Nazionale, Costacurta/ Conte la prima scelta, fra un paio di mesi lo contatterò

Nazionale, parla Costacurta: Conte la prima scelta, fra un paio di mesi lo contatterò. Il vice-commissario della Figc punta sullattuale allenatore del Chelsea

Mourinho_Conte_lite_lapresse_2018
José Mourinho, allenatore United - LaPresse

La nazionale italiana di calcio è ancora alla ricerca del suo commissario tecnico. Per le prossime amichevoli contro Argentina e Inghilterra è stato chiamato Gigi Di Biagio, ma il suo sarà un incarico ad interim, in attesa appunto che venga scelto il successore di Ventura. Il nome che continua a circolare negli ambienti azzurri è quello di Antonio Conte. A riguardo, non si è affatto nascosto Alessandro Costacurta, il vice-commissario incaricato da Giovanni Malagò proprio della scelta. Parlando a Bratislava, dove è in corso il Congresso Uefa, lex difensore del Milan ha ammesso: «Tra i potenziali selezionatori, Conte è quello che, per me, potrebbe far meglio. E sicuramente lo sentirò tra un paio di mesi. Quindi Costacurta rincara la dose: «Conte ha già dimostrato di saper fare il c.t., sè visto allEuropeo, gli altri ancora no.

ATTENZIONE A GIAMPAOLO E GASPERINI

Per gli altri, Costacurta intende Mancini, Ancelotti, e Ranieri, anche se in realtà questultimo ha già guidato una Nazionale, la Grecia, con unesperienza però disastrosa: «Ranieri ha avuto unesperienza difficile con la Grecia spiega Billy – ma ne è uscito fortificato e poi è andato al Leicester. Il vice-commissario fa quindi i nomi di Gasperini e Giampaolo, rispettivamente allenatori di Atalanta e Sampdoria, che potrebbero rientrare nellelenco dei papabili per guidare la nazionale italiana. Dei due, sembra difficile la candidatura del nerazzurro, che dovrebbe rimanere a Bergamo almeno per unaltra stagione, mentre il blucerchiato è unipotesi da non scartare a priori. Infine, un commento su Gattuso, e in questo caso Costacurta frena un po gli entusiasmi: «No, non lo contatterò, sarebbe un po presto. Sono sicuro che sarà c.t. tra qualche anno perché ha tutto, carattere, grinta, ma io gli voglio troppo bene; scegliendolo adesso gli farei del male.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori