Probabili formazioni/ Basilea Manchester City: quote, ultime novità live. Aguero-Balanta, duello sudamericano

- Claudio Franceschini

Probabili formazioni Basilea Manchester City: le quote e le ultime novità live sugli schieramenti delle due squadre. Guardiola si presenta al St. Jakob Park con alcune assenze pesanti

Aguero Silva Manchester City
Video Manchester City-Tottenham, LaPresse

Quale sarà il duello che infiammerà le probabili formazioni di Basilea Manchester City? Potremmo sceglierne tanti, ma la nostra selezione va per quello sudamericano tra Sergio Aguero e Eder Balanta. I numeri del Kun sono noti: reduce dal poker al Leicester, il numero 10 del Manchester City ha 197 gol in 285 partite con il Manchester City, dove è arrivato nellestate 2011 avendo terminato un lustro nellAtletico Madrid (101 reti). Ancora oggi è uno degli attaccanti più letali in Europa, forte di 51 gol nelle coppe (36 in Champions League); Balanta è un colombiano classe 93 e si è messo in evidenza nel River Plate campione argentino e dominante sul continente (Copa e Recopa Sudamericana, soprattutto la Libertadores del 2015). Con il Kun non si è mai incrociato nella Primera Division albiceleste, e lo fa ora per la prima volta in Europa: nel Basilea è arrivato nel 2016 come uno dei difensori più promettenti in Sudamerica, anche se al momento non ha fatto il salto di qualità (ai tempi lo voleva mezza Europa). Balanta ha giocato appena 8 partite con la nazionale colombiana: una ai Mondiali del 2014, una anche nelle qualificazioni alla Coppa del Mondo in Russia. Curiosamente, contro lArgentina: unico incrocio con Aguero in carriera, il Kun però restò in panchina per 90 minuti in quel 3-0 argentino del Bicentenario (novembre 2016) che fu deciso da Leo Messi, Lucas Pratto e Angel Di Maria. Balanta in quelloccasione giocò da terzino sinistro, con Arias a destra e la coppia centrale formata da Davinson Sanchez e lex Inter Jeison Murillo. (agg. di Claudio Franceschini)

I RITORNI AL ST. JAKOB PARK

A volte ritornano: in Basilea Manchester City, come abbiamo detto, due calciatori che fanno parte delle probabili formazioni di Champions League indossano nuovamente la maglia del renani, con cui hanno già giocato in Champions League. Valentin Stocker oggi ha 28 anni: a 17 era arrivato in Renania e, dopo due anni di giovanili, ha fatto il suo esordio in prima squadra. Vi è rimasto per sette stagioni: per lui 68 gol giocando prevalentemente come trequartista o esterno offensivo, avendo due campionati oltre le 10 reti e disputando 31 partite in Champions League. Ha giocato tre anni e mezzo in Bundesliga con lHertha Berlino, che a gennaio ha deciso di rimandarlo indietro; ritrova tra i compagni di squadra Fabian Frei, suo coetaneo (ma ha già compiuto 29 anni) e arrivato a Basilea nel 2005, disputando prima due stagioni con lUnder 21 e poi arrivando in prima squadra esattamente nellanno di Stocker. Due campionati, un prestito biennale al San Gallo e quindi il ritorno al St. Jakob Park: le apparizioni con la maglia del Basilea sono 255 e i gol 28, come centrocampista centrale. Nel 2015 i rossoblu hanno deciso di venderlo al Mainz: anche lui dunque si è trovato in Germania ed è stato avversario di Stocker, segnando appena 3 reti nelle sue 62 partite. Forse Frei non ha trovato lo spazio che sperava, e così nella sessione invernale di calciomercato è tornato a vestire la maglia del Basilea con cui ha collezionato 31 partite in Champions League, vale a dire le stesse di Stocker. (agg. di Claudio Franceschini)

EX E DOPPI EX

Nelle probabili formazioni di Basilea Manchester City non compaiono al momento ex di questa partita; due invece i giocatori che nel corso della storia recente hanno vestito entrambe le maglie, con trasferimenti da una squadra allaltra nelle sessioni di calciomercato. Uno forse sarà sfuggito: nel febbraio 2013 Daniel Lema, esterno offensivo svizzero – ma con passaporto spagnolo – è passato dal Basilea, squadra che lo ha fatto crescere, al Manchester City. Inserito nelle formazioni giovanili, vi è rimasto per un anno o poco meno: oggi ha 22 anni e di lui si sono sostanzialmente perse le tracce, nel 2014 era tornato in Svizzera per giocare con lo Zurigo. Nellultimo giorno del calciomercato invernale del 2008 invece il City aveva messo le mani su Felipe Caicedo: lattaccante ecuadoreno oggi gioca nella Lazio che lo ha acquistato la scorsa estate e ne ha fatto il vice di Ciro Immobile, mentre con la maglia del Basilea (che lo aveva preso a 18 anni) si era fatto notare segnano 16 gol in 61 partite. AllEtihad durò poco: nei primi sei mesi giocò 9 partite in Premier League senza segnare, lanno seguente invece infilò 7 reti complessive che però non gli bastarono per guadagnarsi la conferma. Fu mandato in prestito allo Sporting Lisbona e al Malaga, per poi essere venduto al Levante dove, finalmente, ebbe loccasione di mettere insieme numeri importanti. (agg. di Claudio Franceschini)

IL TRAMPOLINO DI LANCIO

Le probabili formazioni di Basilea Manchester City le abbiamo presentate; i giocatori che sono impegnati questa sera negli ottavi di Champions League potrebbero essere, tra qualche anno, elementi determinanti in big e contender europee. Stiamo parlando ovviamente della formazione del Basilea, una squadra che negli ultimi anni ha lanciato campioni: lesempio eclatante ovviamente è Mohamed Salah, che a dire il vero in Renania non aveva poi fatto molto (20 gol in 79 partite) ma aveva lasciato intravedere quelle doti che avrebbe poi affinato nella Roma (34 gol in 83 apparizioni) e nel Liverpool, dove ha 35 presenze e 29 gol, essendo anche il vice cannoniere della Premier League. Va però ricordato anche Granit Xhaka: il fratello Taulant è rimasto al Basilea, lui due anni e mezzo fa si è trasferito allArsenal dove oggi è il faro nel centrocampo di una squadra che ha ottime possibilità di mettere le mani sullEuropa League. Sta faticando un po di più Breel-Donald Embolo: nel Basilea è stato straordinario segnando 31 gol, nel 2016 è arrivato in Bundesliga con lo Schalke 04 ma finora ha trovato poco spazio e non ha inciso ancora sulle sorti della squadra (4 reti in 22 partite). Va detto comunque che ha 21 anni (li compirà domani): ha ancora tutto il tempo per percorrere la parabola di Salah, le qualità ci sono davvero perchè a livello giovanile ha fatto vedere di avere doti pazzesche che potrebbero spalancargli le porte della gloria calcistica. (agg. di Claudio Franceschini)

LE ULTIME NOVITA’

Basilea Manchester City, andata degli ottavi di finale della Champions League 2017-2018, si gioca alle ore 20:45 di martedì 13 febbraio: al St. Jakob Park arriva una delle squadre favorite per la vittoria del titolo. In questa stagione i Citizens non si possono più nascondere: stanno dominando il campionato, sono in corsa per ogni competizione e di fatto non hanno mai perso (se non due volte), segnando a raffica e mostrando un gioco che si avvicina molto, nelle premesse e nellefficacia, a quello con cui Pep Guardiola aveva reso leggendario il Barcellona. Il Basilea rischia di fare da vittima sacrificale, ma sanno di non partire battuti: lesempio da seguire è quello del Monaco, che lo scorso anno aveva fatto fuori il City proprio agli ottavi. Vero è anche che quella squadra inglese ha fatto un deciso salto di qualità, ma in ogni caso staremo a vedere; intanto possiamo leggere quali potrebbero essere i due schieramenti sul terreno di gioco del St. Jakob questa sera, studiando in maniera più approfondita le probabili formazioni di Basilea Manchester City.

QUOTE E PRONOSTICO

Non cera dubbio sul fatto che il Manchester City partisse favorito per questa partita: la conferma arriva anche dallagenzia di scommesse Snai, che ci dice di come la vittoria degli inglesi, identificata dal segno 2, abbia un valore di 1,33 contro il 9,75 che accompagna il segno 1 per laffermazione del Basilea. E comunque buona anche la cifra posta sul segno X che dovrete giocare se pensate al pareggio: in questo caso il vostro guadagno sarebbe di 5,00 volte la somma che avrete deciso di mettere sul piatto.

PROBABILI FORMAZIONI BASILEA MANCHESTER CITY

GLI 11 DI WICKY

  Il Basilea di Raphael Wicky si dispone in campo con un 4-4-2 classico, ma attenzione perchè sia Lang che Petretta hanno giocato sulla linea dei centrocampisti in un periodo (recente) nel quale i renani adottavano la difesa a tre. Oggi sono i due terzini, che proteggono una linea comandata da Suchy in coppia con Balanta; in porta cè Vaclik. Gli esterni di centrocampo naturalmente sono più offensivi: Stocker, tornato a gennaio nella squadra in cui aveva iniziato la carriera (come lui anche Fabian Frei, che dovrebbe andare in panchina), è di fatto un trequartista che si adatterà a giocare sulla corsia destra, mentre dallaltra parte Elyounoussi è giocatore in grado di dare tanta spinta e di avanzare anche nel reparto offensivo. Sarà dunque un Basilea a trazione anteriore, nel quale Serey Dié avrà il difficile compito di sostituire linfortunato Zuffi mettendosi in mediana al fianco di Taulant Xhaka, destinato allimpostazione della manovra e a provare a contrastare limmensa qualità del centrocampo avversario. I due attaccanti sono Oberlin e Van Wolfswinkel: lolandese ha già giocato tante partite in ambito internazionale e potrebbe essere larma segreta di un Basilea che spera nel colpo grosso.

LE SCELTE DI GUARDIOLA

Con quattro giocatori indisponibili, le scelte di Pep Guardiola si riducono; la rosa è abbastanza ampia da sopperire allassenza di elementi di primo livello, e allora ecco il sempre più convincente Zinchenko utilizzato come terzino sinistro (adattato, ma anche Delph lo era) a meno che per questa partita non sia impiegato Danilo. A centrocampo invece Gundogan dovrebbe ancora essere titolare al fianco di Fernandinho, dallaltra parte De Bruyne che ha saputo trasformarsi in una mezzala dassalto sapendo anche ripiegare e fare lavoro di pressing alto. A completare il reparto arretrato ci saranno due tra Otamendi (favorito), Laporte e Stones, con un ballottaggio tra questi ultimi due che si profila un testa a testa fino allultimo. Dovrebbe essere invece formato definitivamente il tridente offensivo che andrà alla ricerca dei gol per chiudere il discorso già allandata: in posizione centrale Aguero, a destra Bernardo Silva e a sinistra Sterling, che dirotta sulla fascia originariamente di competenza di Leroy Sané che però darà forfait per questa partita.

PROBABILI FORMAZIONI BASILEA MANCHESTER CITY: IL TABELLINO

BASILEA (4-4-2): 1 Vaclik; 5 Lang, 17 Suchy, 23 Balanta, 28 Petretta; 14 Stocker, 20 Serey Dié, 34 T. Xhaka, 24 Elyounoussi; 19 Oberlin, 9 Van Wolfswinkel

A disposizione: 13 Salvi, 3 Lacroix, 25 Riveros, 33 Boua, 6 F. Frei, 10 Samuel Campo, 22 Alb. Ajeti

Allenatore: Raphael Wicky

Squalificati: –

Indisponibili: Vailati, Zuffi

 

MANCHESTER CITY (4-3-3): 31 Ederson; 2 Walker, 5 Stones, 30 Otamendi, 35 Zinchenko; 8 Gundogan, 25 Fernandinho, 17 De Bruyne; 20 Bernardo Silva, 10 Aguero, 7 Sterling

A disposizione: 1 Claudio Bravo, 3 Danilo, 4 Kompany, 14 Lapoerte, 21 David Silva, 47 Foden, 43 Nmecha

Allenatore: Josep Guardiola

Squalificati: –

Indisponibili: B. Mendy, Delph, Gabriel Jesus, L. Sané

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori