DIRETTA/ Verona-Chievo (risultato finale 1-0) streaming video e tv: gli scaligeri si aggiudicano il derby!

- Claudio Franceschini

Diretta Verona Chievo, info streaming video e tv: probabili formazioni, quote, orario e risultato live. Derby al Bentegodi e punti salvezza importantissimi in palio nella serata di sabato

Verona_Chievo_derby_lapresse_2018
Diretta Verona Chievo, Serie A 28^ giornata (Foto LaPresse)

DIRETTA VERONA-CHIEVO (RISULTATO FINALE 1-0): GLI SCALIGERI SI AGGIUDICANO IL DERBY

L’Hellas Verona si aggiudica il derby con il Chievo grazie al gol di Caracciolo: vittoria di misura importantissima per gli scaligeri che nelle ultime 2 gare hanno ottenuto ben 6 punti e si rilanciano di gran carriera nella corsa verso la salvezza. Al contrario i clivensi affondano sempre di più e ora si ritrovano a sole 3 lunghezze di vantaggio nei confronti della terzultima (che in questo momento è proprio il Verona), a rischio la permanenza di Rolando Maran in panchina vista l’incapacità di mettere fine al lungo periodo di crisi in termini di risultati e gioco. Nelle battute conclusive del match i giocatori del Chievo non sono riusciti a rimettere in discussione il risultato, gli uomini di Pecchia si sono difesi strenuamente anche grazie alla spinta del pubblico che si è fatto sentire e alla fine strappano i tre punti con la forza dei nervi. (agg. di Stefano Belli)

CLIVENSI A CACCIA DEL PARI

A un quarto d’ora dal novantesimo resiste il vantaggio dell’Hellas Verona sul Chievo, al momento la situazione vede la formazione di Pecchia sempre avanti per 1 a 0. Maran rende ancora più offensiva la sua squadra togliendo un centrocampista (Hetemaj) per inserire un attaccante (Pellissier): il tecnico fa così capire ai suoi uomini in campo che intende gettarsi in avanti per strappare il pari anche a costo di rischiare lo 0-2 in contropiede. Tuttavia i clivensi non producono palle gol degne di nota, piuttosto si innervosiscono e in parecchi finiscono nel taccuino dei cattivi del signor Damato: Gobbi, Bani, Pellissier e Radovanovic vengono infatti ammoniti dopo aver commesso falli tattici nel tentativo di fermare le ripartenze degli avversari. Gli scaligeri si difendono con ordine e senza correre grossi pericoli nella loro trequarti. (agg. di Stefano Belli)

CARACCIOLO SBLOCCA IL DERBY

Al Bentegodi è ricominciato dopo l’intervallo il derby di Verona tra Hellas e Chievo, al decimo minuto del secondo tempo il punteggio vede la formazione di Pecchia in vantaggio per 1 a 0. A inizio ripresa Maran effettua il primo cambio: Meggiorini rimane in panchina, al suo posto entra Giaccherini che avrà il compito di ridare linfa vitale all’attacco clivense, in effetti al 50′ Birsa serve Inglese che tenta la girata, palla che termina a lato ma se non altro il Chievo ha provato a rendersi pericoloso dalle parti di Nicolas. Saranno comunque gli scaligeri a sbloccare la stracittadina al 52′: sugli sviluppi di un tiro dalla bandierina Verde fornisce l’assist per Caracciolo che sorprende tutti e deposita il pallone in rete alle spalle di Sorrentino. Reazione immediata del Chievo, al 54′ Birsa va al tiro senza spaventare l’estremo difensore avversario, da ora in avanti sarà una partita completamente diversa con l’undici di Maran che adesso non ha più nulla da difendere. (agg. di Stefano Belli)

NICOLAS SALVA SU CASTRO

Verona e Chievo vanno al riposo sul punteggio di 0-0, primo tempo che va in archivio senza gol e con poche occasioni sia da una parte che dall’altra con le due squadre che si sono prevalentemente ostacolate a centrocampo. Dopo una lunga serie di schermaglie i clivensi si riaffacciano in avanti al 35′ con il sinistro di Inglese che viene deviato in calcio d’angolo dalla retroguardia di Pecchia. Sugli sviluppi di un altro tiro dalla bandierina Bani stacca di testa con Meggiorini che sul secondo palo non riesce a impattare il pallone che si spegne oltre la linea di fondo. A cinque minuti dall’intervallo Castro vola a involarsi verso la porta di Nicolas che non si fa scavalcare dal numero 19 di Maran e respinge col piede destro la sua conclusione. (agg. di Stefano Belli)

NERVI TESI IN CAMPO

Alla mezz’ora del primo tempo Verona e Chievo restano sullo 0-0. Dopo aver concesso un paio di occasioni agli scaligeri nelle battute iniziali del derby, col passare dei minuti sono i clivensi a proporsi in avanti e a fare la partita. Trattandosi di una stracittadina gli animi in campo si scaldano in fretta, Hetemaj è autore di una brutta entrata su Petkovic mentre Radovanovic e Calvano non se le mandano a dire con l’arbitro Damato che li avverte che se non si daranno presto una calmata la loro partita durerà davvero poco. Gli uomini di Maran manovrano sulle corsie esterne con Birsa che prova a innescare Castro, il numero 19 viene fermato dalla retroguardia avversaria prima che possa coordinarsi per il tiro; dall’altra parte Verde cerca Matos con un cross che non arriva a destinazione. (agg. di Stefano Belli)

BUCHEL SCALDA I GUANTONI DI SORRENTINO

Al Bentegodi è cominciata la stracittadina tra Verona e Chievo che si affrontano nel secondo anticipo della 28^ giornata di Serie A 2017-18, al decimo minuto del primo tempo il punteggio è fermo sullo 0-0. Le due squadre sono entrate in campo indossando una maglia speciale per ricordare Davide Astori, ovviamente è stato anche osservato il minuto di silenzio con gli applausi del pubblico quando sul maxi-schermo sono apparse le immagini del difensore venuto tragicamente a mancare poco meno di una settimana fa. Gli scaligeri confezionano la prima azione interessante della serata al 4′ con Ferrari che verticalizza per Felicioli, il numero 97 di Pecchia (che gioca per la prima volta dall’inizio) non impatta bene il pallone che diventa facile preda per l’esperto Sorrentino. Tre minuti più tardi Buchel da fuori area fa partire un tiro molto insidioso, l’estremo difensore clivense si salva in calcio d’angolo. (agg. di Stefano Belli)

LE FORMAZIONI UFFICIALI

Il Derby del Bentegodi tra Verona e Chievo sta per avere inizio: andiamo quindi ora a conoscere meglio i due allenatori protagonisti oggi per la serie A, mentre stanno per fare il loro ingresso in campo le formazione ufficiali della sfida. A fare gli onori di casa in questa peculiare occasione sarà il tecnico degli scaligeri Fabio Pecchia, ovvero colui che ha portato lHellas della cadetteria al primo campionato. Positivo anche se non eccezionale (visti i tanti risultati negativi rimediati in stagione) quindi il bilancio punti del Verona sotto la direzione dellallenatore di Formia: 1.42 a match in 74 panchine. Dallaltra parte del campo Rolando Maran, allenato del Chievo dallottobre del 2014, ex bandiera del club anche come giocatore. Considerando i numeri però vediamo che anche lallenatore di Rovereto non brilla pur vantando un numero di presenze più ampio: in 139 partite la media punti è stata di 1.19. E tempo ora di dare la parola al campo: Verona-Chievo sta per avere inizio. HELLAS VERONA (4-3-3): Nicolas; Ferrari, Caracciolo, Vukovic, Felicioli; Fares, Buchel, Calvano; Verde, Petkovic, Matos. A disp.: Silvestri, Coppola, Laner, Fossati, Zuculini, Aarons, Lee, Bianchetti, Boldor, Bearzotti, Souprayen, Heurtaux. All. Pecchia. CHIEVO (4-3-2-1): Sorrentino; Cacciatore, Dainelli, Bani, Gobbi; Castro, Radovanovic, Hetemaj; Birsa, Meggiorini; Inglese. A disp. Seculin, Confente, Jaroszynski, Rigoni, Stepinski, Gaudino, Cesar, Giaccherini, Pucciarelli, Depaoli, Pellissier, Tomovic. All. Maran. (agg Michela Colombo)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Verona Chievo è trasmessa in diretta tv soltanto sui canali della televisione satellitare: per tutti gli abbonati lappuntamento è su Sky Sport 1, Sky Super Calcio o Sky Calcio 1 (qui con codice dacquisto 413087 per chi non avesse sottoscritto il pacchetto Calcio). Ovviamente ci sarà anche la possibilità di seguire questa partita in diretta streaming video, come al solito attivando senza costi aggiuntivi lapplicazione Sky Go su dispositivi mobili come PC, tablet e smarpthone. Ogni abbonato potrà collegare fino ad un massimo di due dispositivi al suo account.

TESTA A TESTA

Si tratterà del confronto numero 21 fra Hellas Verona e Chievo nel derby scaligero, ricordiamo che nella scorsa stagione si è raggiunto un traguardo storico: in A sono stati disputati più derby che in B. La storia racconta di un perfetto equilibrio: 7 vittorie a testa e 4 pareggi, con 23 gol di marca clivense e 24 messi a segno dallHellas Verona. Nella 2016 il Verona si impose grazie alle reti siglate da Toni, Ionita e Pazzini. Pellissier, per il Chievo, rese meno amara la sconfitta. Alberto Paloschi, nel 2014, firmò l’ultima vittoria del Chievo in casa dei cugini. Match che si preannuncia estremamente equilibrato visti anche i precedenti. (agg. Umberto Tessier)

STATISTICHE

In attesa del derby Hellas Verona-Chievo che avrà tutto il palcoscenico del sabato della ventottesima giornata di Serie A, andiamo a vedere alcune statistiche di queste due formazioni: il derby è sempre una partita a sé e in genere i pronostici della vigilia vengono ribaltati durante i 90 minuti. L’Hellas al Bentegodi ha perso nove volte, pareggiando soltanto una gara e ottenendo tre successi. Con 25 gol subiti, gli scaligeri hanno la difesa più perforata del torneo dietro soltanto al Benevento. Il Chievo, se consideriamo le trasferte, ha perso otto volte, pareggiando tre incontri e ottenendo soltanto due vittorie. Pessima anche la differenza reti (8 gol segnati, 24 quelli subiti).

L’ARBITRO

Verona Chievo sarà diretta dunque dal 45enne arbitro barlettano Antonio Damato, che nella gara dello stadio Marcantonio Bentegodi Bentegodi, sua dodicesima presenza in stagione in Serie A, avrà come assistenti Preti e Posado e quarto uomo Pairetto. Alla VAR Di Bello con assistente Liberatore. Nel corso della prime 11 gare dirette Damato ha incrociato due volte il Verona, mentre per il Chievo di tratta della prima gara diretta. Le gare del Verona sono quelle della 5 giornata, capitombolo interno 0 5 con la Fiorentina, e della 15esima giornata, altra sconfitta al Bentegodi, 0 1 con il Genoa. Per larbitro pugliese le statistiche stagionali parlano di 41 ammonizioni e 5 rigori concessi, mentre non si sono registrati cartellini rossi.

ORARIO E PRESENTAZIONE PARTITA

Verona Chievo sarà diretta da Antonio Damato; alle ore 20:45 di sabato 10 marzo questa partita rappresenta il secondo posticipo nel programma della 28^ giornata del campionato di Serie A 2017-2018. Entrambe si presentano a questo appuntamento avendo giocato una partita in meno: le due veronesi infatti avrebbero dovuto scendere in campo domenica scorsa, quando il campionato si è fermato per limprovvisa scomparsa di Davide Astori. Adesso però la stagione riparte: Verona e Chievo giocano una partita davvero delicata per la salvezza. Gli scaligeri adesso ci credono, perchè le distanze si sono assottigliate; il Chievo deve sperare di non perdere altro terreno perchè quella che sembrava una salvezza acquisita soltanto a Natale si sta trasformando in un incubo, perchè la squadra di Rolando Maran improvvisamente non è più riuscita a fare risultati.

IL CONTESTO

Continua a fare fatica il Verona, che però nel girone di ritorno ha vinto due partite che potrebbero essere fondamentali: quella di Firenze e quella casalinga contro il Torino, che è anche lultima giocata prima del rinvio della gara contro il Benevento. A tale proposito, se gli scaligeri avessero giocato oggi potrebbero forse essere già davanti al Crotone, e dunque avere soltanto la Spal da superare per prendersi la salvezza; comunque le partite sono le stesse degli squali, gli estensi rappresentano la nuova quota per rimanere in Serie A e la squadra di Fabio Pecchia, che ci giocherà in casa a fine aprile, vuole tenere fisso lobiettivo che improvvisamente è tornato ad essere alla portata. La crisi del Chievo ha avuto ben pochi momenti per rifiatare: uno di questi la vittoria di Cagliari, ma subito dopo i veronesi hanno perso a Firenze, nellultima partita giocata da Astori. I punti nel girone di ritorno sono appena 4; una vittoria nelle ultime 12 per Rolando Maran, che in questo lasso di tempo hanno conquistato la miseria di 5 punti. Un trend da retrocessione senza appelli, se non fosse che dopo aver battuto la Spal (fine novembre) i punti del Chievo erano 20 in 14 giornate e dunque un po di fieno in cascina è stato messo in anticipo. Non a sufficienza: bisogna continuare a soffrire.

PROBABILI FORMAZIONI VERONA CHIEVO

Il Verona deve fare a meno di Romulo e sarà unassenza pesante, ma se non altro torna Buchel che si posiziona in mediana al centro della linea, insieme a Calvano che potrebbe essere confermato e con Verde e Ryder Matos che potrebbero essere gli esterni. Uno schieramento tutto sommato offensivo per un Hellas che se la vuole giocare senza timori; in difesa Alex Ferrari e Fares dovrebbero essere i terzini con Antonio Caracciolo a comandare il reparto al fianco di Vukovic. La coppia offensiva come sempre sarà quella formata da Bruno Petkovic e Kean, se la può giocare Aarons qualora Pecchia decidesse per un 4-3-3. Il Chievo avrà finalmente la disponibilità di Inglese: o Meggiorini o Pucciarelli per affiancarlo in attacco, con Birsa che come sempre giocherà a supporto. In mediana invece ecco il ritorno di Castro – che si era già visto: sarà lui la mezzala destra con Hetemaj dallaltra parte, Radovanovic agirà come playmaker e si posizionerà davanti a una difesa nella quale Bani è ancora favorito come parnter centrale di Tomovic, Cacciatore a destra mentre dallaltra parte Jaroszynski può avere la meglio su Gobbi.

QUOTE E PRONOSTICO

Non succede troppo spesso che in una partita che potremmo definire equilibrata la squadra in trasferta sia considerata favorita dalle agenzie di scommesse, ma qui stiamo parlando di un derby: di fatto entrambe sono in casa, e allora secondo la Snai chi parte in vantaggio è il Chievo, che ha una quota sul segno 2 di 2,25. Comunque distanza minima, visto che il successo interno del Verona – identificato dal segno 1 – vale 3,30; per leventualità del pareggio dovrete giocare il segno X e, se le cose andassero effettivamente così, il vostro guadagno sarebbe di 3,25 volte la cifra che avrete deciso di mettere sul piatto.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori