DIRETTA/ Inter-Benevento (risultato finale 2-0) streaming video e tv: i nerazzurri tornano a sorridere!

- Fabio Belli

Diretta Inter-Benevento: info streaming video e tv, probabili formazioni, quote, orario e risultato live. Per i nerazzurri c’è solo la vittoria per tener vivo il sogno Champions

Brozovic_esultanza_Inter_bianca_lapresse_2018
Inter, Brozovic - La Presse

DIRETTA INTER-BENEVENTO (RISULTATO FINALE 2-0): I NERAZZURRI TORNANO A SORRIDERE!

L’Inter rialza la testa battendo il Benevento per 2 a 0, la Beneamata risale momentaneamente al terzo posto in classifica attendendo i risultati di Sassuolo-Lazio (a rischio neve) e Roma-Milan. Come se non bastassero i due gol di svantaggio all’81’ i sanniti rimangono in dieci per l’espulsione di Viola che, già ammonito, atterra senza troppi complimenti Eder rimediando così il secondo giallo. Sotto di gue gol e con l’uomo in meno gli uomini di De Zerbi gettano la spugna dopo essere rimasti in partita per oltre un’ora, Spalletti può anche permettersi di tenere in panchina Icardi evitando di forzare il suo rientro, i nerazzurri portano a casa i tre punti ma sul piano del gioco non hanno di certo impressionato, anzi. Contro una squadra più attrezzata del Benevento probabilmente non sarebbe finita in festa al Meazza. Nel recupero Candreva prova a sbloccarsi con il primo gol in stagione, Djimsiti lo chiude in corner, allo scadere del 94′ Pairetto manda tutti sotto la doccia. (agg. di Stefano Belli) INTER-BENEVENTO, DIRETTA LIVE

UNO-DUE DI SKRINIAR E RANOCCHIA!

A dieci minuti dal novantesimo è cambiato il parziale al Meazza con l’Inter in vantaggio sul Benevento per 2 a 0. Partita che si è finalmente ravvivata con le due squadre decisamente più lunghe in mezzo al campo rispetto alla prima frazione, al 58′ in contropiede i sanniti si divorano un gol praticamente già fatto con Coda che servito splendidamente da Brignola calcia altissimo davanti a Handanovic. Scampato il pericolo i nerazzurri tornano in avanti con Eder che prova a scavalcare Puggioni che termina di poco fuori. Spalletti corre ai ripari togliendo Rafinha per inserire Karamoh, il 19enne ivoriano si procura il calcio d’angolo dal quale nascerà il gol liberatorio di Skriniar che con un colpo di testa ben assestato batte Puggioni e sblocca la contesa. Passano altri tre minuti e la Beneamata raddoppia con Ranocchia che sempre con un’incornata vincente su calcio di punizione brucia la retroguardia avversaria e gonfia la rete. Nel giro di pochissimo l’Inter mette i tre punti in ghiaccio sfruttando le debolezze del Benevento che ha preso tantissimi gol di testa su palla inattiva, e sugli spalti si torna a sorridere. (agg. di Stefano Belli) 

VECINO TROVA I PUGNI DI PUGGIONI

Al Meazza è ricominciato dopo l’intervallo il match valido per la 26^ giornata di Serie A 2017-18 tra Inter e Benevento, al decimo minuto del secondo tempo il punteggio rimane sullo 0-0. A inizio ripresa novità nelle fila dei sanniti, De Zerbi toglie Djuricic inserendo Cataldi per irrobustire il centrocampo, sulla panchina dell’Inter intensificano il riscaldamento Karamoh, Brozovic e Icardi che si prepara al rientro: saranno queste probabilmente le armi di Spalletti per vincere una partita che sta prendendo una brutta piega per i nerazzurri. Al 50′ Tosca si perde Candreva che accelera ma non riesce a tirare in porta, anticipato dall’uscita di Puggioni. I padroni di casa provano ad aumentare i giri del motore, al 54′ Vecino calcia da fuori, Puggioni con i pugni si rifugia in calcio d’angolo ma se non altro cominciano ad arrivare segnali di vita dalla Beneamata. (agg. di Stefano Belli) 

INTERVALLO

Inter e Benevento vanno al riposo sul punteggio di 0-0, il primo tempo termina in parità ma ai punti avrebbe meritato sicuramente la squadra di De Zerbi che se non altro ha provato ad affacciarsi in avanti e a costruire qualche azione offensiva degna di nota. Nelle fila dei sanniti il più ispirato sembra Brignola che in velocità va via anche a Cancelo ma quando si tratta di finalizzare non riesce a trovare l’ultimo passaggio. Al 41′ Viola stende ingenuamente Rafinha, punizione dal limite per i nerazzurri, Eder si incarica della battuta ma trova l’opposizione di Sagna che lo mura e gli impedisce di inquadrare la porta. Al duplice fischio del signor Pairetto i giocatori di Spalletti rientrano negli spogliatoi tra i fischi di un pubblico sempre più indispettito. (agg. di Stefano Belli)

CODA SCALDA I GUANTONI DI HANDANOVIC

Alla mezz’ora del primo tempo Inter e Benevento rimangono sullo 0-0. Partita tutt’altro che entusiasmante al Meazza con i padroni di casa bloccati dalla paura di sbagliare, ospiti che non curano la fase offensiva e pensano più che altro a limitare i danni e di far giocare male gli avversari andando a pressare tutti i portatori di palla. Al 23′ i nerazzurri battono un calcio d’angolo sbilanciandosi in avanti, i sanniti provano ad approfittarne in contropiede con Brignola che tenta il tiro anziché servire Coda che era liberissimo dentro l’area. Anche stasera gli uomini di Spalletti non riescono a costruire una trama di gioco decente e al 28′ Coda scalda i guantoni di Handanovic prima di farsi anticipare Ranocchia che gli nega il tap-in. (agg. di Stefano Belli) 

CANDREVA CHIUSO IN CORNER

Al Meazza di Milano è cominciato con qualche minuto di ritardo il secondo anticipo della 26^ giornata di Serie A 2017-18 tra Inter e Benevento, al decimo minuto del primo tempo il punteggio vede le due squadre sullo 0-0. A inizio gara qualche errore di troppo sia da una parte che dall’altra, nessuna occasione da gol degna di nota sul terreno di gioco con i sanniti che sembrano aver approcciato il match nel modo giusto non lasciando l’iniziativa agli avversari, un po’ contratti gli uomini di Spalletti che non trovano la verticalizzazione e non sanno esattamente cosa farci col pallone. Finora ritmi bassi e poche emozioni in campo, al 9′ Candreva imbeccato da Vecino viene anticipato da Djimsiti un attimo prima di andare al tiro. (agg. di Stefano Belli)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Il match si potrà seguire in diretta tv sia con un abbonamento Sky, collegandosi su benquattro canali diversi (ovvero il 106, Sky Sport Mix HD, il 201, Sky Sport 1 HD, il 206, Sky Super Calcio HD, e il 251, Sky Calcio 1 HD) e sia con un abbonamento Mediaset Premium, collegandosi sul canale Premium Sport HD. Diretta streaming video via internet garantita a tutti gli abbonati collegandosi rispettivamente sui siti skygo.sky.it e play.mediasetpremium.it.

FORMAZIONI UFFICIALI!

Inter-Benevento sta per avere inizio; prima di leggere le formazioni ufficiali della partita di Serie A, andiamo a mettere sotto ai riflettori i due tecnici attesi a guidare le squadre dalle panchine di San Siro questa sera. Da una parte ecco infatti Luciano Spalletti, ex giallorosso ma della capitale e tecnico nerazzurro dallo scorso giugno 2017 e padrone di casa in un match decisivio. Per l’allenatore di Certaldo questo si tratta di un appuntamento fondamentale dopo tanti risultati negativi: la media punti registrata però nelle passate 27 presenze in panca dell’Inter è stata fissata a 1.89. Numeri completamente diversi per il Benevento e il suo allenatore Roberto De Zerbi, presente in casa degli stregoni solo dallo scorso 23 ottobre. Secondo gli ultimi numeri infatti il tecnico di Brescia, nelle sue 16 presenze sulla panchina del Benevento ha realizzato una media punti di appena 0.63, comunque non malissimo per una squadra presa a quota zero. INTER: 1 Handanovic; 7 Cancelo, 13 Ranocchia, 37 Skriniar, 33 D’Ambrosio; 11 Vecino, 5 Gagliardini; 87 Candreva, 8 Rafinha, 44 Perisic; 23 Eder. A disposizione: 27 Padelli, 89 Pissardo, 2 Lisandro, 9 Icardi, 17 Karamoh, 20 B. Valero, 21 Santon, 25 Miranda, 29 Dalbert, 77 Brozovic, 99 Pinamonti. Allenatore: Luciano Spalletti. BENEVENTO: 81 Puggioni; 3 Letizia, 6 Djimisti, 11 Coda, 14 Viola, 16 Tosca; 30 Sandro, 31 Djuricic, 66 Guilherme, 83 Sagna, 99 Brignola. A disposizione: 22 Brignoli, 4 Del Pinto, 8 Cataldi, 18 Gyamfi, 20 Memushaj, 21 A. Costa, 23 Venuti, 25 Diabatè, 26 Parigini, 29 Billong, 33 Iemmello, 87 Lombardi. Allenatore: Roberto De Zerbi. (agg Michela Colombo)

L’INCROCIO INEDITO

Se alla vigilia della partita di Serie A tra Inter e Benevento volessimo curiosare nello storico che lega i due club, rimarremmo forse sorpresi nel constatare che prima della stagione corrente di Serie A, tale incrocio risulta inedito. Le due società attese in campo a San Siro questa sera hanno infatti vissuto storie molto diverse e prima della storica promozione degli stregoni in Serie A, mai nerazzurri e giallorossi hanno avuto modo di affrontarsi, neppure nelle coppe. Ecco quindi che l’unico testa a testa registrato tra Inter e e Benevento risale al girone di andata della stagione 2017-2018 del massimo campionato italiano. Allora, e per la precisione lo scorso 1 ottobre, fu grande successo nerazzurro al Ciro Vigorito nella settima giornata: risultato finale di 2-1 per i nerazzurri firmato da Brozovic (in doppietta al 19’ e 22’) e D’Alessandro, in gol per i giallorossi al 42’. (agg Michela Colombo)

STATISTICHE

Inter Benevento sotto molti punti di vista è la sfida degli opposti: eccovi allora a confronto statistiche e peculiarità di queste due squadre di Serie A. L’Inter di Luciano Spalletti, come è noto a tutti, sta giocando in maniera alquanto deludente nelle ultime settimane. Sono appena quattro i tiri nello specchio mediamente nelle ultime tre gare giocate. Rendimento che si evince anche da un centrocampo che fa pochi passaggi in avanti: contro il Genoa appena sei passaggi sono giunti a Eder e compagni di reparto. Per quel che riguarda il Benevento, la squadra di Roberto De Zerbi sta facendo meglio di quanto si potrebbe immaginare in avanti: mediamente nelle ultime cinque gare sono stati undici i tiri verso la porta delle varie avversarie, dunque guai a sottovalutare la capacità di costruire gioco da parte del Benevento. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

L’ARBITRO

A San Siro, nel secondo anticipo, l’inedita sfida Inter Benevento sarà diretta dall’arbitro Luca Pairetto, giunto all’undicesima partita di Serie A nel corso di questo campionato. Il suo score personale è di 44 ammonizioni e due espulsioni in stagione, appunto in dieci partite dirette. I precedenti con le due squadre sono solo relativi a una partita dei nerazzurri, con la vittoriosa trasferta di Cagliari per 3-1 per Luciano Spalletti a fine novembre, mentre con il Benevento si tratterà di un debutto per il signor Pairetto. I suoi assistenti saranno i signori Salvatore Longo di Paola e Antonino Santoro di Catania. Al VAR Fabio Maresca di Napoli, assistente AVAR invece sarà Valentino Fiorito di Salerno. Ci resta da ricordare solamente il quarto uomo, che sarà il signor Juan Luca Sacchi di Macerata. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ORARIO E PRESENTAZIONE PARTITA

Inter-Benevento, che sarà diretta da Luca Pairetto e si gioca sabato 24 febbraio 2018 alle ore 20.45, sarà l’anticipo serale della ventiseiesima giornata del campionato di Serie A 2017-2018. Momento non facile per l’Inter, che però può sempre contare su Milan Skriniar per risollevare le sorti del suo campionato: il rocciosissimo difensore ex Samp ha stupito tutti per la personalità e la capacità di adattamento in un ambiente ostico come quello nerazzurro, confezionando ben 3 gol e un assist. Nel Benevento, invece, colonna della difesa è Venuti, a quota tre assist in campionato e presente in ben 21 partite, una certezza per mister De Zerbi. Per quanto riguarda il centrocampo, l’Inter sta risentendo del periodo no di Marcelo Brozovic, il quale, nonostante 3 gol e 9 assist in campionato in 19 partite, esce spesso accompagnato dai fischi dei suoi tifosi e, ultimamente, sta fornendo prestazioni decisamente al di sotto della media: lento e nervoso, sta rimediando solo ammonizioni (ben quattro). Nuovo acquisto del centrocampo, per il Benevento, è stato Sandro, esperto giocatore di caratura internazionale, brasiliano ex Tottenham, che nell’ultimo incontro di campionato ha regalato 3 punti d’oro per la corsa salvezza alla sua squadra con un perentorio stacco aereo: bravo nel gioco di volo, dai piedi ben educati, Sandro è il regista che ci voleva per iniziare a far girare la squadra, nella speranza che non sia troppo tardi.

Davanti, non si può non nominare il vice capocannoniere del campionato, Mauro Icardi: ancora in dubbio per la sfida di sabato, nelle ultime tre partite in cui non ha giocato l’Inter ha fatto solo 4 punti. I suoi gol stanno mancano e non poco alla squadra di Spalletti (18), ma anche gli assist (10) hanno permesso all’Inter di essere in una zona di classifica in cui mancava da troppo tempo. Per quanto riguarda i giallorossi, a Diabaté sono bastati 18 minuti per siglare il suo primo gol in serie A e portare i primi tre punti al Vigorito: forte fisicamente, altissimo e dai piedi per nulla male, il gigante africano ha dimostrato di non temere nessuno, e potrebbe creare grattacapi alla difesa nerazzurra. In linea teorica, per l’Inter, nonostante il brutto periodo, non dovrebbero esserci problemi di sorta, perché fuori dal Vigorito il Benevento non ha mai conquistato punti. Se i suoi uomini migliori non lo tradiranno, Spalletti dovrebbe avere vita agevole; e se anche dovesse mancare il bomber Icardi, Eder non ne ha fatto sentire la mancanza, con i suoi due centri in tre partite, a dimostrazione che se l’Inter crea e gioca, può segnare anche senza l’argentino. ll cuore messo dal Benevento nell’ultimo incontro di A potrebbe non bastare, ma ora, oltre alla grinta, ha anche gli uomini per poter pensare di infastidire le grandi: Sandro e Diabaté hanno dimostrato di essere giocatori estremamente validi.

PROBABILI FORMAZIONI INTER BENEVENTO

Queste le probabili formazioni che scenderanno in campo a San Siro. Inter in campo col portiere sloveno Handanovic tra i pali, il portoghese Cancelo esterno laterale di destra e D’Ambrosio esterno laterale di sinistra nella difesa a quattro con lo slovacchio Skriniar e Ranocchia impiegati al centro della retroguardia. L’uruguaiano Vecino sarà affiancato a Gagliardini come vertice arretrato di centrocampo, mentre Candreva, lo spagnolo Borja Valero e il francese Karamoh supporteranno come incursori offensivi Eder, schierato come unica punta. Risponderà il Benevento con Puggioni in porta e l’albanese Djimsiti titolare nella difesa a tre assieme a Letizia e al romeno Tosca. I centrali di centrocampo saranno Viola, il serbo Djuricic e il brasiliano Sandro, mentre Venuti sarà l’esterno laterale di destra e Brignola l’esterno laterale di sinistra. In avanti Coda supporterà da trequartista Parigini, schierato come terminale offensivo.

TATTICA E PRECEDENTI

4-2-3-1 per l’Inter di Spalletti, opposto al 3-5-1-1 di De Zerbi nel Benevento. L’unico precedente tra le due squadre è il 2-1 dell’andata con cui i nerazzurri si sono imposti allo stadio Vigorito, doppietta di Brozovic con i sanniti che accorciarono le distanze con D’Alessandro. Dopo quattro sconfitte consecutive, domenica scorsa il Benevento è tornato alla vittoria battendo in casa il Crotone. L’Inter invece ha vinto solo una delle ultime dieci partite ufficiali disputate, quella casalinga contro il Bologna dell’11 febbraio scorsa, mentre sabato scorso è caduta perdendo zero a due sul campo del Genoa.

QUOTE E PRONOSTICO

Il Benevento finora ha sempre perso in trasferta in campionato, e le quote dei bookmaker si adeguano con vittoria dell’Inter quotata 1.23 da Betclic, pareggio proposto a una quota di 6.50 da William Hill e vittoria esterna dei sannito che secondo Bwin moltiplicherebbe per 11.00 la posta investita. Bet365 quota 1.53 l’over 2.5 e 2.39 l’under 2.5.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori