Risultati Serie C/ Classifiche aggiornate, diretta gol live score: il Lecce cade in casa, vince il Trapani

Risultati Serie C: classifiche aggiornate, diretta gol live score dei gironi A e C. Altra occasione persa dal Pisa, il Lecce cade al Via del Mare e il Trapani guadagna tre punti

25.02.2018 - Claudio Franceschini
Lecce_Bisceglie_gol_gruppo_lapresse_2017
Diretta Lecce Cremonese (LaPresse) - repertorio

Sorpresa nei risultati di Serie C: il Lecce, in fuga nel girone C, cade sotto i colpi della Juve Stabia. E Mastalli, cresciuto nel vivaio del Milan, a espugnare il Via del Mare: per le Vespe una vittoria importante in chiave playoff, per le inseguitrici dei salentini potrebbe in ogni caso contare poco. Siracusa e Rende sono troppo lontane in classifica per pensare di trarre vantaggio dal ko della capolista; il Trapani vince a Reggio Calabria e si porta a -9 dalla vetta, avendo anche una partita in meno. Distanza ancora troppo ampia per poter pensare seriamente al colpo; intanto hanno accorciato anche dal Catania, che ha in questo fine settimana il suo turno di riposo. Lecce che teme un altro crollo come quello degli anni recenti, anche se in questo momento la situazione è ben diversa; intanto però arriva la prima sconfitta dopo addirittura cinque mesi e mezzo. Guardando gli altri risultati, ottima vittoria in chiave salvezza per la Casertana che supera di misura il Cosenza; così anche lAndria, che il colpo lo fa a Pagani e in inferiorità numerica. Il Matera vince a Fondi e rilancia le sue ambizioni, mentre nellunica partita rimasta del girone A il Piacenza batte il Pontedera con un gol dellex Della Latta e il Siena, che aveva chiuso in precedenza, è momentaneamente in testa al gruppo avendo sorpassato il Livorno, che come già detto oggi non ha giocato per il rinvio della partita di Arezzo. (agg. di Claudio Franceschini)

RISULTATI E CLASSIFICA SERIE C

PISA KO, VINCE ANCORA L’ALESSANDRIA

Le partite di Serie C, almeno quelle delle ore 14:30, sono terminate: i risultati finali ci danno un quadro decisamente interessante, in attesa del Siena che per il campo innevato è iniziata in ritardo con intervallo prolungato (tanto che siamo circa 30 minuti indietro rispetto alle altre sfide). Altra occasione persa dal Pisa: i nerazzurri avrebbero potuto portarsi ad un solo punto dal Livorno e invece hanno perso in casa contro la Lucchese, che con Cecchini porta a casa tre punti fondamentali per la salvezza. Continua allora la buona stella labronica; la Viterbese infatti non vince facendo solo 0-0 a Monza e il Livorno è sempre lassù – ma aspettiamo il Siena. Intanto continua a fare punti lAlessandria: i grigi vincono anche sul campo del Prato ultimo in classifica (anche se con il brivido) e scalano ancora la graduatoria, ormai certi di giocare i playoff. Vince lArzachena contro il Gavorrano, altro risultato importante per le speranze di post season della neopromossa; nel girone C Siracusa (3-0 al Monopoli) e Rende (1-0 esterno nel derby contro il Catanzaro) continuano a sorprendere e salire la classifica, mentre perde una grande occasione la Sicula Leonzio che, avanti 2-0 contro la Virtus Francavilla, si fa rimontare e pareggia. Ora iniziano altre partite: il Lecce cerca unaltra vittoria per andare in fuga, nel girone A il Piacenza spera di approfittare della stanchezza del Pontedera, reduce dalla semifinale di Coppa Italia. (agg. di Claudio Franceschini)

INIZIANO LE PARTITE

Siamo finalmente al via delle partite di Serie C. Nel girone A troveremo nuovamente protagonista lAlessandria, una delle squadre delle quali si è parlato tutto lanno: prima per capire come avrebbe superato lo scotto di una promozione scontata e clamorosamente cancellata dalla Cremonese, poi per un avvio pessimo che ha portato allesonero di Cristian Stellini, poi per la strepitosa rimonta sotto la guida di Michele Marcolini. Ora torniamo a parlare dei grigi perché sono la squadra che nel weekend ha giocato landata della semifinale di Coppa Italia Serie C: una delle due, laltra era il sorprendente Pontedera che nel turno precedente era stato capace di eliminare il Padova. La partita è finita 0-0: lAlessandria ha fatto meglio ma non ha creato enormi occasioni da rete, e così è tutto rimandato al ritorno del Mannucci. Oggi i piemontesi dovranno essere in grado di superare le eventuali difficoltà fisiche per prendersi una vittoria che li lanci ancor più a blindare la posizione nei playoff: ce la faranno? Lo scopriremo presto: mettiamoci comodi e diamo subito la parola al campo, le partite dei gironi A e C di Serie C stanno per cominciare! (agg. di Claudio Franceschini)

LECCE IN FUGA

Ormai è fuga Lecce: questo per i salentini potrebbe davvero essere lanno buono per la promozione in Serie B. Una salita di categoria che potrebbe e dovrebbe arrivare in maniera diretta: i 7 punti di vantaggio su un Catania che sembra aver rallentato decisamente il passo non sono ancora unassicurazione sulla fine della stagione regolare, ma certamente rappresentano una bella ventata di entusiasmo. Il Lecce avrebbe dovuto giocare il campionato cadetto nel 2012-2013: era retrocesso nonostante una squadra che poteva contare su giocatori come Luis Muriel, Juan Cuadrado e Andrea Bertolacci. Tuttavia in B non ci è mai arrivato: la sentenza sul calcioscommesse lha portato direttamente in Serie C. Nelle sue varie forme, il Lecce ha giocato questa terza divisione per cinque stagioni prima di questa: non è mai riuscita a superare i playoff, ai quali un anno non si è nemmeno qualificato. Tanti allenatori, rose super competitive e grandi inizi di stagione non sono serviti; oggi Fabio Liverani sta forse riuscendo nel miracolo, possiamo definirlo così visto quanto accaduto in passato. I salentini hanno fretta di sbrigare la pratica: dovessero centrare la promozione, il prossimo anno sarebbero una delle squadre candidate al doppio salto in avanti, se riuscisse sarebbe un ritorno in Serie A a distanza di sette anni. E presto però per questi discorsi; prima bisogna terminare al meglio questo campionato di Serie C.

CORSA A 4 PER IL PRIMO POSTO

La corsa alla promozione diretta nel girone A della Serie C si sta facendo sempre più entusiasmante: alla fine del girone di andata il Livorno era in fuga con un vantaggio in doppia cifra, e pochi avrebbero scommesso sul fatto che ai labronici sarebbe sfuggita la Serie B. Sono bastate poche partite per cambiare tutto lo scenario: in questo momento il Livorno ha appena 2 punti di margine sul Siena, ne ha 4 sul Pisa e 6 sulla Viterbese. Vero: tutte queste squadre hanno una partita in più della capolista, cosa che naturalmente può incidere. Tuttavia, il margine che il Livorno era riuscito a costruire è sparito: i labronici hanno fatto 2 punti nelle ultime quattro giornate e ne hanno dunque persi due dalla Viterbese, 4 dal Siena e ben 6 dal Pisa, che è la squadra ad averne approfittato di più e che ha anche vinto la sfida diretta nel girone di andata. Queste quattro squadre stanno dominando la scena: basti pensare che la quinta in classifica, la sorprendente Carrarese, accusa nove punti di svantaggio dalla Viterbese. Una fuga a quattro, ormai è il caso di dirlo: il Livorno mantiene il vantaggio ma sa bene che adesso non può più sbagliare, anche perché dal punto di vista psicologico ha già perso tantissimo e rischia il crollo come era avvenuto solo un anno fa allAlessandria che, per completare il discorso, oggi è sesta a -16 dalla vetta quando solo 12 mesi fa aveva un piede e mezzo in Serie B. (agg. di Claudio Franceschini)

CAOS AREZZO

E caos Arezzo: purtroppo un altro club storico del nostro calcio rischia di scomparire. Nel campionato di Serie C non ci sono più certezze: il Modena è scomparso dai radar dovendo anche abbandonare il campionato per la chiusura dello stadio, per aprire il quale non cerano più i soldi per pagare laffitto. Il Vicenza continua a giocare avendo trovato un curatore fallimentare, ma dal prossimo anno è ancora unincognita il suo futuro; adesso tocca allArezzo, che a dire il vero già settimane fa aveva minacciato uno sciopero che era rientrato. I soldi nelle casse non ci sono: capitan Davide Moscardelli ha recentemente ammesso come siano stati usati per pagare quei dipendenti per cui sarà più dura se finirà tutto. Gesto nobile, ma intanto lArezzo ha già 3 punti di penalizzazione e altri ne potrebbero arrivare; intanto i giocatori hanno fatto capire di essere pronti unaltra volta a scioperare. Intanto però è stata la Lega Pro a rinviare la partita di oggi contro il Livorno, vista la situazione delicatissima: si attendono ulteriori sviluppi e, purtroppo, tutto lascia pensare che non saranno esattamente positivi. (agg. di Claudio Franceschini)

IL TURNO

Prosegue con le partite di domenica 25 febbraio il campionato di Serie C 2017-2018: in questo giorno sono coinvolti il girone A e il girone C, come ormai capita da qualche tempo; piatto ricco allora quello che ci si presenta. Nel girone A si parte alle ore 14:30 con Arezzo-Livorno, Arzachena-Gavorrano, Cuneo-Pro Piacenza, Monza-Viterbese, Pisa-Lucchese, Pistoiese-Giana Erminio, Prato-Alessandria e Siena-Olbia; alle ore 16:30 si gioca invece Piacenza-Pontedera. Le partite del girone C iniziano alle ore 14:30 con Catanzaro-Rende, Sicula Leonzio-Virtus Francavilla e Siracusa-Monopoli; alle ore 16:30 previste tutte le altre sfide ovvero Bisceglie-Akragas, Casertana-Cosenza, Fondi-Matera, Lecce-Juve Stabia, Paganese-Andria e Reggina-Trapani.

IL GIRONE A

Situazione davvero intricata e interessante quella nel girone A: il Livorno ha perso smalto con larrivo del 2018, e quella che era una promozione diretta ormai sicura si è trasformata in una incredibile volata a tre nella quale i labronici hanno tutto da perdere. Siena e Pisa ci credono perché ormai sono a contatto, anche se hanno giocato una partita in più; così anche la Viterbese che potrebbe inserirsi nella lotta. Per quanto riguarda la zona playoff, lAlessandria ormai è realtà solidissima con cui tutti devono fare i conti; da sotto provano a recuperare terreno almeno tre squadre, e in più ce ne sono alcune che pur dovendo guardarsi le spalle possono ambire agli spareggi per la promozione. Per esempio la Pro Piacenza: 7 punti nelle ultime tre uscite e una partita in meno rispetto ai cugini cittadini e a tutte le squadre che stanno lottando per la salvezza. A tale proposito, Gavorrano e Prato sembrano ormai condannate a giocare i playout e anche il Cuneo ha bisogno di aumentare il passo se vuole sperare ancora.

IL GIRONE C

La sensazione è che la promozione diretta del Lecce dipenda esclusivamente dal Lecce: il Catania era riuscito a rimanere a contatto ma gli ultimi risultati negativi hanno generato un vantaggio di 7 punti per i salentini, e con il Trapani che si è staccato tempo fa ormai si tratta di una corsa contro il tempo per la squadra di Fabio Liverani, nel senso che molto probabilmente bisogna solo capire quando arriverà laritmetica. Siracusa, Rende, Monopoli e Matera possono dare fastidio al Trapani per il terzo posto, che darebbe la possibilità di saltare il primo turno dei playoff; ci crede anche il Cosenza, che però dopo la grande rimonta ha perso un po di smalto e arriva da quattro pareggi consecutivi. Sul fondo della classifica lAkragas è ormai condannato ai playout (al netto delle vicende societarie), ci è molto vicina la Fidelis Andria mentre Paganese e Fondi sperano ancora di salvarsi direttamente, ma dovranno necessariamente cambiare passo per andare a riprendere una Casertana che appare in timida ripresa.

RISULTATI E CLASSIFICA SERIE C GIRONE A

RINVIATA Arezzo Livorno

RISULTATO FINALE Arzachena Gavorrano 1-0 – 32′ Piroli

RINVIATA Cuneo Pro Piacenza

RISULTATO FINALE Monza Viterbese 0-0

RISULTATO FINALE Pisa Lucchese 0-1 – 54′ Cecchini

RISULTATO FINALE Pistoiese Giana Erminio 1-1 – 33′ Minardi (P), 71′ Okyere (G)

RISULTATO FINALE Prato Alessandria 2-3 – 5′ F. Piccolo (A), 28′ Carletti (P), 58′ Nicco (A), 65′ Fischnaller (A), 82′ Fantacci (P)

RISULTATO FINALE Siena Olbia 1-0 – 77′ Santini

RISULTATO FINALE Piacenza Pontedera 1-0 – 39′ Della Latta

CLASSIFICA

Siena 52

Livorno 51

Pisa 47

Viterbese 46

Alessandria 38

Carrarese, Monza 36

Alessandria, Olbia, Giana Erminio 35

Arzachena 34

Piacenza, Pistoiese 32

Pontedera 31

Lucchese 30

Arezzo (-3), Pro Piacenza 28

Cuneo 23

Gavorrano 18

Prato 16

 

RISULTATI E CLASSIFICA SERIE C GIRONE C

RISULTATO FINALE Catanzaro-Rende 0-1 – 71′ Franco

RISULTATO FINALE Sicula Leonzio-Virtus Francavilla 2-2 – 9′ Marano (S), 38′ G. Esposito (S), 55′ Folorunsho (V), 65′ Partiplio (V)

RISULTATO FINALE Siracusa-Monopoli 3-0 – 30′ Bernardo, 37′ aut. Scoppa, 72′ Parisi

RISULTATO FINALE Bisceglie-Akragas 2-1 – 65′ D’Ursi (B), 91′ Dammaco (A), 95′ Jovanovic (B)

RISULTATO FINALE Casertana-Cosenza 1-0 – 45+1′ Alfageme

RISULTATO FINALE Fondi-Matera 0-2 – 23′ Dugandzic, 91′ Maimone

RISULTATO FINALE Lecce-Juve Stabia 0-1 – 71′ Mastalli

RISULTATO FINALE Paganese-Andria 0-1 – 85′ Longo

RISULTATO FINALE Reggina-Trapani 1-2 – 3′ Bianchimano (R), 12′ Evacuo (T), 75′ Minelli

CLASSIFICA

Lecce 56

Catania 49

Trapani 47

Siracusa 42

Rende 41

Matera (-1) 40

Monopoli 37

Cosenza, Juve Stabia 36

Virtus Francavilla, Bisceglie 33

Catanzaro (-1), Sicula Leonzio 31

Casertana 29

Reggina 28

Fondi, Paganese, Andria (-2) 23

Akragas (-3) 11

I commenti dei lettori