VIDEO / Napoli-Genoa (1-0): highlights e gol. Mimmo Pesce esulta al gol di Albiol e la Juventus… (Serie A)

- Stefano Belli

Video Napoli Genoa (risultato finale 1-0): highlights e gol della partita giocata tra le mura del San Paolo e valida nella 29^ giornata della Serie A. Le immagini salienti del match.

sarri_napoli_primopiano_lapresse_2017
Maurizio Sarri (LaPresse)

La gara Napoli Genoa ha ridato fiducia all’ambiente partenopeo, depresso dal punticino raccolto tra Roma e Inter. Gli azzurri approfittano del pari della Juventus al Paolo Mazza con la Spal e si portano in classifica a -2. Merito di un gol di Raul Albiol che ha sbloccato una partita difficilissima che si avviava a venti minuti dalla fine a chiudersi col risultato di 0-0. Chi sicuramente ha dimostrato la sua gioia senza nessuna censura è Mimmo Pesce, ancora una volta protagonista di Qui Stadio Voi Stadio su Top Calcio 24. Il noto opinionista tifoso degli azzurri ha vissuto, come molti tifosi partenopei, con grande ansia la gara dove gli azzurri non riuscivano a trovare la porta. Una partita che sembrava stregata anche per i due legni colpiti oltre alle diverse occasioni che avevano visto la palla sfiorare solo di poco la porta difesa da Mattia Perin. Clicca qui per il video. (agg. di Matteo Fantozzi)

VIDEO HIGHLIGHTS NAPOLI GENOA

IL PARAGONE DI SARRI CON NIBALI

Al termine di Napoli Genoa, nel corso della classica conferenza stampa di fine partita, Maurizio Sarri ha fatto anche una divagazione sul ciclismo, sport che segue con passione. Il riferimento naturalmente è all’impresa di Vincenzo Nibali nella Milano-Sanremo, che a Sarri permette di fare anche un paragone con la situazione del suo Napoli: “Nibali ieri (sabato, ndR) ha fatto una cosa fenomenale, ha vinto una corsa non adatta alle sue caratteristiche, è come se Albiol e Koulibaly girassero la punizione al sette. Ha fatto qualcosa di mostruoso, noi siamo contenti di quello che stiamo facendo”. Come dire: anche per il Napoli battere la Juventus sulla distanza di un intero campionato sarebbe qualcosa di fenomenale, Sarri riuscirà ad imitare Nibali? Per scoprirlo, c’è ancora molto da pedalare… (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

VIDEO NAPOLI GENOA

La vittoria del Napoli sul Genoa non è così scontata come avrebbe potuto sembrare alla vigilia, e questo per una serie di motivi: in primis i partenopei venivano da due gare difficili dove era arrivato un solo punto nello 0-0 al Meazza contro l’Inter dopo il clamoroso 2-4 al San Paolo contro la Roma, una flessione che aveva fatto perdere il primato in classifica alla squadra di Sarri che era chiamata a una reazione importante non solo sul piano fisico ma anche e soprattutto su quello fisico. In secundis i grifoni dovevano riscattare il bruciante KO arrivato all’ultimo secondo nella sfida interna al Ferraris con il Milan, inoltre in trasferta la squadra di Ballardini si sta dimostrando molto ostica da affrontare avendo la terza miglior difesa nelle gare esterne. Inoltre in questa fase della stagione il divario tra le big e le cosiddette sembra essersi notevolmente ridotto al girone d’andata, basta guardare cos’è successo all’Olimpico di Roma dove la Lazio ha strappato a malapena uno scialbo pareggio contro il Bologna. Le grandi squadre cominciano ad avere il fiato corto dopo un’intera stagione letteralmente a mille mentre nel mercato di gennaio i club che lottano per la permanenza nella massima categoria si sono rinforzati con l’obiettivo appunto di acciuffare la salvezza. A nove giornate dalla fine del campionato solamente due punti dividono Juventus e Napoli, lo scontro diretto in programma nel weekend del 22 aprile non lascia alternative alle due contendenti: per garantirsi il tricolore bisognerà vincerle tutte, senza se e senza ma. Non sarà ammesso nessun passo falso, neanche il più piccolo tentennamento. Mai come quest’anno la quota scudetto sarà così alta, 100 punti potrebbero non bastare (proprio come nel 2014) e dunque i bianconeri e i partenopei saranno costretti a disputare un campionato a parte anche rispetto alle squadre che lottano per la Champions League. Lorenzo Insigne e Dries Mertens sono rimasti a bocca asciutta, il palo gli ha negato la gioia del gol, ci ha pensato dunque Raul Albiol, un difensore centrale ben poco abituato a segnare, a gonfiare la rete e a ridare gioia e speranza ai partenopei.

LE DICHIARAZIONI

A fine gara Raul Albiol, l’autore del gol decisivo, è intervenuto ai microfoni di Premium Sport: “Le ultime giornate saranno le più difficili, tutte le avversarie sono in ballo per i loro obiettivi. Ora dobbiamo continuare a mettere pressione alla Juventus, non intendiamo assolutamente abdicare, mancano 9 partite al termine del campionato e niente è deciso siamo ancora in ballo per il titolo, abbiamo lavorato tantissimo per riportare il tricolore a Napoli dopo 28 anni e non ci arrenderemo tanto facilmente. L’unica opzione che abbiamo è quella di vincere tutte le partite che dobbiamo disputare da qui a fine stagione. Stiamo migliorando anno dopo anno, da quando Sarri è arrivato la squadra ha compiuto passi da gigante”.

Il commento di Davide Ballardini, allenatore del Genoa: “Il Genoa ha disputato una buona partita, anche nella ripresa abbiamo messo in difficoltà il Napoli a casa sua, non è facile per nessuna squadra creare cinque occasioni nitide al San Paolo. Abbiamo preso gol su un corner che gli abbiamo regalato, per il resto non abbiamo sbagliato nulla, rimanendo concentrati per tutti i novanta minuti anche dopo lo 0-1. Ora penseremo a ripartire, le tante belle prestazioni recenti ci daranno la carica per guardare al futuro con fiducia e serenità. Stasera la squadra mi è piaciuta molto, soprattutto nell’atteggiamento, i miei uomini hanno giocato con coraggio e sfrontatezza, le qualità che richiedo di più”.

Le parole di Maurizio Sarri, tecnico del Napoli, che mette le mani avanti: “Siamo nettamente sopra alle nostre aspettative di inizio stagione, venivamo da una sconfitta e un pareggio anche se la nostra prestazione a San Siro è stata molto sottovalutata, l’Inter è una squadra che nella partita singola può metterti in grande difficoltà. Quella di stasera è stata una partita difficilissima, il Genoa in trasferta è un osso duro e non ti lascia giocare. Di fronte alle squadre chiuse che ripartono in contropiede non è facile trovare la via del gol, e noi nella prima mezz’ora non siamo riusciti a trovare varchi mentre nella ripresa siamo migliorati segnando su palla inattiva. L’anno scorso a quest’ora la Juventus aveva praticamente già vinto lo scudetto, oggi è ancora tutto in discussione: basta questo dato di fatto a evidenziare l’enorme passo in avanti che abbiamo compiuto”.

NAPOLI GENOA, GOL E HIGHLIGHTS: IL VIDEO DELLA PARTITA



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori