DIRETTA/ Pescara Salernitana (risultato finale 1-0) info streaming video e tv: decide Brugman!

Diretta Pescara Salernitana, info streaming video e tv: probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita dell’Adriatico. Le due squadre sono in una posizione “di mezzo”

10.02.2018 - Claudio Franceschini
Valzania_Pescara_gol_lapresse_2017
Video Pescara Bari (2-2) - La Presse

DIRETTA PESCARA SALERNITANA (RISULTATO FINALE 1-0): RETE DI BRUGMAN ALL’80’

Carraro prova a servire Mancuso con un lancio lungo, sfera che termina in rimessa dal fondo. Gol annullato a Pettinari al 62esimo. Grande cross dalla sinistra di Mazzotta, incornata perfetta del centravanti biancazzurro pescato in posizione di fuorigioco. Poco dopo intervento in ritardo di Carraro ai danni di Kiyine, cartellino giallo per il centrocampista del Pescara. Prova a rialzarsi la Salernitana. Cross a rientrare di Zito, tocco di Monaco sul primo palo ma poi allontana Perrotta. Subito dopo combinazione Sprocati-Kiyine, quest’ultimo calcia da fuori area senza impensierire Fiorillo che blocca comodamente a terra la sfera. Doppio cambio per il Pescara. Dentro Proietti per Carraro e Bunino al posto dell’esausto Pettinari. All’81esimo arriva il gol decisivo. Punizione deliziosa di Brugman che beffa Radunovic sul suo palo con un tiro a giro ma anche potente. Sesto gol stagionale per il capitano del Pescara. Ultimo cambio per la Salernitana: dentro Bocalon per Zito. Nel finale i granata ci provano ma le occasioni migliori capitano sui piedi di Brugman e Bunino. Finisce 1-0.
  

INIZIO SECONDO TEMPO

Al via la ripresa con l’ingresso di Di Roberto al posto di Schiavi per la Salernitana. Cambio tattico per la Salernitana che passa al 4-3-3. Ci provano subito gli ospiti. Lancio di Monaco, sponda di Palombi e poi tiro da fuori di Sprocati che spara altissimo sopra la traversa. Rispondono gli abruzzesi. Lancio di Brugman, Mancuso tocca per Pettinari che prova il pallonetto ma si alza la bandierina del primo assistente. Poco dopo Della Rocca lancia in profondità cercando il taglio di Sprocati ma c’è Fiorillo in uscita a far sua la sfera. Nel frattempo proteste veementi del tecnico ospite Colantuono, richiamato dal direttore di gara. Si rialza dolorante Popescu che dovrebbe continuare a giocare senza grandi problemi. Seconda sostituzione per l’ex allenatore del Bari che manda in campo Kiyine al posto di Della Rocca.
  

FINE PRIMO TEMPO

Ripartenza pericolosa del Pescara con Valzania fermato in scivolata da Schiavi che viene ammonito dal direttore di gara. Poco dopo ancora Valzania protagonista. Il centrocampista si divora il gol dell’1-0. Lancio di Gravillon per Pettinari che tutto solo sulla destra la mette al centro per Valzania che cicca clamorosamente la conclusione da ottima posizione. Al 21esimo Brugman si rende pericoloso. Grande azione del centrocampista che scambia con Mancuso ma a pochi passi dalla porta cerca Yamga spedendo la sfera sul fondo. Rispondono i campani. Azione velocissima della Salernitana con Della Rocca che tocca di prima per Sprocati, spallata dell’esterno che serve Zito il cui tiro di prima intenzione viene deviato in corner da Fiorillo. Prima dell’intervallo, tocco di Carraro, Pettinari calcia da pochi passi trovando la deviazione di Radunovic. Poi Mazzotta arriva sul pallone che varca la linea di fondo. Grande occasione per il Pescara.

INIZIO GARA

Zeman schiera il Pescara con il consueto 4-3-3. In porta Fiorillo, in difesa Balzano, Gravillon, Perrotta e Mazzotta. In mediana Valzana, Carraro e Brugman. In avanti Mancuso, Pettinari e Yamga. Colantuono replica con il 3-5-2. Tra i pali Radunovic, in difesa Casasola, Schiavi e Monaco. A centrocampo da destra verso sinistra Pucino, Della Rocca, Minala, Zito e Popescu. In attacco Sprocati e Palombi. Ci prova il Pescara per primo. Subito pericoloso Mancuso che si infila sul taglio di Mazzotta, Casasola costretto al fallo. La Salernitana risponde con un lancio di Sprocati per Palombi, uscita con i piedi di Fiorillo che spazza la sfera in rimessa laterale. Poco dopo una bella combinazione tra Minala e Pucino produce un cross in area ma Palombi viene anticipato. Poi fallo di Brugman su Della Rocca, punizione dalla trequarti per gli ospiti. Sugli sviluppi cross a giro di Zito, Schiavi impatta bene col pallone ma non trova lo specchio della porta. Inizio pimpante.

LE FORMAZIONI UFFICIALI

Pescara Salernitana sta per cominciare, ma ci resta il tempo di analizzare alcune statistiche sul rendimento in questo campionato di Serie B delle due formazioni: gli uomini di Zdenek Zeman hanno ottenuto in casa cinque vittorie, quattro pareggi e tre sconfitte, mentre i campani si sono imposti tre volte fuori casa, dove per il resto hanno raccolto cinque pareggi e quattro sconfitte. Il conto dei gol e dei tiri effettuati è grosso modo in parità: 35 gol e 283 tiri per la Salernitana, 34 gol e 272 tiri per il Pescara. Il maggior possesso palla della formazione di casa è complementare con il maggior numero di contrasti vinti dagli ospiti, dunque possiamo concludere che i numeri non ci danno indicazioni nette su chi potrebbe essere il più forte oggi pomeriggio allAdriatico. Adesso però la parola deve passare al campo: leggiamo le formazioni ufficiali di Pescara Salernitana, poi la parola passa al campo! PESCARA (4-3-3): Fiorillo; Balzano, Gravillon, Perrotta, Mazzotta; Carraro, Valzania, Brugman; Mancuso, Pettinari, Yamga. Allenatore: Zeman. SALERNITANA: (3-5-2): Radunovic; Casasola, Schiavi, Monaco; Pucino, Della Rocca, Minala, Zito, Popescu; Sprocati, Palombi. Allenatore: Colantuono. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Pescara Salernitana, come del resto tutte le partite di Serie B, è trasmessa in diretta tv esclusivamente per gli abbonati alla televisione satellitare: lappuntamento in questo caso è su Sky Calcio 4 (codice dacquisto 4125554 per chi non avesse sottoscritto il pacchetto Calcio) con la possibilità di assistere alla sfida anche su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone, grazie alla diretta streaming video offerta dallapplicazione Sky Go per attivare la quale non sono richiesti costi aggiuntivi.

TESTA A TESTA

Pescara e Salernitana sono entrambe reduce da una sconfitta in campionato e cercano l’immediato riscatto. Pescara e Salernitana hanno avuto modo di sfidarsi molte volte nell’arco della loro storia, in quanto si sono ritrovate diverse volte a partecipare allo stesso campionato. In casa degli abruzzesi, i granata hanno vinto poco: la prima vittoria della Salernitana in terra abruzzese risale alla semifinale del campionato misto A/B 1945-46 grazie ad un gol di Volpe. In seguito, in Serie C 1963-64 (2-1), dopodiché occorrerà attendere la Serie B 1994-95 per un’altra vittoria. Un’altra vittoria a Pescara da parte dei granata risale alla Coppa Italia 2003-04 (a tavolino), ed infine nel campionato di Serie B 2004-05: fu 2-0 grazie a Palladino e Galasso. Il Pescara ha invece vinto 12 volte la sfida, in casa propria, e da ciò ne consegue che i pareggi totali sono finora stati 15. (agg. Umberto Tessier)

PROTAGONISTI

Pescara e Salernitana sono chiamate al pronto riscatto dopo le sconfitte subite nell’ultimo turno di campionato. La compagine abruzzese si affida a bomber Pettinari, dodici le reti siglate in stagione, per superare la difesa campana. Gaston Brugman e Christian Capone, cinque le reti siglate, sono gli altri due uomini di spicco in possesso di Zeman. La Salernitana, altalenante il suo cammino stagionale, ha invece in Mattia Sprocati, sette le reti siglate, il suo bomber. Riccardo Bocalon ed il giovane Alessandro Rossi possono far male ad una difesa non certo impenetrabile per il gioco ultra offensivo predicato da Zeman. (agg. Umberto Tessier)

L’ARBITRO

Pescara Salernitana sarà diretta, come abbiamo visto, da Daniele Martinelli, arbitro di 34 anni appartenente alla sezione Aia di Roma, con assistenti di linea Cangiano e Dei Giudici, mentre Volpi sarà il quarto uomo allo stadio Adriatico-Giovanni Cornacchia. Daniele Martinelli in questa stagione ha già diretto dieci partite in serie B, nel corso delle quali ha estratto 40 cartellini gialli, comminato due espulsioni delle quali una per rosso diretto e laltra per somma di ammonizioni. Sono stati due anche i calci di rigore assegnati da Martinelli in questo campionato di Serie B. Larbitro romano non ha incrociato finora in questa stagione il Pescara, mentre ha diretto la Salernitana nellimpegno casalingo contro lEmpoli terminato con il successo dei campani per 2-1, un incontro che ha visto tre cartelli gialli, nessun espulso né calci di rigore. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ORARIO E PRESENTAZIONE PARTITA

Pescara Salernitana, partita che verrà diretta da Martinellli, si gioca alle ore 15:00 di sabato 10 febbraio: siamo nella quarta giornata del ritorno in Serie B 2017-2018, e allo stadio Adriatico si affrontano due squadre che vanno a caccia di un posto nei playoff. Tecnicamente entrambe devono ancora guardarsi le spalle, visto che la zona playout non è lontanissima; tuttavia lambizione è quella di arrivare alla post season e agli spareggi per la promozione. In questo momento separate da due punti, devono recuperare rispettivamente 4 e 5 lunghezze per lottavo posto: curiosamente, è proprio la distanza (naturalmente invertita) che hanno sul Brescia, la squadra che oggi dovrebbe fare lo spareggio per non retrocedere. Dunque Pescara e Salernitana si trovano nella consueta posizione di limbo in classifica: con una vittoria entrerebbero definitivamente in corsa per i playoff, ma un passo falso di troppo le porterebbe invece a dover soffrire per rimanere in Serie B. Anche questo ovviamente contribuisce a rendere ancora più interessante la partita di questo sabato pomeriggio.

IL CONTESTO

Partita da ex per Zdenek Zeman: nel 2001-2002 il tecnico boemo ha guidato la Salernitana a un sesto posto in Serie B, venendo esonerato lanno seguente quando la società aveva deciso di puntare su un gruppo giovane. Alla sua seconda esperienza a Pescara, Zeman sa di non poter aspirare alla favolosa stagione della promozione con 90 gol segnati; non ha a disposizione calciatori come Verratti, Immobile e Lorenzo Insigne ma sta comunque provando a plasmare alcuni talenti in erba che sotto la sua guida stanno comunque facendo bene. I playoff sono alla portata, ma serve continuità: dopo aver vinto tre partite su quattro il Delfino ha perso le ultime due, senza riuscire a segnare e incassando cinque gol. Momento poco brillante anche per la Salernitana: sconfitta in casa dal Carpi, ha perso la terza partita nelle ultime cinque ma, soprattutto, ne ha vinte soltanto due delle ultime 12. In questo lasso di tempo è arrivato lesonero di Alberto Bollini, sostituito dallesperto Stefano Colantuono: sta a lui adesso provare a traghettare la squadra campana verso i playoff, impresa difficile che, esattamente come il Pescara, sarà possibile soltanto se la Salernitana troverà un po di continuità lungo la strada, aprendo una striscia di risultati positivi anche contro squadre sulla carta superiori.

PROBABILI FORMAZIONI PESCARA SALERNITANA

Il Pescara deve fare a meno dello squalificato Coulibaly: dovrebbe allora tornare Palazzi al centro del campo, con Brugman e Carraro che vanno verso la conferma a meno che Zeman non decida invece di dare spazio a Valzania, già importante nelle ultime uscite del 2017. Davanti reclama spazio Capone: potrebbe giocare al posto di uno tra Baez e Yamga, mentre Stefano Pettinari avrà ancora la sua maglia di titolare al centro dellattacco. Detto del centrocampo, in difesa si dovrebbero vedere ancora Balzano e Mazzotta sugli esterni, anche se Alessandro Crescenzi potrebbe giocare dallinizio; Campagnaro si è rilanciato ed è in vantaggio su Andrea Coda come centrale al fianco di Perrotta, in porta ci sarà ovviamente Fiorillo. Nel 3-4-3 della Salernitana Luigi Vitale, Casasola e Schiavi dovrebbero formare il terzetto difensivo a protezione di Radunovic; Pucho e Popescu si giocano la maglia sulla corsia destra, mentre dallaltra parte del campo dovrebbe stazionare Zito. In mezzo Odjer e Minala partono favoriti, ma attenzione a Kiyine che rimane una buona soluzione anche dal primo minuto. Nel reparto offensivo le scelte sono tante e coinvolgono anche il veterano Rosina: Di Roberto è pronto a lasciargli il posto, ma cè anche Palombi che potrebbe affiancare Alessandro Rossi che è in ballottaggio con Bocalon. Lunico sicuro del posto sembra essere Sprocati 7 gol in campionato che dovrebbe occupare la corsia destra del tridente.

QUOTE E PRONOSTICO

Secondo lagenzia di scommesse Snai, il Pescara parte con i favori del pronostico per questa partita: la quota che viene assegnata alla sua vittoria (segno 1) vale infatti 2,15 contro il valore di 3,30 che viene invece associato al successo esterno della Salernitana, per il quale dovrete invece giocare il segno 2. Con il segno X del pareggio il vostro guadagno sarebbe sostanzialmente lo stesso: 3,35 volte la somma che avrete deciso di mettere sul piatto.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori