RADJA NAINGGOLAN, “FAREBBE SCAPPARE UNO PSICOLOGO”/ Un anno fa quel video di Capodanno con alcol e bestemmie

.Radja Nainggolan, il caso del centrocampista dell’Inter diventa sempre più spinoso: le parole del fratello Manuel confermano i problemi caratteriali del Ninja, in difficoltà.

31.12.2018, agg. alle 17:33 - Claudio Franceschini
Inter, Radja Nainggolan (Foto LaPresse)

Il fratello di Radja Nainggolan alimenta momenti di tensione attorno al calciatore dell’Inter, non di certo nel miglior momento della sua carriera. Si torna poi a pensare a quanto accaduto un anno fa nella notte di Capodanno, quando di fatto gli atteggiamenti del Ninja lo portarono a chiudere la sua avventura alla Roma. Si scatenò una vera e propria polemica attorno a un filmato pubblicato su Instagram dove il calciatore belga si dilettava a giocare a paddle di notte provato da una serata dove aveva alzato un po’ troppo il gomito e con una immancabile sigaretta. Il tutto accompagnato da diverse bestemmie che non fecero proprio piacere a nessuno. Quest’anno Nainggolan probabilmente deciderà di passare la serata in tranquillità con la sua famiglia, evitando di fare dei video in rete e cercando di far parlare meno possibile di sé stesso. Il calciatore è consapevole infatti che anche una parola di troppo da parte sua sarà osservata con molta attenzione dai suoi detrattori che non vedono l’ora di un altro scivolone. (agg. di Matteo Fantozzi)

“NEMMENO LO PSICOLOGO LO AIUTEREBBE”

Il caso di Radja Nainggolan sta assumendo contorni sempre più misteriosi o pesanti, o comunque di difficile lettura: quello che sarebbe dovuto essere l’acquisto boom dell’Inter, capace di far fare il salto di qualità ai nerazzurri in Italia come in Europa, è al momento ancora un oggetto misterioso. Ha giocato poco e recentemente è stato sospeso dalla società (decisione presa da Luciano Spalletti) per essersi presentato in ritardo agli allenamenti; per di più ci sarebbero alcuni audio Whatsapp intercettati, nei quali il centrocampista confesserebbe il suo desiderio di tornare alla Roma. Insomma, per Nainggolan non è certo un bel momento: mentre aspettiamo di capire in che modo tornerà in campo, a parlare di lui è stato il fratello Manuel attraverso Dag Allemaal. “E’ tutto assurdo con Radja” ha detto, rivelando e ammettendo di non sapere cosa stia davvero succedendo: Manuel ha chiamato il Ninja, che però non ha risposto. “Temo ci siano problemi in famiglia, non mi ascolta”. Anche dal punto di vista dei rapporti esterni al campo insomma ci sarebbe qualcosa che non funziona; a questo punto è lecito aspettarsi di tutto, anche se magari il ritorno a ottime prestazioni potrebbe far tornaree il sereno.

NAINGGOLAN, LE PAROLE DEL FRATELLO

Il fratello di Radja Nainggolan ha anche confessato come qualcuno gli abbia consigliato di essere più severo nei confronti del centrocampista: “Le mie parole però hanno perso completamente effetto su di lui: tutta la sua carriera è stata condizionata da questo tipo di problemi”. Manuel ha approfondito il discorso, arrivando ad affermare che in questo momento nemmeno uno psicologo potrebbe aiutarlo per un periodo che vada oltre la settimana. Alla fine ci sono state anche parole di conforto quando si è affrontato il tema della mancata convocazione ai Mondiali: “Se sei un grande allenatore devi essere in grado di avere a che fare con il carattere di Radja, io l’avrei sempre portato e non ho cambiato la mia opinione”; anche qui però c’è una sorta di rivelazione sui comportamenti di un calciatore che a questo punto andrà ritrovato nel corso della sosta invernale. Nel frattempo l’Inter si ritrova terza in Serie A a 5 punti dal Napoli e 14 dalla Juventus, ed eliminata al girone di Champions League: certamente non può essere Nainggolan la causa di tutti i problemi che i nerazzurri hanno affrontato nel corso della prima parte di stagione, ma è anche indubbio che si tratti di un argomento che la società dovrà prima o poi affrontare per poi prendere eventualmente una decisione in merito, anche drastica qualora dovesse servire.

© RIPRODUZIONE RISERVATA