Diretta Reggio Emilia Venezia/ Risultato finale 82-74, info streaming: Successo biancorosso (Serie A)

Diretta Reggio Emilia Venezia, streaming video e tv: possibile riscatto per due al PalaBigi, la Reyer arriva dalla terza sconfitta casalinga in questo campionato di basket Serie A1.

30.12.2018, agg. alle 19:52 - Claudio Franceschini
Diretta Brescia Venezia, basket Serie A1 15^ giornata (Foto LaPresse)

DIRETTA REGGIO EMILIA VENEZIA (82-74): FINE PARTITA 

Presso l’impianto del PalaBigi Reggio Emilia batte Venezia per 82 a 74. Nell’ultimo quarto dell’incontro i padroni di casa riprendono il controllo della situazione e gli ospiti falliscono nel ripetere lo sforzo effettuato nel periodo precedente, finendo addirittura con lo sbagliare ben 10 canestri sui 14 tentati e perdendo ben 6 palloni, senza contare il 4 a 6 nei falli personali. I 2 punti guadagnati oggi consentono alla Reggiana di portarsi a quota 8 nella classifica di Serie A mentre il Venezia resta fermo a 18 punti.

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Purtroppo non sarà possibile assistere alla diretta tv di Reggio Emilia Venezia, che non è una delle partite previste nel programma televisivo; come sempre l’appuntamento per tutti gli appassionati è sulla piattaforma Eurosport Player, alla quale è necessario abbonarsi e che fornisce la diretta streaming video di tutte le partite del campionato. Naturalmente potrete consultare il sito ufficiale www.legabasket.it per tutte le informazioni utili, come il tabellino play-by-play e le statistiche dei giocatori; i relativi account presenti sui social network sono facebook.com/legabasketa e, su Twitter, @LegaBasketA.

TERZO QUARTO 

Esauritosi pure il terzo quarto, Reggio Emilia e Venezia sono ora sul punteggio di 63 a 61. Al rientro dagli spogliatoi sono senza dubbio gli ospiti a prendere in mano il controllo delle operazioni per queste prime battute del secondo tempo, accorciando sensibilmente le distanze dai padroni di casa grazie a ben 6 triple messe a segno ma sprecando 3 tiri liberi su 4 concessi. La sfida risulta quindi ancora molto aperta ed entrambe le squadre hanno pari chances di raggiungere la vittoria.

FINE PRIMO TEMPO

Al termine del secondo quarto, ovvero del primo tempo, le squadre di Reggio Emilia e Venezia sono da poco rientrate negli spogliatoi per l’intervallo lungo sul 45 a 34. I biancorossi si riconfermano anche nei secondi 10 minuti di gioco e migliorano anzi le proprie statistiche tanto nei tiri quanto nel manovrare il pallone, forzando gli avversari a 3 palle perse. I problemi mostrati nella disciplina vengono inoltre bilanciati dalla percentuale perfetta nei liberi conquistati, a differenza dei veneti.

PRIMO QUARTO 

In Emilia-Romagna il primo quarto di gioco tra Reggio Emilia e Venezia si è concluso con il punteggio di 21 a 19. In queste fasi iniziali dell’incontro i padroni di casa, guidati da Allen, tentano subito di scappare via mettendo a segno un paio di tiri da 3 ma gli ospiti rispondono colpo su colpo e rubano più palloni rispetto agli avversari, oltre a perderne di meno nonostante dimostrino qualche probelma nei rimbalzi in fase di difesa.

PALLA A DUE!

Sta finalmente per cominciare Reggio Emilia Venezia: come già detto, mercoledì la Reyer è andata incontro alla terza sconfitta del suo campionato, ancora una volta al Taliercio. Nel 75-83 contro una Trieste in grande forma ha influito in particolar modo il secondo quarto, chiuso sul 20-31; Venezia ha poi recuperato ma ha speso energie importanti e ha dovuto lasciare per strada altri due punti. Male in area (40,8%), gli orogranata hanno anche avuto un dato negativo nel quoziente palle perse/recuperi (14 e 6 rispettivamente), sono andati poco in lunetta (8/12) e hanno pareggiato la sfida a rimbalzo; il migliore è stato Julyan Stone autore di 8 punti, 9 rimbalzi e 4 assist ma il playmaker ha tirato 2/9, condividendo dunque le scarse percentuali dei compagni di squadra. Da questo punto di vista ha fatto malissimo Austin Daye: per lui 7 punti e 6 rimbalzi con un pessimo 3/13 dal campo, hanno sparato a salve anche MarQuez Haynes (5/15) e Marco Giuri (1/4 dall’arco) ma soprattutto la Reyer ha concesso il 40% dal perimetro a una Trieste capace di segnare 19 canestri su assistenza diretta. Ora però è arrivato il momento di metterci comodi e lasciare che a parlare sia il campo, perchè finalmente è arrivato il momento di Reggio Emilia Venezia che prende il via! (agg. di Claudio Franceschini)

IL CASO CAGNARDI-GASPARDO

Aspettando Reggio Emilia Venezia, andiamo a ripercorrere quanto accaduto in casa Grissin Bon nella sconfitta di Santo Stefano sul campo della Virtus Bologna: ad un certo punto Devis Cagnardi ha richiamato in panchina Raphael Gaspardo che, visibilmente poco soddisfatto, ha speso qualche parola evidentemente poco simpatica nei confronti del suo allenatore. Ne è scaturito un diverbio che, attraverso le pagine de La Gazzetta di Reggio, il coach ha voluto spiegare secondo la sua versione: “Io faccio l’allenatore”, ha detto, sottolineando come il suo compito sia anche quello di indirizzare lo spogliatoio verso i giusti atteggiamenti, attraverso consolazione e rimproveri. “Lui mi ha detto che voleva giocare, io la pensavo diversamente: mercoledì sera non mi era utile e il discorso finisce qui”. Cagnardi ha sottolineato come sia del tutto normale e previsto che un giocatore finisca in panchina se non rende come dovuto, e anche che si prenda “un cazziatone se dice qualcosa in un momento poco opportuno”; per la cronaca in 5 minuti di utilizzo Gaspardo ha chiuso con 2 punti (1/1), 2 rimbalzi e una palla persa, poi non è più rientrato. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA PARTITA

Reggio Emilia Venezia, partita diretta dagli arbitri Lorenzo Baldini, Dario Morelli e Christian Borgo, è valida per la tredicesima giornata nel campionato di basket Serie A1 2018-2019 e, domenica 30 dicembre alle ore 18:00, chiude l’anno solare delle due squadre. Una sfida che fino a poco tempo fa avrebbe rappresentato uno dei punti più alti della nostra pallacanestro, ma che adesso è quasi un testa-coda della classifica: complice la sconfitta di Bologna, la Grissin Bon si ritrova ancora ultima (in compagnia di Pistoia e Cantù) e sta pericolosamente considerando la possibilità di retrocedere in Serie A2. La Reyer invece è seconda, anche se dopo il ko interno contro Trieste si è staccata di tre vittorie da Milano e vede le tre inseguitrici (Varese, Cremona e Avellino) ad una sola gara di distanza. Dunque non ci resta che valutare quello che succederà tra poche ore nella diretta di Reggio Emilia Venezia, una partita che, comunque vada, potrà rappresentare il riscatto per la squadra che riuscirà a vincerla.

RISULTATI E PRECEDENTI

In Reggio Emilia Venezia troviamo una Grissin Bon mai così in difficoltà negli ultimi anni: anche nella scorsa stagione, quando il calo era già piuttosto evidente, gli emiliani non avevano comunque rischiato quella che sarebbe stata una clamorosa retrocessione. Oggi purtroppo è così: dopo la preziosa vittoria di Brindisi sono arrivate tre sconfitte consecutive, un filotto identifico a quello che era andato in scena a novembre dopo aver battuto Varese. E’ chiaro che senza la giusta continuità Reggio Emilia sia costretta a disputare un campionato di sofferenza, tutto teso alla ricerca di punti utili per mantenere la categoria; in questo momento la Reggiana non può certo “scegliere” gli avversari contro cui giocare la partita della vita, bisogna iniziare a racimolare vittorie dappertutto senza guardare troppo la classifica, che rappresenta ancora un aspetto secondario. Il rendimento di Venezia resta di alto livello, perchè comunque i lagunari sono la seconda forza del campionato e puntano al lungo termine, ovvero alla possibilità di tornare in finale; tuttavia è davvero curioso notare come la Reyer abbia sempre vinto in trasferta e sia caduta già tre volte in casa. Dopo le sconfitte contro Milano e Varese è arrivata quella per mano della lanciatissima Trieste: un ko che come detto ha allontanato ancor più l’Olimpia, adesso vedremo se arriverà la reazione d’orgoglio. In ogni caso Venezia è già qualificata alla Final Eight di Coppa Italia e per ora va bene così.



© RIPRODUZIONE RISERVATA