Risultati Serie A / Classifica aggiornata, diretta gol e live score: l’Inter deve dire grazie ai difensori!

- Mauro Mantegazza

Risultati Serie A: classifica aggiornata, diretta gol e live score degli anticipi in programma oggi sabato 24 febbraio per la 26^ giornata di campionato

Brozovic esultanza Inter
Video Inter Lugano, Brozovic - repertorio La Presse

La gara InterBenevento è terminata col risultato di 2-0 nonostante questo non è stato facile vincere per i nerazzurri contro il fanalino di coda della Serie A. Per un’ora buona i giallorossi di Roberto De Zerbi hanno dominato in casa della squadra di Luciano Spalletti, sfiorando diverse volte la rete del vantaggio. Clamorosa nella ripresa l’azione che ha visto Coda lanciato da solo davanti ad Handanovic da Brignola, con l’attaccante dei campani che ha calciato alto sopra la traversa. E’ stato poi strepitoso Karamoh che entrato in campo al posto di Rafinha ha cambiato la partita. L’esterno ex Caen ha subito guadagnato un calcio d’angolo che ha portato al gol di Milan Skriniar. Passati appena tre minuti è arrivato il raddoppio di Andrea Ranocchia che in torsione in area di rigore ha siglato la rete della vittoria per 2-0. E’ stata una partita emozionante nella quale l’Inter deve di certo dire grazie ai suoi difensori. (agg. di Matteo Fantozzi)

BRUTTO PRIMO TEMPO DELL’INTER

E’ stato un primo tempo molto al di sotto delle aspettative quello della squadra di Luciano Spalletti in InterBenevento. La prima frazione di gioco è terminata col risultato di 0-0 con i campani che sono andati più vicini al gol rispetto ai loro avversari. Pericoloso il trio formato da Brignola, Coda e Guillherme che ha saputo mettere in apprensione la difesa comandata da capitan Andrea Ranocchia, costretta a temporeggiare e a volte in evidente affanno. I nerazzurri si sono prodotti concretamente in avanti solo quando Matias Vecino con un tocco delizioso ha liberato in area di rigore Antonio Candreva. In quel caso è stato bravissimo a chiudere in angolo Djimsiti. Deludente fino a questo momento la prova del brasiliano ex Barcellona Rafinha che è partito per la prima volta da titolare. Debutto dal primo minuto anche per Bakary Sagna, anche se dall’altra parte, il terzino ex Arsenal e Manchester City ha giocato con grande personalità come il centrocampista ex Tottenham Sandro. Nella ripresa potrebbe entrare Mauro Icardi, recuperato in panchina, per cercare di curare il mal di gol di una squadra come quella nerazzurra che non riesce a girare più e che rischia con questo pareggio di dire addio alla zona Champions League soprattutto se domani dovessero vincere le romane. (agg. di Matteo Fantozzi)

PRIMA A SAN SIRO PER IL BENEVENTO

Confrontare Inter e Benevento può essere a prima vista assurdo. I nerazzurri sono quinti nella classifica di Serie A con 48 punti e nonostante le recenti difficoltà hanno pur sempre un enorme vantaggio di 38 punti sullavversaria che questa sera si presenterà per la prima volta nella sua storia a San Siro. In più, per il Benevento cè un altro fardello molto pesante: in tutto il campionato non ha ancora ottenuto nemmeno un punto in trasferta. Per i tifosi dellInter è sicuramente piacevole ricordare che il Benevento ha conquistato il primo punto contro il Milan e in modo che passerà alla storia, con il gol del portiere Brignoli nel recupero, adesso però sperano che Milano non porti bene di nuovo agli uomini di Roberto De Zerbi, che ultimamente almeno in casa hanno cambiato passo, con tre vittorie dal 30 dicembre in poi. In questo stesso periodo lInter ha ottenuto appena un successo e 8 punti grazie anche a cinque pareggi, le tre vittorie però hanno portato 9 punti ai campani, che di conseguenza dalla 19^ giornata a oggi hanno fatto un punto in più dei nerazzurri. Ecco perché è un confronto non impossibile, anche se al Benevento servirà comunque unimpresa. Intanto il Bologna ha vinto 2-0 contro il Genoa con i gol di Destro e Falletti nel secondo tempo: felsinei a quota 33, il Grifone resta a 30. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

IN CAMPO A BOLOGNA

Pochi minuti sono passati dal via di Bologna Genoa, la partita che apre il programma della 26^ giornata di Serie A. Una sfida che, come abbiamo visto, è un grande classico del calcio italiano, ma che non avrà moltissimo da dire sullattuale campionato che vede sia la squadra di Roberto Donadoni sia quella di Davide Ballardini in posizione tranquilla in classifica con 30 punti. Di certo in questo momento la squadra più in forma è il Grifone, reduce da ben tre vittorie consecutive e compagine sempre temibilissima in trasferta, dove ha raccolto ben 19 dei suoi 30 punti. Il Bologna cerca invece la seconda vittoria consecutiva davanti al proprio pubblico, dopo quella di domenica scorsa nel derby emiliano contro il Sassuolo. Senza pressanti esigenze di classifica, speriamo ci sia posto anche per il divertimento: la parola al campo! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

GENOA DA TRASFERTA

Tra le squadre che saranno protagoniste del sabato di Serie A la più in forma è certamente il Genoa, che da quando sulla panchina del Grifone si è accomodato – per la terza volta nella propria carriera – Davide Ballardini, ha decisamente cambiato ritmo. Dopo le prime dodici giornate il Genoa allenato da Ivan Juric aveva accumulato appena 6 punti ed era penultimo davanti solamente al Benevento. Da allora in poi il cambio di ritmo è stato impressionante: il Genoa di Ballardini ha raccolto ben 24 punti in appena tredici giornate, il quadruplo dei punti in una sola partita in più, con la media punti che è passata da 0,5 per partita con Juric a 1,85 con Ballardini. La salvezza è praticamente già certa e anzi se il Genoa avesse marciato a questo ritmo fin dalla prima giornata sarebbe in piena zona Europa League, con vista addirittura su un sogno chiamato quarto posto. In particolare, spicca il rendimento in trasferta: 19 punti ottenuti lontano da casa a fronte degli appena 11 conquistati a Marassi. Il Bologna dunque è avvertito: il Genoa cercherà limpresa anche al DallAra. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ALL’ANDATA

In attesa del via alla 26^ giornata di Serie A, ricordiamo quali furono i risultati delle due partite in programma oggi nel girone dandata. Genoa Bologna fu un anticipo anche allora, sabato 30 settembre per la precisione, quando Marassi fu gelato da un gol del grande ex Rodrigo Palacio, che segnando al 73 minuto di gioco consegnò al Bologna la vittoria per 0-1 sul campo del Genoa che era ancora allenato da Ivan Juric. Domenica 1 ottobre invece il Benevento ospitò al Vigorito lInter in uno dei primi appuntamenti di lusso per i campani nella loro prima stagione della storia in Serie A: i nerazzurri si portarono rapidamente in vantaggio di due reti grazie alla doppietta segnata da Marcelo Brozovic al 19 e al 22 minuto, poi il Benevento fu bravo a reagire, accorciando anche le distanze con un gol di Marco DAlessandro al 42 minuto, ma il risultato finale comunque sorrise allInter, che si impose per 1-2 proseguendo nella propria ottima prima parte di stagione. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

SERIE A, 26^ GIORNATA

La 26^ giornata di Serie A comincia oggi con due anticipi. Il programma di questo sabato 24 febbraio sarà dunque quello classico per il sabato: alle ore 18.00 Bologna-Genoa, mentre alle ore 20.45 lappuntamento sarà con Inter-Benevento. Ricordiamo che domani ci saranno invece sette partite distribuite su ben quattro fasce orarie e che la giornata si chiuderà solamente lunedì sera: sarà dunque un weekend di Serie A decisamente lungo, ma adesso concentriamoci sulle due partite che ci attendono oggi.

LA SFIDA ROSSOBLU

Appuntamento allo stadio Renato DallAra per aprire la 26^ giornata di Serie A. Una sfida affascinante fra Bologna e Genoa, che in due hanno vinto la bellezza di 16 scudetti: si respira dunque la storia del calcio italiano quando si affrontano le due compagini rossoblù, anche se lultimo di questi 16 titoli tricolori risale agli anni Sessanta. Lattualità ci dice invece che Bologna e Genoa sono appaiate a quota 30 punti in classifica: entrambe ormai tranquille per una salvezza che è in tasca, ma daltronde troppo lontane dalla zona Europa League per sognare in grande. Una sfida dunque senza eccessive pressioni, speriamo che favorisca lo spettacolo: il Genoa è in grande forma e cerca addirittura la quarta vittoria consecutiva, contando sugli ottimi numeri in trasferta; il Bologna invece domenica scorsa ha vinto il derby con il Sassuolo e vuole regalare ai propri tifosi unaltra gioia in questo doppio turno casalingo.

MATCH INEDITO A SAN SIRO

In un certo senso, sarà storico anche il match di San Siro. Qui gli scudetti e gli allori vari sono tutti dalla parte dellInter: sarà però la prima volta del Benevento alla Scala del calcio, in un confronto inedito fra lunica squadra che è sempre stata in Serie A nella storia del campionato a girone unico e quella che invece ha debuttato nella massima serie solamente in questa stagione. Contando che il Benevento allandata ha ospitato al Vigorito sia lInter sia il Milan, questa è la prima trasferta a Milano per i campani, che cercheranno limpresa memorabile per tenere viva la speranza della salvezza. Questa però naturalmente per lInter è una partita da vincere a ogni costo, altrimenti la situazione si farebbe difficile nella corsa verso il quarto posto.

RISULTATI SERIE A, 26^ GIORNATA

RISULTATO FINALE

Bologna-Genoa 2-0 – 49′ Destro (B), 72′ Falletti (B)

RISULTATO FINALE

Inter-Benevento 2-0 – 66′ Skriniar, 69′ Ranocchia

CLASSIFICA

Napoli 66

Juventus 65

Inter* 51

Roma 50

Lazio 49

Sampdoria, Milan 41

Atalanta 38

Torino 36

Udinese, Bologna* 33

Fiorentina 32

Genoa* 30

Cagliari, Chievo 25

Sassuolo 23

Crotone 21

Spal 17

Verona 16

Benevento* 10

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori