Diretta Torino Sudtirol/ Risultato finale 2-0, streaming Rai: la chiude Edera, ma gli altoatesini protestano

Diretta Torino Sudtirol, streaming video Rai: granata nettamente favoriti nella partita valida per il quarto turno di Coppa Italia, ma attenzione all’orgoglio della squadra altoatesina.

06.12.2018, agg. alle 22:56 - Claudio Franceschini
Schiattarella_Berenguer_Spal_Torino_lapresse_2018
Diretta Torino Sudtirol, Coppa Italia 4^ turno (Foto LaPresse)

DIRETTA TORINO SUDTIROL (2-0 FINALE): LA CHIUDE EDERA, MA GLI ALTOATESINI PROTESTANO

Il Torino accede agli ottavi di finale di Coppa Italia, con una partita non brillante ma che i granata sono di fatto riusciti a chiudere al 37′ della ripresa. E’ stato uno dei migliori in campo, Berenguer, a servire Edera che seppur da posizione defilata è riuscito a pescare il jolly, portando il Toro sul 2-0 verso un tranquillo finale di partita. Ma meno tranquilla era stata la gestione del vantaggio prima del gol di Edera: al 27′ del secondo tempo infatti il Sudtirol era pervenuto al pari grazie a Turchetta, con un perfetto inserimento in area che viene però reso vano dalla segnalazione di fuorigioco, che sembra molto dubbia. Proteste altoatesine che si aggiungono a quelle per il mancato rigore, non concesso nel primo tempo per l’atterramento in area di Costantino. Finisce 2-0 e il Toro troverà ora la Fiorentina negli ottavi. (agg. di Fabio Belli)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Come per le altre partite di Coppa Italia, la diretta tv di Torino Sudtirol è trasmessa pubblicamente sui canali della televisione di stato: dovrete rivolgervi a Rai Sport, che è disponibile anche in alta definizione e vi permetterà eventualmente di seguire la sfida del quarto turno in diretta streaming video, senza costi aggiuntivi e usufruendo di apparecchi mobili come PC, tablet e smartphone visitando il sito www.raiplay.it, dal quale selezionare poi il canale di riferimento.

TORINO SUDTIROL, STREAMING VIDEO SU RAIPLAY

GRANATA A RITMI BASSI

Non è cambiato lo spartito del match nel corso del secondo tempo, col Toro che avanza sempre a ritmi abbastanza bassi, ma nel contempo senza correre mai pericoli in difesa. Dopo 7′ Paolo Zanetti opera la prima sostituzione nel Sudtirol, con Procopio (giocatore di proprietà del Torino in prestito a Bolzano) che lascia il posto a Turchetta. All’11’ Zaza non trova la porta sugli sviluppi di un corner, quindi la squadra di Mazzarri cerca lo spunto con le accelerazioni di Berenguer e al 17′ con una conclusione di Parigini fuori misura. Fink e Turchetta cercano di riversare il Sudtirol in avanti per cercare la svolta in una partita bloccata, ma la difesa del Torino fa buona guardia. Al 24′ arriva la prima ammonizione della partita per l’autore del gol, Soriano, col Torino che resta in vantaggio di misura sul Sudtirol. (agg. di Fabio Belli)

COSTANTINO RECLAMA UN RIGORE

Anche dopo il vantaggio raggiunto, il Torino non riesce ad alzare i ritmi più di tanto contro un Sudtirol comunque ordinato: al 31′ i granata comunque provano a trovare il raddoppio con una sventola di Edera che trova comunque la pronta risposta di Offredi. Gli altoatesini sono abili a chiudere gli spazi difensivamente, ma faticano un po’ a ripartire offensivamente e il Torino resta comunque abbastanza saldo nel vantaggio di misura. I tiri verso le due porte arrivano davvero col contagocce, il gioco si ferma per poco per un problema fisico che Bremer supera comunque rapidamente, poi al 42′ Costantino cade in area granata. Il Sudtirol protesta veementemente chiedendo il rigore, ma il calciatore altoatesino viene ammonito per simulazione. La prima frazione di gioco si chiude così col Torino in vantaggio 1-0 sul Sudtirol grazie alla rete siglata da Soriano al 24′ del primo tempo. (agg. di Fabio Belli)

LA SBLOCCA SORIANO!

Inizio guardingo fra Torino e Sudtirol, con gli altoatesini che tengono bene il campo e i granata che nelle prime battute del match non forzano i ritmi. Bisogna attendere 9′ per il primo tiro in porta, con Baselli che non trova la misura calciando alto, mentre 2′ dopo è Parigini a impegnare il portiere avversario, Offredi, che neutralizza comunque con sicurezza la conclusione. Dall’altra parte però vanno alla conclusione prima Mazzocchi e poi Costantino al 16′, dimostrando come il Sudtirol non abbia in alcun modo timori reverenziali. La partita però, nonostante i ritmi non forsennati, si sblocca al 24′: Zaza lavora un pallone al limite dell’area che carambola sui piedi di Soriano, che scarica a rete mettendo fuori causa Offredi anche grazie a una conclusione di Casale. Il Torino conduce dunque di misura 1-0 sul Sudtirol. (agg. di Fabio Belli)

FORMAZIONI UFFICIALI!

Siamo arrivati al calcio d’inizio di Torino Sudtirol: prima di leggere le formazioni ufficiali della partita, dobbiamo dire che i granata sono tra le squadre che hanno fatto meglio in Coppa Italia nel corso della storia. Con 5 titoli, occupano il sesto posto nell’albo d’oro insieme a Milan e Napoli; tuttavia hanno giocato un numero maggiore di finali rispetto a Fiorentina e Lazio, e le stesse (13) dell’Inter. Dunque solo Juventus, Roma e Milan sono arrivate in finale più spesso del Torino; purtroppo ai granata questo traguardo manca dal 1993, quando si erano imposti sulla Roma con l’ormai famoso 3-0 al Delle Alpi e il 2-5 dello stadio Olimpico. Che questo possa essere l’anno buono per tornare in fondo? Difficile: quello era un altro Torino ma, considerando che l’avversaria agli ottavi sarebbe una Fiorentina attualmente in difficoltà, almeno nelle prime otto si potrebbe sperare di arrivare, e a quel punto tutto sarebbe possibile. Adesso parola al campo, e alle formazioni ufficiali di Torino Sudtirol: la partita comincia! TORINO (3-5-2): Ichazo; Bremer, Lyanco, E. Moretti; Parigini, Baselli, Lukic, Soriano, Berenguer; Edera, Zaza. Allenatore: Walter Mazzarri SUDTIROL (3-5-2): Offredi; Ierardi, Casale, Vinetot; Oneto, Fabbri, Berardocco, Fink, Procopio; Costantino, Mazzocchi. Allenatore: Paolo Zanetti (agg. di Claudio Franceschini)

GLI ALLENATORI: ZANETTI, SFIDA DA EX

Siamo arrivati a parlare degli allenatori di Torino Sudtirol: è ben evidente che il focus debba riguardare Paolo Zanetti, ex centrocampista che ha giocato a lungo in Serie A mettendo insieme 88 partite. Tra queste ce ne sono 43 con il Torino: Zanetti infatti è arrivato in granata nel 2007 ed è stato un titolare nei granata che hanno disputato due massimi campionati, retrocedendo nel 2009. Nell’anno seguente il centrocampista è rimasto a Torino fino a gennaio, passando poi in prestito all’Atalanta e dunque tornando in A; ha però giocato poco, e allora il Toro se l’è ripreso per la stagione 2010-2011, in una Serie B nella quale Franco Lerda e Giuseppe Papadopulo non sono riusciti a centrare la promozione, nonostante un Rolando Bianchi da 19 gol. Oggi dunque Paolo Zanetti torna a Torino: ha peraltro giocato proprio in questo stadio, nel quale i granata erano appena tornati dopo le 16 stagioni al Delle Alpi. Sicuramente sarà una bella emozione, anche perchè ci arriva da allenatore di un sorprendente Sudtirol che cerca il colpo grosso nel quarto turno di Coppa Italia. (agg. di Claudio Franceschini)

LE STATISTICHE

Stiamo parlando della diretta di Torino Sudtirol e dunque è arrivato il momento di dare uno sguardo alle statistiche: i granata hanno perso solo una volta (in casa contro il Parma) nelle ultime nove partite, dove hanno raccolto quattro vittorie e quattro pareggi per un ottimo bilancio di 16 punti. In precedenza i granata avevano invece 5 punti nelle prime cinque, dunque con una media punti decisamente inferiore; in casa però la squadra di Walter Mazzarri ha già perso in tre occasioni, mentre rimane imbattuta in trasferta dove, con lo stesso numero di gare (7) ha incassato meno gol (6 contro i 10 che sono arrivati al Grande Torino). Il Sudtirol è in difficoltà: appena due vittorie nelle ultime dodici partite del girone B della Serie C, anche se i tanti pareggi (sette) hanno mosso la classifica. Il problema per gli altoatesini è in attacco: appena 13 gol segnati, quelli subiti sono 10 e dunque è davanti che bisogna cambiare passo, perché ben sei partite sono finite 0-0 e ce ne sono sette senza aver segnato. In Coppa Italia invece tre vittorie con 5 gol all’attivo e solo uno al passivo, con porta inviolata da 235 minuti. (agg. di Claudio Franceschini)

I TESTA A TESTA

Per la diretta della Coppa Italia tra Torino e Sudtirol, pare non esserci alcun precedente: la sfida di questa sera pare quindi un vero inedito almeno nelle competizioni ufficiali. Non potendo quindi fare riferimento ai dati storici vediamo come i due club approdano a questo turno di Coppa, valutando il loro stato di forma. I granata infatti arrivano dal successo in Serie A contro il Genoa, ma negli ultimi 5 banchi di prova il Torino ha raccolto anche una sconfitta e due pareggi. Bilancio abbastanza simile per il Sudtirol che però frequenta il Campionato di Serie C. I biancorossi sono di ritorno dal pareggi con il Pordenone, ma negli ultimi 5 match hanno raccolto anche due sconfitte e un solo successo. Vedremo che dirà oggi il campo. (agg Michela Colombo)

ORARIO E PRESENTAZIONE PARTITA

Torino Sudtirol, partita che verrà diretta dal signor Daniele Minelli, va in scena alle ore 20:45 di giovedì 6 dicembre: è quella che chiude il programma del quarto turno di Coppa Italia 2018-2019. Come sappiamo si gioca in gara secca: se al termine dei tempi regolamentari il risultato dovesse essere di parità, si andrebbe ai tempi supplementari e poi eventualmente ai calci di rigore, per stabilire quale delle due squadre andrà a sfidare la Fiorentina all’Artemio Franchi, per gli ottavi di finale. Naturalmente i granata sono nettamente favoriti per il passaggio del turno: le due categorie di differenza sono un fattore piuttosto importante insieme al fatto che si giochi al Grande Torino. Tuttavia i 90 minuti nei quali si deciderà tutto contribuiscono a rendere leggermente più incerto l’esito della diretta di Torino Sudtirol, della quale ora andremo a presentare i temi principali.

RISULTATI E PRECEDENTI

Torino Sudtirol arriva in un momento ottimo per la squadra granata: battendo il Genoa domenica, Walter Mazzarri e i suoi ragazzi si sono portati al sesto posto in classifica e, nonostante qualche difficoltà di troppo, sono ora in piena zona Europa League, riuscendo anche a rimanere davanti alla Roma. Il campionato di Serie A è decisamente lungo e tanti sono gli ostacoli che il Torino dovrà superare, ma per adesso le cose stanno andando davvero bene e anche Andrea Belotti sembra essersi sbloccato dal punto di vista realizzativo. Si arriva dunque con fiducia alla sfida contro il Sudtirol: l’anno scorso gli altoatesini sono stati la grande sorpresa della Serie C, riuscendo ad arrivare direttamente alla fase finale dei playoff. In questa stagione tuttavia la squadra di Paolo Zanetti non si sta ripetendo: ha vinto appena quattro volte in tutto il campionato, una sola delle quali nelle ultime sette giornate in cui sono arrivati 7 punti. Non il rendimento che aspettavamo da questa squadra, ma anche in questo contesto dobbiamo dire che la stagione può riservare ancora tanti cambiamenti nello scenario.

PROBABILI FORMAZIONI TORINO SUDTIROL

Analizziamo le probabili formazioni di Torino Sudtirol: inevitabile turnover per Mazzarri, che si affida a Ichazo tra i pali e lo protegge con una difesa nella quale dovrebbero giocare Bremer, Lyanco ed Emiliano Moretti. Le corsie laterali potrebbero essere coperte da Edera (o Parigini) a destra e Berenguer a sinistra, atteggiamento estremamente offensivo con una mediana nella quale Lukic potrebbe giocare insieme a Meité e Baselli, a meno che Roberto Soriano non sia una delle due mezzali. Davanti Zaza potrebbe fare coppia con chi tra Edera e Parigini non sarà esterno, ma occhio anche al giovane Damascan. Il Sudtirol giocherà con Ravaglia portiere, una difesa con Ierardi, Casale e Vinetot e un centrocampo nel quale Zanon potrebbe essere schierato con Boccalari e Antezza, anche se non è escluso che Tommaso Morosini venga confermato da regista. Oneto e Procopio possono essere gli esterni schierati in mediana, davanti tornerà Costantino che può giocare in coppia con Mazzocchi.

QUOTE E PRONOSTICO

Naturalmente le quote emesse per Torino Sudtirol prevedono un vantaggio netto da parte dei granata: secondo l’agenzia Snai per esempio la distanza tra il valore del segno 1 (vittoria Torino) e il valore posto sul segno 2 per il successo degli altoatesini è netto, visto che stiamo parlando di 1,23 e 12,00 rispettivamente. Siamo invece ad un valore pari a 5,75 volte la quota messa sul piatto per l’eventualità del pareggio, per la quale naturalmente dovrete scommettere sul segno X.