KARAMOH/ Video Inter Bologna: il primo gol in Serie A, sfila la maglia da titolare a Candreva?

- Claudio Franceschini

Il video del primo gol di Yann Karamoh con la maglia dell’Inter e in Serie A: perla dell’esterno franco-algerino, che permette alla sua squadra di battere il Bologna in campionato

Karamoh_gol_Inter_Bologna_lapresse_2018
Yann Karamoh (LaPresse)

Yann Karamoh ha segnato ieri contro il Bologna il primo gol della sua carriera con la maglia dell’Inter e anche in Serie A. Il calciatore è partito titolare sulla destra al posto di Antonio Candreva, criticatissimo dai tifosi in questo ultimo periodo e in una fase di prestazioni assolutamente negative. La sensazione è che Karamoh sarà titolare ancora nelle prossime partite con Antonio Candreva che dovrà faticare e lottare per riconquistarsi una maglia da titolare. Karamoh è un giocatore dotato di grandissima qualità, rapido e bravissimo a saltare l’uomo. Ieri ha dimostrato inoltre di essere bravissimo anche a calciare da fuori, grazie alla fantasia e a una tecnica al di fuori del comune. Sarà importante per lui cercare di giocare con continuità anche per dimostrare di essere un calciatore equilibrato e in grado di fare la differenza. Sarà importante poi la fiducia che gli darà Luciano Spalletti giorno dopo giorno anche perché va ricordato che Karamoh è un calciatore davvero molto giovane. (agg. di Matteo Fantozzi)

IL PRIMO GOL IN SERIE A UN CAPOLAVORO

Il primo gol in Serie A – e con la maglia dell’Inter – di Yann Karamoh è molto bello e decisivo: una perla per il diciannovenne franco-ivoriano, il giocatore che permette ai nerazzurri di tornare alla vittoria dopo otto giornate e di salire al terzo posto nella classifica di Serie A. Era il 63 minuto: lInter, che si era portata in vantaggio con Eder, aveva poi subito la rete del pareggio da parte del grande ex Rodrigo Palacio e rischiava di andare incontro al sesto pareggio consecutivo, il quinto per 1-1. Invece, ecco Karamoh: lanciato titolare da Luciano Spalletti al posto di Candreva, il giovane non ha deluso le aspettative. Palla raccolta sulla destra; passaggio per Rafinha e immediato taglio ad avvicinare il compagno di squadra per farsi ridare il possesso. Lex Barcellona ha chiuso luno-due e poi ci ha messo tutto Karamoh: grande dribbling destro-sinistro a evitare la doppia pressione messa da Pulgar e Orsolini e conclusione con il sinistro allincrocio dei pali alla destra di Mirante, assolutamente incolpevole. Grazie a questo gol lInter ha battuto il Bologna; per Karamoh, come abbiamo detto, si tratta del primo gol nel nostro campionato alla quinta apparizione (ha superato oggi i 100 minuti). Niente male davvero, e una bella scommessa vinta da Spalletti che ha deciso di dargli fiducia; da lui ora può ripartire il campionato di unInter che punta ad avere un nella prossima Champions League.

LA CARRIERA DI KARAMOH

Era la prima partita da titolare per Karamoh in campionato; non in Coppa Italia, dove il suo allenatore gli aveva dato spazio già negli ottavi di finale contro il Pordenone. Arrivato dal Caen in estate, era stato salutato come un acquisto importante nonostante la giovane età e unesperienza non ancora formata; che sapesse segnare si era visto lo scorso anno, perchè in 35 apparizioni nella Ligue 1 lesterno aveva infilato 5 reti, ultima delle quali il 10 marzo contro il Nizza. La decisività non gli mancava nemmeno lo scorso anno: tre le reti che hanno fruttato punti alla sua squadra, anche se contro il Digione Karamoh aveva realizzato il momentaneo 3-1 a favore di un Caen che poi nel secondo tempo si era fatto riprendere fino a pareggiare. Il giovane è comunque alla seconda esperienza in una prima squadra: nella stagione 2015-2016 faceva sempre parte della rosa del Caen, ma solo tecnicamente visto che non era mai stato convocato e aveva fatto bene con la formazione delle riserve, segnando 11 gol in 28 partite. Per acquistarlo, lInter ha ottenuto un prestito di due stagioni con unopzione di acquisto da esercitare eventualmente nel 2019. Vista la sua crescita, al momento ci sono pochi dubbi circa il fatto che la società nerazzurra lo confermerà in rosa anche in seguito.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori