JOAO PEDRO, POSITIVO AL DOPING/ Integratore contaminato, un’ora e mezzo di audizione per il calciatore

- Matteo Fantozzi

Joao Pedro, positivo al doping: integratore contaminato, un’ora e mezzo di audizione per il capitano del Cagliari. Il legale è ottimista sulla situazione e parla di un ragazzo rilassato.

JoaoPedro_Cagliari_lapresse_2017
Video Cagliari Frosinone - La Presse

Joao Pedro è risultato positivo al doping e questo era già noto da diversi giorni. Il calciatore del Cagliari e capitano della squadra è stato ascoltato davanti alla procura antidoping di Nado Italia per oltre un’ora e mezzo nella quale sono stati chiariti diversi e basilari concetti. Al fianco di Joao Pedro c’era il suo avvocato Ernesto De Toni e anche il procuratore Gaetano Mari. Ascoltato dal procuratore capo Fabio Filocamo ha detto la sua in merito a questa situazione. Era risultato positivo all’idroclorotiazide, un diuretico, nelle partite contro Sassuolo e Chievo Verona disputate rispettivamente l’11 e il 17 febbraio. L’avvocato di Joao Pedro ha sottolineato: “Joao Pedro dopo aver visto la procura è molto più sereno perché ha potuto spiegarsi. Non ha fatto nulla, sicuramente è stato qualcosa di non voluto“. Il fatto che il calciatore non fosse risultato positivo nella gara contro il Napoli, successiva a quella con i clivensi, è secondo il legale un punto a favore.

LA CARRIERA DEL CALCIATORE

Joao Pedro è nato a Ipatinga il 9 marzo del 1992. Cresciuto nell’Atletico Mineiro ha esordito nel 2010 nei professionisti con la squadra brasiliana. In Italia è stato portato dal Palermo anche se dopo sei mesi è stato girato in prestito in Portogallo al Vitoria Guimaraes visto che non riusciva ad ambientarsi nel calcio italiano. Dopo un anno di prestito al Penarol il Palermo decide di cederlo a titolo definitivo al Santos e in Brasile Joao Pedro non si ritrova. Solo tornando in Portogallo riesce a ritrovare fiducia tanto che con l’Estoril dimostra di essere un talento vero. Dal 2014 gioca col Cagliari e ha collezionato 110 presenze mettendo a segno 30 reti. Nel 2009 aveva iniziato una carriera incoraggiante con la maglia dell’Under 17 del Brasile collezionando 11 presenze mettendo a segno una rete. Non ha mai giocato però nella nazionale maggiore.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori