Pagelle/ Lazio Juventus (0-1): Rugani al top. Fantacalcio, i voti della partita (Serie A, 27^ giornata)

Pagelle Lazio Juventus: Fantacalcio, i voti della partita di Serie A per la 27^ giornata. Daniele Rugani tra i migliori al centro della difesa della squadra di Massimiliano Allegri.

03.03.2018 - Fabio Belli
Lazio_Juventus_ingresso_lapresse_2017
Pagelle Lazio Juventus - LaPresse

La sorpresa di Lazio Juventus è stato senza dubbio Daniele Rugani che sulle pagelle prende un bel 7 pieno. Il difensore centrale viene schierato sul centro-sinistra dell’iniziale difesa a tre e poi fa il centrale al fianco di Medhi Benatia. Prestazione sontuosa dove non sbaglia praticamente nulla e diventa decisivo in un paio di occasioni quando i biancocelesti si facevano pericolosi davanti. L’esplosione di gioia con abbraccio a capitan Gigi Buffon sono poi una fotografia da cartolina alla fine della partita con tanto di benedizione dal calciatore con più lunga militanza nel club. Daniele Rugani diventa un’arma importantissima nelle mani di Massimiliano Allegri che può dare così un turno di riposo a Giorgio Chiellini in attesa del big match contro il Tottenham che si giocherà mercoledì sera. Un passo in avanti importante poi per il difensore che potrà così diventare molto utile soprattutto in campionato per prendersi un giorno il posto da titolare. (agg. di Matteo Fantozzi)

IL RACCONTO DELLA PARTITA

Ecco le pagelle finali di Lazio Juventus, una partita che ha avuto un epilogo da ricordare. I destini della lotta Scudetto prendono una svolta al 93′ allo Stadio Olimpico. Una Lazio un po’ stanca ma ordinata aveva imbrigliato la Juventus sullo 0-0, facendo anche qualcosa in più in fase offensiva. Alla fine del recupero una giocata da campione di Dybala, un po’ sottotono per tutta la partita, dimostra come i bianconeri credano più che mai alla prospettiva del settimo Scudetto consecutivo. VOTO LAZIO 6.5 Molto sfortunata la squadra di Simone Inzaghi, lo 0-0 sarebbe stato il risultato più giusto, ma i biancocelesti pagano la sterilità offensiva e soprattutto le fatiche di Coppa che nei 20′ finali si sono terribilmente fatte sentire sulle gambe. VOTO JUVENTUS 7 Ci ha creduto fino alla fine la squadra di Allegri, forse nella giornata più strana e in cui si è trovata a fare maggior fatica. Il cinismo e un pizzico di fortuna sono fondamentali per una grande squadra e non mancano ai bianconeri. VOTO ARBITRO, BANTI 5: Non concede un rigore alla Lazio per intervento falloso di Benatia su Lucas Leiva. Conduzione approssimativa e discutibili anche le ammonizioni, soprattutto l’ultima su Alex Sandro.

PAGELLE LAZIO-JUVENTUS: I VOTI DEI BIANCOCELESTI

STRAKOSHA 6 Praticamente mai impegnato per tutta la partita, è costretto a subire l’ennesimo gol beffa nel recupero dopo quello costato il ko contro il Genoa.

LUIZ FELIPE 5.5 Gioca una partita di grande personalità, ma il tunnel finale di Dybala fa male: è nei momenti decisivi che si vede il vero difensore, e lui deve crescere.

DE VRIJ 6.5 Ottimo in fase di copertura, l’olandese ha qualità e la dimostra anche contro le grandi squadre come la Juventus.

RADU 6.5 Grande generosità da parte del romeno, forse alla sua migliore stagione in biancoceleste. Non era in perfette condizioni ma getta il cuore oltre l’ostacolo.

LULIC 6 Cala anche lui nel finale dopo aver dato tutto col Milan, ma il gol arriva quando esce di scena e probabilmente non è un caso.

MURGIA (DAL 45’ST) SV: Entra e deve ingoiare il rospo del gol-beffa di Dybala.

PAROLO 6.5 Nel finale non riesce a tenere Dybala, ma gioca una partita di grandissimo spessore a centrocampo, dimostrandosi in gran crescita di condizione.

LUCAS LEIVA 6.5 Ha un’intelligenza tattica fuori dal comune e lo dimostra ancora una volta, la Lazio concede pochissimo anche grazie alla sua presenza come perno arretrato.

MILINKOVIC-SAVIC 5.5 Opaco, parte bene con un paio di numeri ad effetto, ma nel secondo tempo la stanchezza si impadronisce anche di un gigante come lui.

LUKAKU 5.5 La generosità non gli manca, ma è troppo impreciso e su determinati palloni la squadra soffre la sua mancanza di saltare l’uomo e di recuperare.

LUIS ALBERTO 6 L’impressione è che con lui in campo la squadra si esprima sempre meglio, stavolta gli manca la capacità di dialogare efficacemente con Immobile.

FELIPE ANDERSON (DAL 24’ST) 5 Entra e non porta nessun tipo di contributo, al di là dei “casi” e dei capricci Inzaghi deve cominciare ad interrogarsi sul suo impiego.

IMMOBILE 5.5 Troppo poco servito nel primo tempo, troppo stanco nel secondo: anche il capocannoniere del campionato, in fondo, è umano.

CAICEDO (DAL 34’ST) 5.5 Impalpabile, anche se entra in un momento in cui la Lazio non ne ha più.

S. INZAGHI 6 Sfortunata la sua Lazio, la sorte tra i rigori col Milan e questa beffa subita sembra avergli voltato le spalle. Contro una Juve in lotta più che mai per lo Scudetto non poteva fare di più, con i rigori di mercoledì sulle gambe.

PAGELLE LAZIO-JUVENTUS: I VOTI DEI BIANCONERI

BUFFON 7 Le sue parate tengono a galla la squadra nel primo tempo, brillante anche un’uscita coi piedi su Immobile nella ripresa.

BENATIA 6 Graziato su un intervento scomposto su Lucas Leiva, è l’unico della difesa bianconera ad andare, almeno a tratti, un po’ in sofferenza dopo un ottimo primo tempo.

RUGANI 7 Sta diventando sempre più una certezza per Allegri, è un calciatore brillante e un giovane di prospettiva. E soprattutto, un difensore sempre più elegante ed efficace.

BARZAGLI 7 Lui invece è una certezza assoluta per i bianconeri, finisce per giganteggiare nell’ultima mezz’ora quando la Lazio non sfonda più in avanti.

LICHTSTEINER 5.5 Gioca troppo duro e troppo confusamente, nonostante la generosità che non gli manca mai. Allegri se ne accorge e lo toglie.

DOUGLAS COSTA (DAL 12’ST) 6.5 Prezioso il suo apporto offensivo in un momento in cui la Lazio stava progressivamente perdendo le energie.

KHEDIRA 6.5 Meglio nel primo tempo che nel secondo, il tedesco comunque convince per senso della posizione nonostante qualche pallone perso di troppo.

PJANIC 6 Qualche tocco pregevole dei suoi, ma ha giocato sicuramente partite più incisive, si vede poco anche quando la Lazio inizia a calare.

MATUIDI 6.5 Una prova muscolare del centrocampista francese, elemento di grande interesse e che sta portando grande esperienza in un centrocampo già internazionale.

ASAMOAH 7 E’ in tutto e per tutto l’anno del suo riscatto, riesce costantemente a spingere sulla sinistra ma è in difesa che regala le chiusure migliori.

DYBALA 7 Sottotono per tre quarti di gara, inizia ad accendersi nel finale ma il colpo da campione è il gol del ko che può spostare gli equilibri della lotta Scudetto.

CHIELLINI (DAL 49’ST) SV Entra per partecipare alla festa finale.

MANDZUKIC 6 Non doveva giocare, Allegri gli chiede un sacrificio e il croato risponde presente, pur lottando meno del solito.

ALEX SANDRO (DAL 27’ST) 7 Approfitta di una Lazio in calo ma per quanto visto meritava un posto da titolare. Sua l’iniziativa che apre la strada al gol di Dybala.

ALLEGRI 7 Di solito la fortuna aiuta gli audaci, stavolta premia la sua prudenza, con un ampio turn over e il Tottenham in testa. E raccoglie il massimo risultato, sostanzialmente, con il minimo sforzo.

PAGELLE PRIMO TEMPO LAZIO JUVENTUS

Le pagelle della prima frazione di gioco di Lazio-Juventus: Strakosha (voto 6) passa un primo tempo tranquillo, le uniche due conclusioni pericolose della Juventus non prendono lo specchio della porta. Brillante finora la prova di Luiz Felipe (7), tempestivo su un salvataggio su Khedira, attenta la prova di De Vrij (6.5) e Radu (6.5) con i centrali biancocelesti che non lasciano spazio agli attaccanti bianconeri. Lulic (6.5) gioca un’ottima partita in fase di contenimento, ma non trova la misura dei cross. Dall’altra parte Lukaku (6) si “salva” su un goffo autogol, ma non fa mai mancare la sua potenza nelle discese sulla sinistra. Ottima prova di Lucas Leiva (7), vero e proprio punto di riferimento del centrocampo laziale, così come Marco Parolo (7), autentico uomo ovunque e autore di un paio di recuperi che strappano gli applausi dell’Olimpico. Milinkovic-Savic (6.5) fa vedere un paio di giochi di prestigio e sfiora il gol di testa, Luis Alberto (6.5) prova a metterci fantasia, ma non riesce a dialogare bene con un Immobile (6) poco servito ma che almeno in un’occasione riesce a impegnare severamente il portiere avversario.

Buffon (voto 7) è molto attento sulla conclusione di Immobile, ma prima ancora su un colpo di testa di Milinkovic-Savic fermato quasi sulla linea. Impetuoso ma un po’ troppo falloso Lichtsteiner (6), decisamente più preciso e brillante Asamoah (6.5) sulla corsia di sinistra. Al centro Benatia (7) e Barzagli (7) non sbagliano praticamente un intervento nella difesa a tre scelta da Allegri, in cui Rugani conferma i progressi degli ultimi tempo. A centrocampo Pjanic (6) inventa un bell’assist per Mandzukic ma si accende ad intermittenza, fa meglio Khedira (6.5) l’unico juventino a trovare i giusti break a centrocampo, mentre Matuidi (6) fa comunque valere la sua esperienza. In avanti Mandzukic (6) manca una buona occasione di testa ma si conferma il solito lottatore, Dybala (6) cerca il numero ma è ben controllato dai difensori avversari.

PAGELLE LAZIO-JUVENTUS: I VOTI DEL PRIMO TEMPO

VOTO LAZIO 6.5 Manca il guizzo offensivo giusto alla squadra di Simone Inzaghi, che ha comunque tenuto molto bene il campo rischiando meno rispetto a quanto creato, in una partita comunque estremamente equilibrata. MIGLIORE LAZIO PAROLO VOTO 7 Dopo un girone d’andata buono ma non eccezionale, si sta confermando leader del centrocampo, straordinario in un paio di recuperi, sempre nel vivo dell’azione. Una buona notizia anche in ottica Nazionale. PEGGIORE LAZIO LUKAKU VOTO 6 Comunque sufficiente e generoso, ma passa un brutto quarto d’ora quando infila la sua porta di testa, su azione fortunatamente per lui già ferma. Deve cercare di essere più preciso. VOTO JUVENTUS 6 I tre punti servono in chiave Scudetto ai bianconeri, che non stanno però facendo granché per ottenerli. Ordinata e attenta la squadra di Allegri non rischia molto, ma per vincere servirà probabilmente cambiare marcia. MIGLIORE JUVENTUS BUFFON VOTO 7 Due grandi interventi su Milinkovic-Savic e Immobile che dimostrano come a quarant’anni è ancora lui il principe dei portieri italiani. Infonde come al solito grande sicurezza al reparto difensivo. PEGGIORE JUVENTUS LICHTSTEINER VOTO 6 Il brutto intervento nel finale di primo tempo su Radu dimostra come il bianconero stia vivendo il match con un pizzico di foga di troppo. Gli manca precisione, non la solita corsa inesauribile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori