Pagelle/ Psg-Real Madrid (1-2): i voti della partita (Champions League ottavi ritorno)

- Stefano Belli

Pagelle Psg Real Madrid: i voti della partita, i giudizi a tutti i calciatori che sono scesi in campo per il ritorno degli ottavi di finale della Champions League, al Parco dei Principi

Isco_Dani_Alves_Real_Psg_lapresse_2018
Dani Alves, terzino destro del PSG - LaPresse

Il Real Madrid aveva già ipotecato i quarti di Champions League 2017-18 nella gara d’andata vincendo per 3 a 1 al Santiago Bernabeu, stasera al Parco dei Principi la squadra di Zidane si è nuovamente imposta sul Paris SG per 2 a 1. Per il secondo anno consecutivo la compagine di Unai Emery esce di scena agli ottavi di finale e ancora una volta deve rinviare l’appuntamento con il salto di qualità in Europa nonostante le vagonate di milioni investite dalla dirigenza araba, i transalpini hanno pagato l’assenza di Neymar, mentre i blancos hanno fatto valere tutta la loro esperienza in campo internazionale, con una grandissima prova di carattere e personalità da parte di tutti gli effettivi. Serata da dimenticare per Marco Verratti, la sua gara è durata 66 minuti: il centrocampista di Pescara ha rimediato due cartellini gialli ed è stato espulso dal direttore di gara, il signor Brych. Di Cristiano Ronaldo e Casemiro i gol che hanno condannato il PSG alla resa, di Cavani il momentaneo pari che non è servito però a riaccendere la speranza per i francesi che da ora in avanti non hanno più club a rappresentarli nella più importante coppa europea.

VOTO PARIS SG 5 – Questa doveva essere la serata del definitivo ingresso tra le grandi del calcio europeo, invece la rimonta non riesce e i transalpini salutano di nuovo la Champions agli ottavi.
VOTO REAL MADRID 7 – Forti del 3-1 dell’andata gli uomini di Zidane gestiscono al meglio la situazione affondando gli avversari in contropiede.
VOTO ARBITRO BRYCH 6,5 – Molto fiscale il direttore di gara (ne sa qualcosa Verratti) che inoltre interrompe il gioco un paio di volte quando sugli spalti alcuni tifosi del PSG accendono un po’ di fumogeni.

I VOTI DEI PARISIEN

AREOLA 6 – Reattivo su Sergio Ramos, nega il gol a Benzema che si era lanciato in campo aperto. Nella ripresa si arrende all’incornata perfetta di Cristiano Ronaldo mentre la deviazione di Marquinhos gli impedisce di parare la conclusione di Casemiro, nel finale impedisce a Isco di calare il tris.
DANI ALVES 6 – Subito una buona chiusura su Asensio, si occupa di rendere innocuo Cristiano Ronaldo e la cosa gli riesce anche nel primo tempo. Da un suo errore nascerà poi il primo gol delle merengues.
THIAGO SILVA 6 – In scivolata sbarra la porta a Benzema e interviene prima che possa accadere l’irreparabile, da capitano del PSG è lui che cerca di convincere i tifosi a spegnere i fumogeni che impediscono il proseguimento del match.
MARQUINHOS 5 – Nel primo tempo buca l’intervento e per poco non manda in porta con tutto il pallone Benzema fermato solamente dall’intervento in prima persona di Areola. Nelle battute conclusive devia il tiro di Marquinho mettendo fuori causa il suo portiere.
BERCHICHE 6 – Il più caparbio tra i difensori del PSG, molto bene nell’uno contro uno, Lucas Vazquez deve sempre fare i conti con lui.
VERRATTI 4,5 – Scende in campo con uno stato d’animo particolare, si vede che la morte di Astori lo ha profondamente toccato. Si mette in evidenza con una chiusura su Varane, si fa poi ammonire per un fallo tattico e rimedia il rosso rivolgendo qualche parolina di troppo all’arbitro Brych che non transige e lo caccia via.
THIAGO MOTTA 5,5 – A inizio ripresa ha l’occasione di sbloccare la contesa ma dal limite fa partire un tiro sbilenco. Inconcludente, ma ci saremmo stupiti del contrario. (PASTORE 6 – La prima carta che Emery cala nella ripresa nel disperato tentativo di rovesciare le sorti di un match ormai segnato, partecipa all’azione del momentaneo pari di Cavani con un colpo di testa respinto goffamente da Navas)
RABIOT 5 – Si capisce subito che non è serata per lui quando sbaglia un’apertura facilissima per Verratti, impalpabile a centrocampo e demolito dal confronto con gli omologhi del Real Madrid.
DI MARIA 5,5 – Non capitalizza una punizione dal limite che si era procurato Mbappé, costringe Kovacic a spendere il giallo per fermarlo. Diciamo che prova a non far rimpiangere Neymar ma evidentemente non è un compito alla sua portata. (DRAXLER SV – Emery lo getta nella mischia quando ormai è troppo tardi)
CAVANI 5,5 – L’uruguaiano trova il gol solamente grazie a un rimpallo molto fortunato, nel recupero Casemiro gli impedisce di fare doppietta. In carriera ha vissuto giornate decisamente più felici di questa.
MBAPPE’ 5,5 – I difensori del Real Madrid gli concedono pochi spazi per le sue micidiali accelerazioni, si procura una punizione dal limite, poco prima dell’intervallo non angola il tiro. Dovrà ancora farne di strada per diventare un vero top player a livello europeo. (DIARRA SV) 
ALL. EMERY 5 – Per il secondo anno di fila fallisce l’obiettivo più importante per il PSG al quale resta soltanto il campionato per salvare la stagione. A dimostrazione che i soldi non bastano per vincere.

I VOTI DEI BLANCOS

NAVAS 6 – Prima dell’intervallo fa buona guardia su Di Maria e Mbappé, si arrende solamente al tocco fortunoso di Cavani che in qualche maniera pareggia momentaneamente i conti.
CARVAJAL 6 – Un timido tentativo dalla distanza, per il resto si occupa di arginare gli avversari, compito che i giocatori del PSG gli facilitano e neanche di poco.
SERGIO RAMOS 6,5 – Pericolosissimo come al solito sulle palle inattive, Areola gli dice di no. Da grande campione guida il reparto difensivo anche se non riesce a evitare l’ammonizione per un fallo tutto sommato inutile su Pastore.
VARANE 6 – Cerca il gol con un tap-in che Verratti in scivolata gli nega, saggiamente non tenta spesso le incursioni per non lasciare scoperta la sua trequarti.
MARCELO 6 – Qualche problema a inizio gara quando non gestisce impeccabilmente il pallone quando se lo ritrova tra i piedi, Mbappé quando accelera lo mette alle corde. Poi quando c’è da spingere il numero 12 del Real non si smentisce mai e le sue percussioni sulle corsie esterne mandano in sofferenza i transalpini.
LUCAS VAZQUEZ 6,5 – Per la prestazione che il numero 17 del Real fornisce meriterebbe il gol, il palo su cui si stampa il pallone però non è d’accordo.
CASEMIRO 7,5 – Giocatore importantissimo per Zidane: legge benissimo ogni azione, tutti i compagni di reparto si affidano a lui per sbrigare le varie pratiche. Sfortunatissimo in occasione del pari degli avversari quando fa carambolare addosso il pallone a Cavani ma si riscatta con gli interessi firmando la rete del definitivo KO. Ancora più di Cristiano Ronaldo è l’uomo che fa la differenza dietro le quinte.
KOVACIC 6 – Recupera un po’ di palloni approfittando delle sbavature degli avversari, Casemiro gli dà una grossa mano in fase di manovra e possesso. Gli diamo la sufficienza per la buona volontà dimostrata. (KROOS 6 – Zidane gli fa immagazzinare minuti nelle gambe dopo l’infortunio che ha costretto il tedesco a fermarsi)
ASENSIO 6 – Zidane lo schiera in una posizione dove non si trova a suo agio, soprattutto quando deve curare la fase difensiva, la fortuna comunque non è dalla sua parte quando colpisce il palo esterno sull’1 a 0. (ISCO SV)
BENZEMA 6 – Un tentativo per il francese neutralizzato da Thiago Silva, prima dell’intervallo il francese parte in campo aperto ma non riesce a battere Areola. Poco prima di uscire grazia il PSG andando alla conclusione anziché servire un liberissimo Cristiano Ronaldo (BALE 6 – Non riesce a impensierire Areola calciandogli in bocca)
CRISTIANO RONALDO 7 – Come al solito è lui a metterci il sigillo quando a inizio ripresa con uno stacco da terra poderoso colpisce il pallone di testa gonfiando la rete, spegnendo le ultime speranze dei transalpini.
ALL. ZIDANE 7,5 – La incarta a Emery con un’ottima fase difensiva, stroncando sul nascere ogni iniziativa degli avversari. Se in campionato non ha mai trovato la quadra del cerchio in Champions può ancora dire la sua e inseguire un clamoroso tris.

I VOTI DEL PRIMO TEMPO

Al Parco dei Principi è in corso il match valevole per il ritorno degli ottavi di Champions League 2017-18 tra Paris SG e Real Madrid, la situazione al momento vede le due squadre sullo 0-0: ecco i voti del primo tempo. Si riparte dal 3 a 1 dell’andata al Bernabeu in favore delle merengues che impostano una gara sulla difensiva, concedendo meno spazi possibili agli uomini di Emery che infatti creano pochi pericoli dalle parti di Navas (6,5) che comunque risponde presente quando Di Maria (6,5) e Mbappé (6) cercano la porta. Dall’altra parte l’undici di Zidane si propone dalle parti di Areola (7) in contropiede, su palla inattiva Sergio Ramos (6) e Varane (6) non trovano la via della rete da distanza ravvicinata, mentre approfittando di uno svarione di Marquinhos (5,5) Benzema (6) per poco non la sblocca, anche se trova l’opposizione dell’estremo difensore locale. Per come si sono messe le cose il Real Madrid ha buoni motivi per sorridere, a meno che nella ripresa non arrivi la reazione veemente del PSG che non c’è stata nella prima frazione.

VOTO PARIS SG 5,5 – I transalpini possono e devono fare di più per ribaltare l’1-3 dell’andata.
MIGLIORE PARIS SG: AREOLA 7 – Un paio di interventi su Sergio Ramos e Benzema gli consente di tenere ancora a galla i suoi.
PEGGIORE PARIS SG: MARQUINHOS 5,5 – Un suo buco nella metà campo transalpina poteva costare molto caro all’undici di Emery.

VOTO REAL MADRID 6,5 – Sebbene sia il PSG a dover fare la partita sono le merengues a creare le principali occasioni in questa prima frazione.
MIGLIORE REAL MADRID: CASEMIRO 7 – Quasi tutte le azioni offensive del blancos nascono dai suoi piedi.
PEGGIORE REAL MADRID: MARCELO 5,5 – Perde un po’ di palloni e fatica a rientrare quando gli avversari ripartono verso la porta di Navas. (Stefano Belli)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori