Diretta Maccabi Milano/ Risultato finale 94-92: Brooks sbaglia il tiro della vittoria, Olimpia ko! (Eurolega)

Diretta Maccabi Tel Aviv Milano, risultato finale 94-92: l’Olimpia cade in Israele nella partita di Eurolega, Jeff Brooks sbaglia la tripla della vittoria e così il record torna negativo.

27.12.2018, agg. alle 21:57 - Mauro Mantegazza
Diretta Trieste Milano (Foto LaPresse)

DIRETTA MACCABI MILANO (RISULTATO FINALE 94-92)

Diretta Maccabi Milano 94-92: finale palpitante e ricco di emozioni alla Menora Mivtachim Arena, dove l’Olimpia cade all’ultimo avendo avuto il tiro della vittoria, e si porta a 7-8 nel bilancio di Eurolega. Come già si era visto per tutta la partita, l’Olimpia e gli israeliani si alternano alla conduzione della gara; per i padroni di casa Johnny O’Bryant è devastante ma anche Alex Tyus inizia a produrre punti e rimbalzi utili, mentre Scottie Wilbekin pur non essendo in una delle migliori serate è sempre importante con qualche giocata di qualità. Per Milano, Mike James entra nella modalità “uno contro tutti”, si sostituisce a Nemanja Nedovic come principale bocca di fuoco ma trova anche il tempo di arrivare a quota 7 assist (mentre sono 6 quelli del sempre concreto Vlado Micov). Milano torna avanti con i due punti di Jeff Brooks ma il Maccabi trova un parziale che lo riporta avanti a 4’10’’ dalla sirena (tripla di DeAndre kane); da quel momento le due squadre non segnano per due minuti, ci pensa ancora Brooks a muovere il punteggio per il nuovo vantaggio Olimpia. Gli ultimi attimi sono palpitanti: Angelo Caloiaro, che non aveva ancora segnato, mette dall’arco la tripla del +2 ma Micov risponde prontamente con un gioco da tre punti (91-92). Peccato che il Maccabi segni due liberi con Alex Tyus, poi Kendrick Ray fa solo 1/2 e dà speranze a Milano, che con 19 secondi ha la palla in mano. Brooks va per vincerla ma sbaglia: vince il Maccabi. (agg. di Claudio Franceschini)

MACCABI MILANO (75-75): 4^ QUARTO

Diretta Maccabi Milano 75-75: continua il punto a punto alla Menora Mivtachim Arena, e allora sarà presumibilmente il quarto periodo a dirci se l’Olimpia riuscirà nell’impresa di vincere la seconda partita esterna consecutiva in Eurolega. Per il momento Milano sta facendo benissimo: doppia cifra per Nemanja Nedovic, Kaleb Tarczewski e Vlado Micov con il numero 16 che domina dall’arco, riuscendo a tenere a distanza gli israeliani. Questo, almeno fino a poco oltre la metà del quarto: poi arriva un’altra sfuriata del Maccabi che trova i punti di Johnny O’Bryant – miglior marcatore della partita – e di uno Scottie Wilbekin che era rimasto piuttosto silente. I tiri dal perimetro sono la chiave da entrambe le parti: quando una delle due squadre trova continuità dalla lunga distanza arrivano parziali importanti, la partita sembra ricalcare quanto si era visto al Mediolanum Forum nella sconfitta di Milano contro il Bayern. Qui, Micov riduce con due liberi e Mike James trova la doppia cifra con una tripla fondamentale: sarà ancora lunga. (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Come sempre non sarà possibile assistere alla diretta tv di Maccabi Tel Aviv Milano: l’Eurolega non viene trasmessa nel nostro Paese, almeno in televisione perché tutti gli appassionati potranno sottoscrivere un abbonamento alla piattaforma Eurosport Player e seguire così questa partita in diretta streaming video, utilizzando apparecchi mobili come PC, tablet e smartphone. Ricordiamo anche il sito www.euroleague.net per tutte le informazioni utili, per esempio il tabellino play-by-play e le statistiche dei giocatori in campo.

MACCABI MILANO (46-48): 3^ QUARTO

Diretta Maccabi Milano 46-48: continua la bella partita di Eurolega alla Menora Mivtachim Arena, con continui parziali e controparziali che rendono incerto l’esito del campo. L’inizio di secondo quarto sancisce la reazione del Maccabi, che in meno di metà tempo trova 13 punti grazie al contributo di un ispirato Johnny O’Bryant (9 punti con 3/6 dal campo) e ritrova un vantaggio che somiglia anche al secondo tentativo di allungo nella serata. E’ qui però che entra in gioco l’asse playmaker-centro: Mike James e Kaleb Tarczewski prendono finalmente ritmo e trovano canestri importanti per consentire all’Olimpia di rimanere attaccata alla partita, con tanto di pareggio a quota 34 quando arriva anche il primo canestro di Mindaugas Kuzminskas, e sorpasso grazie alla tripla di Nemanja Nedovic. Ancora una volta il Maccabi risponde, ancora una volta l’Olimpia tiene la testa avanti quando suona la sirena: sarà un secondo tempo entusiasmante in questa partita di Eurolega tutt’altro che risolta. (agg. di Claudio Franceschini)

MACCABI MILANO (21-24): 2^ QUARTO

Diretta Maccabi Milano 21-24: partenza forte per la squadra israeliana, con un DeAndre Kane ispirato a martellare la retina e dare il primo tentativo di fuga. I padroni di casa però devono fare i conti con l’orgoglio e la qualità dell’Olimpia: Simone Pianigiani sceglie ancora Jeff Brooks al fianco di Kaleb Tarczewski per completare il reparto lunghi, ed è lui con 5 punti in fila a rintuzzare le velleità del Maccabi. Mike James parte senza guardare il canestro ma distribuendo assist, e lasciando agli altri le conclusioni; un modo anche per risparmiarsi in vista di un eventuale punto a punto finale, ricordando quanto accaduto contro il Bayern. La sfuriata di Brooks produce gli effetti sperati: in men che non si dica Milano apre un parziale incredibile di 14-0 nel quale anche Nemanja Nedovic inizia a produrre (due triple) e la squadra di Simone Pianigiani vola sul +8 dando un segnale forte atutto il pubblico della Menora Mivtachim Arena. A quel punto il Maccabi ritrova un po’ di convinzione con la sua panchina: 5 punti di Jake Cohen spingono gli israeliani, ma l’Olimpia resiste. Partita comunque che si prospetta sempre equilibrata, almeno per il momento. (agg. di Claudio Franceschini)

MACCABI MILANO (0-0): PALLA A DUE!

Tutto ormai è pronto per la diretta di Maccabi Tel Aviv Milano, infatti ci sarà fra pochissimi minuti la palla a due di questa partita di Eurolega che chiuderà per le due formazioni il girone d’andata della massima competizione europea di basket. Contro il Maccabi ci sono alcuni dolcissimi ricordi per l’Olimpia Milano, che ha vinto due delle sue tre Coppe dei Campioni battendo in finale proprio il Maccabi Tel Aviv. A Losanna il 2 aprile 1987, la finale finì 71-69 per Milano, coach Dan Peterson. Un anno dopo, a Gand, finì 90-84 sempre per l’Olimpia nella prima edizione della Coppa dei Campioni assegnata tramite Final Four, con la squadra italiana che nel frattempo era passata a Franco Casalini. Questi sono due ricordi fondamentali per la storia delle Scarpette Rosse, ma bisogna pure ricordare che in tutto le due squadre si sono affrontate 31 volte e il bilancio complessivo è favorevole al Maccabi per 17-14. A Milano l’Olimpia è avanti per 9-5 ma la trasferta in Israele è sempre stata difficile e a Tel Aviv ecco un eloquente 12-3 per il Maccabi. Dal 2005 in poi il Maccabi è in vantaggio per 10-4 nelle 14 partite disputate e soprattutto vanta sette vittorie su altrettante partite disputate davanti al pubblico amico contro Milano, che dunque deve sfatare quello che nel terzo millennio è diventato un vero e proprio tabù. Adesso però basta parole e numeri: parola al campo, Maccabi Tel Aviv Milano sta per cominciare! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

LE PAROLE DI PIANIGIANI

Verso la diretta di Maccabi Tel Aviv Milano, non si può certo dimenticare che appena due giorni fa l’Olimpia ha giocato e vinto in campionato, vincendo la sera di Natale il derby lombardo contro Brescia. Facciamo allora un piccolo passo indietro e andiamo a leggere come coach Simone Pianigiani aveva commentato la vittoria al Forum ai danni della Leonessa: “Ripeto quello che ho detto due giorni fa (dopo la vittoria su Varese di domenica 23, ndR), grazie a ragazzi che hanno l’atteggiamento giusto. Eravamo senza Gudaitis e Nedovic l’abbiamo fermato per smaltire i carichi delle ultime partite. Sono giorni particolari ma il livello di attenzione dei ragazzi è stato alto”. Molto spazio nella valutazione di Pianigiani anche ai giudizi sui singoli giocatori di Milano: “Jerrells è in condizioni migliori ma dovevamo metterlo in ritmo giocando ed è normale che ora faccia meglio. Questo vale anche per Della Valle e per Nedovic. Oggi volevo risparmiare un po’ Mike James e gli avevo chiesto di farsi carico della partita e lui l’ha fatto. Ho chiamato il primo time-out dopo 100 secondi perché siamo andati avanti e indietro giocando liberi come se fosse una liberazione dopo la partita tattica giocata con Varese. Non volevo andare sotto di 10 e dover rimontare. Ho fatto presente questo ai ragazzi. Su Tarczewski dico che contro Varese non è che non abbia tirato per qualche strano motivo ma perché loro hanno fatto determinate scelte tattiche e lui non aveva nessun tipo di spazio dentro l’area. Se Brescia avesse fatto le stesse scelte magari avrebbe avuto una partita da quattro punti e avrebbe giocato bene comunque. Alle volte dipende dagli avversari: Brescia è stata aggressiva sul pick and roll e lui è stato bravo a usare gli spazi, i compagni sono stati bravi a servirlo. Per me aldilà dei punti è importante che alla seconda partita in tre giorni si sia fatto trovare pronto come presenza fisica e mentale”. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA PARTITA

Maccabi Tel Aviv Milano, diretta dagli arbitri Daniel Hierrezuelo, Tomislav Hordov e Saso Petek, si gioca alle ore 20.05 italiane (21.05 locali) di questa sera, giovedì 27 dicembre. Appuntamento presso la Menora Mivtachim Arena di Tel Aviv per la sfida che completa la prima metà della stagione regolare della Eurolega 2018-2019 di basket, giunta infatti alla quindicesima giornata, ultima del girone d’andata. Difficile trasferta israeliana per l’Ax Armani Exchange, che però con la vittoria di venerdì scorso sul campo del Panathinaikos ha interrotto una striscia di risultati molto negativa in Eurolega, cinque sconfitte consecutive che avevano rovinato un inizio stagione eccellente anche fuori dai confini italiani. Maccabi Tel Aviv Olimpia Milano sarà una sfida molto delicata, soprattutto per i padroni di casa che fino a questo momento hanno vinto solamente quattro partite e dunque hanno bisogno di un successo per tenere vive le speranze di lottare per i quarti di finale. Fare il colpo in Israele non sarà facile, ma l’Olimpia ha una grande occasione: il bilancio di 7-7 è buono, chiudere l’andata sopra il 50% con una ottava vittoria su un campo storicamente difficile per chiunque sarebbe un ottimo modo per chiudere l’anno solare in Eurolega.

RISULTATI E PRECEDENTI

Maccabi Tel Aviv Milano, come detto, sarà una partita molto importante per il cammino delle due squadre. L’Olimpia era partita molto bene in Eurolega, andando oltre le più rosee previsioni iniziali con sei vittorie nelle prime otto partite, ma poi è arrivata la stangata che rischia di rimettere in primo piano i fantasmi del passato: i passi falsi dolorosi sono stati quelli nelle partite casalinghe contro Gran Canaria e Bayern, sarebbe bastato vincere queste due sfide per dare tutto un altro aspetto alla classifica continuando a veleggiare tra le migliori grazie all’ottima partenza. Tuttavia non bisogna fasciarsi la testa, perché la vittoria di prestigio ottenuta venerdì scorso ad Atene ha rimesso l’Olimpia in una posizione più che buona per ambire ad entrare fra le prime otto al termine della stagione regolare, inoltre nel frattempo sono arrivate altre due vittorie in campionato, domenica contro Varese e il giorno di Natale contro Brescia in altrettanti derby lombardi per Milano, che sta giocando praticamente ogni 48 ore sotto le feste. Quanto al Maccabi Tel Aviv, è vero che quattro vittorie e dieci sconfitte sono un bilancio molto negativo, ma è altrettanto vero che nelle ultime cinque giornate gli israeliani hanno vinto tre volte, dunque dopo un pessimo avvio il Maccabi adesso sta prendendo quota e vuole proseguire così per tenere vive le speranze di qualificazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA