DIRETTA / Bisceglie Akragas (risultato finale 2-1) streaming video e tv: sorpasso allo scadere!

- Stefano Belli

Diretta Bisceglie-Akragas: info streaming video e tv, probabili formazioni, orario, quote e risultato live della partita di Serie C. I padroni di casa accolgono gli ospiti fanalino di coda.

bisceglie_curva_stadio_lapresse_2017
La casa del Bisceglie, il Ventura (repertorio LaPresse)

DIRETTA BISCEGLIE AKRAGAS (2-1): SORPASSO ALLO SCADERE

Si chiude sul risultato di due a uno la sfida di Serie C tra Bisceglie Akragas. Bella partita al Ventura, coi padroni di casa che sono passati in vantaggio con D’Ursi, abile a sfruttare una disattenzione di Vono. Gli ospiti trovano il pareggio al novantunesimo, quando tutto sembrava perduto. Ci pensa Dammaco a siglare l’uno a uno, capitalizzando l’assist di Camara. Nell’ultima azione di gioco, però, è Jovanovic a rendersi protagonista, trasformando la rete del sorpasso. Nel prossimo turno in campionato, il Bisceglie giocherà contro il Rende, mentre l’Akragas ospiterà il Lecce.  (Aggiornamento Jacopo D’Antuono)

D’URSI LA SBLOCCA

Quando siamo giunti oltre metà del secondo tempo, il risultato tra Bisceglie Akragas sorride alla formazione nerazzurra. Padroni di casa che sono passati in vantaggio con D’Ursi attorno al sessantacinquesimo minuto della gara. Vono diventa protagonista di un erroraccio in fase di possesso, si lascia rubare palla dall’avversario che con estrema disinivoltura mette sotto l’incrocio dei pali. Si fa complicatissima adesso per l’Akragas, costretto a rincorrere per i prossimi venti minuti rimanenti. Agli ospiti serve un episodio favorevole per rientrare subito in partita, vedremo se il Bisceglie ora che ha ottenuto il vantaggio, si limiterà a gestire o se andrà alla ricerca del raddoppio. Secondo tempo sicuramente più gradevole rispetto alla prima frazione. (Aggiornamento Jacopo D’Antuono)

LA GARA NON DECOLLA

Finisce in questo istante il primo  tempo di Bisceglie Akragas. Risultato sempre inchiodato sullo zero a zero e partita che non decolla. Match abbastanza equilibrato, col pubblico di casa deluso dalla prestazione dei propri ragazzi. Al venticinquesimo minuto, Montinaro prova a spezzare la noia con una conclusione dalla distanza: Vono fa suo il pallone. Il Bisceglie si fa avanti al quarantunesimo, ma un fallo in attacco compromette una buona iniziativa. La gara è spezzettata e le condizioni precarie del terreno di gioco non sembrano favorire lo spettacolo. Primo tempo che si chiude con l’Agrakas in avanti, alla ricerca di una potenziale occasione da rete. Al 45esimo il direttore di gara manda tutti negli spogliatoi per un the caldo. (Aggiornamento Jacopo D’Antuono)

RITMI BLANDI

Bisceglie Akgras sono in campo da oltre dieci minuti e il risultato è ancora fermo sullo zero a zero. Inizio di gara piuttosto blando, privo di grandi squilli. Le due formazione sembrano volersi studiare, manca il guizzo in chiave offensiva. Gli ospiti si fanno vedere in avanti al terzo, con un tentativo di Bramati che non c’entra nemmeno la porta. Al sesto finisce la gara di Andrea Petta, che è costretto ad abbandonare il terreno di gioco per un problema muscolare. Il pubblico lo saluta con un lungo applauso. Poco dopo bella chance per Ziber, che tenta una giocata pretenziosa: nulla di fatto. Punteggio sempre bloccato. Regge l’equilibrio tra Bisceglie Akragas. (Aggiornamento Jacopo D’Antuono)

SI COMINCIA!

Il Bisceglie riceve il fanalino di coda Akragas in un match da non fallire nella maniera più assoluta. Paulo Dentello Azzi. attaccante del Bisceglie, ha parlato dell’esonero di mister Zavettieri ai microfoni di TuttoCalcioPuglia.com: Non cè mai stato alcun problema tra noi e il mister. Lesonero è stato inaspettato, non eravamo contenti. Si è trattata di una decisione presa dalla società, che è giusto rispettare e che noi calciatori non possiamo giudicare. Abbiamo in ogni caso trovato la forza di rialzarci, perché eravamo in un brutto momento. Cè stato un grande supporto della società. Il presidente, il direttore ci hanno dato forza in un momento difficile. Hanno detto che erano con noi e questa è stata una cosa positiva. Poi mister Alberga, che già conosceva tutta la squadra, ha dato serenità al gruppo e ha fatto il suo massimo per farci arrivare pronti a queste due partite. Nel calcio è così: sapevamo che dovevamo uscire da questa situazione e cè stata la svolta. Ora dobbiamo dare continuità alle nostre prestazioni. Raffaele Di Napoli, tecnico dell’Akragas, ha analizzato il momento difficile della sua squadra attraverso una nota ufficiale apparsa sul portale della società: “Alla gente e ai tifosi che rispetto tantissimo voglio ricordare che lo scorso 15 luglio è morta mia madre ed il 18 luglio sono subito corso a scegliere il materiale sportivo per l’Akragas, perché ritengo Agrigento la mia seconda casa. Ed ancora voglio ricordare a quanti sponsorizzano altri allenatori, che il sottoscritto, in un anno e mezzo, ha lavorato in situazioni molto difficili e precarie, e nonostante tutte le avversità è stata ottenuta una salvezza con una squadra imbottita di giovani. In questi mesi è stato fatto un lavoro straordinario e due dei tanti nostri giovani calciatori sono stati ingaggiati da club di Serie A, Leveque dal Torino e Tripoli dal Crotone. Per me e per il mio staff è motivo di grande orgoglio avere riconosciuto il lavoro svolto nella valorizzazione dei giovani da parte di società professionistiche. Nonostante le ristrettezze economiche del budget a disposizione siamo una squadra che gode del rispetto di tutti e fa piacere ricevere, per il calcio profuso dalla mia squadra, i complimenti di club del calibro di Lecce, Catania, Siracusa, Catanzaro, Cosenza e Trapani per citarne alcune”.

STREAMING VIDEO E TV, DOVE VEDERE LA PARTITA

L’incontro non si potrà seguire in diretta tv sui canali in chiaro o a pagamento, ma ci sarà la possibilità di vederla in diretta streaming video via internet, con un abbonamento al sito elevensports.it oppure acquistando sul portale il match come evento singolo.

I BOMBER

Il Bisceglie, dopo un periodo negativo, sembra aver trovato la retta via vincendo nell’ultima uscita stagionale. Un’altra ghiotta occasione arriva contro l’ultima della classe, l’Akragas, destinata alla retrocessione. Ivan Jovanovic, attaccante croato che ha siglato sei reti in stagione, ha trovato la rete con la Juve Stabia contribuendo ad una vittoria fondamentale. La compagine ospite ha nel centravanti Francesco Salvemini, che a fine stagione tornerà alla Ternana per fine prestito, una delle poche note liete in una stagione da dimenticare. Sfida italo-croata quindi nella sfida tra Bisceglie e Akragas. (agg. Umberto Tessier)

LE STATISTICHE

Il Bisceglie vuole affondare definitivamente l’Akragas che annaspa allultimo posto e vuole provare ad allontanarsi dalla zona calda della classifica: i numeri inquadrano piuttosto bene la stagione finora vissuta da queste due formazioni. I nerazzurri pugliesi in casa hanno costruito i loro punti di questa stagione viste le cinque vittorie, i due pareggi e anche cinque sconfitte. Rendimento perciò in piena norma per una neopromossa in serie C. Invece l’Akragas, anche per via di una crisi societaria particolarmente evidente negli ultimi mesi, va male e la serie D sembra vicina. Fuori casa una sola vittoria per i siciliani, due pareggi e addirittura dieci sconfitte che giustificano l’ultimo posto in classifica, crisi aggravata dai tre punti di penalizzazione subiti dallAkragas. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

I PRECEDENTI

Il Bisceglie ha una ghiotta occasione in casa contro l’ultima della classe, l’Akragas. La compagine di casa, dopo quattro risultati negativi di fila, ha trovato la vittoria nel turno precedente, l’Akragas, nelle ultime sette uscite, ha raccolto appena due punti che certificano una stagione da dimenticare in fretta. Nella gara di andata abbiamo assistito ad uno spettacolare pareggio firmato da Salvemini, Parigi, Azzi e Jovanovic. Partita sulla carta senza storia viste le motivazioni ed il morale delle due compagini, l’Akragas sembra seriamente condannato alla retrocessione. (agg. Umberto Tessier)

ORARIO E PRESENTAZIONE DEL MATCH

Bisceglie-Akragas, che viene diretta dal signor Rossetti di Ancona, va in scena domenica 25 febbraio alle ore 16.30 nel programma della ventisettesima giornata del campionato di Serie C 2017-2018 nel girone C. Le due formazioni stanno attraversando un momento decisamente differente. Il Bisceglie la settimana scorsa si è rilanciato con una importante vittoria esterna sul campo della Juve Stabia, fondamentale considerando che i nerazzurri erano reduci da una pesante serie di tre sconfitte consecutive, contro Catanzaro, Sicula Leonzio e Lecce, che avevano complicato non poco la situazione di classifica per una squadra che, seppur da neopromossa, aveva dimostrato nel girone d’andata di poter puntare ad un posto nei play off.

La vittoria di Castellammare di Stabia ha permesso ai pugliesi di riportarsi a sette punti di distanza dal quartultimo posto e conseguentemente dalla zona play off, un buon cammino considerando che si sta parlando di una matricola e considerando il calendario che ora pone di fronte al Bisceglie una buona occasione per allungare ancora. Arriva infatti un Akragas col morale sotto i tacchi per la situazione societaria che continua a non sbloccarsi, e con una classifica che a quota undici punti, con nove lunghezze di distanza dall’Andria penultima, è sempre più drammatica. L’ultima sconfitta interna contro il Catanzaro non ha fatto altro che acuire la crisi della formazione di Agrigento, che nelle ultime otto partite di campionato ha raccolto solo due punti vanificando il discreto cammino precedente, in cui in barba ai problemi societari la squadra aveva dimostrato di aver voglia, come nella passata stagione, di giocarsi la salvezza.

PROBABILI FORMAZIONI BISCEGLIE AKRAGAS

Ecco quelle che saranno le probabili formazioni dell’incontro: il Bisceglie schiererà Crispino a difesa della porta e il bosniaco Markic titolare nella difesa a tre, affiancato dal francese Giron e da Delvino. Sulla corsia laterale di destra si muoverà il croato Jurkic, con D’Ursi impiegato invece come esterno laterale mancino. Al centro della linea mediana si muoveranno il montenegrino Toskic, Risolo e Montinaro. In attacco, spazio al brasiliano Dentello Azzi al fianco del francese Ayina. La risposta dell’Akragas sarà affidata a Vono tra i pali e a una difesa a tre composta da Mileto, Danese e Pisani. Lo sloveno Zibert, Sanseverino e Carrotta saranno schierati dal primo minuto nella zona centrale di centrocampo, mentre Scrugli sarà impiegato come laterale di destra e Pastore come laterale di sinistra. L’albanese Gjuci e il guineano Camarà faranno invece coppia sul fronte d’attacco.

LA CHIAVE TATTICA E I PRECEDENTI

Moduli tattici speculari per le due formazioni, saranno schierati col 3-5-2 sia il Bisceglie allenato da Alberga, sia l’Akragas guidato in panchina da Di Napoli. Unico precedente recente, il match d’andata in Sicilia terminato in parità con il punteggio di due a due, in gol Salvemini e Parigi per i padroni di casa e Dentello Azzi e Jovanovic per la formazione pugliese.

QUOTE E PRONOSTICO

Le quote dei bookmaker per le scommesse sull’incontro non sono ancora state rese note, essendo l’Akragas in una situazione societaria e di classifica così difficile, da rendere molto prudenti le agenzie che nei prossimi giorni, a ridosso della partita, potrebbero comunque decidere di quotare l’incontro.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori