DIRETTA/ Perugia-Palermo (risultato finale 1-0) streaming video e tv: Di Carmine mette al tappeto i rosanero!

- Claudio Franceschini

Diretta Perugia Palermo, info streaming video e tv: probabili formazioni, quote, orario e risultato live. Al Curi un big match tra due squadre che hanno storia e tradizione dalla loro parte

Cerri_Perugia_Parma_gol_lapresse_2018
Video Ascoli Perugia (LaPresse)

DIRETTA PERUGIA-PALERMO (RISULTATO FINALE 1-0): DI CARMINE METTE AL TAPPETO I ROSANERO

Vittoria all’ultimo respiro per il Perugia che batte di misura il Palermo per 1 a 0: terza sconfitta consecutiva per la squadra di Tedino che vede allontanarsi ulteriormente l’Empoli che ora è a -6, passo in avanti importante per i grifoni che si riavvicinano alla zona play-off. Al 79′ chance importante per i padroni di casa: Di Carmine stacca di testa, Pomini è reattivo e devia il pallone sulla traversa salvando i rosanero dallo 0-1. Due minuti più tardi ci prova Gustafson dalla distanza, palla che termina ampiamente sopra la traversa. Anche gli ospiti provano ad affacciarsi in avanti ma senza sbilanciarsi più di tanto per non rischiare di essere trafitti in contropiede. Timori che si materializzano all’inizio del recupero quando Gustafson serve un pallone d’oro a Di Carmine che scavalca anche Pomini e deposita il pallone in rete firmando così la sua 14^ rete in campionato, quella che vale i tre punti. In zona Cesarini Balogh scuote soltanto l’esterno della rete sul quale si infrangono le ultime speranze del Palermo. (agg. di Stefano Belli)

FASE DI STALLO

Quando siamo giunti alla mezz’ora del secondo tempo il punteggio di Perugia-Palermo è sempre fermo sullo 0-0. Nel frattempo Breda deve fare i conti con l’infortunio di Bianco che dopo un duro contrasto con La Gumina (che a sua volta verrà sostituito da Nestorovski) è costretto a uscire dal campo, al suo posto entra Colombatto. I rosanero si procurano tanti tiri dalla bandierina senza però sfruttarli a dovere, i grifoni se la cavano ogni volta che il pallone giunge nei pressi dell’area di rigore. Nonostante il valzer dei cambi l’inerzia del match non subisce mutamenti radicali con le due squadre incapaci di creare palle gol degne di essere raccontate, secondo tempo piuttosto tranquillo per i due portieri che devono solamente preoccuparsi di non abbassare la guardia. (agg. di Stefano Belli)

CONTINUA A PREVALERE L’EQUILIBRIO

Al Curi è ricominciato dopo l’intervallo il match valido per la 26^ giornata di Serie 2017-18 tra Perugia e Palermo, al decimo minuto del secondo tempo il parziale è sempre inchiodato sullo 0-0. Anche a inizio ripresa il copione non cambia rispetto alla prima frazione con il pressing alto dei padroni di casa che impedisce agli ospiti di occupare stabilmente la metà campo avversaria, costringendo gli uomini di Tedino a impostare la manovra cominciando dalla loro trequarti. Per adesso poche emozioni con le due squadre che si stanno annullando a vicenda, anche se il Palermo non può di certo accontentarsi del pareggio visto che davanti l’Empoli sta andando come un treno. (agg. di Stefano Belli)

INTERVALLO

Intervallo al Curi dove si è appena concluso sul punteggio di 0-0 il primo tempo di Perugia-Palermo, match valevole per il 26^ turno di Serie B 2017-18. Ritmi bassi in campo anche a causa dei tanti falli commessi dai giocatori di entrambe le squadre che ha costretto il direttore di gara a intervenire più volte e a interrompere spesso il gioco. Poco spettacolo e tanto equilibrio, si potrebbero riassumere così i primi quarantacinque minuti con gli uomini di Breda che hanno di certo combinato qualcosa in più degli avversari sul piano delle manovre offensive. L’undici di Tedino ci ha provato solamente dalla lunga distanza, trovando regolarmente le respinte e le ribattute dei difensori avversari che hanno fatto buona guardia dentro l’area di rigore, togliendo le castagne dal fuoco a Leali. (agg. di Stefano Belli)

GRIFONI A CACCIA DEL GOL

Perugia-Palermo 0-0 a un quarto d’ora dall’intervallo. I padroni di casa stanno giocando meglio rispetto agli ospiti e creano più di un pericolo nella trequarti avversaria. All’11’ Pomini timbra il cartellino respingendo l’incornata di Di Carmine imbeccato da Kouan, l’estremo difensore rosanero se la cava nonostante un’uscita perfettibile. In questa fase del match le due squadre trovano comunque solo qualche calcio piazzato prontamente neutralizzato dalle barriere avversarie. Al 22′ punizione battuta da Gustafson, palla a Di Carmine che serve Mustacchio, il numero 9 trova una deviazione provvidenziale che impedisce al pallone di depositarsi in rete. Cinque minuti più tardi ci prova Kouan che lasciato colpevolmente solo dalla retroguardia ospite libera il destro sfiorando letteralmente la traversa. (agg. di Stefano Belli)

JAJALO NON TROVA LA PORTA

Al Curi è cominciata la sfida valida per la 26^ giornata di Serie B 2017-18 tra Perugia e Palermo, al decimo minuto del primo tempo il parziale è fermo sullo 0-0. I rosanero ottengono subito un tiro dalla bandierina sugli sviluppi del quale Jajalo tenta la conclusione da fuori area senza inquadrare lo specchio. I grifoni battono un calcio piazzato con Pajac che calcia nel peggiore dei modi, sciupando così la prima chance della gara per mettere in apprensione i difensori di Tedino. Non c’è stato molto spazio per i convenevoli e le fasi di studio, le due squadre hanno intenzione di giocare a viso aperto e puntare alla posta massima, i tre punti. (agg. di Stefano Belli)

FORMAZIONI UFFICIALI!

Perugia Palermo sta per cominciare: prima di leggere le formazioni ufficiali, alcune statistiche. Altalenante il cammino casalingo degli umbri, che hanno alternato 6 vittorie a 5 sconfitte. Di contro, il Palermo viene da due sconfitte consecutive e lontano dal Barbera ha ottenuto 4 successi e 7 pareggi. Assai più prolifico è il reparto offensivo del Perugia, che ha segnato 41 gol su un totale di 348 tiri effettuati, mentre i siciliani hanno tirato 319 volte segnando in 33 occasioni. Evidentemente il miglior giro-palla rosanero si è rivelato più sterile rispetto allo schieramento opposto. Adesso però non più il tempo dei numeri: leggiamo dunque le formazioni ufficiali di Perugia Palermo, poi parola al campo! PERUGIA: Leali; Del Prete, Volta, Magnani: Mustacchio, Gustafson, Bianco, Kouan, Pajac; Cerri, Di Carmine. Allenatore: Roberto Breda PALERMO: Pomini; Szyminski, Struna, Rajkovic; Rispoli, Murawski, Jajalo, Chochev, Aleesami; Trajkovski, La Gumina. Allenatore: Bruno Tedino (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Perugia Palermo sarà trasmessa in diretta tv soltanto sulla televisione satellitare: per tutti gli abbonati appuntamento in esclusiva sul canale Sky Calcio 2, con codice dacquisto 412634 per chi non avesse sottoscritto il pacchetto Calcio. Ovviamente sarà possibile seguire la partita in diretta streaming video (su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone) grazie allapplicazione Sky Go – senza costi aggiuntivi – mentre sul canale Sky Sport 1 sarà disponibile il programma Diretta Gol Serie B, che manda in onda in tempo reale le fasi salienti di tutte le partite che si giocano in contemporanea.

I PROTAGONISTI

Nella sfida del Curi Perugia-Palermo vedremo in campo una sfida interessante in mezzo al campo dove vedremo affrontarsi un 3-5-2 speculare. Roberto Breda manderà in campo in mezzo Gustafsson con ia suoi fianchi Bianco e Mustacchio. Dall’altra parte invece Bruno Tedino schiererà al centro Gnahore con vicino a lui Jajalo e Rolando. Si tratta di una gara interessante con diversi giocatori dotati di tecnica in campo da una parte e dall’altra. Attenzione anche ai bomber perché si sfidano Cerri e Nestorovski due attaccanti dotati di centimetri e di un grandissimo fiuto del gol. Più che il singolo sarà importante però la squadra in una gara tra due undici che hanno mostrato anche di giocare davvero molto bene. La differenza potranno farla anche i particolari con la possibilità di vedere magari anche diversi gol e spettacolo. (agg. di Matteo Fantozzi)

I PRECEDENTI

Sfida dal vecchio sapore di Serie A quella al Renato Curi tra Perugia e Palermo. Tra il Palermo e il Perugia sono diciassette i precedenti disputati tra B, C e Coppa Italia. Il penultimo risale alla stagione 1995/96 e sorride alla compagine umbra, che vinse alla Favorita di misura grazie ad una rete di Goretti. La stagione prima, invece, furono i rosanero a vincere di misura: la vittoria fu regalata allo scadere da Taccola. In generale il Palermo ha vinto nove volte contro i due sorrisi del Perugia, contornate da sette pareggi. All’andata invece una rete di Nestorovski su rigore ha regalato i tre punti alla compagine siciliana. (agg. Umberto Tessier)

L’ARBITRO

Perugia Palermo sarà diretta dallarbitro Daniele Chiffi, 33enne della sezione Aia di Padova, che ha diretto in totale 79 gare in serie B, di cui 10 in questo campionato. Sarà lui a dirigere il match dello stadio Curi: i due guardialinee al suo fianco sono Intagliata e Fiore, mentre il quarto uomo è De Remigis. In serie B ormai da quattro stagioni, Chiffi nelle 10 gare stagionali ha ammonito 45 giocatori, con due espulsioni, ma nessun rigore concesso. Per quanto riguarda gli incroci sono due, entrambi con i siciliani. Nella gara del quarto turno pareggio esterno a Foggia e nella gara casalinga del diciannovesimo turno altro pareggio, questa volta a reti inviolate, contro il Venezia. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA PARTITA

Perugia Palermo, partita che viene diretta dallarbitro Daniele Chiffi, è forse il big match nella 26^ giornata del campionato di Serie B 2017-2018: si gioca alle ore 15:00 di sabato 17 febbraio. Grandi emozioni al Curi, almeno sulla carta: le due formazioni rappresentano lelite del torneo cadetto per storia, tradizione e possibilità. Tuttavia, la situazione è diversa: il Palermo, retrocesso lo scorso maggio, era chiamato a recitare il ruolo di favorito dobbligo per la promozione e sostanzialmente è in linea con lobiettivo, più o meno visto che a oggi dovrebbe giocare i playoff. Il Perugia ha la promozione come traguardo ultimo, ma innanzitutto voleva entrare tra le prime otto; dopo un avvio fulminante a suon di gol è però arrivato il crollo, che ha portato a un cambio di allenatore. Le cose sono migliorate, ma ancora oggi gli umbri devono guardarsi alle spalle per evitare guai e soprattutto rischiano di allontanarsi troppo dalla zona che conta. Questa partita è decisiva per entrambe le squadre, sia pure in modi diversi.

IL CONTESTO

Le due vittorie consecutive con cui si è aperto il girone di ritorno non sono bastate al Perugia per ritrovare ritmo: quando sembrava che la squadra di Roberto Breda avesse finalmente superato le difficoltà è arrivata la brutta sconfitta interna contro il Cittadella, e poi un pareggio a Parma nel quale però gli umbri sono stati anche sfortunati, perchè hanno dominato e subito un calcio di rigore. I playoff restano una possibilità concreta, ma bisogna iniziare a cambiare passo: quattro vittorie in 19 partite (cioè dopo il grande inizio di stagione) sono davvero troppo poche per pensare di fare strada, anche se la rosa ha la qualità giusta per posizionarsi tra le prime della classifica. Il Palermo attraversa un momento di crisi: a gennaio la società ha deciso di non rinforzarsi pensando che il gruppo potesse agilmente vincere il campionato, e invece nelle ultime due settimane sono arrivate due sconfitte brutte, una subendo quattro gol dallEmpoli e laltra facendosi rimontare in casa dal Foggia. Probabilmente è solo un incidente di percorso, ma in un campionato come questo non bisogna tirare troppo la corda: basta poco per ritrovare uno dei primi due posti, ma come i rosanero hanno imparato a loro spese è anche breve il passo che conduce dalla promozione diretta allobbligo di giocare dei pericolosi playoff, avendo peraltro tutta la pressione addosso.

PROBABILI FORMAZIONI PERUGIA PALERMO

Perugia in campo con il 3-5-2: in porta gioca Leali che ha rubato il posto a Nocchi, Magnani e Volta accompagnano capitan Del Prete che comanda la linea difensiva. Sugli esterni, soluzioni diverse ma in ogni caso decisamente offensive: da una parte Mustacchio che è sostanzialmente un attaccante, dallaltra Pajac che si adatta rispetto al ruolo naturale di trequartista. Sono allora le mezzali che dovranno garantire lequilibrio e linterdizione: Bandinelli e Gustafson sono favoriti, mentre Raffaele Bianco sembra poter comandare la mediana a scapito di Colombatto. Davanti ovviamente giocano Di Carmine e Cerri: il primo è il cannoniere della squadra, il secondo sta migliorando sotto porta e ha già raggiunto i 7 gol in campionato. Bruno Tedino potrebbe cambiare qualcosa nel Palermo: sarà ancora 3-5-2 e senza lo squalificato Coronado potrebbe essere Chochev a fare la mezzala offensiva, ma Rispoli si candida a riprendere il posto da laterale destro a scapito di Szyminski con Aleesami invece confermato dallaltra parte, difesa composta da Bellusci e Dawidowicz con Struna che viaggia verso una maglia dal primo minuto. Gnahoré e Jajalo sono favoriti per occupare la posizione in mezzo al campo (Murawski spera di avere una maglia dal primo minuto); fuori anche Rolando rispetto alla partita contro il Foggia. Davanti ci sarà sicuramente capitan Nestorovski, ancora da decidere il suo partner che, come sempre, uscirà dal ballottaggio tra Moreo e Trajkovski.

QUOTE E PRONOSTICO

E il Perugia a essere favorito secondo le quote fornite dallagenzia di scommesse Snai: influisce su questo il fatto che il Palermo abbia perso due partite consecutive, e che si giochi al Curi. Dunque i bookmaker ci dicono che il segno 1 per la vittoria degli umbri vale 2,45 contro il 2,95 che accompagna il segno 2 per il successo esterno del Palermo; siamo comunque a quote piuttosto vicine, che certificano lequilibrio in una partita davvero difficile da pronosticare e che si annuncia entusiasmante, almeno sulla carta. Per quanto riguarda il pareggio, dovrete come sempre giocare il segno X e, qualora effettivamente sia questo lesito della sfida, vincereste una somma pari a 3,10 volte quello che avrete deciso di mettere sul piatto.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori