FEDERER SI RITIRA NEL 2020? / Tennis, Re Roger apre all’addio: “Vedremo se ci sarà una prossima stagione”

Federer si ritira nel 2020? Tennis, Re Roger apre all’addio: “Vedremo se ci sarà una prossima stagione”. Poi tranquillizza i fan…

29.12.2018 - Dario D'Angelo
Roger Federer (foto da Twitter)

Il tempo passa per tutti: anche per i più grandi. Anzi, anche per “il” più grande. Roger Federer non fa eccezione, il “Dio del tennis” può ingannare le lancette a fasi alterne, impressionare per la leggerezza del gesto tecnico, per la brillantezza di un “ragazzo” di 37 anni che ancora illumina la scena al punto che i suoi fan, da ogni parte del mondo, al momento del suo ritiro preferiscono non pensarci, pur sapendo che prima o poi la magia avrà una fine. A ricordarlo è stato proprio Re Roger da Perth, dove giocherà la Hopman Cup, torneo per nazioni di inizio anno, prima di lanciare la caccia agli Australian Open, dove ancora una volta sarà lui il rivale principale di uno scatenato Novak Djokovic. Le parole che hanno messo in allarme i fan, però, sono le seguenti: “Vedremo se ci sarà un 2020“. Una frase buttata lì, quasi per provare l’effetto che fa, quasi per ricordare agli appassionati: godete della mia presenza, non datela per scontata, se mai lo avete fatto.

FEDERER SI RITIRA NEL 2020?

Prima di disperarsi, però, è bene chiarire che Roger Federer non ha annunciato il suo ritiro dal tennis. Più che altro lo svizzero, alla tv elvetica SRF, ha ammesso di non sapere se continuerà a giocare anche nel 2020:”Adesso so più o meno quale sarà il mio planning 2019, anche se non sono ancora sicuro di quello che accadrà in primavera. Ne sto parlando con il mio staff e poi vedremo se ci sarà una stagione 2020“. Molto ovviamente dipenderà da come Federer si sentirà in campo e dai risultati che riuscirà ad ottenere. Le sue parole hanno però gettato nello sconforto milioni di fan in tutto il mondo, al punto che in una conferenza stampa successiva, Federer ha precisato:”Sono orgoglioso di essere ancora così competitivo a 37 anni. Sono felice per questa stagione, è stato un anno storico perché sono tornato n.1. Non avrei mai pensato di poterci riuscire. Il piano è di giocare anche l’anno prossimo. Devo scegliere una buona programmazione che vada bene per me, la mia famiglia e il mio staff“. C’è ancora tempo per disperarsi?



© RIPRODUZIONE RISERVATA