Striscione a Bari su Davide Astori / “Non era meglio Andrea Masiello”, le frasi shock

Striscione a Bari su Davide Astori: “Non era meglio Andrea Masiello”, frasi shock sulla Tangenziale che coinvolgono la morte dell’ex capitano della Fiorentina e il calciatore dell’Atalanta.

05.03.2018 - Matteo Fantozzi
Callejon_Masiello_contrasto_Napoli_Atalanta_lapresse_2017
Video Atalanta Napoli - La Presse

Sicuramente lo scandalo calcioscommesse ha colpito il calcio italiano in maniera importante, non per questo sono giustificati atti tremendi come quello di ieri nei confronti di Andrea Masiello. In Tangenziale a Bari infatti ieri è stato esposto un manifesta con scritto: “Perché Astori e non Masiello”. Questo ovviamente è legato alla brutta vicenda che ha visto perdere la vita a un giovane ragazzo come Davide Astori. Parole pesanti che di certo non ci saremo aspettati e che non sono giustificabili in nessun modo. La foto continua a girare sui social network, ma al momento né la famiglia di Davide Astori né Andrea Masiello hanno espresso parole su quanto accaduto ed è difficile che questo accadda anche nelle prossime ore. Clicca qui per la foto e per i commenti dei follower. Uno striscione questo che farà parlare molto di sé, purtroppo.

I FATTI LEGATI AD ANDREA MASIELLO

Perché tanto astio nei confronti di Andrea Masiello? Tutto nasce in seguito allo scandalo del calcioscommesse datato 2011. Il calciatore è stato squalificato per oltre due anni in merito proprio a vicende di illecito sportivo legato soprattutto alle partite Bari-Sampdoria, Palermo-Bari, Bari-Lecce e Bologna-Bari quando il difensore vestiva la maglia dei galletti. Una squalifica che lo coglie quando è appena arrivato all’Atalanta con la Dea che però lo aspetta e poi torna a mandarlo in campo nella stagione 2014/15 una volta scontata la squalifica. Una vicenda che ha scosso il mondo del calcio e che ha portato molti a chiedersi se fosse necessaria per Andrea Masiello la radiazione dal calcio giocato oppure se bastasse davvero una squalifica per vederlo tornare in campo. Sono passati sette anni dallo scandalo e ancora oggi in molti durante le partite giocate dalla squadra di Gian Piero Gasperini fischiano e regalano cori sgradevoli ad Andrea Masiello.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori