DIRETTA / Trento Chaumont (risultato finale 3-0): la Diatec passa il turno e sogna ancora! (Champions League)

- Claudio Franceschini

Diretta Trento Chaumont, risultato finale 3-0: la Diatec ribalta la sconfitta dell’andata ed elimina i transalpini dalla Champions League, volando al secondo turno del Playoff 12

trento volley
Diretta Trento Perugia (Foto LaPresse, repertorio)

DIRETTA TRENTO CHAUMONT (RISULTATO FINALE 3-0)

Trento Chaumont 3-0: è finita, con una grande partita la Diatec ribalta la sconfitta dellandata e vola al secondo turno del Playoff 12 di Champions League, quello che qualificherà per la Final Four. Il terzo set è al cardiopalma, come del resto lo erano stati i primi due: la Diatec lo inizia bene e si prende un minibreak di vantaggio, ma ancora una volta Chaumont regge londata e arriva al pareggio. Dal 13-13 addirittura i francesi centrano un parziale di 4-0 che li porta ad avere un margine consistente, immediata la reazione dei ragazzi di Angelo Lorenzetti che impattano. Si arriva punto a punto fino al momento della verità: Silvano Prandi resta avanti di una lunghezza finchè, come era successo nel secondo set, Trento trova il controsorpasso che la porta ad avere il match point a disposizione. Stavolta però i transalpini non ci stanno e lo annullano, ma a decidere sul 27-25 è il muro piazzato da Eder Carbonera: adesso per Lorenzetti e i suoi giocatori si tratta di aspettare, sarà Civitanova o Belchatow lostacolo verso la Final Four. (agg. di Claudio Franceschini)

DIRETTA TRENTO CHAUMONT (2-0): 26-24, 25-23

Trento Chaumont 2-0: partita in grandissimo equilibrio questa di ritorno del Playoff 12 di Champions League. La Diatec parte forte, si fa riprendere dai francesi nel primo set ma ha la forza di rimontare e chiudere sul risultato di 26-24, iniziando così nel migliore dei modi la sua rimonta. Arriva poi il secondo set, e si capisce bene perchè la squadra di Silvano Prandi sia arrivata fino a qui e abbia vinto landata: nonostante la spinta del pubblico di casa Trento non riesce mai a staccare gli avversari, che restano incollati nel punteggio e arrivano anche al vantaggio nel finale della frazione. Chaumont si porta sul 22-23 ma la reazione dei ragazzi di Angelo Lorenzetti è encomiabile: tre punti in fila portano al 2-0 con il risultato di 25-23. Adesso, nella peggiore delle ipotesi, Trento sarà costretta a giocare il golden set; la speranza però è che i padroni di casa proseguano su questa falsariga e riescano senza ulteriori sussulti a staccare il pass per il prossimo turno della Champions League. (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Trento Chaumont viene trasmessa in diretta tv su Fox Sports, e dunque la Champions League di volley maschile è un appuntamento riservato in esclusiva agli abbonati alla televisione satellitare, che potranno gustarsi questa partita del PalaTrento accedendo al canale 204 del decoder. In assenza di un televisore sarà possibile attivare lapplicazione Sky Go, grazie alla quale assistere alla programmazione in diretta streaming video. Ciascun abbonato potrà collegare fino ad un massimo di due dispositivi mobili (PC, tablet o smartphone); infine diamo anche notizia del sito ufficiale della federazione europea di pallavolo (www.cev.lu), sul quale troverete le informazioni utili sulla Champions League e sulle squadre ancora in corsa per un posto alle Final Four di Kazan.

DIRETTA TRENTO CHAUMONT (0-0): SI COMINCIA!

Siamo pronti a vivere Trento Chaumont: perl a Diatec cè la possibilità di volare a prendersi la qualificazione allultimo turno dei playoff di Champions League. Una competizione che la squadra trentina ha messo in bacheca per tre anni consecutivi tra il 2009 e il 2011, con Rado Stojcev come allenatore: un tris replicato nelle ultime tre stagioni dallo Zenit Kazan, ma che in precedenza non riusciva dal triennio 1996-1998 quando era stata Modena a farlo (e prima ancora Ravenna). Purtroppo negli ultimi anni la Diatec non è riuscita a tenere il livello, tanto che lultimo trionfo in generale è quello dello scudetto 2015; in Champions League è arrivata unaltra finale (nel 2016, persa proprio contro Kazan) ma dopo quello straordinario tris solo una volta su sei Trentino ha raggiunto la Final Four, per il resto fermandosi sempre ai Playoff 12 o addirittura dovendo disputare la Cev Cup, di cui ha raggiunto la finale nel 2015 e 2017 perdendola però contro la Dinamo Mosca nel primo caso e Tours nel secondo. Adesso però non è tempo di pensare al passato glorioso: Angelo Lorenzetti e i suoi ragazzi hanno bisogno di prendersi una vittoria per volare allultimo turno dei Playoff e aumentare le possibilità di raggiungere la Final Four. Non sarà facile, ma la Diatec è sicuramente una squadra in grado di farcela e sarà spinta dal calorosissimo pubblico di casa: diamo allora la parola al campo e mettiamoci comodi per stare a vedere come andranno le cose, finalmente Trento Chaumont comincia! (agg. di Claudio Franceschini)

IL GRANDE EX

Ovviamente Trento Chaumont è una partita che ha come grande protagonista Silvano Prandi: si devono a lui i due titoli conquistati dalla società francese, il tecnico piemontese è qui dal 2015 ma in generale allena oltralpe dal 2015, visto che prima era impegnato sulla panchina di Lione dove ha raggiunto la qualificazione alla Cev Cup e la semifinale playoff di campionato. Nel nostro Paese Prandi è chiaramente allenatore apprezzatissimo: già nel 1978 – aveva 30 anni e si era ritirato da poco – ha conquistato il primo di quattro scudetti con Torino, che ha portato anche a trionfare in Coppa delle Coppe e Coppa dei Campioni. Questultimo successo è leggendario: datato 1980, è stato il primo – in questa competizione – da parte di una squadra non dellEst Europa perchè fino a quel momento avevano vinto soltanto realtà sovietiche, rumene, bulgare, cecoslovacche e della Germania Est – e lo avrebbero fatto anche nei tre anni successivi, prima della doppietta di Parma. A Trento, Prandi ha allenato nel 2004-2005 quando la società non era ancora la corazzata che sarebbe diventata di lì a poco; addirittura fu esonerato per la prima volta in carriera. Torino a parte, il grande rush della sua carriera è quello nella “sua Cuneo, squadra scomparsa quattro anni fa: tra il 1993 e il 1999 lha condotta a vincere due Coppe Italia e due Supercoppe, due Coppe delle Coppe, una Coppa Cev e due Supercoppe Europee. Nel 1996 e 1998 ha giocato la finale scudetto, ma quel tricolore non lo ha mai preso: nel 2010 lo avrebbe fatto Alberto Giuliani. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE DEL MATCH

Trento Chaumont si gioca alle ore 20:30 di martedì 20 marzo: al PalaTrento va in scena la partita valida per il ritorno del primo turno di Playoff 12 della Champions League 2017-2018 di volley maschile. Spieghiamo: dopo la prima fase del torneo (a gironi) è stata sorteggiata una squadra che, ospitando la Final Four, sarebbe andata direttamente alla fase finale – si tratta dello Zenit Kazan – mentre le altre sono impegnate in due turni in andata e ritorno al termine dei quali restano tre realtà che parteciperanno alla Final Four. Trento è una di queste: questa sera cercherà di ribaltare il 2-3 subito allandata dai francesi. La vincente di questa sfida affronterà Belchatow o Civitanova: per la Diatec dunque ci sarà eventualmente un derby contro la Lube, ma prima bisognerà pensare a prendersi la vittoria in questa partita che si preannuncia decisamente complicata.

IL CONTESTO

Il regolamento è chiaro: per superare il turno, Trento ha bisogno quantomeno di impattare il risultato con cui ha perso allandata. Se dovesse essere un 3-2 interno, le due squadre andrebbero a disputare un golden set per determinare la vincente; le altre ipotesi sono un 3-0 o un 3-1 a favore dei padroni di casa o un 3-0 o un 3-1 per Chaumont, e naturalmente la squadra che dovesse prendersi la vittoria con questi punteggi andrebbe a disputare lultimo turno dei Playoff 12. Angelo Lorenzetti e i suoi giocatori ci credono, ma allandata hanno sperimentato la qualità dei francesi; pure sono stati bravi perchè, dopo aver dominato o quasi il primo set, si sono trovati sotto 1-2 ma hanno avuto ancora la forza di vincere il quarto parziale. Hanno capitolato al tie break, ma intanto hanno messo le mani su due set che adesso potrebbero fare tutta la differenza del mondo; Uros Kovacevic, Eder Carbonera e Filippo Lanza hanno indicato la rotta segnando 44 punti complessivi per la Diatec, la chiave per questa sera potrebbe risiedere negli ace del brasiliano (4 allandata) e provare a fermare Wassim Ben Tara, che è stato MVP della partita della scorsa settimana con 18 punti, arrivati in virtù di 16 attacchi. Il giocatore di Chaumont è stato particolarmente efficace quando si è trattato di attaccare in regime di servizio francese: 7 dei suoi 18 punti sono arrivati in questo modo. Ricordiamo che Chaumont è campione di Francia in carica e ha vinto la Supercoppa allinizio della stagione; si tratta dei primi titoli di una storia comunque importante (il club è nato nel 1963), adesso serve il sigillo internazionale e questo potrebbe decisamente essere lanno buono.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori