DIRETTA/ Lazio Dinamo Kiev (risultato finale 2-2) streaming video Tv8: Lazio, qualificazione in salita

Diretta Lazio Dinamo Kiev, info streaming video e tv: probabili formazioni, quote, orario e risultato live. All’Olimpico prosegue l’Europa League dei biancocelesti che ospitano gli ucraini

08.03.2018 - Claudio Franceschini
Simone_Inzaghi_urlo_Lazio_Steaua_lapresse_2018
Simone Inzaghi, allenatore Lazio - LaPresse

LAZIO, QUALIFICAZIONE IN SALITA

Si è chiusa sul 2-2 la sfida tra Lazio e Dinamo Kiev. Il gol di Junior Moraes è stata una vera doccia fredda per i biancocelesti, che nei 10′ finali nonostante l’ingresso in campo di Nani non hanno avuto la forza per trovare il gol che li avrebbe riportati in vantaggio. Al 44′ una punizione dal limite di Milinkovic-Savic ha sfiorato il palo, ma Boyko (poi successivamente ammonito per le perdite di tempo sui rinvii) sembrava comunque sulla traiettoria. Risultato difficile che costrinerà la Lazio a cercare la vittoria all’Olimpiskiy di Kiev, in virtù dei due gol incassati in casa. Nel recupero un colpo di testa di Parolo da registrare, con Boyko che ha parato a terra salvando un risultato estremamente prezioso per la Dinamo Kiev, ma la chance pazzesca arriva al 95′, con Milinkovic-Savic che prolunga per Immobile, che scavalca Boyko ma vede il pallone stamparsi clamorosamente sul palo. (agg. di Fabio Belli)

ANDERSON E MORAES IN GOL

Al 17′ del secondo tempo per la Lazio è arrivato l’agognato pareggio. Gran break di Milinkovic-Savic, in ombra nella prima ora di partita, e pallone pazzesco servito a Felipe Anderson che non sbaglia, scatenando tutta la sua gioia per un gol che arriva a chiudere probabilmente un momento molto difficile. La Dinamo Kiev è comunque estremamente pericolosa nelle ripartenze, e lo dimostra quando Pivaric si ritrova a tu per tu con Strakosha, che salva il risultato coadiuvato successivamente da Lukaku che salva a porta sguarnita, anche se con relativa tranquillità. I due tecnici tentano i cambi, Khatskevich si gioca la carta Junior Moraes per Shaparenko, nella Lazio al 29′ doppio cambio con Patric e Parolo che prendono il posto di Basta e Murgia. Al 34′ la Dinamo però trova il 2-2: gol capolavoro di Junior Moraes che con una conclusione dalla distanza da fuori area batte Strakosha. (agg. di Fabio Belli)

BOTTA E RISPOSTA TSYGANKOV-IMMOBILE

E’ ripreso il secondo tempo tra Lazio e Dinamo Kiev, con gli ucraini che provano ad avere un approccio più aggressivo alla partita, occupando con maggiore insistenza la metà campo della formazione biancoceleste. La Lazio non sembra diversa da quella vista nella prima frazioen di gioco, fatica a ripartire e Inzaghi fa accelerare il riscaldamento a Luis Alberto, in cerca di idee offensive in più. Al 6′ della ripresa l’equilibrio della partita viene però rotto da Tsygankov: Dinamo Kiev in vantaggio, bella sponda di Besedin a centro area, l’ala della Dinamo stoppa il pallone e beffa Strakosha di tacco. Una conclusione in bello stile che esalta il giovane gruppo di mister Khatskevich. La reazione della Lazio è però immediata e arriva con Immobile, che in diagonale al 9′ non lascia scampo a Boyko, servito da un perfetto pallone filtrante di Felipe Anderson, siglando l’1-1. (agg. di Fabio Belli)

LA LAZIO FATICA A INVENTARE IN ATTACCO

La pressione della Lazio non ha dato frutti contro una Dinamo Kiev molto attenta in fase difensiva, e il primo tempo allo stadio Olimpico si è chiuso con il risultato di 0-0. La Lazio ha provato a trovare l’idea giusta per sbloccare il risultato, alla mezz’ora gran palla di Wallace che pesca Milinkovic-Savic in area, la conclusione al volo del serbo finisce alta. Al 36′ Felipe Anderson subisce fallo dopo una discesa sulla sinistra, prima ammonizione della partita ai danni di Pivaric della Dinamo Kiev, cartellino giallo in una partita fin qui sostanzialmente molto corretta. Manca però il guizzo ai sedici metri ad una Lazio che dimostra, se scoperta, di poter soffrire il contropiede degli ucraini, come accaduto al 38′ quando Wallace e Lukaku devono cavarsela in un insidioso tre contro tre. Non accade più nulla fino all’intervallo, con la partita che resta piuttosto bloccata. (agg. di Fabio Belli)

LA LAZIO AUMENTA I GIRI

La Lazio prova ad aumentare i giri in questa fase centrale del primo tempo, ma grandissime occasioni da gol non sono arrivate, e nemmeno le hanno create gli ucraini, decisamente più attenti a non prenderle che a creare gioco. Al 14′ arriva forse l’unica occasione per la Lazio, Dusan Basta scodella un pallone in area, Felipe Anderson non trova la porta da buona posizione cercando di piazzare il pallone sotto la traversa. Un’altra situazione interessante è quella che vede Dusan Basta arrivare alla battuta a rete al 24′, la conclusione del serbo dall’interno dell’area sarebbe molto interessante, ma trova la respinta di Murgia che involontariamente ostacola il compagno di squadra. Poco dopo è Immobile, su invito di Lukaku, a farsi anticipare d’un soffio da ottima posizione a centro area. La Lazio continua a a fare la partita ma non sfonda, Basta ci prova con un tiro cross velenoso che si spegne a lato: alla mezz’ora del primo tempo risultato ancora a reti bianche tra Lazio e Dinamo Kiev. (agg. di Fabio Belli)

PRIMA FASE DI STUDIO

E’ iniziata la sfida tra Lazio e Dinamo Kiev allo stadio Olimpico di Roma. Per Simone Inzaghi turn over ragionato e pochi cambi, con la formazione biancoceleste che prova immediatamente ad occupare la metà campo avversaria. Gli ucraini dimostrano subito di voler impostare il loro gioco con break a centrocampo, ma la Lazio sa ripartire bene e nei primi 6′ prova a sfondare nell’area avversaria, ma senza successo, prima con Felipe Anderson e poi con Milinkovic-Savic. Ritmi bassi, le due squadre si stanno sostanzialmente studiando in queste prime battute del match, al 9′ De Vrij rischia un po’ con un retropassaggio ma Strakosha riesce a sbrogliare la matassa. Al 10′ del primo tempo ancora 0-0 tra Lazio e Dinamo Kiev. (agg. di Fabio Belli)

DIRETTA LAZIO-DINAMO KIEV (RISULTATO 0-0): FORMAZIONI UFFICIALI!

Lazio Dinamo Kiev è dietro l’angolo, ma prima di scoprire le formazioni ufficiali qualche considerazione sui due allenatori; abbiamo imparato a conoscere Simone Inzaghi, un allenatore che dopo i successi con la Primavera biancoceleste è arrivato in prima squadra e l’ha traghettata tra le migliori del nostro campionato, ottenendo lo scorso agosto il primo trofeo della sua gestione (la Supercoppa Italiana) e provando ora a fare strada in Europa League, sulla scia di Vladimir Petkovic che per ultimo ci aveva provato. Un tecnico giovane, un classe ’76; ha tre anni in più il bielorusso Aleksandr Khatskevich, che ha appeso le scarpe al chiodo 11 anni fa: è stato un centrocampista che dopo essere cresciuto nella Dinamo Minsk è arrivato alla Dinamo Kiev e ci è rimasto per otto stagioni. Ha fatto parte della squadra che, guidata dal compianto Valeri Lobanovsky, schierava in attacco Andriy Shevchenko e Sergiy Rebrov e raggiunse i quarti di finale di Champions League nel 1998. Come allenatore ha iniziato ancora da Minsk – dove era tornato per chiudere la carriera – ma già nel 2010 era alla Dinamo Kiev dove ha guidato le squadre giovanili e la formazione delle riserve. Per due anni, tra il 2014 e il 2016, è stato il Commissario Tecnico della sua Bielorussia; non ha ancora vinto niente come allenatore, ma da calciatore ha 7 trofei con la Dinamo Minsk e 12 con la Dinamo Kiev. Da questo punto di vista dunque la sfida dei tecnici in Lazio Dinamo Kiev sarà tra due figure emergenti che sperano di prendersi belle soddisfazioni nei prossimi anni. Ora è giunto il momento di leggere le formazioni ufficiali di Lazio Dinamo Kiev, poi parola al campo! LAZIO (3-5-1-1): Strakosha; Wallace, de Vrij, Radu; Basta, Murgia, Leiva, Milinkovic, Lukaku; Felipe Anderson, Immobile. Allenatore: Inzaghi. DINAMO KIEV (4-2-3-1): Boyko; Kedziora, Burda, Kadar, Pivaric; Shaparenko, Buyalskiy; Tsygankov, Garmash, Morozyuk; Besedin. Allenatore: Khatskevich. (agg. di Claudio Franceschini)

LAZIO DINAMO KIEV, DIRETTA LIVE

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Lazio Dinamo Kiev è la partita di Europa League che tutti gli appassionati potranno seguire in diretta tv in chiaro, visto che sarà trasmessa su Tv8 (è disponibile anche, su www.tv8.it, il servizio di diretta streaming video aperto a tutti). Naturalmente, la sfida dell’Olimpico è disponibile anche sui canali del satellite: in questo caso i canali di riferimento sono Sky Sport 1 e Sky Calcio 1 (qui con codice d’acquisto 414044), e ovviamente ci sarà la possibilità della diretta streaming video attivando, senza costi aggiuntivi, l’applicazione Sky Go su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone. Su Sky Super Calcio andrà invece in onda il programma Diretta Gol Europa League, che trasmette in tempo reale gli highlights e i gol da tutti i campi sui quali si gioca in contemporanea in questa andata degli ottavi di finale.

I BOMBER

Andiamo a conoscere più da vicino i bomber che potrebbe animare con loro imprese la sfida di Europa League tra Lazio e Dinamo Kiev. Partendo ovviamente dalla compagine di Inzaghi, oggi padrone di casa, possiamo dire che la classifica dei miglior marcatori per la coppa europea vede in testa Ciro Immobile, capocannoniere del club in genarle come pure del Campionato della Serie A. Il bomber biancoceleste finora in Ruropa League ha firmato ben 5 reti: son invece 3 i gol firmati da Caicedo sempre in favore della Lazio. Per la Dinamo Kiev invece il punto di riferimento in termini di gol rimane il brasiliano Junior Moraes che nella seconda competizione per club ha messo bilancio ben 6 reti: secondo elemento in lista anche il giovanissimo Verbic, che ha invece firmato 3 gol e servito 3 assist vincenti. (agg Michela Colombo)

LE STATISTICHE

Leggiamo alcune statistiche in attesa di Lazio Dinamo Kiev, ovviamente statistiche legate alle due squadre che tra poco giocheranno allo stadio Olimpico: la squadra biancoceleste ha vinto 5 partite, pareggiate 2 e persa 1. Con 84 tiri, 17 i gol fatti. Nove, invece, le reti subite. Il possesso palla si attesta al 51 per cento. Il giocatore più forte della rosa laziale è Ciro Immobile, che ad oggi ha segnato la bellezza di 23 gol in 24 presenze di campionato. La Dinamo Kiev ha giocato 8 partite, di cui 4 vinte, 3 pareggiate e 1 persa. In totale, gli ucraini hanno tirato in porta 90 volte, segnando 16 gol. La difesa, invece, ha subito fin qui 10 reti. Non esaltante, infine, il dato sul possesso palla, che si attesta al di sotto del 50 per cento (49%). Lo spauracchio numero uno per la retroguardia biancoceleste sarà Mbokani, che ha realizzato 8 gol in 16 presenze in campionato quest’anno. (agg. di Claudio Franceschini)

L’ARBITRO

Lazio Dinamo Kiev sarà diretta dall’arbitro slovacco Ivan Kružliak, designato come il direttore di gara per questa sfida di Europa League; notiamo però che tutta la squadra arbitrale impegnata questa sera allo stadio Olimpico – nella gara valida per l’andata degli ottavi di finale – è di matrice slovacca, perchè Tomaš Somolani e Branislav Hancko saranno i due guardalinee mentre Peter Kralovic e Filip Glova saranno i due addizionali e il quarto uomo sarà Tomaš Mokoš. Già tre gaare di Europa League in questa stagione, tra cui il match tra Arsenal e Ostersund dello scorso turno. Il direttore di gara ha arbitro anche il Liverpool e il Manchester City in Champions League. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA PARTITA

Lazio Dinamo Kiev, partita che sarà diretta dall’arbitro slovacco Ivan Kruzliak, è valida per l’andata degli ottavi di finale di Europa League 2017-2018: allo stadio Olimpico si gioca alle ore 21:05 di giovedì 8 marzo. Archiviata la rimonta sulla Steaua Bucarest, i biancocelesti si lanciano nel nuovo turno con tanta fiducia: il sorteggio è stato favorevole e soprattutto questa squadra ha dimostrato negli ultimi anni, al netto dei risultati che sono poi arrivati, di aver sempre provato a onorare questa competizione al massimo delle possibilità. Bisognerà superare psicologicamente la bruciante sconfitta di campionato contro la Juventus, ma non è un mistero che la Lazio parta favorita per questo doppio impegno, anche se certamente la Dinamo Kiev è squadra che ha maturato una certa esperienza in ambito europeo e per questo motivo va rispettata e affrontata dando il 100%.

IL CONTESTO

Come dicevamo la Lazio è forse la squadra che, tra tutte le italiane, ha saputo interpretare al meglio l’Europa League: la squadra biancoceleste non è mai riuscita a centrare la finale, però ha affrontato ogni singola sfida con l’obiettivo di arrivare fino in fondo per mettere un trofeo internazionale in bacheca. Sta succedendo anche in questa stagione, nonostante un campionato nel quale c’è la possibilità di entrare in Champions League e di mettersi alle spalle l’eterna rivale Roma. A proposito di questo, la sconfitta contro la Juventus arrivata all’ultimo secondo ha fatto il paio con l’eliminazione ai rigori dalla Coppa Italia; un doppio colpo che Simone Inzaghi e i suoi ragazzi dovranno essere bravi ad assorbire quanto prima. La Dinamo Kiev era arrivata ai sedicesimi di Europa League con mesi di inattività; le ruggini si sono viste nel doppio confronto contro l’Aek Atene, che è stato superato solo in virtù del gol segnato in Grecia. Si tratta però di una formazione che ha dimostrato di saper segnare: 15 le reti nel girone eliminatorio, anche se le avversarie non erano certo del livello della Lazio e, in generale, questa squadra ucraina è ancora lontana parente di quella che tra gli ultimi anni Novanta e i primi del Duemila era riuscita a fare ottimi risultati anche in ambito internazionale.

PROBABILI FORMAZIONI LAZIO DINAMO KIEV

Quale squadra manderà in campo Simone Inzaghi? Forse una che vada a ricalcare quella vista contro la Steaua nella partita di ritorno; giocherà Marusic che era squalificato in Serie A e lo sarà anche per la prossima partita, giocherà forse Caicedo al posto di Immobile con Milinkovic-Savic che potrebbe sostituire uno tra Felipe Anderson e Luis Alberto. A sinistra Lulic verso la conferma, in mezzo Murgia si prepara a essere titolare in luogo di Parolo (mentre Lucas Leiva va verso la conferma). In difesa vedremo quasi certamente Caceres; De Vrij dovrebbe invece rimanere fuori, pronto allora Bastos con Luiz Felipe e Radu che sono in ballottaggio per una maglia. Nella Dinamo Kiev, Aleksandr Khatskevich manda in campo il 4-2-3-1: Boyko in porta, Kedziora e Morozyuk sugli esterni con Khacheridi e Kadar al centro della difesa, la mediana a protezione della retroguardia verrà formata da Buyalsky e Shepelev. Sulla linea dei trequartisti la qualità di Derlis Gonzalez sulla destra, con Tsygankov schierato dalla parte opposta; Garmash agirà in posizione centrale, andando a supporto della prima punta Junior Moraes.

QUOTE E PRONOSTICO

Non ci sono dubbi sul fatto che la Lazio parta con i favori del pronostico per la partita casalinga di Europa League, e che questo favore sia anche abbastanza ampio: la conferma arriva anche dalle quote che ha fornito l’agenzia di scommesse Snai. Qui notiamo infatti che il segno 1, per la vittoria dei biancocelesti, vale 1,45 mentre siamo addirittura a 7,75 per quanto riguarda l’affermazione esterna della Dinamo Kiev, per la quale dovrete giocare il segno 2. L’eventualità del pareggio è indicata dal segno X: in questo caso il guadagno che ne ricavereste, se davvero nessuna delle due squadre dovesse riuscire a vincere, sarebbe di 4,25 volte la somma che avrete deciso di mettere sul piatto.

I commenti dei lettori