OLIMPIADI INVERNALI PYEONGCHANG 2018 / Risultati live, medagliere e programma: salto, oro tedesco!

- Mauro Mantegazza

Olimpiadi invernali Pyeongchang 2018: i risultati live, il programma e gli italiani in gara. Oggi 10 febbraio cinque finali: nel medagliere svetta la Germania con due ori

bjoergen_lapresse_2010
Olimpiadi invernali 2018: lo sci di fondo ha aperto e chiude i Giochi (LaPresse)

Il tedesco Andreas Wellinger ha vinto la medaglia d’oro nella gara dal trampolino HS 109 di salto con gli sci alle Olimpiadi invernali Pyeongchang 2018, nella quale il secondo salto ha ribaltato le gerarchie a metà gara. Mastica amaro la Polonia: era al comando Stefan Hula davanti al connazionale Kamil Stoch, ma entrambi hanno perso posizioni chiudendo rispettivamente al quinto e al quarto posto, andando così ad occupare le posizioni più amare alle Olimpiadi. Netta comunque la vittoria di Wellinger, che ha totalizzato un punteggio complessivo di 259,1 punti con ottimo margine davanti ai due norvegesi che lo accompagnano sul podio. Secondo posto per Johann André Forfang con 250.9 punti, terzo il suo connazionale Robert Johansson con il punteggio di 249.7, appena quattro decimi di punto davanti a Stoch, quarto con 249.3 punti. Al termine delle cinque finali in questo primo giorno di gare alle Olimpiadi 2018, il medagliere dunque sorride alla Germania che è al comando con due ori davanti all’Olanda, che si conferma grande potenza del pattinaggio di velocità con un oro, due argenti e un bronzo. Come numero di medaglie spicca anche la Norvegia, che ha raccolto ben tre argenti e un bronzo, mentre gli altri due ori sono andati a Svezia e Corea del Sud. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

FISCHNALLER OK NELLO SLITTINO

Ultimi eventi di giornata alle Olimpiadi invernali Pyeongchang 2018, dove comunque c’è ancora una medaglia da assegnare. Completata anche la seconda manche dello slittino maschile, il migliore italiano è senza dubbio Kevin Fischnaller, che ha guadagnato due posizioni passando dall’ottavo al sesto posto e domani nelle ultime due manche potrà provare a salire sul podio. L’azzurro ha un ritardo di 347 millesimi dal miglior tempo del tedesco Felix Loch, ma appena 130 millesimi lo separano dal terzo posto attualmente detenuto dal russo Roman Repilov alle spalle dell’austriaco David Gleirscher, che era al comando dopo la prima manche ma ha perso il primato in vantaggio di Loch. Più lontani e di fatto fuori dai giochi invece gli altri due azzurri: Dominik Fischnaller è undicesimo, Emanuel Rieder quattordicesimo. Il vento sta invece complicando la gara maschile di salto con gli sci dal trampolino HS109, che dovrebbe assegnare l’ultimo titolo di oggi: siamo però già oltre le 23 coreane ed è stata completata solo la prima delle due serie di salti, che ha escluso dalla seconda tutti gli azzurri, nessuno dei quali è entrato fra i primi trenta. Al comando c’è il polacco Stefan Hula davanti al connazionale Kamil Stoch, ma si riuscirà a completare la gara oggi oppure il verdetto sarà rimandato a domani? (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

TRIS DI MEDAGLIE

Fioccano le medaglie nella prima giornata delle Olimpiadi invernali Pyeongchang 2018. In primo piano la straordinaria tripletta olandese nei 3000 metri del pattinaggio di velocità in pista lunga, che fin dalla prima gara in programma si conferma terreno di caccia per i Paesi Bassi, non nuovi a triplette sul podio. Medaglia d’oro con il tempo di 3’59”21 per Carlijn Achtereekte, che ha preceduto le connazionali Ireen Wust e Antoinette De Jong alle quali vanno rispettivamente l’argento e il bronzo (tredicesima invece l’azzurra Francesca Lollobrigida) che collocano l’Olanda in questo momento al primo posto del medagliere generale delle Olimpiadi. Terminata anche la gara sprint femminile del biathlon che ha visto il successo della tedesca Laura Dahlmeier con il tempo di 21’06”2 davanti alla norvegese Marte Olsbu e alla ceca Veronika Vitkova che salgono con lei sul podio in una gara che ha visto l’ottimo sesto posto di Lisa Vittozzi come migliore delle italiane. Festeggiano anche i padroni di casa della Corea del Sud, naturalmente nello short track, grazie alla vittoria di Hyojun Lim in 2’10”485 nella gara dei 1500 metri maschili, davanti all’olandese Sjinkie Knegt e al russo Semen Elistratov, che di conseguenza porta la prima medaglia agli OAR (atleti olimpici dalla Russia). Lo short track però ci dà anche la gioia della staffetta femminile che si è qualificata per la finale a quattro con Corea del Sud, Cina e Canada: Arianna Fontana e compagne si giocheranno dunque un’ottima chance di salire sul podio. Tornando al medagliere, Olanda regina con un oro, due argenti e un bronzo, gli altri ori finora assegnati sono andati a Svezia, Germania e Corea del Sud. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

FONTANA E VALCEPINA AVANZANO

Mentre è in corso la gara sprint di biathlon femminile alle Olimpiadi invernali Pyeongchang 2018, facciamo il punto su altri azzurri che nelle varie specialità sono stati impegnati nell’ultima ora. Buone notizie dallo short track in campo femminile: infatti Arianna Fontana e Martina Valcepina hanno passato il primo turno dei 500 metri, che hanno invece segnato l’eliminazione di Lucia Peretti che d’altronde era la meno quotata delle tre azzurre. Sia la portabandiera Fontana sia l’altra valtellinese Valcepina hanno vinto le rispettive batterie, dunque i primi segnali sono decisamente molto positivi. Possiamo fare anche il punto definitivo sui piazzamenti dei tre azzurri dello slittino al termine della prima manche: Kevin Fischnaller è ottavo, Dominik Fischnaller decimo ed Emanuel Rieder quattordicesimo, ma a partire dalle ore 13.00 italiane gli slittinisti torneranno a gareggiare per la seconda delle quattro manche del singolo. Nei 3000 metri del pattinaggio di velocità su pista lunga, infine, Francesca Lollobrigida ha appena completato la propria prova e con il tempo di 4’08”58 occupa la quarta posizione fra chi ha già completato la propria fatica. Una buona prestazione, ma le attese per la Lollobrigida saranno soprattutto sulla gara mass start. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

SHORT TRACK E SLITTINO LIVE

Prime notizie serali dalle Olimpiadi invernali Pyeongchang 2018. Nello short track a dire il vero non ci sono belle notizie, perché Yuri Confortola e Tommaso Dotti sono stati entrambi eliminati nei 1500 metri maschili. Resta il rammarico soprattutto per Confortola, finito a terra per una caduta: si sperava in un ripescaggio, invece la giuria ha ritenuto che la responsabilità del contatto fosse proprio dell’azzurro, così Confortola è stato squalificato. Grande equilibrio invece nella prima manche della gara dello slittino singolo: piazzamenti non eccellenti per Kevin e Dominik Fischnaller, che sono rispettivamente ottavo e nono, ma con distacchi assai contenuti dal vertice, dove troviamo l’austriaco David Gleirscher. Per Kevin il ritardo è di 201 millesimi, per Dominik siamo a 278: la concorrenza è folta, ma con tre manche ancora da affrontare (la seconda oggi, le ultime due domani) i giochi sono ancora aperti e il distacco recuperabile. Fra pochi minuti invece al via la gara dei 3000 metri del pattinaggio di velocità con Francesca Lollobrigida e anche la sprint del biathlon con quattro azzurre ambiziose: nelle prossime ore sicuramente ne vedremo delle belle! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

GLI AZZURRI IN GARA

In un momento che possiamo definire di calma in questa prima giornata di finali alle Olimpiadi invernali Pyeongchang 2018 che ha già assegnato alla svedese Charlotte Kalla la prima medaglia d’oro nello skiathlon femminile, ricordiamo tutti gli azzurri che saranno in gara nella serata coreana, che si annuncia molto intensa. Precedenza naturalmente a chi gareggerà in finali che assegnano medaglie già oggi: Dorothea Wierer, Lisa Vittozzi, Federica Sanfilippo e Nicole Gontier nella sprint femminile di biathlon; Francesca Lollobrigida nei 3000 metri femminili del pattinaggio di velocità in pista lunga; Federico Cecon, Davide Bresadola, Sebastian Colloredo ed Alex Insam nella gara dal trampolino HS 109 maschile di salto con gli sci; Yuri Confortola e Tommaso Dotti nei 1500 metri maschili di short track. Attenzione in particolare a loro, perché saranno in gara fin dalle ore 11.00 nelle batterie, a cui poi seguiranno in rapida successione semifinali e finale; nello short track sarà però una giornata importante anche in chiave femminile perché Arianna Fontana, Martina Valcepina e Lucia Peretti saranno impegnate nelle batterie dei 500 metri e ci saranno anche le batterie della staffetta. Grande attesa anche per Dominik Fischnaller, Kevin Fischnaller ed Emanuel Rieder, che saranno impegnati nelle prime due manche della gara del singolo maschile di slittino che si completerà domani. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

PRIMO ORO A CHARLOTTE KALLA

Charlotte Kalla ha vinto la prima medaglia d’oro delle Olimpiadi invernali Pyeongchang 2018. La fondista svedese si è infatti imposta nello skiathlon femminile, gara di 15 km di cui la prima metà a tecnica classica e la seconda in tecnica libera. Una vittoria piuttosto netta, dal momento che Kalla ha completato la propria fatica con il tempo di 40’44”9, precedendo per 7”8 la norvegese Marit Bjoergen, altra leggenda dello sci di fondo. Terzo gradino del podio per la finlandese Krista Parmakoski, staccata di 10”1 dalla vincitrice. Il primo medagliere delle Olimpiadi 2018 è dunque quello più classico possibile per lo sci nordico: oro Svezia, argento Norvegia e bronzo Finlandia. Per Charlotte Kalla si tratta del terzo oro olimpico dopo quelli vinti nella 10 km a Vancouver 2010 e nella staffetta a Sochi 2014, ai quali vanno aggiunti anche tre argenti. Per la Bjoergen si tratta invece addirittura della medaglia olimpica numero 11 in una carriera leggendaria: sei ori, adesso quattro argenti e un bronzo. Per la Parmakoski è la prima medaglia individuale dopo l’argento in staffetta a Sochi. Come era d’altronde prevedibile, poche soddisfazioni per l’Italia in questa gara: la migliore è stata Elisa Brocard, solo ventiseiesima. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

LA TERZA PROVA DELLA DISCESA

Contro le previsioni, si è svolta regolarmente la terza prova della discesa olimpica maschile. Si prevedeva forte vento a Jeongseon, ma in realtà le temperature erano accettabili (attorno allo zero), e il vento soffiava a velocità moderata. La gara ha preso il via alle ore 03:00 in Italia, ed ha visto “trionfare” l’austriaco Kriechmayr, che ha chiuso la propria prova con il tempo di 1’40”76. Fra gli azzurri in pista, invece, il miglior è stato Dominik Paris, che ha terminato al sesto posto assoluto, a settanta centesimi di distacco appunto dal primo classificato. C’è da dire che fra i vari sciatori in pista, molti hanno “alzato il piede” nella parte finale del tracciato, risparmiandosi quindi per evitare eventuali cadute. Fra questi anche l’italiano Innerhofer , che al termine della gara ha commentato così la propria prova: «Avevo bisogno di riprovare la parte alta, dove ieri non avevamo sciato. Ho scelto una linea stretta nella terza porta, non sono riuscito a portare fuori la velocità che volevo, mentre tra il secondo e terzo salto ho sciato bene. Poi dopo 3-4 porte mi sono rialzato». (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

OLIMPIADI INVERNALI 2018: RISULTATI, LIVE, MEDAGLIERE

Prima vera giornata di gare alle Olimpiadi invernali Pyeongchang 2018: oggi sabato 10 febbraio saranno infatti assegnati i primi cinque titoli che daranno la prima forma al medagliere di questa edizione dei Giochi olimpici invernali in Corea del Sud. Ieri a Pyeongchang si è svolta la cerimonia inaugurale e abbiamo già assistito ad alcune prove, batterie e qualificazioni, ma da oggi si farà decisamente sul serio sulle piste dei vari siti olimpici. Ricordiamo dunque quali saranno le cinque finali in programma oggi, con i rispettivi orari italiani (più otto ore se vorrete calcolare l’ora locale coreana): l’onore del primo titolo assegnato in queste Olimpiadi 2018 toccherà allo skiathlon femminile di sci di fondo, la gara di 15 km che prevede la prima metà a tecnica classica e la seconda in tecnica libera. Appuntamento alle ore 8.15 con quattro azzurre in gara: Elisa Brocard, Ilaria De Bertolis, Sara Pellegrini e Anna Comarella, tuttavia senza realistiche possibilità di lottare per una medaglia.

OLIMPIADI INVERNALI 2018: IL PROGRAMMA DELLE CINQUE FINALI DI OGGI

Alle ore 12.00 ecco invece l’appuntamento con i 3000 metri femminili del pattinaggio di velocità in pista lunga che vedrà in gara anche l’azzurra Francesca Lollobrigida, una delle nostre più grandi speranze di medaglia anche se soprattutto nella gara mass start. Saranno minuti caldissimi perché alle ore 12.15 prenderà invece il via la gara sprint femminile di biathlon, dove schieriamo un quartetto molto competitivo con la stella Dorothea Wierer e poi Lisa Vittozzi, Federica Sanfilippo e Nicole Gontier. Dunque attorno a mezzogiorno potremo vivere grandi emozioni, che proseguiranno poi alle ore 13.28 con la finale dei 1500 metri maschili di short track (gara che prenderà il via con i vari turni dalle ore 11.00), nella quale per l’Italia gareggiano Yuri Confortola e Tommaso Dotti. Pochi minuti dopo, per la precisione alle ore 13.35, comincerà anche la finale della gara dal trampolino HS 109 maschile di salto con gli sci con quattro azzurri in gara, sia pure lontani da ambizioni di medaglia: Federico Cecon, Davide Bresadola, Sebastian Colloredo ed Alex Insam. Per il resto da segnalare che inizia il torneo femminile di hockey, prosegue il doppio misto di curling, si disputeranno le qualificazioni dello slopestyle maschile di snowboard, dei 500 metri e della staffetta femminile di short track ma attenzione soprattutto alle prime due manche della gara di singolo maschile dello slittino, dunque già parte integrante della finale che si completerà poi domani con la terza e quarta manche con gli azzurri Dominik Fischnaller, Kevin Fischnaller ed Emanuel Rieder possibili protagonisti.

IL MEDAGLIERE

Dunque nelle prossime ore inizierà a prendere forma il medagliere di queste Olimpiadi invernali 2018: l’Italia dovrà provare a riscattare le ultime due deludenti edizioni dei Giochi d’inverno. Un oro, un argento e tre bronzi a Vancouver 2010, un miglioramento nel numero di medaglie ma senza ori a Sochi 2014, con due argenti e sei bronzi – salvo sviluppi dallo scandalo doping russo, che potrebbe migliorare il bottino italiano ma in ogni caso senza darci ori. L’auspicio è quello di tornare in doppia cifra, come per l’ultima volta ci riuscì a Torino 2006 per la quinta edizione consecutiva dopo Albertville 1992, Lillehammer 1994, Nagano 1998 e Salt Lake City 2002. Quanto invece al medagliere complessivo della scorsa edizione, bisogna ancora agire con cautela appunto perché molti podi russi sono ancora in discussione: diciamo che i padroni di casa avevano vinto il medagliere davanti a Norvegia e Canada, però senza dubbio non è stata una bella pagina di sport e il fatto che quattro anni dopo non ci siano ancora certezze sul medagliere di Sochi 2014 la dice lunga su quanto successe allora in Russia. L’auspicio è che stavolta le Olimpiadi possano andare meglio, senza scandali e squalifiche.

L’ORARIO DELLE FINALI

Ore 8.15 Skiathlon femminile sci di fondo

Ore 12.00 3000 metri femminili pattinaggio di velocità pista lunga

Ore 12.15 Gara sprint femminile biathlon

Ore 13.28 1500 metri maschili short track

Ore 13.35 Trampolino HS 109 maschile salto con gli sci

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori