Champions League, Tottenham-Juventus/ I bianconeri sono costati più del doppio rispetto agli Spurs: i dettagli

- Davide Giancristofaro Alberti

Champions League, Tottenham-Juventus, i bianconeri possono farcela? Un solo motivo per sperare. La Vecchia Signora deve aggredire la difesa londinese, priva di due titolari

Kane_esultanza_Tottenham_Everton_lapresse_2018
Diretta Borussia Dortmund Tottenham, ritorno ottavi Champions League (Foto LaPresse)

La Juventus scenderà in campo questa sera, dalle ore 20:45, per affrontare a Londra i padroni di casa del Tottenham. Analizziamo insieme quanto sono costate le due squadre, soffermandoci in particolare sui ventidue giocatori che calcheranno questa sera il prato dello stadio londinese. Vi avvisiamo subito che la compagine di Pochettino è costata molto meno rispetto a quella juventina, meno del doppio. Il giocatore più caro fra i titolari inglesi è il centrale di difesa Sanchez, pagato allAjax ben 40 milioni di euro, Segue Lamela, costato 30 milioni (ex Roma), con il nazionale belga Dembele, a quota 19. Kane è un prodotto del proprio vivaio, mentre Alli è stato pagato appena 7 milioni di euro, acquistato praticamente quando ancora non lo conosceva nessuno. Stessa sorta è toccata a Dier, mentre il capitano, il portiere Hugo Lloris è costato 13 milioni. Situazione ben diversa, dicevamo, fra le fila juventine, una squadra carissima, che supera i 330 milioni di euro di costo. I più esosi sono stati Higuain (92), Buffon (52) nonché Dybala e Douglas Costa (80 milioni in due). Dellundici di questa sera cè un solo giocatore costato poco, Khedira, sbarcato dal Real a zero, mentre per Chiellini è stato necessario un assegno da 8 milioni. In totale, “vince” la Juventus con 337 a 158. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

COSI’ LA JUVENTUS PUO’ FARCELA

La Juventus si gioca una fetta importante della sua stagione. Questa sera giocherà a Londra contro il Tottenham il ritorno degli ottavi di finale di Champions League, una sfida molto complicata visto il due a due dellandata. La Vecchia Signora ha però un buon motivo per sperare: la difesa degli Spurs. I campioni dItalia in carica cercheranno di fare la partita, prendendo in mano il pallino del gioco e aggredendo il reparto più arretrato degli Spurs, quello senza dubbio più carente rispetto agli altri due. Tra laltro Pochettino non potrà contare su due titolari oggi, leggasi il centrale della nazionale belga Alderweireld, e il terzino destro Aurier. Due assenze importanti, di cui la squadra di Allegri dovrà approfittarne. Tanti però i motivi che invece spingono verso un insuccesso, come ad esempio il fatto che se la Juventus dovesse attaccare, potrebbe sbilanciarsi, favorendo così la minaccia Harry Kane, bomber letteralmente scatenato in questa stagione. Come dimenticarsi poi del fattore campo, con gli Spurs che non hanno mai perso in casa in Champions, mentre la Juve ha vinto una sola volta in trasferta (ad Atene con lOlympiakos). Infine, vanno sottolineate le condizioni fisiche non proprio eccelse della Juventus. Mancherà Mandzukic, uno che fa sempre comodo in queste gare, mentre Higuain sarà titolare ma non al 100%. Anche Dybala è appena rientrato da un infortunio e con la Lazio, gol a parte, non ha brillato. Questo è quindi il quadro generale della situazione in vista del big match londinese: la cosa bella è che il calcio è tutto tranne che una scienza esatta, e fino a che larbitro non fischia la fine, tutto può succedere (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

I NUMERI DI KANE

Scatta questa sera lora di Tottenham-Juventus. Dalle 20:45, in quel del mitico scenario dello stadio Wembley, in Londra, i bianconeri si giocano una fetta di stagione. Obiettivo, superare i padroni di casa degli Spurs, per accedere così ai quarti di finale di Champions League. Non sarà semplice perché allandata finì due a due a Torino, un risultato che ovviamente favorisce gli inglesi, ma la Vecchia Signora ha il dovere di provarci. Inutile nascondersi, lattacco dei britannici fa paura, a cominciare da quell’Harry Kane (che in inglese suona come Uragano), che sta vivendo la sua miglior stagione in carriera, con numeri davvero impressionanti. Sono 24 i gol siglati in Premier League, mentre in Champions il nazionale dei Tre Leoni ne ha segnati sette, e meglio di lui ha fatto solo un certo Cristiano Ronaldo, che però vive su un altro pianeta. Ma non finisce qui, perché le statistiche raccontano di un Kane come il giocatore più decisivo dellintera Premier League.

STATISTICHE IMPRESSIONANTI PER KANE

Più del 43% dei gol segnati dal Tottenham porta infatti la sua firma, e Kane è anche il giocatore che tira di più in Gran Bretagna, con ben 154 tentativi verso la porta, di cui il 43.1% fra i pali. Ogni novanta minuti il bomber degli Spurs tira una media di 5.47 volte, mentre Dybala, che è il migliore della Juventus, si ferma a 4.68. Numeri importanti anche per quanto riguarda i colpi di testa (22 tentativi, il migliore in assoluto in Inghilterra), e i tiri da fuori area, 56, secondo dietro al solo De Bruyne del Manchester City. Statistiche impressionanti, come dicevamo, anche in Champions, dove Kane segna 1.23 gol di media a partita, dietro al solo CR7 che ha una media di 1.49. Servirà quindi la miglior Juventus per arginare lUragano del Tottenham, a cominciare dalla difesa, che allandata ha decisamente deluso le attese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori