Sofia Goggia/ Il suo tweet è subito virale: Ecco cosa scrivevo a 10 anni

Sofia Goggia il tweet virale: Ecco cosa scrivevo a 10 anni. Sul proprio profilo ufficiale, la campionessa olimpica di discesa libera, ha mostrato una scheda di 16 anni fa

goggia_tweet_2018_twitter
Il tweet di Sofia Goggia

Sofia Goggia è senza dubbio una delle eroine della nazionale italiana impegnata di recente nelle Olimpiadi invernali. La 25enne di Bergamo è infatti tornata dalla Corea del Sud con una medaglia doro sul collo, vinta nello sci alpino. Lazzurra ha rubato ulteriormente la scena nelle scorse ore, grazie ad un tweet pubblicato dalla stessa sul proprio profilo ufficiale. La Goggia ha infatti mostrato una fotografia, con la didascalia «Cosa scrivevo quando non avevo compiuto neanche dieci anni. Quello che si vede è una sorta di documento che Sofia ha pubblicato quando frequentava le scuole elementari, precisamente il 2 ottobre del 2002, quasi 16 anni fa, e la stessa era già una sciatrice provetta. Quello che si legge ha quasi dellincredibile, visto che alla prima riga Il sogno della mia carriera agonistica è, troviamo scritto, «Vincere le olimpiadi di discesa libera.

LA BABY GOGGIA ERA GIA MOLTO MOTIVATA

Tutto era già scritto quindi, con Sofi che aveva già ben in mente, nonostante fosse appena una bambina, cosa volesse fare da grande. Un traguardo poi raggiunto negli scorsi giorni, dopo 16 lunghissimi anni fatti di sacrifici, successi e anche qualche fuori pista, le famose goggiate. E proprio a riguardo, la piccola Sofia allepoca faceva già autocritica, scrivendo, sempre sul documento di cui sopra, «Lobiettivo a lungo termine è far sempre meno errori. Ma ci sono altri spunti interessanti su questa scheda compilata, come ad esempio la forte motivazione che la stessa Goggia evidenziava già a quella tenera età, sottolineando che «sarò prontissima nel lungo termine, e che farà «ancora meno errori. Inoltre, alla domanda, «quanto sono motivata a raggiungere gli obiettivi Sofia ha cerchiato il numero 10: più segno premonitore di così Clicca qui per vedere il tweet



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori