Diretta/ Germania-Brasile (risultato finale 0-1) streaming video e tv: la spuntano i verdeoro!

- Claudio Franceschini

Diretta Germania Brasile, info streaming video e tv: probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita. Amichevole di lusso all’Olympiastadion di Berlino tra le due squadre

Muller_Paulinho_Germania_Brasile_lapresse_2018
Diretta Germania Brasile, amichevole (Foto LaPresse)

DIRETTA GERMANIA-BRASILE (RISULTATO FINALE 0-1): LA SPUNTANO I VERDEORO!

Il Brasile batte la Germania per 1 a 0 nell’amichevole internazionale che è terminata da pochi minuti all’Olympiastadion di Berlino. La Seleçao ha avuto la meglio sulla nazionale campione del mondo in carica, e anche se si tratta solamente di un test match in vista di Russia 2018, questa sconfitta brucerà tantissimo al ct Loew che vuole sempre vincere, anche quando la posta in palio è il prestigio e fare bella figura. I verdeoro probabilmente avrebbero preferito battere i tedeschi quattro anni fa nella semifinale in casa, questo risultato rappresenta comunque una bella iniezione di fiducia per il gruppo allenato da Tite. Nelle battute conclusive della gara, nonostante l’inserimento di Timo Werner, la Germania non ha mai messo a repentaglio il vantaggio del Brasile che è riuscita a difendere il risultato fino al triplice fischio di Eriksson che è arrivato allo scadere del 93′ dopo i tre minuti di recupero concessi. (agg. di Stefano Belli)

GABRIEL JESUS SFIORA LA DOPPIETTA

Quando manca circa un quarto d’ora al novantesimo il Brasile è sempre in vantaggio sulla Germania per 1 a 0. Poco dopo il 60′ il ct Loew opera i primi tre cambi: gara finita per Sanè, Goretzka e Gomez che si accomodano in panchina, al loro posto entrano Stindl, Brandt e Wagner. Sul terreno di gioco non succede granché di significativo con i tedeschi che non stanno di certo mettendo alle corde la retroguardia avversaria. La nazionale di Tite al 68′ sfiora nuovamente il raddoppio con Gabriel Jesus che cerca la doppietta personale con un altro colpo di testa che stavolta termina a lato. Quarto cambio nelle fila della Germania al 72′ con Sule che rileva Jerome Boateng, poco dopo anche Tite mette mano al suo undici con l’inserimento di Douglas Costa al posto di Coutinho. Nell’ultima parte di gara presumibilmente assisteremo ad altri avvicendamenti. (agg. di Stefano Belli)

TRAPP NEGA IL GOL A PAULINHO

Da circa una decina di minuti è ripreso il gioco all’Olympiastadion di Berlino dove è in corso l’amichevole internazionale tra Germania e Brasile, resiste il vantaggio della Seleçao che conduce sempre per 1 a 0. All’inizio della seconda frazione momenti di apprensione per Jerome Boateng che rimane a terra dolorante dopo un duro contrasto, il difensore centrale del Bayern Monaco si riprende comunque in fretta e fa cenno alla panchina che può continuare. Al 52′ azione personale di Coutinho che da fuori area non prende bene la mira e spedisce il pallone ad anni luce di distanza dalla porta di Trapp che tre minuti più tardi compie un intervento ai limiti del miracoloso nei confronti di Paulinho al quale nega il gol del raddoppio. Per adesso ancora nessun cambio ma trattandosi di un’amichevole non ci sono limiti sul numero di sostituzioni e dunque nei prossimi minuti i due ct daranno il via alle rotazioni. (agg. di Stefano Belli)

GABRIEL JESUS SBLOCCA LA CONTESA

Intervallo all’Olympiastadion di Berlino dove si è appena concluso sul punteggio di 1 a 0 in favore del Brasile il primo tempo dell’amichevole internazionale tra la Seleçao e la Germania campione del mondo in carica. Nell’ultimo quarto d’ora è salito in cattedra Gabriel Jesus che al 36′ spreca una buona opportunità da posizione invitante calciando male il pallone al termine di una bella azione personale. Un minuto più tardi l’attaccante del Manchester City si riscatta con gli interessi firmando la rete che rompe l’equilibrio con un colpo di testa vincente che non lascia scampo a Trapp. La reazione dei tedeschi non si fa attendere, al 40′ Mario Gomez non riesce a mantenere il sangue freddo davanti ad Alisson mancando lo specchio della porta difesa da Alisson. L’undici di Tite non ha grossi problemi a difendere il vantaggio fino al duplice fischio del signor Eriksson che manda tutti al riposo, tra un quarto d’ora è prevista la ripresa delle ostilità. (agg. di Stefano Belli)

MARIO GOMEZ NON SPAVENTA ALISSON

Alla mezz’ora del primo tempo Germania e Brasile rimangono sullo 0-0. In questa fase dell’amichevole le due nazionali provano a distendersi: all’11’ Fernandinho fa partire un cross insidioso che non arriva però a destinazione, la retroguardia tedesca fa buona guardia e allontana il pallone dalla porta di Trapp; poco dopo viene murato il tentativo di Gabriel Jesus. Al 17′ Gundogan dal limite libera il tiro senza aggiustare la mira, palla che sorvola la traversa. Ci prova anche il redivivo Mario Gomez che in un paio di occasioni viene però fermato in fuorigioco dall’assistente di Eriksson che finora non ha sbagliato una chiamata. Al 22′ il numero 23 di Loeb colpisce la sfera di testa, nessun pericolo per Alisson che battezza il pallone fuori. Quattro minuti più tardi incursione di Goretzka arginata dai difensori di Tite che lo tengono alla larga dall’area di rigore carioca. Per adesso non si sono registrate grosse occasioni da gol sia da una parte che dall’altra nonostante l’atteggiamento garibaldino delle due compagini. (agg. di Stefano Belli)

TRAPP FA BUONA GUARDIA SU GABRIEL JESUS

All’Olympiastadion di Berlino l’arbitro svedese Jonas Eriksson ha dato il via all’amichevole di lusso tra Germania e Brasile: quando sono trascorsi circa dieci minuti dal fischio d’inizio il punteggio rimane fermo sullo 0-0. Anche se si tratta soltanto di un test match a poco meno di tre mesi dai mondiali in Russia, i carioca sono intenzionatissimi a riscattare il pesantissimo 1-7 di quattro anni fa entrato di diritto tra le sconfitte più memorabili nella storia del calcio. Dal canto loro anche i tedeschi hanno approcciato la gara in maniera molto seria quasi come se in ballo ci fosse una coppa del mondo. Atteggiamento aggressivo da parte di entrambe le nazionali, viene fischiato un fallo in attacco a Sané che nel tentativo di trovare un varco in area era intervenuto in maniera scorretta ai danni degli avversari. All’8′ Miranda regala una punizione dal limite agli uomini di Loew, Kroos si incarica della battuta con il guardalinee che ferma tutto alzando la bandierina per segnalare l’offside di Jerome Boateng; al 10′ Trapp esce con i tempi giusti anticipando Gabriel Jesus lanciato a rete. (agg. di Stefano Belli)

FORMAZIONI UFFICIALI!

Siamo pronti a vivere Germania Brasile, amichevole di lusso dellOlympiastadion di Berlino: le due nazionali condividono un record a livello internazionale, cioè quello di essere riuscite a giocare tre finali consecutive ai Mondiali. Prima ci sono riusciti i tedeschi (1982, 1986 e 1990) e poi i brasiliani (1994, 1998 e 2002); la differenza è che la Seleçao di queste due finali ne ha vinte due, una sola invece la Germania che ha festeggiato a Roma. Non solo: il Brasile rimane lunica nazionale nella storia (e la seconda insieme allItalia) ad aver vinto due Coppe del Mondo in fila. Si trattava ancora della Coppa Rimet e le due edizioni sono quelle del 1958 e 1962, la prima con il diciassettenne Pelé grande trascinatore e la seconda con Amarildo, che giocava già nel Milan (e sarebbe passato anche da Fiorentina e Roma) a trascinare i verdeoro. Laltro primato che accomuna Germania e Brasile è quello di aver giocato il maggior numero di finali: 7, con i tedeschi che hanno perso nel 1982, 1986 e 2002 e i verdeoro che sono caduti nel 1950 e 1998. Tecnicamente, il Maracanazo non era una finale secca: era lultima partita di un girone a quattro ma, poichè era decisiva per lassegnazione del titolo, passò alla storia come finale. Ora tutti pronti, a Berlino si gioca: Germania Brasile comincia! GERMANIA (4-2-3-1): Trapp; Kimmich, Rudiger, J. Boateng, Plattenhardt; Kroos, Gundogan; Draxler, Goretzka, L. Sané; Mario Gomez. Allenatore: Joachim Loew BRASILE (4-3-3): Alisson; Dani Alves, Miranda, Thiago Silva, Marcelo; Fernandinho, Casemiro, Paulinho; Willian, Gabriel Jesus, Coutinho. Allenatore: Tite (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Germania Brasile non sarà trasmessa in diretta tv, nè sarà possibile assistere a una diretta streaming video per seguire questa entusiasmante amichevole; informazioni utili arriveranno però, riguardo le due nazionali in campo a Berlino, sia sul sito della federazione internazionale (indirizzo www.fifa.com) che dagli account ufficiali che le due federazioni, quella tedesca e quella brasiliana, mettono a disposizione sulle proprie pagine dei social network, in particolare Twitter dove gli indirizzi da cercare sono @DFB_Team per la Germania e @CBF_Futebol per il Brasile.

IL MINEIRAZO

Martedì 8 luglio 2014: Germania Brasile non sarà più la stessa cosa da quel giorno in cui allEstadio Governador Magalhaes Pinto, per lappunto il Mineirao (a Belo Horizonte, nello stato del Minas Gerais), le due nazionali si affrontarono per la semifinale dei Mondiali. Il Brasile non ospitava una fase finale di Coppa del Mondo dal 1950, quando era andato incontro al Maracanazo: la sconfitta in rimonta contro lUruguay, quando sarebbe bastato un pareggio per vincere la prima Coppa Rimet. Sarebbero serviti otto anni, labolizione della maglia bianca e anche qualcosa in più per lavare parzialmente lonta; 64 anni e cinque Mondiali dopo la Seleçao sperava di rifarsi del tutto andando a vincere la coppa, ma ai quarti aveva perso Neymar per infortunio e per la semifinale non aveva lo squalificato Thiago Silva. Nonostante questo, cera grande fiducia: in panchina Luiz Felipe Scolari già CT del titolo 2002 – proprio contro la Germania – in campo elementi di grande valore come Julio César e Maicon, David Luiz e Marcelo, Oscar e Fernandinho. Invece fu un disastro: il gol di Thomas Muller dopo 11 minuti aprì una ferita nel fianco del Brasile e quello squarcio non si rimarginò più. Tra il 23 e il 29 la Germania segnò altre quattro volte: Miro Klose, Toni Kroos due volte, Sami Khedira. Sugli spalti incredulità, lacrime e crisi di nervi; in campo, il Brasile ne prese altri due da André Schurrle prima di segnare con Oscar. Fu 1-7: la sconfitta più ampia nella storia del calcio verdeoro, unumiliazione che probabilmente non si cancellerà mai. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA PARTITA

Germania Brasile va in scena con calcio dinizio alle ore 20:45 di martedì 27 marzo: il teatro della sfida è lOlympiastadion di Berlino, che rimane stadio nazionale dei tedeschi e che ospiterà una partita davvero entusiasmante, anche se il contesto è solo quello di unamichevole. Entrambe però preparano il Mondiale: per la Germania si tratta di difendere il titolo ottenuto quattro anni fa e provare a diventare la prima nazionale dal 1962 a mettere le mani su due Coppe del Mondo consecutive, per il Brasile ovviamente di vendicare lumiliazione subita in casa proprio dalla nazionale tedesca, una delle più sofferte nella storia non solo dei verdeoro ma di tutto il calcio. Dunque, i temi ci sono e anche una partita nella quale il risultato conta il giusto si preannuncia come infuocata: la speranza ovviamente è che le aspettative siano poi ripagate sul terreno di gioco, ma cè da scommettere che entrambe le squadre onoreranno limpegno al massimo delle loro possibilità.

IL CONTESTO

Il Mineirazo fa da sfondo allamichevole: per il Brasile quel giorno di luglio 2014 rimarrà scolpito nella pietra come una grande onta, che probabilmente non potrà più essere cancellata. E chiaro però che non sia solo questo il contesto nel quale si gioca a Berlino: Germania e Brasile sono le due delle nazionali più vincenti nella storia del calcio, hanno un totale di nove Mondiali in bacheca e questo senza considerare i trofei che hanno vinto nel rispettivo continente. E idealmente una sfida per la supremazia del globo, se volessimo dare allamichevole un tono epico e definitivo; in realtà non è così, ma è indubbio che nellimmaginario collettivo tedeschi e brasiliani rappresentino le due squadre da prendere a esempio. In più possono anche essere viste come due diverse concezioni di vivere il calcio: da una parte il pragmatismo, la solidità mentale e i muscoli della Germania, dallaltra il calcio bailado e la fantasia al potere del Brasile. Anche in questo caso non si può generalizzare fino in fondo ma limmagine ci può stare, e allora vedremo questa sera chi avrà la meglio.

PROBABILI FORMAZIONI GERMANIA BRASILE

Le formazioni chiaramente sono un rebus, ma possiamo ipotizzarle: nella Germania per esempio potrebbe esserci Leno in porta con Kimmich ancora a destra e Plattenhardt a sinistra, al centro invece una coppia formata da Sule e Rudiger. In mediana non vedremo Khedira uscito malconcio contro la Spagna: spazio a Gundogan, da vedere se Goretzka invece prenderà il posto di Toni Kroos. Per quanto riguarda il reparto offensivo, cè solo limbarazzo della scelta: Wagner e Mario Gomez si contendono il ruolo di prima punta, ai lati Leroy Sané e Stindl sono favoriti ma attenzione anche a Brandt, in ogni caso sono tante le scelte a disposizione di Joachim Loew. Cambierà anche Tite: Ederson si prepara a prendere il posto di Alisson tra i pali, con Fagner e Ismaily che possono giocare sugli esterni. Al centro Marquinhos per Thiago Silva, con Miranda che può essere sostituito da Pedro Geromel; ampio il ventaglio delle scelte a centrocampo, puntiamo su Renato Augusto e Fernandinho con Coutinho che potrebbe essere riproposto come mezzala. Davanti invece giocherà William José, ma ai suoi lati sono pronti Roberto Firmino e Taison. In questo modo sarebbe un Brasile rivoluzionato rispetto al 3-0 contro la Russia: staremo a vedere.

QUOTE E PRONOSTICO

Chi è favorito a Berlino? Difficile dirlo: secondo lagenzia di scommesse Snai sono comunque i padroni di casa. La quota per il segno 1, che identifica la vittoria della nazionale tedesca, vale infatti 2,40 contro il 2,85 che accompagna il segno 2 da giocare per laffermazione del Brasile. Siamo comunque a quote piuttosto in equilibrio, segno di unamichevole che sarà incerta; potrete anche giocare il segno X per il pareggio, questa è leventualità che per la Snai paga di più perchè, se effettivamente non dovessero esserci vincitori, il vostro guadagno sarebbe di 3,25 volte la cifra che avrete deciso di investire.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori