Video/ Foggia-Cesena (2-1): highlights e gol della partita (Serie B, 31^giornata)

Video Foggia-Cesena (risultato finale 2-1): highlights e gol della partita di Serie B che ha visto i satanelli vincere in extremis grazie al gol di Mazzeo al minuto 95.

17.03.2018 - Stefano Belli
foggia_gruppo_esultanza_lapresse_2017
Probabili formazioni Serie B (LaPresse)

Il Foggia torna a regalare una gioia al suo pubblico battendo il Cesena per 2 a 1 tra le mura amiche dello Zaccheria nell’anticipo della 31^ giornata di Serie B 2017-18: vittoria in rimonta per la squadra di Stroppa che in questa maniera aggiunge altri tre punti al pallottoliere e si avvicina nuovamente alla zona play-off, inguaiando ulteriormente gli uomini di Castori che si ritrovano a ridosso della quintultima posizione. Dopo le classiche schermaglie di inizio gara i padroni di casa provano a rompere gli indugi con Deli e Agnelli, entrambi murati da Perticone e Schiavone che salvano quasi sulla linea. I padroni di casa fanno la partita manovrando parecchie azioni d’attacco, eppure saranno gli ospiti a sbloccare la contesa con il primo (e unico) tiro in porta della serata, quello di Laribi che trafigge Guarna e i satanelli. Un gol preso a freddo poco prima dell’intervallo avrebbe potuto demoralizzare qualsiasi squadra, non quella di Stroppa che rientra in campo con il sangue iniettato negli occhi e a inizio ripresa trova il modo di pareggiare subito i conti con l’incornata vincente di Agnelli che su assist di Kragl (altra prestazione superlativa da parte del centrocampista tedesco, autentico crack del mercato di gennaio) gonfia la rete e ristabilisce l’equilibrio. Sulle ali dell’entusiasmo il Foggia sfiora subito il 2 a 1 con Fulignati che riesce a sporcare il corridoio di Duhamel per Mazzeo, dall’altra parte Laribi è l’unico a impensierire la retroguardia dei satanelli. Non mancano le polemiche nel finale, Duhamel e Fedato vengono sostituti da Stroppa che li rincuora vanamente beccandosi gli improperi dai suoi giocatori, Castori si infuria come una bestia quando l’arbitro Marini non concede né la punizione dal limite né il corner per l’intervento scomposto di Loiacono su Chiricò. Fatto sta che proprio a pochi secondi dal triplice fischio arriva il 12^ gol in stagione di Fabio Mazzeo che approfitta di un’incomprensione tra Suagher e Fulignati per buttarla dentro e dare il via alla festa dello Zaccheria. Tre punti meritati per il Foggia che con 6 tiri in porta, 11 calci d’angolo e addirittura il 70% di possesso palla ha senz’altro preso in mano le redini del gioco per gran parte della serata.

LE DICHIARAZIONI

Le parole di un raggiante Fabio Mazzeo, attaccante del Foggia autore del gol che ha regalato i tre punti alla compagine di Stroppa proprio allo scadere del match: “Gol importantissimo, avevamo preparato questa gara nel migliore dei modi e stavamo anche giocando bene, non meritavamo di prendere gol nel finale di primo tempo ma la squadra ha reagito alla grande, vincere in questa maniera è ancora più bello. Speriamo di raggiungere nel più breve tempo possibile la salvezza che è il nostro primo obiettivo, poi il resto si vedrà. Ci ho messo 15 anni ad arrivare in Serie B, per me giocare in questa categoria è un sogno”.

Nel dopo-gara il tecnico del Foggia, Giovanni Stroppa, ha risposto alle domande di Sky Sport: “Per tutto quello che abbiamo creato nei novanta minuti sarebbe stato un vero peccato non vincere questa partita, anche se la sensazione a volte era quella che andassimo più a folate. Mi auguro che questo risultato porti quel salto di qualità che cerchiamo dall’inizio del campionato. Nessun problema con Castori, mi ha solo fatto notare che mancherebbe un rigore al Cesena, ma c’è poco da commentare visto che il fallo è avvenuto fuori area. Del resto è da una settimana che tutti mi stanno prendendo in giro per essermi lamentato dopo il rigore negato a Nicastro nel match contro il Perugia. Per il resto complimenti agli avversari che ci hanno messo in difficoltà”.

Il commento di Fabrizio Castori, allenatore del Cesena: “Stasera preferisco non parlare altrimenti rischio di combinare un disastro. Sono arrabbiato perché la sconfitta è immeritata, non mi è piaciuta la direzione arbitrale e mi voglio fermare qui. Sul fallo di Loiacono ai danni di Chiricò non solo non ci hanno dato la punizione dal limite ma nemmeno il calcio d’angolo, non mi resta che ingoiare il rospo e fare buon viso a cattivo gioco. Ci stiamo giocando la salvezza, quella di Cesena è una piazza che merita rispetto e di acquisire i risultati sul campo: accettiamo di perdere solo se non dimostriamo di essere all’altezza degli avversari. Non è vero che produciamo poche occasioni da gol, abbiamo il sesto miglior attacco della Serie B sebbene dall’inizio del campionato non ci abbiano mai concesso un solo rigore a favore, caso unico in tutta Europa”.

CLICCA QUI PER IL VIDEO DI FOGGIA-CESENA (2-1): HIGHLIGHTS E GOL DELLA PARTITA DI SERIE B (da skysport.it)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori