DIRETTA / Lecce Matera (risultato finale 0-0) streaming video e tv: Di Piazza si mangia tutto!

- Stefano Belli

Diretta Lecce-Matera: info streaming video e tv, probabili formazioni, orario, quote e risultato live della partita di Serie C girone C in programma domenica 11 marzo 2018 alle ore 18.30.

Cosenza_Caturano_Lecce_gol_lapresse_2017
Lecce, delicata trasferta a Reggio (foto LaPresse)

DIRETTA LECCE MATERA (0-0): FINE PARTITA

Dentro Torromino e fuori Dubickas, Liverani tenta il tutto per tutto. Cambio nel Matera: fuori Strambelli fischiatissimo, dentro il brasiliano Sartore. Al 68esimo Di Piazza si divora la rete del vantaggio. L’ex Foggia scatta bene sul filo del fuorigioco, scarta anche Tonti poi s’incarta strozzando il tiro col sinistro per poi essere recuperato da Angelo che compie un grande intervento in chiusura. Mancosu semina il panico sulla fascia sinistra, poi cross per la testa di Di Piazza che si appoggia su Sernicola: punizione per il Matera. Timidi tentativi da parte degli ospiti: Dugandzic prende posizione sul cross di Di Livio e colpisce bene di testa verso la porta di Perucchini, spazza un difensore del Lecce coi lucani che poi insistono, palla che termina sui piedi di Casoli che da posizione defilata calcia alle stelle. Cambi nel Matera: fuori Di Livio e Dugandzic, dentro Salandria e Maimone. Giallo per Di Sabatino che spreca un fallo tattico cinturando Torromino. Dentro Legittimo, fuori Di Matteo per Liverani. Ammonito De Franco, trattenuta su Tabanelli, nuova occasione per il Lecce. Dentro Giovinco nel Matera, va fuori Tiscione: secondi preziosi per i lucani. Al 91esimo Di Piazza se ne mangia un altro. Sernicola stava per combinare la frittata, retro passaggio verso Tonti preda di Di Piazza che prova il pallonetto alto sopra la traversa.

LIVERANI GIOCA LA CARTA DI PIAZZA

Nessuna sostituzione a inizio ripresa. Tornano in campo gli stessi 22 del primo tempo. Spinge subito il Lecce, lo fa con Di Matteo, uno contro uno con Angelo poi appoggio su Mancosu. Il numero 4 disegna sul secondo palo una bella traiettoria, non ci crede Saraniti e palla che va sul fondo. Brividi di paura per i tifosi leccesi al 50esimo. Di Sabatino lancia Dugandzic chiuso però da Cosenza che sembra essere in controllo, poi lo stesso difensore salentino si fa rimontare dal gigante croato di Osjek, Perucchini deve uscire e fare gli straordinari per far sua la palla. Giallo per Armellino, fallaccio su Sernicola a centrocampo: due ammonizioni sin qui per il Lecce. Poco dopo lo stesso (ex di turno) prova a fare tutto da solo al limite dell’area di rigore biancazurra, tiro a giro col destro che termina di poco alto sopra la porta di Tonti. Riecco Strambelli: conclusione col sinistro del barese deviata in corner, palla di pochissimo a lato della porta di Perucchini e nuova chance dalla bandierina per gli ospiti. Liverani prova a rischiare di più: entrano Tabanelli e Di Piazza per Selasi e Saraniti.

FINE PRIMO TEMPO

Occasione per il Lecce al 28esimo: ripartenza micidiale con Saraniti che cerca Dubickas in area di rigore, il numero 20 viene disturbato da Di Sabatino e non riesce ad andar alla conclusione, palla sul fondo e lucani che possono ripartire. Poco dopo è il Matera a rendersi pericoloso. Prima Angelo poi Sernicola penetrano da destra e sinistra, i giocatori lucani si perdono in un bicchiere d’acqua dinanzi a Perucchini e non riescono ad andare alla conclusione. Rimonta della difesa leccese, ma che brividi per la capolista. Fallaccio di Armellino su Urso a centrocampo, niente cartellino giallo su un’entrata da arancione. Primo giallo del match per Di Matteo, fallo su Strambelli a centrocampo. Sernicola prova a penetrare l’area di rigore salentina dopo un bel cross di Angelo che sfiora la testa di Dugandzic, il numero 17 viene chiuso al tiro da Cosenza. Ghiotta opportunità per la squadra della Basilicata nel finale di primo tempo: angolo direttamente su Tonti, contropiede lucano con Strambelli che non va alla conclusione da buona posizione chiuso da Di Matteo, la squadra di Auteri in un momento era 4 contro 2.

IL MATERA SI DIFENDE BENE

Conclusione di Armellino dai 40 metri che becca alla schiena Saraniti, fischiato il fuorigioco. Di Livio regala la palla al Lecce, molta confusione sul fronte sinistro dei lucani in questo avvio, brava poi la difesa biancazzurra nel rifarsi del pallone. Non si chiude il triangolo Angelo-Casoli sulla fascia destra, la palla rimessa dal numero 27 per l’altro ex di turno dell’incontro è preda di Di Matteo. Contropiede Lecce con Lepore che spreca il cross mandandolo sul fondo, Sernicola si era fatto recuperare su un cambio di campo coi salentini a campo aperto. Può ripartire il Matera. Al 16esimo sono gli ospiti a ripartire pericolosamente.  Di Livio riceve palla da Casoli sulla sinistra, appoggio a Strambelli che prova col sinistro a imbeccare Perucchini, tentativo che sfiora il palo sinistro e termina sul fondo. Ancora un pallone sanguinoso perso da Di Livio sulla fascia sinistra, Dubickas prova a calciare verso la porta di Tonti ma viene deviato in corner da De Franco.

INIZIO GARA

Lecce in campo con il 4-3-1-2. Tra i pali Perucchini, in difesa Lepore, Cosenza, Marino e Di Matteo. In mediana Armellino, Arrigoni e Selasi. Tra le linee Mancosu, in attacco Dubickas e Saraniti. Il Matera risponde con il 4-2-3-1. In porta Tonti, linea difensiva composta da Angelo, Di Sabatino, De Franco e Sernicola. In mediana spazio a Casoli e Urso mentre in avanti troviamo Tiscione, Strambelli e Di Livio, in supporto di Dugandzic. Arbitra il signor Massimi di Termoli. I giallorossi partono forte. Mancosu va al cross dalla destra dopo una bella penetrazione non trovando nessun compagno, palla sull’altro versante per Di Matteo che salta Angelo ed entra in area di rigore duettando con Selasi che gli ridà la palla sul filo del fuorigioco, tentativo di cross del numero 3 giallorosso impattato dalla difesa ospite che spazza. Nuovo cross di Lepore dalla destra, stop infelice di Selasi e poi fallo di Arrigoni su De Franco: punizione dalla difesa per il Matera che può respirare.

SI COMINCIA!

Lecce Matera sta prendendo il via. Edgaras Dubickas. Il giovane lituano classe ’98 si è raccontato a gianlucadimarzio.com. Ecco uno stralcio delle sue parole: “Sono arrivato qui convinto di potermi giocare le mie carte. Eppure, sin dal primo momento, la concorrenza non è mai mancata. Ho avuto paura che fossimo diventati troppi. Invece, proprio negli ultimi mesi, Liverani mi ha lasciato più spazio. Il mister ci tiene davvero tanto, è un perfezionista. Non tarderà ad arrivare ad alti livelli. Mio futuro? Di strada ne devo fare! Ora pensiamo alla promozione, lanno prossimo si vedrà. Magari mi farebbe bene un altro anno di C, per trovare più spazio e fare un po di esperienza. Mi ispiro a Neymar, da bambino giocavo anche io più largo, sulla fascia come lui. Un giorno, sogno di arrivare in Premier League, magari nel Manchester City. Primo gol in campionato contro l’Akragas? Gli avversari stavano spingendo sempre di più, in diverse occasioni si erano resi pericolosi. Serviva chiudere la partita e… che dire, sono contento di averlo fatto io”. Loreno Cassia è fiducioso per la difficile trasferta di Lecce: “Sono contento per come sta andando gente che nel passato è stata criticata come Dugandzic. Aspettiamo anche Giovinco, quando avrà la sua chance dimostrerà di essere alla pari dei compagni. L’infortunio di Golubovic? Una piccola contusione al ginocchio da valutare. Buschiazzo? E’ un giocatore che fa dell’agonismo il suo modo di essere, magari si doveva controllare sul secondo giallo ma è andata così. Col modulo che stiamo adottando abbiamo qualche difensore centrale in più in panchina, non è un problema la sua mancanza numericamente parlando. Strambelli mi è piaciuto molto, ha libertà di svariare in tutte le zone del campo, per noi è importantissimo. Il Lecce? E’ da giocare ancora quell’incontro, non voglio dire che sarà una partita come le altre visto che loro sono primi, andiamo al Via del Mare per cercare di imporre il nostro gioco”.

STREAMING VIDEO E TV, DOVE VEDERE LA PARTITA

La partita non sarà trasmessa in diretta tv sui canali in chiaro o a pagamento, ma si potrà seguire in diretta streaming video via internet collegandosi sul sito elevensports.it, con un abbonamento al portale o acquistando la partita come evento singolo.

I BOMBER

Big match al Via del Mare dove si affrontano rispettivamente prima e quarta in classifica. Andrea Saraniti, calciatore acquistato nella sessione invernale dalla Virtus Francavilla, si è ambientato subito nella nuova realtà siglando tre reti in cinque partite. Il centravanti è l’uomo in più per confermare il primato e permettere al Lecce di centrare la promozione. Il Matera ha trovato nuove reti nel croato Marko Dugandzic, autore di una splendida doppietta contro il Catanzaro. Il centravanti è reduce complessivamente da tre reti nelle ultime due uscite e proverà a colpire anche la retroguardia della capolista. (agg. Umberto Tessier)

LE STATISTICHE

Lecce-Matera si avvicina, andiamo allora adesso a leggere le statistiche stagionali di queste due formazioni che daranno vita ad uno scontro di alta classifica in Salento, dove il Lecce ospita il Matera in una gara chiave per il campionato. Fin qui i giallorossi sono riusciti a mantenere un discreto vantaggio sulla seconda in classifica, il Catania, grazie anche all’incredibile ruolino di marcia davanti al proprio pubblico, dove sono arrivati 32 punti sui 39 disponibili (dieci vittorie, due pareggi e una sconfitta). Il Matera sogna il colpaccio, ma in trasferta ha dei problemi (tre vittorie, tre pareggi e sei sconfitte) e l’attacco (dodici gol fatti) non sembra in grado di impensierire la porta dei padroni di casa (quindici i gol subiti).

I TESTA A TESTA

La capolista Lecce attende la quarta in graduatoria nel big match di giornata. la compagine salentina, dopo lo stop casalingo imposto dalla Juve Stabia, ha vinto in casa dell’Akragas. Il Matera è invece reduce da tre vittorie consecutive che hanno rilanciato le ambizioni degli ospiti. Dando uno sguardo ai precedenti recenti in campionato tra le due compagini scopriamo che il Matera è avanto grazie a tre vittorie, un pari e due sconfitte. Nella gara di andata Mancosu regalò la vittoria ai salentini che dimostrarono di avere una rosa costruita per centrare la promozione. (agg. Umberto Tessier)

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA PARTITA

Lecce-Matera viene diretta dal signor Massimi di Termoli, si gioca domenica 11 marzo alle ore 18.30 ed è una delle sfide del programma della ventinovesima giornata d’andata del campionato di Serie C 2017-2018 nel girone C. La netta vittoria in casa del fanalino di coda Akragas ha permesso al Lecce di scacciare via i dubbi relativi all’ultima sconfitta interna contro la Juve Stabia e tenere a bada i progetti di rimonta in testa alla classifica del Catania, tornato a vincere dopo un periodo a sua volta turbolento. Le ultime partite hanno dimostrato alla squadra di Fabio Liverani come il cammino verso la meta della promozione in Serie B sia ancora lungo e tortuoso, e come i cali di concentrazione possano costare cari anche con un cospicuo vantaggio rispetto alle dirette inseguitrici.

A Lecce arriva un Matera che con le ultime tre vittorie consecutive in campionato ottenute contro Siracusa, Fondi e Catanzaro, ha rinnovato le sue ambizioni d’alta classifica e di play off, assestandosi al quarto posto appena alle spalle del terzetto consolidato delle battistrada del girone C di Serie C, composto appunto da Lecce, Catania e Trapani. I lucani si sono dimostrati capaci di qualunque risultato e il Lecce dovrà fare attenzione a questa mina vagante.

PROBABILI FORMAZIONI LECCE MATERA

Le probabili formazioni che scenderanno in campo allo stadio Via del Mare di Lecce: padroni di casa schierati con Perucchini tra i pali, Lepore schierato in posizione di terzino destro e Di Matteo schierato in posizione di terzino sinistro, mentre Cosenza e Marino saranno i centrali della retroguardia. Il terzetto di centrocampo giallorosso sarà formato da Armellino, Mancosu e Arrigoni, mentre Torromino si muoverà da trequartista alle spalle del duo offensivo composto da Caturano e Saraniti. Risponderà il Matera con il numero uno sloveno Golubovic alle spalle di una difesa a quattro schierata con il brasiliano Angelo, Scognamillo, De Franco e Sernicola schierati rispettivamente dalla corsia laterale di destra alla corsia laterale di sinistra. Al centro della difesa mancherà lo squalificato Morel, espulso per doppia ammonizione nell’ultimo match interno contro il Catanzaro. Casoli e Urso saranno i playmaker arretrati di centrocampo, mentre Di Livio, Strambelli e Tiscione si muoveranno come incursori offensivi alle spalle dell’unica punta di ruolo, Dugandzic, autore della doppietta decisiva che ha permesso ai lucani di battere i calabresi nell’ultimo match di campionato.

LA CHIAVE TATTICA E I PRECEDENTI

Moduli di riferimento confermati per le due formazioni, con il Lecce schierato con un 4-3-1-2 e il Matera con un 4-2-3-1. Nel match d’andata in Lucania i salentini hanno ottenuto un’importante vittoria esterna di misura, grazie ad una rete siglata da Mancosu nel secondo tempo. L’ultimo precedente disputato a Lecce, datato 3 dicembre 2016, ha fatto invece registrare una rotonda vittoria del Matera, tre a zero con gol messi a segno da Negro, Armellino e Strambelli.

QUOTE E PRONOSTICO

Le quote dei bookmaker per le scommesse sulla partita vedono la vittoria interna offerta a 1.73 da William Hill, mentre l’eventuale pareggio viene proposto ad una quota di 3.50 da Bet365. La vittoria in trasferta viene offerta ad una quota di 4.75 da Bwin. Le quote per i gol realizzati nel corso della partita vengono fissate a 2.00 e 1.80 da Bet365 per quanto riguarda rispettivamente l’over 2.5 e l’under 2.5.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori