PAGELLE / Atalanta Milan Primavera (2-3): i voti della partita (Coppa Italia)

- Federico Giuliani

Pagelle Atalanta Milan Primavera (2-3): i voti della partita. I rossoneri vincono anche la semifinale di ritorno: Alessandro Lupi e i suoi ragazzi volano in finale e sfideranno il Torino

Serie A pronostici
Foto LaPresse

Atalanta-Milan Primavera termina con il risultato di 3-2 in favore dei rossoneri. Tra i rossoneri spiccano le prove di Murati, Sinani e Tsadjout; da rivedere El Hilali e Llamas. Nell’Atalanta ok Barrow e Melegoni; prestazione opaca di Bolis. Ecco ora le pagelle della partita con i voti alle due squadre e a tutti i giocatori che sono scesi in campo. VOTO PARTITA 7,5 – Gara divertente che regala la bellezza di cinque reti. Ritmi alti e divertimento a volontà. VOTO ATALANTA 6,5 – I bergamaschi non mollano mai ma commettono troppi errori in fase difensiva. VOTO MILAN 7 – Il Diavolo guadagna l’accesso alla finale disputando una gara cinica e mostrando un atteggiamento maturo.

I VOTI DELL’ATALANTA

CARNESECCHI 5,5 – Subisce tre reti e su due di questi appare fuori posizione. Attento su Dias.

DEL PRATO 5,5 – Si fa bruciare da Sinani in occasione del 2-1 rossonero. Si riscatta in parte con l’assist per Melegoni.

ALARI 5,5 – Qualche incertezza in marcatura su Tsadjout e Sinani. Non sempre aiuta Bastoni.

BASTONI 6 – Meglio in proiezione offensiva che non in quella difensiva. Si fa vedere un paio di volte dalle parti di Soncin.

MIGLIORELLI 5 – In campo per un tempo, parte per essere il jolly che si alza e abbassa all’occorenza. Tanta anarchia e poca concretezza (dal 46′ LATTE LATH 5,5 – Prova a scuotere l’attacco ma non sempre riesce nel suo intento).

COLPANI 5,5 – Ha il pregio di metterci grinta e corsa, ma sbaglia diversi palloni (dal 68′ PELI 6 – Fa il suo, ma il match ormai ha ben poco da dire).

BOLIS 5 – Sempre in ritardo, non chiude su Murati né su Tsadjout. Qualcosa di buono in fase di impostazione.

MELEGONI 7 – Promosso a pieni voti sotto lo sguardo attento di Fassone e Mirabelli, che lo vorrebbero con la maglia rossonera. Segna il gol del 2-3.

MALLAMO 6 – Variabile impazzita del reparto offensivo bergamasco. Svaria per tutto il fronte e si fa vedere con inserimenti velenosi (dal 76′ ELIA – SV).

BARROW 7 – Un gol in tuffo e altre due occasioni costruite. Il ragazzo ha i numeri e si farà. Intanto continua a segnare.

KULUSEVSKI 7 – La mente e il genio dell’Atalanta. Le azioni più pericolose nascono dal suo piede. Realizza l’assist per l’1-1 di Barrow.

ALL. BRAMBILLA 5,5 – I suoi partono bene ma subiscono due reti evitabili. Poca concentrazione a inizio ripresa.

I VOTI DEL MILAN

SONCIN 6 – Non può niente sul tuffo ravvicinato di Barrow né sulla rete di Melegoni. Per il resto, sicuro e puntuale negli interventi.

BELLANOVA 5,5 – Spinge pochissimo e si dedica quasi esclusivamente alla fase difensiva. Non sempre preciso.

GABBIA 6 – Dopo un primo tempo in affanno, migliora nella ripresa quando toglie a Barrow il pallone del possibile 2-3.

BELLODI 5,5 – Va un po’ in tilt sul pareggio di Barrow e soffre nel complesso la fisicità del proprio avversario.

LLAMAS 5 – Probabilmente il più opaco tra i ragazzi di Lupi. Non riesce a fermare lo scatenato Kulusevski, che da quella parte fa ciò che vuole.

POBEGA 6 – C’è ma non si vede. Tantissimo lavoro sporco e altrettanta corsa. Esce sfinito (dal 68′ BRESCIANINI 6 – Regala energie fresche al centrocampo).

EL HILALI 5,5 – Serata di sofferenza addolcita con un salvataggio praticamente a porta vuota su Barrow nella ripresa.

MURATI 7 – Cala leggermente nella ripresa ma ha il grande merito di sbloccare il match con un eurogol da vedere e rivedere.

SINANI 7,5 – Riporta in vantaggio il Milan con un colpo di testa da vero opportunista, dagli sviluppi di un corner. Imposta anche l’azione della prima rete rossonera (dal 77′ FORTE – SV).

TSADJOUT 7 – Chiude i conti con la rete del 3-1. Per il resto, disputa un match in cui mette a disposizione della squadra tutta la sua utilità (dal 73′ LARSEN 6 – Partecipa alla festa finale).

DIAS 6,5 – Dà sempre la sensazione di poter creare qualcosa di buono. Purtroppo per lui qualche volta si incaponisce in virtuosismi evitabili.

ALL. LUPI 7 – I suoi ragazzi centrano la finale al termine di una gara disputata con grande maturità. VOTO ARBITRO (Mei) 6 – Non deve amministrare un match complicato. Giusti i cartellini gialli estratti.

IL PRIMO TEMPO

Il primo tempo di Atalanta-Milan termina con il risultato di 2-1 in favore dei rossoneri per effetto delle reti di Murati e Sinani. L’Atalanta deve rimediare un passivo di due reti e parte subito alla carica, cercando di mettere alle strette il Milan. I bergamaschi alzano il baricentro e prendono possesso del campo, con un buon giro palla e cambi improvvisi per gli inserimenti delle mezzali. Al 6′ ecco la prima chance per i padroni di casa: Bolis (6,5) attiva il radar e serve sullo scatto Barrow (6). L’attaccante del Gabon controlla con il destro, quindi conclude con il mancino trovando la parata a terra, in due tempi, di Soncin (6). All’11’ ancora Atalanta pericolosa, questa volta con Colpani (5,5); il centrocampista in maglia nerazzurra lascia partire un mancino a giro da fuori area che termina alto di pochissimo sopra la traversa. Nel momento migliore degli orobici, il Milan passa in vantaggio con un eurogol di Murati (8). Sinani accompagna la manovra sulla sinistra e, al termine di un bel contropiede, chiama in causa proprio Murati, che dal limite carica un tiro imprendibile per Carnesecchi (5,5). L’Atalanta continua a dirigere le operazioni del match e trova il meritato pareggio al 31′: Mallamo (6) premia la penetrazione di Kulusevski (7), che serve Barrow (6,5) con un bel traversone morbido. L’attaccante dei locali, lasciato solo dalla difesa avversaria, colpisce in tuffo e trova l’1-1. Il Milan inizia a soffrire perché l’Atalanta crede al sorpasso. Eppure la Dea subisce un’altra rete. Al 38′, dagli sviluppi di un corner, Sinani (7) anticipa Del Prato (5) e di testa fa secco Carnesecchi.

I VOTI DEL PRIMO TEMPO

VOTO PARTITA 7,5 – La gara non concede un attimo di tregua. I padroni di casa spingono a testa bassa, ospiti che si difendono con ordine per poi pungere in contropiede. VOTO ATALANTA 5,5 – Niente da dire sul predominio territoriale, ma date le armi a sua disposizione i bergamaschi avrebbero potuto decisamente fare qualcosa in più. Giro palla troppo lento e prevedibile. MIGLIORE ATALANTA KULUSEVSKI 7 – Svaria per tutto il fronte offensivo, si inserisce a fari spenti e fa malissimo alla difesa milanista. Suo l’assist per il pareggio di Barrow. PEGGIORE ATALANTA DEL PRATO 5 – Bruciato nettamente da Sinani nell’azione del 2-1 milanista. VOTO MILAN 6,5 – Tanta sofferenza ma anche tantissimo cinismo. Per due volte il Diavolo colpisce l’Atalanta nel momento migliore degli orobici. MIGLIORE MILAN MURATI 8 – Segna un gol fantastico che sblocca una gara complicata. PEGGIORE MILAN LLAMAS 5 – Patisce gli inserimenti di Kulusevski. Si fa vedere poco in fase di impostazione di manovra. VOTO ARBITRO (Mei) 6 – Lascia giocare il match “alla inglese”. Due gli ammoniti, uno per parte.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori