DIRETTA/ Fiorentina-Juventus (risultato finale 0-2) streaming video e tv: la chiude Higuain!

- Claudio Franceschini

Diretta Fiorentina Juventus, info streaming video e tv: probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita di Serie A. Big match tra due squadre che sono grandi rivali 

Khedira Badelj Juventus Fiorentina
Probabili formazioni Fiorentina Juventus (foto LaPresse)

DIRETTA FIORENTINA-JUVENTUS (RISULTATO FINALE 0-2): LA CHIUDE HIGUAIN!

La Juventus sbanca il Franchi battendo la Fiorentina a domicilio per 2 a 0, senza nemmeno strafare la formazione di Allegri porta a casa i tre punti e si porta momentaneamente in testa alla classifica con 62 punti, ventesima vittoria in campionato per i bianconeri che ora si metteranno comodi in attesa del Napoli che non scenderà in campo prima di domani sera. Nonostante una prestazione positiva i viola rimangono a bocca asciutta, ogni sforzo degli uomini di Pioli si è rivelato vano: all’86’ la Vecchia Signora rifila il colpo di grazia ai padroni di casa con un contropiede a regola d’arte, Chiellini pesca Higuain che parte sul filo, la difesa della Fiorentina non si alza con i tempi giusti e l’attaccante argentino può involarsi verso la porta di Sportiello depositando il pallone in rete. Nel recupero (4 minuti concessi da Guida) non succede praticamente nulla di significativo a parte un piccolo problema fisico per Mandzukic che fa preoccupare Allegri, poi rincuorato dallo stesso giocatore croato. (agg. di Stefano Belli) FIORENTINA-JUVENTUS, DIRETTA LIVE

VIOLA A CACCIA DEL PARI

A dieci minuti dal novantesimo resiste il vantaggio della Juventus sulla Fiorentina con gli uomini di Allegri che conducono sempre per 1 a 0 nonostante i tentativi dei viola di pareggiare i conti. La reazione della compagine di Pioli non si è fatta attendere e ha alzato ulteriormente il baricentro nel tentativo di annullare il passivo, con i padroni di casa sbilanciati in avanti per i bianconeri aumentano gli spazi in contropiede, squadre molto lunghe e capovolgimenti di fronte che ormai non si contano nemmeno più. Allegri in un primo momento si tutela togliendo un esterno (Lichtsteiner) per inserire un terzino che all’occorrenza può fare il centrale (Barzagli), salvo poi passare al 4-2-3-1 quando toglie Marchisio per far posto a Douglas Costa. I padroni di casa producono il massimo sforzo, al 71′ Buffon in uscita salva sul nuovo entrato Théréau che in caso contrario avrebbe tirato davanti alla porta spalancata, cinque minuti più tardi Badelj tira con la deviazione di Benassi che mette fuori causa per Buffon anche se il pallone termina a lato. Sarà un finale di sofferenza per la Juve che ha bisogno dei tre punti per mettere pressione al Napoli impegnato domani sera. (agg. di Stefano Belli) 

BERNARDESCHI, GOL DELL’EX!

Al Franchi è ricominciato dopo l’intervallo il primo anticipo della 24^ giornata di Serie A 2017-18 tra Fiorentina e Juventus, al decimo minuto del secondo tempo il punteggio vede la formazione di Allegri avanti per 1 a 0. A inizio ripresa errore di Pjanic che sbaglia la misura del retropassaggio per Chiellini che, pressato da Simeone, non ha scelta e deve rifugiarsi in corner, sugli sviluppi del quale Milenkovic stacca di testa senza inquadrare il bersaglio. Bianconeri che continuano a fare tanta fatica a centrocampo, non sembra serata per Khedira che già domenica scorsa era uscito malconcio dalla gara col Sassuolo. I viola continuano a inibire le iniziative degli avversari, finora si sta rivelando vincente la scelta di Pioli che dal fischio d’inizio non si è limitato a difendere e fare catenaccio ma si è spesso proposto nella trequarti della Vecchia Signora. Tuttavia sono gli ospiti a sbloccare la contesa con una punizione di Bernardeschi che al 56′ segna il classico gol dell’ex e in barba ai sentimentalismi esulta davanti al suo vecchio pubblico che ovviamente non la prende benissimo. (agg. di Stefano Belli)

PALO CLAMOROSO DI GIL DIAS!

Fiorentina e Juventus vanno al riposo sul punteggio di 0-0, primo tempo più complicato del prevsito per i bianconeri che di fatto non hanno creato grossi pericoli dalle parti di Sportiello, idem con patate per quanto riguarda la compagine di Pioli che pur avendo preso il controllo del centrocampo non è riuscita a finalizzare le azioni offensive e a creare palle gol degne di nota. Al 38′ Milenkovic dà una spallata a Mandzukic, Pjanic si incarica di battere la punizione mettendo il pallone sul secondo palo dove Sportiello se la cava rifugiandosi in corner. I padroni di casa in contropiede sfiorano il gol con Gil Dias che servito impeccabilmente da Chiesa colpisce clamorosamente il palo dopo aver scavalcato anche Buffon, sfortunatissimo il portoghese che si mangia le mani per la colossale occasione mancata. Clima sempre più infuocato sul terreno di gioco e sugli spalti, a ogni contrasto i giocatori si guardano malissimo promettendosele, per l’arbitro Guida non sarà affatto semplice gettare acqua sul fuoco e allentare la tensione. (agg. di Stefano Belli) 

RIGORE PER I VIOLA ANNULLATO DAL VAR

Alla mezz’ora del primo tempo Fiorentina e Juventus rimangono sullo 0-0. I viola sono messi molto bene in campo e con un pressing alto mettono in difficoltà la retroguardia bianconera: al 13′ Marchisio sbaglia l’apertura per un compagno, Chiesa intercetta il pallone ma non riesce ad approfittarne perdendo l’equilibrio e cadendo a terra da solo. Dopo un primo quarto d’ora molto equilibrato il parziale potrebbe cambiare quando al 18′ l’arbitro Guida indica il dischetto dopo aver visto Chiellini toccare il pallone col braccio, tuttavia gli assistenti del VAR segnalano il fuorigioco di Benassi e dunque il rigore viene annullato tra le feroci proteste dei padroni di casa che trasformano il Franchi in un’autentica bolgia. In ogni caso la Vecchia Signora non riesce a prendere il controllo del match e fatica a manovrare le azioni d’attacco trovando pochi spazi nella metà campo avversaria. (agg. di Stefano Belli) 

MARCHISIO NON SPAVENTA SPORTIELLO

Allo stadio Artemio Franchi di Firenze l’arbitro Guida ha dato il via alle ostilità tra Fiorentina e Juventus che si affrontano nel friday night della 24^ giornata di Serie A 2017-18, al decimo minuto del primo tempo il punteggio rimane sullo 0-0. Come al solito i tifosi viola accolgono a modo loro la Vecchia Signora, inondando di fischi i giocatori bianconeri ogni volta che toccano palla. Approccio aggressivo da parte dei padroni di casa che impostano un ritmo piuttosto alto senza però scoprirsi più di tanto, ci vuole ben altro per intimorire gli ospiti che al 6′ vanno al tiro per la prima volta con il redivivo Marchisio, promosso titolare dopo l’infortunio di Matuidi: conclusione centrale, debole e perciò innocua per Sportiello che blocca facilmente la sfera. (agg. di Stefano Belli) 

FORMAZIONI UFFICIALI!

Sta per avere inizio Fiorentina-Juventus, primo match della 24^ giornata della Serie A e mentre le formazioni ufficiali stanno per far il loro ingresso in campo al Franchi, andiamo a conoscere meglio i due tecnici protagonisti. A fare gli onori di casa in questo gustoso anticipo sarà ovviamente Stefano Pioli, arrivato a gestire la formazione viola solo lo scorso 6 giugno 2017 e per il quale il match di oggi sarà un gradito ritorno alle origini. In qualità di calciatore infatti il tecnico parmense aveva vestito i colori della Vecchia Signora, e per la precisione dal 1984 al 1987, prima di passare poi la Verona e pure alla Fiorentina. Dall’’altra parte del Franchi ecco invece l’allenatore della Juventus Massimiliano Allegri, arrivato a Torino, dopo la deludente esperienza con il Milan, il 16 luglio del 2014. Con i colori della Vecchia Signora il tecnico livornese ha messo a bilancio 199 presenze e la partita di oggi sarà quindi la sua 200^ sulla panchina bianconera: impressionante la media punti registrata, fissata a 2.28 per match. FIORENTINA (4-3-3): Sportiello; Pezzella, Milenkovic, Astori, Biraghi; Benassi, Badelj, Veretout; Chiesa, Simeone, Gil Dias. Allenatore: Stefano Pioli. JUVENTUS (4-3-3): Buffon; Lichtsteiner, Benatia, Chiellini, Alex Sandro; Khedira, Pjanic, Marchisio; Bernardeschi, Higuain, Mandzukic. Allenatore: Massimiliano Allegri. (agg Michela Colombo)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Fiorentina Juventus sarà trasmessa in diretta tv sui canali della televisione satellitare – su Sky Sport 1, Sky Super Calcio e Sky Calcio 1 (qui con codice d’acquisto 412224) e su quelli del digitale terrestre, dove l’appuntamento è con Premium Sport e Premium Sport HD. In entrambi i casi ci sarà ovviamente di assistere al big match dell’Artemio Franchi in diretta streaming video, grazie alle applicazioni Sky Go e Premium Play che gli abbonati potranno attivare, senza costi aggiuntivi e semplicemente registrandosi con i propri dati, su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone.

CACCIA ALLA CAPOLISTA!

La sfida del Franchi apre la giornata di serie A con i bianconeri della Juventus, a caccia della capolista Napoli, attesi da una trasferta storicamente ostica sul campo della Fiorentina. I padroni di casa, dopo un periodo poco brillante, hanno ritrovato il successo nel derby dell’appennino contro il Bologna. La compagine di Allegri ha invece una striscia di vittorie aperta fatta di sette incontri. Nella scorsa stagione le reti di Kalinic e Badelj resero inutile la marcatura di Higuain. Alla stagione 2016 risale invece l’ultimo successo bianconero al Franchi firmato da Mandzukic e Morata, mentre Kalinic, autore del momentaneo pareggio, fallì un rigore nel finale. Dando uno sguardo agli ultimi cinque precedenti tra le due compagini scopriamo un netto dominio bianconero con quattro vittorie contro la singola affermazione dei viola. (agg. Umberto Tessier)

STATISTICHE

Fiorentina e Juventus con quali numeri arrivano al big match della giornata di Serie A? I bianconeri con il maggior numero di gol di tutto il campionato: sono ben 58 i gol messi a segno dalla squadra di Massimiliano Allegri, con una media di 2.57 reti segnate per partita. La Fiorentina di Stefano Pioli ha invece messo a segno 33 gol, con una media di 1.43 a incontro. Curiosamente fanno meglio i viola nel computo totale dei tiri, con 323 conclusioni totali e 154 verso lo specchio della porta. I bianconeri sono invece a quota 298, però 183 di questi hanno inquadrato la porta avversaria, dunque i campioni d’Italia sono molto più precisi rispetto ai gigliati. Nei cross meglio ancora la viola, con 181 traversoni utili. La Juventus, fino a questo momento, è a quota 159 traversoni, chiaro segnale del fatto che la squadra di Allegri cerca meno questa soluzione nel proprio gioco. In difesa enorme differenza: 15 subiti per la Juventus, 29 per la Fiorentina. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

L’ARBITRO

Fiorentina Juventus sarà dunque diretta dall’arbitro campano Marco Guida, al quale è stata affidata una gara affascinante ma spesso anche complicata. Il fischietto della sezione Aia di Torre Annunziata dirigerà il match del Franchi e sarà affiancato da una squadra arbitrale che sarà formata dal quarto uomo Di Bello, con Mali e Valeriani come assistenti di linea. Alla VAR ci sarà Fabbri, con assistente AVAR Di Fiore. I dieci incontri diretti da Marco Guida in questa stagione in serie A si sono conclusi con sette vittorie interne, due esterne e un solo pareggio. Sinora nella sua stagione il 36enne arbitro campano non ha mai incrociato la formazione di Stefano Pioli, mentre ha incrociato una sola volta la Juventus, in occasione della sconfitta a Marassi per 3-2 con la Sampdoria che è ancora adesso l’ultimo ko dei bianconeri in campionato. In quella occasione sette ammoniti ed un calcio di rigore assegnato ai bianconeri, uno dei due stagionali, che contribuiscono alle 5 espulsioni ed ai 41 cartellini gialli mostrati ai giocatori in questa stagione di Serie A. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ORARIO E PRESENTAZIONE PARTITA

Fiorentina Juventus, che sarà diretta dall’arbitro Marco Guida, è l’anticipo nella 24^ giornata di Serie A 2017-2018: allo stadio Artemio Franchi si gioca venerdì 9 febbraio alle ore 20:45 a causa dell’impegno che attende i bianconeri il prossimo martedì, quando torneranno a disputare la Champions League ospitando il Tottenham negli ottavi di finale. Non c’è bisogno di presentare questa sfida dal punto di vista della tradizione: le due tifoserie sono fiere rivali, le società non si amano (pur avendo fatto affari importanti anche nel passato recente) e soprattutto a Firenze questa partita non è come tutte le altre. Basti pensare alle dichiarazioni del Cholito Simeone, che ha rivelato di essere stato avvicinato da tanti tifosi che gli hanno chiesto di segnare alla Juventus – e sa come si fa, avendolo fatto due volte con la maglia del Genoa lo scorso anno; è una partita che va al di là della posizione di classifica, del contesto del momento e della situazione delle due squadre. Lo scorso anno la Fiorentina aveva festeggiato la vittoria, nell’ottobre 2013 si era forse presa la più bella (la rimonta da 0-2 a 4-2 con tripletta di Giuseppe Rossi), ma la Juventus ha di fatto vinto qui il quinto scudetto consecutivo, con Buffon che nel finale aveva parato un rigore a Kalinic.

IL CONTESTO

Con sette vittorie consecutive la Juventus tiene il passo del Napoli, e ancora una volta ha la possibilità di mettere pressione ai partenopei scavalcandoli in classifica per almeno 24 ore; nell’ultimo turno è arrivato un roboante 7-0 sul Sassuolo che ha ridato anche fiducia offensiva a una squadra che aveva faticato a segnare nelle ultime uscite. Ovviamente la missione di Massimiliano Allegri è quella di arrivare alla sfida diretta a portata di sorpasso, sapendo anche di avere a disposizione il pareggio come risultato utile ma volendo chiudere i conti; tuttavia da qui al giorno fatidico il calendario è complicato e sorride maggiormente al Napoli, dunque bisognerà crescere ancor più di colpi visto che al momento la media punti di entrambe ci dice che la quota per vincere lo scudetto potrebbe essere più alta dei 90 punti. La Fiorentina, tra alti e bassi, continua a sperare nell’Europa: al Franchi viaggia a una media leggermente superiore ma incassa anche più gol. Il problema dei viola è quello della continuità: quest’anno la squadra è riuscita solo una volta a vincere almeno tre partite e solo in un’altra occasione (a settembre) ne ha infilate due. Con un rendimento così a singhiozzo non si può pensare in grande, ma un aiuto è arrivato sicuramente dal rallentamento dalle avversarie dirette; l’imperativo ora è quello di ritrovare al più presto la vittoria casalinga, che manca dal 3 dicembre. Da allora tra le proprie mura la Fiorentina ha ottenuto tre pareggi prima di cadere nettamente contro il Verona, dunque c’è la necessità di ripagare i tifosi con una super prestazione in quella che da queste parti continua a essere definita la partita dell’anno.

PROBABILI FORMAZIONI FIORENTINA JUVENTUS

Laurini non ci sarà: scalpita per un posto Bruno Gaspar che è il suo sostituto naturale, ma per battere la Juventus Pioli starebbe anche pensando alla soluzione alternativa, ovvero quella della difesa a te. Se fosse così, Milenkovic o Vitor Hugo andrebbero ad affiancare German Pezzella e Astori davanti a Sportiello, mentre Gaspar avanzerebbe il suo raggio di azione a centrocampo (insieme a Biraghi). A rimanere fuori sarebbe uno dei tre mediani, oppure uno dell’attacco: nella prima ipotesi panchina per Veretout o Badelj, nella seconda Benassi sarebbe avanzato sulla trequarti insieme a Federico Chiesa, a supporto di Giovanni Simeone. Questi tre sono certi del posto; con il normale 4-3-3 Thereau se la gioca con Gil Dias (e dovrebbe vincere in nome dell’esperienza), la sensazione è che Pioli deciderà soltanto all’ultimo. Problemi di infortuni per la Juventus, che deve pensare anche al Tottenham: Allegri ha già detto che il grande ex Bernardeschi sarà titolare, dunque ci sarà lui ad affiancare Higuain e Mandzukic nel tridente. A centrocampo fuori Matuidi (non ci sarà nemmeno per la Champions League) e dunque con Khedira e Pjanic ci sarà Marchisio, nettamente favorito su Bentancur che a sorpresa potrebbe avere la maglia da titolare martedì sera. In difesa Lichtsteiner viaggia in vantaggio su De Sciglio; Benatia ha recuperato ma potrebbe riposare lasciando campo a uno tra Barzagli e Rugani, a sinistra Asamoah è pronto a rimpiazzare Alex Sandro che ragionevolmente dovrebbe giocare la partita contro il Tottenham.

QUOTE E PRONOSTICO

L’agenzia di scommesse Snai ci aiuta a districarci nel pronostico della partita del Franchi: la Fiorentina si gioca le sue chance ovviamente, ma a essere favorita in questa serata è la Juventus. Per il segno 2 che identifica la vittoria dei bianconeri siamo ad una quota di 1,80 che è decisamente più bassa del valore di 4,75 accostato al successo dei viola, per il quale dovrete ovviamente giocare il segno 1. C’è anche l’eventualità che finisca pari: se pensate che nè Fiorentina nè Juventus riusciranno a prendersi la vittoria dovrete puntare sul segno X e, se la vostra previsione si rivelasse essere corretta, il guadagno che scaturirebbe dalla giocata sarebbe di 3,50 volte la cifra che avrete deciso di mettere sul piatto.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori