Napoli, Ancelotti “Voglio un grande 2019 e a gennaio…”/ “Natale è importante, ma…”

Napoli atteso dalla sfida con la Spal, il tecnico partenopeo Carlo Ancelotti in conferenza stampa: “Voglio un grande 2019, con gli estensi fuori Allan”

21.12.2018, agg. alle 21:15 - Carmine Massimo Balsamo
Carlo Ancelotti

Carlo Ancelotti a Napoli l’ha capito, il calcio italiano è sempre più improntato a prendere l’assist di quello inglese. Nonostante si sbilanci sul futuro, “voglio un grande 2019“, il tecnico conferma che giocare a Natale è una cosa un po’ particolare: “Questa festa è un momento importante per tutti. Noi cerchiamo di combinare al meglio l’aspetto lavorativo e quello festivo. Ci dovremo allenare anche il 25 dicembre stesso, è normale, ma il pranzo ognuno lo farà a casa in famiglia. Questa è una bella novità del calcio italiano. In Inghilterra la gente approfitta da sempre del Boxing Day per andare allo stadio in maniera rilassata”. Anche in Italia quest’anno si giocherà nel giorno di Santo Stefano con la sosta che arriverà a gennaio dopo al fine delle feste. E’ così che in una settimana il Napoli di Ancelotti, come tutte le altre squadre italiane, sarà chiamato a uno sforzo extra con ben tre partite da disputare. (agg. di Matteo Fantozzi)

“ATTENZIONE ALLO ZURIGO IN EUROPA LEAGUE”

Carlo Ancelotti pensa a Napoli Spal e non al calciomercato, il tecnico azzurro è chiaro in conferenza stampa alla vigilia del San Paolo. Sottolinea che nel calciomercato di gennaio non arriverà nessuno e che partirà qualcuno solo nel caso si dovesse incatenare a Castel Volturno, cosa che però il mister azzurro al momento si sente di negare categoricamente. Anche se lascia aperto uno spiraglio “se la società mi farà uno scherzetto“. Quando si parla di Europa League il tecnico fa capire come questo sia diventato un importante obiettivo per la sua squadra: “Sulla carta il sorteggio per noi è stato sfortunato, ma lo Zurigo è poco conosciuto quindi bisogna affrontarlo con attenzione. Nei gironi ha battuto il Leverkusen che non è di certo l’ultima arrivata“. Parole di grande fiducia nel suo gruppo spingono il Napoli verso una seconda parte di stagione incoraggiante. (agg. di Matteo Fantozzi)

“NON FAR GIOCARE I DIFFIDATI SIGNIFICA…”

Napoli-Spal, la formazione di Carlo Ancelotti pronta ad affrontare il tour de force prima della sosta. Il tecnico partenopeo è intervenuto in conferenza stampa: «Cerchiamo di combinare, questo è un momento importante per tutto e si cerca di combinare l’aspetto lavorativo con quello festivo. A Natale ci alleneremo e passeremo una parte del pranzo natalizio ognuno nelle proprie case: questa è una bella novità per il calcio italiano, in Inghilterra si approfittava per andare tutti allo stadio». In vista della sfida dell’Inter ci sono Koulibaly e Insigne in diffida: «Scelte condizionate? Assolutamente no: non fare giocare uno in diffida, significa tenerli fuori due partite con quella per la squalifica. Vogliamo fare un calcio propositivo e senza calcoli per l’Inter: giocheranno i migliori e poi dopo penseremo all’Inter. Ho tutta la rosa a disposizione tranne Allan, che ha un problema alla schiena».

“VOGLIO UN GRANDE 2019”

Prosegue Carlo Ancelotti: «Europa League? L’urna sulla carta è stata fortunata questa volta, ma poi c’è il campo e tutti conoscono pochissimo lo Zurigo, ma ha fatto un bel girone battendo il Bayer Leverkusen. Non è l’ultimo arrivato: è una squadra veloce, dinamica e che gioca a calcio». Una battuta sul mercato: «Con sincerità, non arriverà nessuno salvo scherzetti che non mi risultano. La rosa mi soddisfa, è competitiva: un arrivo mi darebbe problemi nella gestione. Una cessione comporterebbe il decadimento della qualità della rosa: non partirà nessuno, salve qualche giocatore incatenato che dice di volersene andare a ogni costo». Infine, l’auspicio per il 2019: «Speriamo di trascorrere un buon Natale, finendo bene l’anno e preparandoci a un 2019 con i botti: ce lo auguriamo tutti, la promessa è di un impegno totale per restare ai vertici».

© RIPRODUZIONE RISERVATA