Pagelle / Roma-Inter (2-2): Fantacalcio, i voti. Zaniolo brilla nella notte dell’Olimpico (Serie A)

Pagelle Roma Inter (2-2): Fantacalcio, i voti della partita disputata nella 14^ giornata del Campionato di Serie A.

02.12.2018, agg. il 03.12.2018 alle 10:12 - Stefano Belli
Manolas_Icardi_Roma_Inter_lapresse_2017
Pagelle Roma inter (LaPresse)

Leggendo le pagelle di Roma Inter, il giocatore che spicca sugli altri è sicuramente Nicolò Zaniolo: l’ex della partita, schierato titolare da Eusebio Di Francesco anche per la condizione non ottimale di alcuni dei potenziali protagonisti, ha offerto una grande partita risultando sostanzialmente il migliore in campo. Al momento potremmo parlare di una situazione paradossale, o quantomeno curiosa: inserito come parziale contropartita per l’acquisto di Radja Nainggolan da parte dell’Inter, Zaniolo ha brillato nella partita da ex mentre il Ninja era ai box per l’ennesimo infortunio di una stagione al momento travagliata. Grande personalità, due conclusioni che hanno portato la Roma vicina al gol e una serie di giocate che ci fanno dire che questo ragazzo possa avere un futuro luminoso; magari è presto per dire che l’Inter si sia pentita di averlo ceduto a cuor leggero, intanto però Zaniolo si è preso l’Olimpico e la sensazione è che nelle prossime partite Di Francesco gli darà molto più spazio. (agg. di Claudio Franceschini)

IL CONFRONTO DEGLI ALLENATORI

Al triplice fischio finale chiaramente nelle pagelle di Roma Inter stilate dalla nostra redazione non sono mancati anche i voti che i due allenatori, protagonisti all’Olimpico, hanno meritato. Ecco quindi che nel nostre pagelle di Roma Inter il tecnico dei giallorossi Eusebio Di Francesco ha trovato il voto di 6.5: l’allenatore della Lupa paga certo assenze importanti come quelli di Dzeko e El Shaarawy, pur riuscendo a mettere in campo la migliore soluzione possibile. Voto appena sufficiente per Spalletti: il tecnico nerazzurro ha infatti meritata il 6 in pagella. L’allenatore dell’inter paga la mossa di aver inserito un centrocampista in più: ciò gli consente si di avere un centrocampo già forte ma indebolisce nel contempo l’attacco, che certo non si è rivelato molto incisivo. (agg Michela Colombo)

I VOTI AL TRIPLICE FISCHIO FINALE

Ecco le pagelle con i voti ai protagonisti del big match dell’Olimpico: Roma e Inter chiudono degnamente il programma della quattordicesima giornata di Serie A 2018-19 offrendo spettacolo e regalando emozioni ai loro tifosi. Il risultato finale di 2-2 probabilmente non accontenta nessuno visto che entrambe le squadre volevano vincere a tutti i costi e invece si sono dovute spartire la posta in palio, un punto che rallenta la corsa dei nerazzurri che ora si trovano a -11 dalla Juventus capolista e domani sera rischiano di vedersi allontanare anche il Napoli. I giallorossi non riescono ad avvicinarsi alla zona Champions e in classifica vengono scavalcati dal Torino. Keita Baldé apre le danze nel primo tempo, ben tre gol nella ripresa con Under che pareggia i conti con un gol fantastico, Icardi riporta momentaneamente avanti la Beneamata con una spizzata delle sue, a un quarto d’ora dal novantesimo Brozovic ci mette il gomito provocando il rigore a favore dei capitolini che Kolarov trasforma calciando con tutta la forza che ha. Al triplice fischio di Rocchi (nella bufera per non aver assegnato un altro rigore alla Roma per il fallo di D’Ambrosio su Zaniolo) dagli spalti dell’Olimpico partono solo applausi, meritatissimi.

VOTO ROMA 6,5 – Dopo i recenti KO contro Udinese e Real Madrid non poteva arrivare una risposta migliore da parte dei giallorossi, ai quali stasera sono mancati solamente i tre punti.
VOTO INTER 6 – I nerazzurri si fanno raggiungere per due volte, non riuscendo a proteggere il risultato sull’1-0 e sul 2-1.
VOTO ARBITRO ROCCHI 5,5 – Se avesse valutato in maniera diversa il contatto tra D’Ambrosio e Zaniolo nel primo tempo (il rigore poteva starci), nessuno gli avrebbe detto nulla (a parte gli interisti), ma a finire sul banco degli imputati è il VAR che si fa gli affari suoi. Nella ripresa “compensa” punendo con la massima punizione il gomito largo di Brozovic, questa volta su indicazione del VAR.

I VOTI DEI GIALLOROSSI

OLSEN 6 – Blocca in due tempi le prime conclusioni in porta di Keita Baldé ma al terzo tentativo del senegalese si deve inchinare a raccogliere il pallone in fondo alla rete. Anche Icardi riuscirà a trafiggerlo.
SANTON 5,5 – Ogni volta che Asamoah lo punta si fa quasi prendere dal panico, ma i suoi muri sono fondamentali per sbarrare ai nerazzurri la strada verso la porta. Sarà lui a perdere il pallone regalando il corner dal quale nascerà il gol di Icardi (KLUIVERT 6,5 – Le giocate dell’olandese riaccendono la Roma dopo l’1-2 di Icardi)
MANOLAS 6,5 – È sempre incollato a Icardi, lo anticipa più volte arrivando sul pallone prima di lui. Pur di non farlo segnare si immola rischiando di farsi male seriamente alla caviglia ma poi si fa sovrastare dall’argentino sul corner dell’1-2.
JUAN JESUS 5,5 – Si fa bruciare sul tempo da Keita che può così concludere a rete e portare in vantaggio l’Inter. Nonostante la presenza di un difensore esperto come Manolas a supporto, si dimostra l’anello debole della retroguardia capitolina.
KOLAROV 6,5 – Come al solito non rinuncia mai a tirare dai trenta e più metri, su punizione mette a dura prova i riflessi di Handanovic che gli toglie il pallone da sotto la traversa. Ma si rifarà con gli interessi segnando su rigore il 2-2.
NZONZI 6 – Al netto di qualche imperfezione il francese merita comunque un giudizio positivo, interpreta bene la partita e non si tira mai indietro quando c’è da dare una mano ai compagni.
CRISTANTE 6,5 – I nerazzurri gli concedono molti spazi per avanzare, splendido il tocco per Under nell’azione dell’1-1. Non è esente da errori e in alcuni frangenti regala palloni pericolosi agli avversari.
FLORENZI 6,5 – Il numero 24 ci prova spesso dalla distanza arrivando anche a colpire un clamoroso palo, solita partita di sacrificio nella sua metà campo.
ZANIOLO 7 – Stupisce sempre di più ogni giorno che passa, per adesso si sta rivelando la migliore scommessa di Monchi ed ha ancora enormi margini di miglioramento. (PEROTTI SV)
UNDER 7 – Non benissimo in fase difensiva dove si fa saltare da Asamoah e perde diversi palloni nella sua metà campo, quando riparte invece è sempre pericoloso e si procura punizioni molto interessanti. All’inizio del secondo tempo si inventa dal nulla un gol straordinario e i tifosi gli perdonano tutto. (PASTORE SV)
SCHICK 6 – Il ceco dimostra di averceli eccome i numeri, con quell’assist di tacco per Florenzi. Se solo cominciasse a vedere più spesso la porta…
ALL. DI FRANCESCO 6,5 – Senza De Rossi, Pellegrini, El Shaarawy e Dzeko, il mister schiera la migliore formazione possibile dando parecchio filo da torcere all’aspirante anti-Juve.

I VOTI DEI NERAZZURRI

HANDANOVIC 6,5 – Sempre attento in mezzo ai pali, smorza le conclusioni degli avversari dirette verso la porta ed evita più volte il corner in favore dei giallorossi, toglie da sotto la traversa la punizione di Kolarov ma nemmeno lui può far nulla sul missile di Under. Sul rigore del serbo indovina l’angolo ma non basta.
D’AMBROSIO 6,5 – Rocchi e il VAR lo graziano sullo sgambetto in area ai danni di Zaniolo. Ogni volta che sale fa partire dei cross che creano sempre un po’ di apprensione alla retroguardia della Roma, sarà proprio lui a fornire l’assist per Keita.
DE VRIJ 6,5 – Mura Nzonzi al quale non dà la possibilità di inquadrare la porta, anche stasera l’olandese onora al 100% l’impegno.
SKRINIAR 6,5 – Si fa trovare sempre dentro l’area allontanando la sfera ogni volta che Handanovic non riesce a bloccarla, mura Schick quando cerca la porta e lo tiene lontano dall’area piccola.
ASAMOAH 6 – A inizio gara usufruisce di spazi interessanti che poi non trova più quando i giallorossi gli prendono bene le misure e gli impediscono di avvicinarsi alla porta.
BORJA VALERO 5,5 – Ogni volta che ha il pallone tra i piedi nei pressi dell’area avversaria non riesce mai ad approfittarne. (VECINO SV)
BROZOVIC 5,5 – Non ci voleva proprio quel gomito largo sul 2 a 1 che non consente all’Inter di uscire dall’Olimpico con i tre punti.
JOAO MARIO 5,5 – Gli manca la cattiveria sottoporta necessaria per lasciare il segno e fare la differenza, il meglio lo dà quando gioca in posizione più arretrata.
PERISIC 5,5 – Qualche errore di valutazione per il croato che ci prova di testa senza trovare la porta, nel secondo tempo non capitalizza le ripartenze dei suoi. (LAUTARO MARTINEZ 6 – Guida l’assalto alla porta della Roma ma si deve accontentare di un paio di tiri dalla bandierina)
ICARDI 6,5 – Nel primo tempo viene arginato da Manolas ma non tradisce mai nei momenti che contano davvero, segnando l’ottavo gol in campionato con uno stacco da terra impressionante.
KEITA BALDE’ 6,5 – L’unica critica che possiamo muovergli è quella di calibrare meglio i cross, per il resto il senegalese segna il terzo gol nelle ultime due giornate, da qui in avanti aumentano le probabilità di vederlo titolare. (POLITANO 6 – Di solito entrando dalla panchina riesce a fare la differenza, oggi però non è riuscito a trovare il guizzo vincente)
ALL. SPALLETTI 6 – Irrobustisce il centrocampo rinunciando a un trequartista, una mossa che gli non fa perdere la partita ma non gli permette nemmeno di vincerla.

I VOTI DEL PRIMO TEMPO

All’Olimpico è in corso il big match della quattordicesima giornata di Serie A 2018-19 tra Roma e Inter, al termine del primo tempo il parziale vede la formazione di Luciano Spalletti in vantaggio per 1 a 0: andiamo a vedere le pagelle provvisorie con i voti ai protagonisti di questi primi quarantacinque minuti che non hanno lesinato emozioni e sorprese. Le due squadre non tradiscono le aspettative della vigilia e sin dal fischio d’inizio si propongono in avanti nel tentativo di sbloccare la contesa, i giallorossi di Di Francesco chiamano più volte al dovere Handanovic (7) che deve darsi parecchio da fare per mantenere la porta inviolata. I capitolini recriminano per il clamoroso palo colpito da Florenzi (6,5) e per un calcio di rigore non concesso dall’arbitro Rocchi per un contatto in area tra D’Ambrosio (6,5) e Zaniolo (7) che non viene punito dal direttore di gara. I nerazzurri si confermano spietati sottoporta con Keita Baldé (7) che a otto minuti dall’intervallo brucia sul tempo Juan Jesus (5) e non lascia scampo a Olsen (6). Tra poco si torna in campo per la seconda frazione di gioco, guai ad alzarvi dal divano!

VOTO ROMA 6,5 – I giallorossi provano a giocarsela alla pari nonostante le pesanti assenze di Dzeko, El Shaarawy, De Rossi, Pastore e Pellegrini. Il palo di Florenzi grida vendetta.
MIGLIORE ROMA: ZANIOLO 7 – Personalità da vendere per il numero 22 che si conferma la più piacevole sorpresa di questa prima parte di stagione per i capitolini.
PEGGIORE ROMA: JUAN JESUS 5 – Sul gol di Keita Baldé sbaglia completamente la marcatura nei confronti del senegalese che gli prende il tempo e può così lasciare il segno.

VOTO INTER 6,5 – Grazie al terzo gol nelle ultime due gare di campionato di Keita Baldé i nerazzurri sbloccano un match molto equilibrato e tirato.
MIGLIORE INTER: KEITA BALDE’ 7 – A quanto pare si è definitivamente sbloccato, per la gioia di Spalletti e dei suoi nuovi tifosi.
PEGGIORE INTER: JOAO MARIO 5,5 – Non ci mette la giusta cattiveria davanti alla porta.



© RIPRODUZIONE RISERVATA