RISULTATI SERIE B/ Classifica aggiornata-diretta gol live score: frenata Spezia, respiro Ascoli, 32^ giornata

- Claudio Franceschini

Risultati Serie B: classifica aggiornata, diretta gol live score dei due anticipi che aprono la 32^ giornata. Sabato 24 marzo si giocano Spezia Ascoli (ore 18:00) e Bari Brescia (ore 20:30)

Karamoko_Cisse_Bari_lapresse_2018
Playoff Serie B (LaPresse): il Bari fa slittare tutto il programma

terminata la prima partita della 32^ giornata di Serie B, lanticipo delle ore 18.00 di questo turno che avrà orari che ricalcano quelli che normalmente sono della Serie A. Allo stadio Picco pareggio fra Spezia e Ascoli per 1-1, un risultato che fa più piacere ai marchigiani sia per le modalità con cui è maturato sia per gli effetti che potrà avere sulla classifica. Tutto è successo nel secondo tempo: lo Spezia si è portato in vantaggio al 70 minuto di gioco grazie al gol di Marilungo, ma quando ormai il vantaggio dei padroni di casa sembrava definitivo ecco al 91 il pareggio dellAscoli, grazie al gol segnato da Lores. Per i marchigiani sicuramente un buon punto, che fa salire lAscoli a quota 30 punti in classifica: sempre penultimo posto, ma conferma un momento abbastanza positivo, che fa ben sperare in ottica salvezza. Naturalmente invece pareggiare in casa contro la penultima non fa molto bene allo Spezia, che sale a quota 42 punti ma resta fuori dalla zona playoff. Adesso però è già tempo di pensare al secondo posticipo: alle ore 20.30 infatti lappuntamento sarà al San Nicola con Bari Brescia, partita fra due squadre di tradizione e con obiettivi diversi ma altrettanto importanti. La parola torna al campo! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

RISULTATI E CLASSIFICA SERIE B (32^ GIORNATA)

SI GIOCA

Eccoci al via delle partite di Serie B: gli anticipi si aprono al Picco, dove lAscoli va a caccia di conferme dopo aver battuto la Ternana. I marchigiani sono nel campionato cadetto dal 2015: nella stagione precedente si erano classificati secondi nel girone B dopo un lungo ed entusiasmante testa a testa con il Teramo, aveva perso il turno preliminare dei playoff contro la Reggiana ma poco dopo era stato ripescato in Serie B a causa della revoca della promozione agli abruzzesi, per illecito sportivo. Era un Ascoli guidato da Mario Petrone, nel quale Cristian Altinier – oggi proprio alla Reggiana – aveva segnato 17 gol; in squadra figuravano anche Mattia Mustacchio (a Perugia in questo torneo) e Leonardo Perez (tornato in Serie C, dove gioca con la maglia del Cosenza) ma anche un giovanissimo Riccardo Orsolini, che si era appena affacciato alla prima squadra e aveva giocato una sola partita, contro la Pro Piacenza venendo inserito nel secondo tempo. Oggi lAscoli è in mano a Serse Cosmi, che sta provando a salvarlo; già raggiungere i playoff sarebbe un ottimo risultato vista la situazione attuale, e allora battere lo Spezia al Picco può dare il la al tentativo di rimonta. Adesso mettiamoci comodi e lasciamo parlare il campo, perchè finalmente la prima delle due partite di Serie B che si giocano oggi sta per cominciare, e noi non vediamo lora di raccontarne lo sviluppo. (agg. di Claudio Franceschini)

LE SPERANZE LIGURI

Fabio Gallo vuole provare a condurre lo Spezia in Serie A: ormai è diventata quasi una questione donore per la società ligure. Lo Spezia è una delle squadre con la maggior militanza consecutiva nel campionato di Serie B: è arrivato alla sua sesta stagione, dopo aver vinto il girone B della Prima Divisione Lega Pro davanti al Trapani. Le ambizioni sono sempre state alte, ma da quel momento lo Spezia si è fermato per quattro volte ai playoff: non li ha giocati soltanto il primo anno (tredicesimo), poi ci è sempre arrivato ma si è arenato contro Modena, Avellino e Benevento per tre volte al turno preliminare. Solo nel 2016 ha superato un turno, eliminando il Cesena ma solo per venire eliminato appena dopo dal Trapani (0-1 e 0-2); nel corso di questi sei anni in panchina si sono alternati Michele Serena, Gianluca Atzori, Luigi Cagni, Giovanni Stroppa, Devis Mangia, Nenad Bjelica, Mimmo Di Carlo e adesso Fabio Gallo; il croato e Di Carlo sono gli unici ad essere riusciti a concludere unintera stagione, lex allenatore della Primavera ci è molto vicino ma non è affatto detto che riuscirà a condurre la sua squadra ai playoff, considerato obiettivo minimo da una proprietà che ormai sta producendo tutti gli sforzi necessari per arrivare allagognata Serie A che non ha mai giocato, anche se con la squadra dei Vigili del Fuoco avrebbe anche vinto il campionato del torneo di guerra (mai riconosciuto dalla FIGC). (agg. di Claudio Franceschini)

GROSSO E IL TABU’ BRESCIA

Fabio Grosso sfida il Brescia con il suo Bari: lo farà per la seconda volta come allenatore di Serie B, dopo la partita di andata. Al Rigamonti i pugliesi avevano perso 2-1, e questo ci permette di approfondire una statistica se vogliamo curiosa: lattuale tecnico del Bari ha vinto soltanto una volta contro le rondinelle, contando anche i suoi precedenti da allenatore. Sei volte ha sfidato i lombardi quando era un terzino sinistro: cè un solo successo, che risale peraltro al giorno del suo ventisettesimo compleanno (28 novembre 2004). Al Rigamonti il Palermo passò per 2-0 con i gol di Lamberto Zauli e Franco Brienza; erano i rosanero tornati in Serie A dopo tanti anni, e che con Francesco Guidolin avrebbero centrato lEuropa. Per il resto, tre pareggi e due sconfitte: due dei segni X sono arrivati in due partite casalinghe che Grosso ha disputato con la maglia del Perugia, le due sconfitte sempre in trasferta e ancora con lex terzino che giocava con il Grifone. Il terzo pareggio è un 1-1 del novembre 2010: Grosso giocava nella Juventus, dopo la rete di Fabio Quagliarella arrivò il sigillo del Brescia con Alessandro Diamanti. Tecnicamente ci sarebbe unaltra vittoria, in quello stesso campionato: 2-1 bianconero firmato da Milos Krasic e Alessandro Del Piero (Eder per il momentaneo pareggio delle rondinelle), ma Grosso non era stato convocato. (agg. di Claudio Franceschini)

PAREGGITE PER IL BARI?

Il Bari che oggi affronta il Brescia per aprire la 32^ giornata di Serie B, e che ha la speranza di agganciare il Cittadella al quarto posto nella classifica di Serie B, sembra essere affetto da pareggite. I galletti a dirla tutta sono tra le squadre che hanno pareggiato meno in questo campionato cadetto: lo hanno fatto per 8 volte e soltanto Perugia e Foggia (7) hanno meno segni X nel loro torneo, mentre Cittadella, Parma, Novara e Ascoli fino a questo momento impattano il dato della banda pugliese. Tutte le statistiche però vanno analizzate e inserite nel loro giusto contesto: in questo caso scopriamo che, degli otti pareggi del Bari, ben sei sono arrivati nelle ultime 11 partite: tre volte 0-0 (Parma, Carpi e Cittadella), due volte 1-1 (Cesena e Spezia) e il 2-2 contro la Pro Vercelli, con questi risultati equamente distribuiti tra casa e trasferta. In precedenza i biancorossi avevano pareggiato due volte in 19 giornate: era successo alla nona giornata (ancora la Pro Vercelli) e alla tredicesima, contro la Salernitana. In quel caso due pari esterni, ma sempre per 2-2; il Bari si era spinto anche al primo posto in classifica riuscendo a contenere i pareggi e vincendo 10 delle 19 partite giocate, ma adesso manca qualcosa in termini di coraggio – forse – e per questo motivo procedendo un punto dopo laltro altre squadre si sono avvicinate o hanno effettuato il sorpasso. (agg. di Claudio Franceschini)

SERIE B, ANTICIPI 32^ GIORNATA

Si torna a giocare nel campionato di Serie B 2017-2018: siamo arrivati alla 32^ giornata del torneo cadetto, che si avvicina a grandi passi verso la conclusione della stagione regolare. Va detto che tante squadre devono ancora recuperare una partita: succederà allinizio di aprile, ma intanto il programma segue il suo regolare svolgimento; come ben sappiamo, quando cè la sosta della Serie per le nazionali il campionato cadetto slitta di un giorno, e dunque sabato avremo due anticipi. Si parte alle ore 18:00 al Picco con Spezia-Ascoli; alle ore 20:30 invece lo stadio San Nicola aprirà le sue porte su Bari-Brescia. Partite interessanti: le due squadre di casa vanno a caccia di un posto nei playoff, le due che invece sono in trasferta hanno bisogno di punti utili per salvarsi senza passare dai playoff. Questo il quadro generale e riassuntivo, poi ovviamente le situazioni sono ben diverse.

SPEZIA ASCOLI

Continua a essere la continuità il problema dello Spezia, che non vince da quattro partite e lo ha fatto una sola volta nelle ultime sette. Fuori casa non festeggia da quasi due mesi, e sabato scorso ha perso nettamente a Perugia, mostrando di avere anche qualche limite di troppo contro le squadre di pari livello e che sono particolarmente in forma. La classifica adesso si fa complicata: pari punti con la Cremonese con cui allandata è arrivata una sconfitta, al momento sarebbero i grigiorossi a entrare nella post season. LAscoli è tornato a vincere dopo aver perso tre volte consecutivamente: il colpo contro la Ternana vale doppio visto che si trattava di una sfida diretta. Tuttavia le cose non sono ancora sistemate: penultimo posto e ben cinque punti di margine da recuperare per salvarsi subito. Al momento lorizzonte possibile sembra essere quello dei playout, ma perchè sia così i marchigiani devono recuperare tre punti alla Virtus Entella che ha anche giocato una partita in meno.

BARI BRESCIA

Una partita che fino a poco tempo fa si giocava anche al piano di sopra; il Brescia da qualche anno non riesce a trovare qualità e la sua realtà è quella di dover lottare per salvarsi. A oggi avrebbe centrato lobiettivo, ma deve fare molto più di così per rimanere tranquillo: ha perso due delle ultime tre partite e in generale ne ha vinte soltanto tre nelle ultime 13 (con cinque sconfitte), bilancio davvero al ribasso per una formazione che sta scommettendo anche sulla crescita dei giovani. Il Bari punta i playoff come obiettivo minimo, ma soprattutto vuole la promozione: con una partita in meno si trova al quinto posto in classifica e, almeno virtualmente, potrebbe dare fastidio al Cittadella per la quarta posizione che gli permetterebbe di saltare il primo turno degli spareggi. Fabio Grosso punta a questo, anche se segretamente i pugliesi sperano che le due davanti rallentino in modo da inserirsi nella corsa per la promozione diretta; il problema è che nelle ultime tre partite giocate sono arrivati tre pareggi, che hanno frenato una rincorsa che sembrava poter essere vincente.

RISULTATI SERIE B E CLASSIFICA (32^ GIORNATA)

FINALE Spezia-Ascoli 1-1 – 70′ Marilungo (S), 91′ Lores (A)

ore 20:30 Bari-Brescia 1-0 – 8′ Improta (Ba)

 

CLASSIFICA SERIE B

Empoli* 57

Frosinone 54

Palermo* 51

Cittadella 50

Bari* 47

Venezia*, Perugia* 46

Carpi*, Parma* 44

Spezia 42

Cremonese 41

Foggia* 40

Salernitana 38

Pescara 37

Avellino*, Novara 35

Brescia* 34

Cesena 33

Virtus Entella* 32

Ascoli 30

Ternana 26

* una partita in meno

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori