DIRETTA/ Venezia Avellino (risultato finale 3-1) info streaming video e tv: Vittoria sofferta ma meritata!

- Claudio Franceschini

Diretta Venezia Avellino, info streaming video e tv: probabili formazioni, quote, orario e risultato live. Walter Novellino torna al Penzo e sfida la squadra che aveva portato in Serie A

Spezia_Venezia_saluto_lapresse_2018
Video Novara Venezia (LaPresse)

DIRETTA VENEZIA AVELLINO (3-1): ASENCIO PAREGGIA, DOMIZZI E ZIGONI CHIUDONO I CONTI

Ci prova Stulac. Azione manovrata del Venezia che si conclude con il destro dalla distanza del centrocampista, Lezzerini paga in due tempi. Al 73esimo l’Avellino trova il gol del pareggio. Gavazzi si inventa un formidabile assist in profondità per Asencio che batte Audero da pochi passi. Il Venezia non è riuscito a trovare il gol del 2-0 e l’Avellino, sornione e cinico, è riuscito a pareggiare alla prima occasione avuta dopo più di un tempo e mezzo passato a difendere. La squadra di Inzaghi torna ad attaccare: destro dalla distanza di Garofalo, vola Lezzerini a deviare in calcio d’angolo. Venezia di nuovo in vantaggio al 79esimo. Azione di calcio piazzato con Andelkovic che colpisce la traversa, poi tap-in vincente di Domizzi: è 2-1. Ammonito Modolo. Cartellino giallo per il difensore del Venezia. Nel finale Inzaghi manda in campo Suciu, Falasco e Zigoni, che rilevano Litteri, Pinato e Morero. Geijo sfiora intanto il tris. Al photofinish arriva il gol di Zigoni che in girata beffa Lezzerini. Risultato finale 3-1.

NOVELLINO PROVA A CAMBIARE QUALCOSA

Durante l’intervallo Novellino decide di cambiare: entra D’Angelo, esce Di Tacchio. Il Venezia riparte a ritmo più basso rispetto alla prima parte, ma fa sempre la gara. L’Avellino prova a non farsi schiacciare. Walter Novellino, applauditissimo ex di turno, non ne vuole sapere di perdere punti quest’oggi. Altro cambio: entra Gavazzi, esce Rizzato. Attacca il Venezia, ma l’Avellino si difende bene e non concede più facili occasioni all’avversario. Gli irpini riescono a rendersi pericoosi al 63esimo. Primo tentativo a rete di Ardemagni che di sinistro calcia a lato su bel servizio di Asencio.
  

GOL DI LITTERI AL 34′

Novellino non è assolutamente contento della prima parte di gara dei suoi: l’allenatore di sta sbracciando a bordo campo richiamando i suoi. Giro palla dell’Avellino, che cerca di allentare la morsa avversaria, ma il Venezia è attento in fase di non possesso. Occasione per i padroni di casa al 25esimo. Garofalo conclude su calcio di punizione, palla respinta dalla barriera, poi c’è il tiro dalla distanza di Falzerano che termina a lato. Attento Laverone in chiusura su Garofalo. L’Avellino è tutto raccolto nella propria porzione di campo e chiude bene tutti i varchi. Il risultato si sblocca al 34esimo. Vantaggio del Venezia: colpo di testa di Litteri su piazzato battuto da Stulac. Litteri brucia Ngawa e gira di testa in rete. Poco dopo l’ex Cittadella sfiora la doppietta. Lezzerini determinante a tenere ancora in vita l’Avellino. Colpo di testa a botta sicura del numero 29, l’estremo difensore ci mette la mano e salva tutto.

INIZIO GARA

Pippo Inzaghi schiera il Venezia con il 3-5-2. In porta Audero, difeso da Andelkovic, Modolo e Domizzi. A centrocampo da destra verso sinistra Frey, Falzerano, Stulac, Pinato e Garofalo. In attacco Litteri e Geijo. Modulo a specchio per gli irpini di Novellino. Tra i pali Lezzerini, linea difensiva composta da Ngawa, Migliorini e Morero. Fascia destra con Laverone, in mezzo De Risio, Di Tacchio e Molina, a sinistra Rizzato. In avanti Asencio e Ardemagni. Subito Venezia pericoloso. Bella azione di Falzerano sulla trequarti: girata a botta sicura di Geijo, Morero con il corpo salva sulla linea. Inizio arrembante dei veneti che vanno ancora vicini al goal. Pinato manda alto dopo errore di Migliorini. Ci riprova Geijo al settimo minuto. Colpo di testa dell’attaccante iberico su cross dalla destra, Lezzerini è attento e devia la conclusione. Ancora Venezia all’attacco. L’Avellino appare intontito dopo l’inizio veemente della squadra di Inzaghi. Geijo riceve palla in area, poi viene raddoppiato e non riesce a concludere verso Lezzerini.

FORMAZIONI UFFICIALI!

Venezia Avellino sta per avere inizio: prima di leggere le formazioni ufficiali, alcune statistiche. I veneti hanno guadagnato 20 dei 36 punti disponibili allo stadio Penzo per effetto di 5 vittorie e 5 pareggi, mentre gli irpini lontano dal Partenio hanno messo insieme 9 punti in virtù di 2 successi e 3 pareggi. L’attacco dell’Avellino è più prolifico e arriva più facilmente al tiro, per quanto siano gli uomini di Inzaghi a condurre spesso il gioco, come attestano il conto dei passaggi effettuati (9800 vs 8425) e il conto dei contrasti vinti a centrocampo, appannaggio invece degli uomini guidati da Novellino. Adesso però non più il tempo dei numeri: leggiamo dunque le formazioni ufficiali di Venezia Avellino, poi parola al campo! VENEZIA (3-5-2): Audero; Andelkovic, Modolo, Domizzi; Frey, Falzerano, Stulac, Pinato, Garofalo; Litteri, Geijo. A disp.: Vicario, Gori, Bruscagin, Bentivoglio, Soligo, Zigoni, Fabiano, Firenze, Suciu, Cernuto, Zampano, Del Grosso. All.: Inzaghi. AVELLINO (3-5-2): Lezzerini; Ngawa, Morero, Migliorini; Laverone, De Risio, Di Tacchio, Molina, Rizzato; Asencio, Ardemagni. A disp.: Radu, Pecorini, Marchizza, Kresic, Vajushi, DAngelo, Gavazzi, Falasco, Evangelista, Wilmots. All.: Novellino. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Venezia Avellino sarà trasmessa in diretta tv soltanto sulla televisione satellitare: per tutti gli abbonati appuntamento in esclusiva sul canale Sky Calcio 4, con codice dacquisto 412598 per chi non avesse sottoscritto il pacchetto Calcio. Ovviamente sarà possibile seguire la partita in diretta streaming video (su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone) grazie allapplicazione Sky Go – senza costi aggiuntivi – mentre sul canale Sky Sport 1 sarà disponibile il programma Diretta Gol Serie B, che manda in onda in tempo reale le fasi salienti di tutte le partite che si giocano in contemporanea.

I PROTAGONISTI

La sfida Venezia-Avellino mette di fronte due prime punte di assoluto livello come Alexandre Geijo e Matteo Ardemagni. Lo spagnolo è arrivato in Laguna nel 2016 dove ha collezionato 45 presenze e messo a segno 11 reti. Giocatore rapido e dotato di grande tecnica in Serie A non è riuscito ad esplodere con la maglia dell’Udinese. In cadetteria le cose sono andate molto meglio e gli hanno permesso di fare un vero e proprio salto di qualità. Ardemagni era riuscito a impressionare tutti tra Cittadella e Modena, senza però riuscire poi a ripetersi per diverse stagioni. Tra Perugia e Avellino ha ritrovato però il feeling con il gol, lasciandosi alle spalle diversi problemi fisici che lo avevano duramente condizionato. In questo momento l’attaccante degli irpini rimane quello più in forma, con lo spagnolo però pronto a far cambiare idea a tutti. (agg. di Matteo Fantozzi)

I PRECEDENTI

Venezia e Avellino sono entrambe reduci da un pareggio dal sapore diverso visto la beffa servita da Daniele Cacia nel finale di tempo ad Avellino. Nei quattro precedenti recenti tra le due compagini spiccano le due vittorie degli irpini contro l’unica affermazione dei lagunari. Nel 2003 il Venezia si impose in casa con il risultato di due ad uno mentre nel 2004 l’Avellino si impose al Lombardi-Partenio di misura. Nel 2014, in Coppa Italia, si registra un’altra vittoria dell’Avellino grazie alle reti di Arrighini e Schiavon. Nella gara di andata invece Moreo e D’Angelo fissarono il risultato sull’uno ad uno. (agg. Umberto Tessier)

L’ARBITRO

Venezia Avellino sarà diretta da Francesco Fourneau, arbitro 33enne romano. Per assistere Fourneau allo stadio Penzo gli assistenti di linea saranno Tardino e Secchi ed il quarto uomo Zanonato. Il fischietto della sezione di Roma in stagione nella serie cadetta è stato impegnato nella direzione di sei gare, incrociando una volta sia i padroni di casa che gli ospiti. Incrocio con il Venezia nella seconda giornata di andata con pareggio a reti bianche a Cesena. Per lAvellino precedente casalingo con la Salernitana nel derby campano della nona giornata, vinto dagli ospiti per 2-3. Sul suo taccuino stagionale in Serie B sono state registrate 22 ammonizioni, nessuna espulsione e nessun rigore. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA PARTITA

Venezia Avellino viene diretta dal signor Francesco Fourneau; alle ore 15:00 di sabato 17 febbraio lo stadio Penzo apre le sue porte sulla partita valida per la quinta giornata nel girone di ritorno della Serie B 2017-2018. Prosegue la marcia dei lagunari verso i playoff: per Pippo Inzaghi sarebbe un grande traguardo dopo la promozione diretta dalla Lega Pro, certo non troppo sorprendente visto che questo Venezia ha dimostrato da subito di avere ambizioni e di voler tornare in fretta nel calcio che conta (cioè in Serie A). Un Venezia che entra nella giornata con lottava posizione in classifica: rappresenta lultima squadra avente un posto nei playoff, e dunque sa di non potersi distrarre nemmeno per un secondo, andando soprattutto a sfruttare le partite casalinghe. LAvellino non ha saputo confermare quanto aveva fatto nella prima parte della stagione: dalla possibilità di centrare il primo posto gli irpini sono scivolati sempre più indietro, e al momento ha solo tre punti di vantaggio sulla zona playout. La vittoria serve ad entrambe; come già detto la squadra di casa deve sfruttare il fatto di giocare sul terreno amico, e poi magari sperare in qualche risultato utile dagli altri campi (cosa che vale anche e soprattutto per lAvellino).

IL CONTESTO

Non può che essere la partita di Walter Novellino: il tecnico avellinese torna in una città che lo ha visto protagonista, come allenatore, tra il 1997 e il 1999. E stato lui a portare i lagunari in Serie A dopo un attesa di 31 anni, e a salvarli nella stagione seguente con un fantastico undicesimo posto; oggi però Novellino si è legato alla squadra della sua città, e deve provare a salvarla. Non sarà semplice: il suo Avellino ha vinto solo due partite (consecutive) nelle ultime 14. La sconfitta nel derby contro la Salernitana, da 2-0 a 2-3 in pochi minuti nel finale, è stata psicologicamente terribile: era il 15 ottobre e gli irpini avevano la possibilità di prendersi la vetta del campionato, da allora hanno fatto 17 punti in 16 giornate – quasi gli stessi che erano arrivati nelle prime 9 gare. Il Venezia colpisce per la sua regolarità: di fatto dallinizio del campionato è sempre stato in zona playoff, e dopo aver battuto Cesena e Bari, pareggiando a La Spezia la scorsa settimana, ha consolidato una posizione che era scappata per un paio di turni (sconfitte a Pescara e Salerno). I lagunari hanno bisogno di migliorare il rendimento esterno: non malissimo in senso assoluto (16 punti in 13 giornate), non sufficiente per respirare a pieni polmoni aria di post season. Sarà comunque una sfida bella tra due allenatori che fanno parte di generazioni diverse: quando Novellino ha raggiunto la Serie A da allenatore – era già in pista da sei anni – Inzaghi stava giocando la terza di quattro stagioni con la Juventus, dovendo ancora iniziare la sua epopea con il Milan.

PROBABILI FORMAZIONI VENEZIA AVELLINO

Il Venezia si affida a Litteri: lex Cittadella torna dalla squalifica e si posiziona in attacco al fianco di Zigoni, favorito su Geijo che andrà in panchina. Il resto della squadra non dovrebbe cambiare: ballottaggio tra Bruscagin e Giuseppe Zampano a destra, con Garofalo che agisce a sinistra. In mezzo si piazza Stulac, con Falzerano e Pinato che come sempre sono le due mezzali; in difesa invece Andelkovic comanda il reparto con Domizzi che dovrebbe essere schierato sul centrosinistra e Modolo dallaltra parte, in porta ovviamente il giovane Audero in prestito dalla Juventus.

LAvellino potrebbe operare un cambio rispetto alla partita pareggiata contro il Cesena: Federico Moretti, autore del gol, si candida a prendere il posto di Wilmots al centro del campo, andando ad affiancare Di Tacchio. Molina e Rizzato dovrebbero essere ancora una volta i due esterni alti; Laverone e Marchizza, che viene schierato laterale e non centrale come ai tempi della Roma Primavera, sono favoriti come terzini mentre Morero e Migliorini dovrebbero formare la coppia centrale a protezione di Radu. Davanti Ardemagni sarà affiancato da Raul Asencio.

QUOTE E PRONOSTICO

Venezia Avellino è una partita che naturalmente favorisce la squadra di casa: la pensa così anche lagenzia di scommesse Snai, per la quale laffermazione di Pippo Inzaghi e dei suoi ragazzi vale 1,80 (dovrete giocare il segno 1). Il segno 2, che identifica un successo esterno dellAvellino, è invece quotato 4,75 mentre se pensate che questa partita possa concludersi con un risultato di parità dovete puntare sul segno X, e in questo caso il vostro guadagno sarebbe di 3,30 volte la cifra che vorrete investire.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori