BRADLEY WIGGINS / Doping ciclismo: Tour 2012 nel mirino, Team Sky nella bufera

Bradley Wiggins, doping ciclismo: sir Brad e il Team Sky sotto accusa per il Tour 2012 da parte della commissione parlamentare inglese che indaga sul doping

05.03.2018 - Mauro Mantegazza
wiggins_podio_tour2012_lapresse
Bradley Wiggins festeggia il Tour 2012 (LaPresse)

Bradley Wiggins e il Team Sky sono dunque sotto accusa: la commissione parlamentare inglese ritiene che il ciclista britannico abbia fatto uso di doping per vincere il Tour de France 2012, che è passato alla storia per il primo successo di un corridore suddito di Sua Maestà in un grande Giro, impresa che fu ancora più sensazionale perché Wiggins è stato un eccezionale pistard (fino al 2008 vinse tre ori olimpici e sei ori mondiali su pista) e la sua conversione a uomo da classifica nelle più importanti corse a tappe fece sensazione. Le basi furono poste con il quarto posto al Tour 2009, poi ecco il terzo alla Vuelta 2011 prima del trionfo a Parigi nel 2012, a dire il vero in una edizione che sembrava essere disegnata apposta proprio per Wiggins, con oltre 100 km a cronometro e montagne non durissime. Adesso però si fa strada il sospetto che Bradley Wiggins abbia sfruttato non solamente il tracciato favorevole per vincere quel Tour: è lennesima accusa al Team Sky, che deve già fronteggiare il caso della positività al salutiamolo di Chris Froome alla scorsa Vuelta. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

BRADLEY WIGGINS E IL TEAM SKY SOTTO ACCUSA

Bradley Wiggins e il Team Sky sono sotto accusa per doping: il comitato parlamentare del Department for Digital, Culture, Media and Sport costituito in Inghilterra per indagare appunto sul doping nello sport mette sotto accusa il vincitore del Tour de France 2012 e la sua ex squadra, in questi mesi nella bufera anche per il caso della positività di Chris Froome durante lultima Vuelta. Dopo anni di sospetti sullo squadrone britannico e in particolare sui suoi due uomini di punta, un rapporto sembra inchiodare sir Bradley Wiggins e il Team Sky, accusati di avere barato per vincere il Tour de France 2012, che segnò lo storico primo successo di un corridore britannico in un grande Giro, per di più da parte di un corridore che per gran parte della carriera era stato soprattutto un formidabile pistard. Ricordiamo che il Tour 2012 fu un vero trionfo per Sky con al secondo posto lo scudiero Froome, che dallanno successivo avrebbe poi vinto quattro delle ultime cinque edizioni del Tour.

BRADLEY WIGGINS DOPATO AL TOUR 2012? LACCUSA

Laccusa della commissione parlamentare, ripresa oggi da molti giornali britannici, si sintetizza in un rapporto secondo il quale, al Tour del 2012, Team Sky superò «una linea etica sfruttando il sistema dellesenzione terapeutica – grazie a una diagnosi di comodo di asma – solo per far assumere a Wiggins un farmaco a base di corticosteroidi utile in realtà a «migliorarne il rapporto peso potenza in vista della competizione. Inoltre, linchiesta parla di un pacco consegnato a Bradley Wiggins durante una non meglio specificata gara del 2011  (anno in cui con il terzo posto alla Vuelta pose le basi del successivo trionfo al Tour) che avrebbe contenuto il cortisonico triamcinolone e non, come sostenuto da Sky, del Fluimucil: se fosse dimostrato, sarebbe una violazione delle norme antidoping al di là dellesenzione per lasma. Un trucco di cui latleta «beneficiò in termini di performance durante la corsa. Wiggins insiste tuttavia a negare daver assunto qualunque farmaco se non «per usi medici, mentre Sky parla di un rapporto basato su «fonti anonime e potenzialmente calunniose. Restiamo in attesa di una reazione delle autorità sportive. Di certo cè che Wiggins nel frattempo ha preso nettamente le distanze da Sky: il baronetto, che nel frattempo si è ritirato, ha creato una squadra che porta il suo nome e parlando ai giovani talenti ha consigliato loro di non andare al Team Sky in futuro, perché loro ti rovineranno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori