Video/ Lazio Steaua (5-1): highlights e gol della partita. Le parole di Inzaghi (Europa League – sedicesimi)

- Fabio Belli

Video Lazio Steaua (risultato finale 5-1): highlights e gol della partita dei sedicesimi di Europa League. I biancocelesti compiono l’impresa e passano agli ottavi di finale.

Immobile_gol_Lazio_Milan_lapresse_2017
Video Lazio Napoli - LaPresse

E un Inzaghi ovviamente soddisfatto quello che ha parlato al termine della bella vittoria della sua Lazio contro la Steaua di Bucarest, ritorno dei sedicesimi di Europa League. Parlando ai microfoni di Sky Sport ha ammesso: «La Lazio migliore è quando siamo concentrati, manteniamo la nostra lucidità e così è stato. Questa sera, ad esempio, ha giocato Patrick che non giocava da più di un mese, ed è stato il migliore in campo. Oggi meritava la sua chance e lha sfruttata in pieno. Felipe Anderson ha fatto una partita straordinaria, si è sacrificato per la squadra, era il primo che pressava, gli vanno fatti i complimenti: ora non si deve fermare e deve continuare così, in questi ultimi tre mesi per noi deve diventare una grande risorsa. Immobile? Volevo sostituirlo ma dopo il quinto gol Felipe Anderson aveva dei crampi e ho sostituito il brasiliano. Ciro deve continuare così, sta segnando a ripetizione, speriamo non si fermi. Clicca qui per le dichiarazioni integrali di Inzaghi. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

VIDEO LAZIO-STEAUA BUCAREST, GOL E HIGHLIGHTS

La Lazio fa un sol boccone dei romeni della FCSB, con la sconfitta di Bucarest che aveva tolto un po’ di certezze in campo europeo a una squadra come quella di Inzaghi che aveva dominato nella fase a gironi. Con un turn over più ragionato i biancocelesti dimostrano di poter dominare e nel primo tempo vanno a segno tre volte. Prima con Immobile, su fantastica apertura di Lulic, poi con Bastos che, subentrato all’infortunato Caceres (problema al ginocchio per l’uruguaiano), di testa realizza il raddoppio. Quindi, prima dell’intervallo uno scatenato Felipe Anderson supera di nuovo tutto e tutti sulla sinistra e serve Immobile, che dopo aver fallito nel corso della prima frazione almeno tre nitide palle gol, realizza una doppietta. Nella ripresa la Lazio non si accontenta, consapevole che un gol dei romeni, dopo lo 0-1 dell’andata, potrebbe dare adito a un finale infuocato. E Felipe Anderson sale di nuovo in cattedra con un’azione dirompente per il 4-0, e poi servendo un assist delizioso per Immobile che, mettendo a sedere Vlad, realizza la personale tripletta. Si chiude con l’autore del gol dell’andata, Gnoheré, che segna aiutandosi con un braccio ma poco importa: la Lazio approda agli ottavi di finale di Europa League con pieno merito e dando un calcio alla crisi, recuperando anche un Felipe Anderson in stato di grazia, acclamato dallo stadio e dopo tante polemiche uscito con un abbraccio liberatorio col tecnico Simone Inzaghi.

LE STATISTICHE

Il possesso palla, nonostante la pesante sconfitta, è stato della FCSB, 52% contro il 48% della Lazio. Nulla di sorprendente considerando come i biancocelesti siano riusciti a ripartire in maniera fulminea e colpire sempre la difesa romena. 85% dei passaggi della Lazio andati a buon fine contro l’82% dei romeni, la squadra di Simone Inzaghi è andata al tiro 19 volte contro i 12 dei romeni, centrando però lo specchio della porta 9 volte contro le 3 degli avversari. Anche la conta dei calci d’angoli è favorevole alla squadra allenata da Dica, che ne ha battuti 6 contro i 3 dei laziali. 42 le palle recuperate dalla Lazio contro le 46 della FCSB, ma i break della Lazio, con le azioni come quella che hanno portato al gol di Felipe Anderson, sono state molto più efficaci. 12 i falli commessi dalla Lazio contro i 9 dei romeni, ma ci sono stati solo 2 cartellini gialli, tutti per la Lazio con Basta e Immobile ammoniti. La Lazio ha messo a segno una trama di gioco più fitta ed efficace rispetto agli avversari, con 437 passaggi contro i 399 della formazione romena.

LE DICHIARAZIONI

Il tecnico della FCSB Dica analizza la disfatta dei suoi in conferenza stampa. Non siamo riusciti a fare la stessa partita di Bucarest, la Lazio ci ha aggrediti giocando alta e la nostra risposta agonisticamente è stata insufficiente. La Lazio è una grande squadra, ci ha sopraffatti col loro pressing, noi volevamo giocare la stessa partita dellandata ma non ci è riuscito nulla, i nostri piani sono saltati subito. Sfortunatamente oggi non è possibile costruire in Romania una squadra che possa competere con le grandi in Europa League. Noi abbiamo una squadra giovane e di valore, ma ci vorrà del tempo per poter sedere allo stesso tavolo delle grandi. La partita di andata ci ha visto giocare benissimo, ma per due partite è difficile giocare a questi livelli con avversari di questa caratura. Di tutt’altro umore ovviamente, sempre nella conferenza stampa dell’Olimpico, Simone Inzaghi: I ragazzi sono stati bravissimi ad interpretare la partita fin da subito, ieri abbiamo parlato e abbiamo ricordato quanti sacrifici avevamo fatto per arrivare in Europa, e come sarebbe stato un peccato stasera uscire. Lo 0-1 allandata è un risultato antipatico, nel primo tempo abbiamo fatto tre gol senza rischiare nulla e dimostrato di meritare la qualificazione. Immobile spero possa fare quattro gol in Europa con la Lazio, ma in Champions: stasera si è fermato a tre e abbiamo scherzato su questa cosa. Sono felicissimo per Felipe Anderson, si meritava gli applausi dei ragazzi per come ha interpretato la gara, è stato il primo anche in fase di non possesso ad attaccare gli avversari. Io non dimentico nessuno, ci sono altri giocatori importanti in rosa come Nani, la stagione è lunga e tutti sanno che avranno spazio. Avevamo richiesto la presenza dei nostri tifosi in una partita come questa, il pubblico laziale non ha fatto sentire i tanti romeni che erano presenti a fare il tifo per la Steaua. Caceres ha subito solo un colpo al ginocchio, speriamo di recuperarlo per Sassuolo. So di avere a disposizione tanti talenti in attacco, non è facile farli giocare tutti. Valuterò partita dopo partita la soluzione migliore. Ora siamo agli ottavi di Europa League, domani ci sarà un sorteggio con tutte squadre di livello, ma è normale che per questo turno mi piacerebbe evitare Arsenal e Atletico Madrid.”

CLICCA QUI PER IL VIDEO LAZIO STEAUA (5-1): HIGHLIGHTS E GOL DELLA PARTITA (da uefa.com)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori