Milan, Ivan Gazidis nuovo amministratore delegato/ Ultime notizie, l’ad blocca l’arrivo di Ibrahimovic

Ivan Gazidis è ufficialmente il nuovo amministratore delegato del Milan, eletto questa mattina dopo consiglio di amministrazione

05.12.2018 - Davide Giancristofaro Alberti
Ivan Gazidis, neo ad del Milan
Gazidis, "Obiettivo riportare il Milan in alto"

Inizia ufficialmente l’era di Ivan Gazidis in casa Milan. Poco fa, al termine del consiglio di amministrazione, il manager sudafricano è stato nominato come previsto, nuovo amministratore delegato del Diavolo. Il 54enne originario di Johannesburg è stato eletto dopo un’assemblea durata una decina di minuti, e rimarrà in carica fino alla prossima assemblea prevista fra due anni e mezzo, il 30 giugno del 2020. Il neo ad del Milan, che succede a Marco Fassone e ad Adriano Galliani, non ha rilasciato alcuna dichiarazione in merito alla sua nomina, ma gli azionisti di maggioranza hanno esternato la propria soddisfazione: «Contenti della nomina di Gazidis – fanno sapere, come riporta l’edizione online di Sky Sportsegno che la società ha obiettivi importanti da raggiungere a medio-lungo termine». Gazidis si occuperà un po’ di tutto in via Aldo Rossi, a cominciare dall’aspetto meramente economico della stessa società rossonera, quindi l’aumento del fatturato, il nuovo stadio e una strategia basata sul fair play finanziario.

IVAN GAZIDIS NUOVO AD DEL MILAN

Fra le aree di competenza ci sarà anche il calciomercato, con Gazidis che si coordinerà insieme al direttore tecnico Leonardo, e a Paolo Maldini, per i prossimi acquisti e le prossime cessioni. A riguardo, stando a quanto sottolineato dai colleghi di Sportmediaset, avrebbe già messo il suo veto all’operazione Zlatan Ibrahimovic, visto che l’ex manager dell’Arsenal preferirebbe acquistare giocatori più giovani, come appunto fatto nel suo passato fra le fila dei Gunners. Fra l’altro, proprio in queste ore, l’operazione con i Los Angeles Galaxy si sarebbe arenata, visto che non sarebbe così semplice “rubare” Ibra alla compagine californiana, a cui è legato con un contratto a scadenza 2019. Meno complesso invece arrivare a Cesc Fabregas, che ha 31 anni ma che rappresenterebbe un innesto di primaria importanza per il centrocampo rossonero, alla luce dei molteplici infortuni di queste ultime settimane.



© RIPRODUZIONE RISERVATA