e (o gen2), che segna di fatto una enorme evoluzione tecnica per la Formula E, che l’anno scorso vide il trionfo di Jean-Eric Vergne.

DIRETTA FORMULA E: LE NOVITÀ DELLA NUOVA STAGIONE

Una location particolarissima per la prima gara, la nuova monoposto che consentirà di eliminare il cambio vettura a metà gara dal momento che l’energia complessiva fornita dal pacco batterie è salita da 28 a 54 kWh e poi altre novità caratterizzano la stagione della Formula E. La Renault-e.dams cambia denominazione in Nissan-e.dams, anche se il gruppo automobilistico di riferimento è sempre lo stesso; i team in gara sono ora 11 grazie all’ingresso del team HWA e la BMW è entrata nelle vesti di costruttore del team Andretti. La stagione vedrà poi il ritorno dell’EPrix di Monaco dopo una stagione di assenza, l’introduzione dell’EPrix di Sanya in Cina e dell’Eprix di Berna al posto di quello disputato a Zurigo nella stagione precedente, mentre a metà aprile è confermato l’appuntamento a Roma, una delle cinque tappe europee. La novità forse più nota al grande pubblico è però l’arrivo in Formula E di Felipe Massa: il pilota brasiliano ex Ferrari correrà per il team Venturi Grand Prix insieme all’italo-svizzero Edoardo Mortara, inoltre è passato al campionato elettrico pure Stoffel Vandoorne, fino a meno di un mese fa compagno di squadra di Fernando Alonso nella disastrosa stagione della McLaren.

© RIPRODUZIONE RISERVATA