Diretta/ Francia Italia (risultato finale 34-17): O’Shea, “Sono molto orgoglioso” (6 Nazioni 2018)

Diretta Francia Italia: info streaming video e tv. O’Shea trova a Marsiglia per il 6 Nazioni 2018, l’ex tecnico degli azzurri, ora ai blues, Jacques Brunel.

23.02.2018 - Michela Colombo
nazionale_italia_rugby_2018_lapresse
Diretta Italia rugby - LaPresse, repertorio

Sei Nazioni 2018, Italia sconfitta 34-17 dalla Francia. Terza sconfitta per gli azzurri, con il commissario tecnico Conor O’Shea che si è detto comunque soddisfatto dalla prestazione dei suoi ragazzi: “I ragazzi hanno combattuto. Nel primo tempo abbiamo fatto tanti placcaggi, la mentalità di questo gruppo è incredibile. La Francia era sotto pressione, ma è molto forte. Sono molto orgoglioso, la strada è dura, ma se facciamo le cose fondamentali alla fine miglioreremo”, riporta On Rugby. Il presidente federale Alfredo Gavazzi evidenzia un po’ di amarezza al termine della partita: “Era una partita possibile, potevamo fare risultato. Non siamo rigorosi come dovremmo essere, prendiamo troppi calci. Così diventa tutto più difficile per mille motivi. Il ricambio generazionale è difficile, i giovani inseriti ci daranno frutti tra qualche tempo e dovremo soffrire”. (Agg. Massimo Balsamo)

DIRETTA FRANCIA ITALIA (RISULTATO FINALE 19-10): SCONFITTA AMARA

All’Orange Velodrome di Marsiglia la Francia batte agevolmente l’Italia per 34 a 17. Nonostante un primo tempo discreto, nella ripresa gli italiani crollano miseramente sotto i colpi francesi a causa di diversi errori sia nel gioco che nell’atteggiamento, lasciando strada libera alle solite punizioni di Machenaud al 65′ ed al 71′, oltre alla meta di Bastareaud del 73′, trasformata ancora da Machenaud. Inutile la meta di Minozzi al 79′, con l’aggiunta dei due punti di Canna, e c’è tempo pure per il cartellino giallo rimediato da Bigi all’83’.(Alessandro Rinoldi)

META’ SECONDO TEMPO

Quando siamo ormai arrivati alla metà del secondo tempo, il punteggio tra Francia ed Italia è di 19 a 10. Nella prima parte della ripresa i transalpini del tecnico Brunel falliscono un drop al 44′ solo per concretizzare la punizione da fermo al 46′ con il solito Machenaud. Al 50′ Allan sembra accorciare con un altro calcio ma, al 60′, Bonneval realizza la seconda meta del match per i suoi.

FINE PRIMO TEMPO

Al termine del primo tempo le formazioni di Francia ed Italia sono da poco rientrate negli spogliatoi per l’intervallo sull’11 a 7. Dopo le mete di Gabrillagues e quella tecnica per gli italiani, i francesi si riportano in vantaggio al 29′ grazie alla punizione di Machenaud, questa volta preciso da fermo dopo l’errore nella trasformazione precedente. Gli azzurri cercano di chiudere all’attacco ma giocano male il possesso con Bastareaud a rubare l’ovale per la nuova punizione di Machenaud al 40′. I transalpini sono però stati costretti a rimpiazzare Guirado con Pelissie sempre al 40′.

PRIMA PARTE DI GARA

A Marsiglia, giunti a metà del primo tempo, il risultato tra Francia ed Italia è di 5 a 7. I padroni di casa provano a dettare il ritmo sin degli istanti iniziali del match e riescono a sfondare in meta già al 6′ con Gabrillagues ma Machenaud fallisce la trasformazione. Gli azzurri reagiscono immediatamente sorprendendo gli avversari ed addirittura sorpassandoli al 10′, grazie alla meta tecnica decretata dall’arbitro dopo una bella maul ed un consulto al TMO.

LE FORMAZIONI UFFICIALI

Sta per accendersi la sfida tra Francia e Italia, match del terzo turno del 6 Nazioni 2018 e mentre le formazioni ufficiali stanno per fare il loro ingresso al Velodrome di Marsiglia, occhi puntati sul grande ex di questa sfida ovvero il ct francese Jacques Brunel. L’allenatore di Courresan, giunto alla panchina della nazionale Blues solo lo scorso dicembre 2017, nella sua lunga carriera, si è infatti occupato anche dei nostri azzurri per la precisone dal maggio 2011 alla primavera del 2016, quando diede l’annuncio della sua nuova destinazione al termine del 6 nazioni dello stesso anno. Da allora il tecnico di fatto ha occupato, sia pure per pochi mesi la panchina del Boerdaux Begles, prima come allenatore dell’avanti e poi come prima guida, prima di essere chiamato da Bernade Laporte, presidente della federazione francese. Per Brunel quindi sarà un match davvero unico: leggiamo le formazioni ufficiali di Francia Italia, poi lasciamo la parola al campo! FRANCIA: Bonneval; Fall, Bastareaud, Doumaryou, Grosso; Beauxis, Machenaud; Tauleigne, Camara, Lauret; Vahaamahina, Gabrillagues; Slimani, Guirado, Poirot. A disposizione: Pelissie, Priso, Gomes Sa, Taofifenua, Galletier, Couilloud, Trinh-Duc, Fickou. Allenatore: Jacques Brunel. ITALIA: Minozzi; Benvenuti, Boni, Castello, Bellini; Allan, Violi; Parisse, Mbandà, Negri; Budd, Zanni; Ferrari, Ghiraldini, Lovotti. A disposizione: Bigi, Quaglio, Pasquali, Biagi, Ruzza, Gori, Canna, Hayward. Allenatore: Conor O’Shea.

FRANCIA ITALIA, DIRETTA LIVE

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME SEGUIRE IL MATCH

Come già nelle passate edizioni, tutto il Sei Nazioni e quindi anche la sfida tra Francia e Italia sarà trasmessa in diretta tv in chiaro ed in esclusiva da Dmax, canale che appartiene a Discovery Channel e che si trova al numero 52 del digitale terrestre gratuito, al 28 di Tivùsat e al numero 136 della piattaforma satellitare Sky. Non solo: l’emittente si dedica con grande spiegamento di forze al rugby in queste settimane e in aggiunta alle partite live ci saranno anche una serie di trasmissioni dedicate alla palla ovale, con approfondimenti tecnici ma anche di colore. DMax in queste settimane vivrà di rugby anche sui social network ufficiali del canale (Facebook, Twitter, YouTube), oltre a garantire anche la diretta streaming video agli utenti che non potessero mettersi davanti a un televisore all’ora delle partite, tramite il servizio Dplay. Informazioni utili sul web si troveranno anche sui social network: ricordiamo ad esempio, per limitarci ai profili ufficiali del torneo Rbs 6 Nations, che l’account in italiano su Twitter è @RBSSei, inoltre per gli azzurri una fonte importante sono la pagina Facebook (Federazione Italiana Rugby) e il profilo Twitter (@Federugby) della Federazione Italiana.

PARLA O’SHEA

Manca ormai sempre meno al fischio d’inizio del match di rugby tra Francia e Italia, attesissimo appuntamento del 6 nazioni 2018. Secondo il pronostico la squadra azzurra non risulta proprio favorita eppure il ct O’Shea ha detto parole incoraggianti alla vigilia della partita, pur ricordando che la sua è una nazionale molto giovane e in cerca di grande esperienze. Il commissario tecnico dell’italia ha infatti dichiarato: “Abbiamo un gruppo giovane, che impara partita dopo partita. Sapevamo che le prime due partite contro Inghilterra e Irlanda sarebbero state molto dure, ma c’è molto di positivo nelle nostre prestazioni. Ma abbiamo sbagliato molte cose che avremmo potuto controllare, un errore da non ripetere contro la Francia”. Sull’avversario francese, O’Shea ha poi aggiunto: ”La Francia è una squadra molto forte, insieme all’Inghilterra è la Nazionale con la maggiore profondità di scelta e basta vedere la formazione annunciata da Brunel per rendersene conto. Per noi la gara di venerdì è una nuova opportunità: nelle prime due giornate abbiamo segnato cinque mete, costruito molte altre occasioni. Dobbiamo non pensare alla Francia, concentrarci su noi stessi e mi auguro riusciremo a offrire a noi stessi ed ai nostri fans una prestazione di cui andare fieri”.

TESTA A TESTA

Volendo ora considerare il lungo storico che lega Francia e Italia, aggiornato alla vigilia di questo match per il 6 nazioni 2018, notiamo infatti che sono ben 18 i testa a testa registrati nella medesima storica competizione del rugby a 15. In tutto quindi a bilancio si contano ben 16 affermazioni dei Blues e solo 2 vittorie per gli azzurri, di cui l’ultima risale all’edizione del 6 Nazioni 2013. Allora in casa la nostra nazionale seppe affermarsi contro i galletti con il netto risultato di 23-18, trovando un grande recupero nel secondo tempo, vinto con il parziale di 10-3. Volendo però allargare la nostra analisi va anche ricordato che in realtà il bilancio generale dei precedenti tra Francia e Italia conta in tutto 36 testa a testa di cui ben 33 sono andati a favore i francesi, per una media di vittorie del 91.67 %. Questo dato però non deve far disperare la formazione di O’Shea questa sera, che potrebbe davvero tentare il colpaccio.

PAROLA AI VICE

Alla vigilia del match tra Francia e Italia, hanno voluto prendere la parola in conferenza stampa pochi giorni fa anche i due vice del ct Conor O’Shea, ovvero Marius Goosen allenatore della difesa e Giampiero De Carlo tecnico preposto agli Avanti, per i quali l’impresa rimane possibile oggi a Marsiglia. Proprio Goosens ha infatti affermato pochi giorni fa: “Contro la Francia sarà una partita diversa rispetto a quella contro Inghilterra e Irlanda. Hanno grandi individualità e una squadra molto fisica con un piano di gioco differente rispetto alle altre due squadre che abbiamo affrontato. Dobbiamo cercare di mantenere alta la pressione”. De Carlo invece ha aggiunto, facendo riferimento diretto al momento No della formazione blues: “Non mi piace parlare delle problematiche altrui. Dobbiamo pensare a noi stessi e fare una grande prestazione a Marsiglia. Hanno dimostrato di essere una grande squadra contro Irlanda e Scozia perdendo le prime due partite a causa di episodi”.

ORARIO E PRESENTAZIONE DEL MATCH

Francia-Italia, diretta dall’arbitro Wayner Barnes, è la partita di rugby in programma oggi venerdi 23 febbraio 2018 al Velodrome di Marsiglia: fischio d’inizio atteso per le ore 21.00 per questo terzo turno del 6 nazioni 2018. La compagine del Ct O’Shea torna quindi in campo per uno dei più prestigiosi tornei del rugby a 15 dopo una settimana di sosta: di fronte però ecco i temibili galletti, guidati dal grande ex Jacques Brunel, già allenatore degli azzurri. Il match si annuncia ovviamente molto ostico: non va infatti dimenticato che proprio la Francia ospiterà la prossima edizione dei Mondiali nel 2019 e i Blues hanno quindi voglia di farsi ben vedere di fronte al proprio pubblico, anche in vista di tale prestigioso appuntamento.

IL CONTESTO

Giunti ormai al terzo turno del 6 nazioni 2018 appare già definita la posizione dei due contendenti oggi al Velodrome di Marsiglia di questa sera e possiamo dire che la situazione non risulta rosea per la Francia come pure per l’Italia. Sia la nazionale del Ct O’Shea e  che i galletti di Brunel infatti occupano i gradini più bassi nella classifica, quando sono già stati disputati due incontri ( e ne mancano quindi appena due alla chiusura della manifestazione). Sia gli azzurri che i Blues infatti hanno perso entrambe le partite vissute e registrano quindi  ancora 0 punti, come pure la Scozia. Nel calendario del 6 Nazioni 2018 infatti la Francia ha prima subito il KO per 13-15 contro l’Irlanda tra le mura di casa, per poi venir battuta per 32-26 dalla Scozia, seppure solo nell’ultima frazione di gioco. Peggiore nel confronto il cammino dell’Italia, che pure ha registrato batoste più pesanti nel tabellone. La nostra nazionale è stata infatti prima battuta per 46-15 all’Inghilterra e poi dall’Irlanda con il pesantissimo risultato finale di 56-19. Confrontando questi dati si potrebbe quindi pensare che siano i francesi i favoriti al successo questa sera a Marsiglia: va però ricordato che gli azzurri in campo stanno facendo vedere davvero belle cose e i galletti potrebbero pagare un po’ la presunzione dei padroni di casa.  



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori