PAGELLE / Milan Arsenal (0-2): i voti della partita. Bonucci e Romagnoli reggono (Europa League ottavi)

- Federico Giuliani

Le pagelle di Milan Arsenal (0-2): i voti della partita di Europa League. I rossoneri affondano nell’andata degli ottavi, decidono i gol di Mkhitaryan e Ramsey nel primo tempo

Calhanoglu
Hakan Calhanoglu (LaPresse)

Nonostante i due gol subiti, ha retto il cuore della difesa di casa Milan. Sia Leonardo Bonucci quanto Alessio Romagnoli non hanno infatti dato vita ad eccessive sbavature, tenendo conto che le due marcature dellArsenal hanno come colpevoli Davide Calabria e Ricardo Rodriguez, entrambi disattenti sullinserimento di Mkhitaryan prima, e di Ramsey poi. Per il capitano meneghino, un bel tentativo in attacco, con gol di testa sfiorato su calcio dangolo di Calhanoglu. Peccato però che molti dei suoi lanci lunghi siano stati imprecisi, quando di solito è un maestro in questo campo. Gara senza esagerati errori anche per il compagno di reparto, Alessio Romagnoli, che ha perso un brutto pallone nel primo tempo, ma che ha poi dato vita ad una partita diligente, cercando di contenere Welbeck, che non si è quasi mai reso pericoloso. La difesa centrale del Milan ha quindi tenuto ancora una volta, peccato però che questa volta a tradire siano state le due corsie. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

DISASTROSO CALABRIA

Serata davvero negativa per il terzino destro di casa Milan, Davide Calabria. Il gioiello proveniente dal vivaio rossonero veniva da un periodo esaltante, ma nella partita contro lArsenal valevole per landata degli ottavi di Europa League, ha regalato la prestazione forse più brutta della sua stagione. E colpevole di fatto sulla prima rete realizzata da Mkhitaryan, visto che linserimento del nazionale armeno arriva proprio dalla sua fascia. Spesso e volentieri viene inoltre imbucato dai calciatori dei Gunners, facendo venire i brividi allintera retroguardia meneghina. In attacco costruisce qualcosa, un paio di cross velenosi che non vengono però sfruttati al meglio dai compagni di squadra, ma in generale la sua prova è molto negativa. Ovviamente non deve far allarmare tale prestazione, anche perché per Calabria si trattava del primissimo scontro in carriera contro un top club europeo blasonato come appunto lArsenal. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

OZIL E’ UNO SPLENDORE

Il Milan perde il primo incontro con lArsenal, match valevole per landata degli ottavi di finale di Europa League. A San Siro, termina con il risultato di due reti a zero in favore dei Gunners, e allEmirates sarà durissima. Un successo dei londinesi che ha visto come protagonista assoluto il trequartista della nazionale tedesca, Mesut Ozil. Ogni qual volta tocca palla è una goduria assoluta, con lex calciatore del Real Madrid che regala lassist per Mkhitaryan (primo gol), e quindi il filtrante per Ramsey (secondo gol). Non sbaglia praticamente mai, e il Milan non è mai riuscito a contenerlo, forse sottovalutandolo, o forse perché avversario di livello esagerato. Fa sempre cose semplici, e gli riescono tutte benissimo, anche quando lascia il rettangolo di gioco per essere sostituito, uscendo dal campo ad una velocità prossima allo zero. Ma lui, può permetterselo: clonatelo! (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

PAGELLE MILAN-ARSENAL 0-2: I VOTI DELLA PARTITA

Milan-Arsenal termina con il risultato di 2-0 in favore dei Gunners. Nelle fila rossonere si salvano Cutrone e Bonucci; male Calabria e Biglia. Tra gli inglesi benissimo Ozil e Mkhitaryan; delude Mustafi. Vediamo però il dettaglio delle pagelle della partita, con voti e giudizi a tutti i calciatori scesi in campo a San Siro per l’andata degli ottavi di Europa League. VOTO PARTITA 7 – Gara ricca di emozioni, anche se il primo tempo è stato più avvincente della ripresa. VOTO MILAN 5,5 – Ottimo l’atteggiamento del Diavolo a inizio gara. Poi, con il passare dei minuti, è emersa la maggiore esperienza degli avversari. VOTO ARSENAL 7 – Match cinico portato a casa grazie a due lampi di classe. Vittoria tutto sommato meritata, anche se troppo larga.

LE PAGELLE DEL MILAN

G. DONNARUMMA 5,5 – Bravo su Chambers e Welbeck; da rivedere in occasione della rete di Ramsey. Il centrocampista inglese lo elude con troppa facilità.

RI. RODRIGUEZ 6 – Non deve difendere, quindi si dedica alla fase offensiva. Scodella in area numerosi traversoni ma non sempre lo svizzero è preciso.

A. ROMAGNOLI 5,5 – Tiene in gioco tutti nell’azione del 2-0. Soffre le geometrie di Ozil.

BONUCCI 6 – Vince il duello con Welbeck. Il capitano rossonero contiene bene l’attaccante dei Gunners. Sfortunata la deviazione sul tiro-gol di Mkhitaryan.

CALABRIA 5 – Stasera si è vista tutta l’inesperienza di questo ragazzo. Ma gare simili aiutano a crescere (dal 78′ BORINI – SV).

BONAVENTURA 5 – Si ostina a calciare da ogni posizione ma puntualmente manca il bersaglio grosso. Non in una delle sue serate migliori.

BIGLIA 5 – Regia lenta e appannata. Perde il pallone dal quale nasce il gol di Mkhitaryan. Al Milan mancano i suoi passaggi rapidi.

KESSIE 5,5 – Per diversi minuti uno dei migliori, ma nella ripresa vanifica tutto commettendo errori da matita blu.

CALHANOGLU 5,5 – Il numero dieci del Milan ha tanta qualità ma non sempre sa dosarla in palcoscenici come questi. Troppe leziosità inutili (dal 62′ KALINIC 5 – Vedi quanto detto per André Silva).

CUTRONE 6 – Primo tempo apprezzabile, con un pressing asfissiante portato su ogni avversario e tanta grinta. Ripresa apatica (dal 68′ ANDRE’ SILVA 5 – Sembra poter dare una scossa alla squadra ma è soltanto un’illusione).

SUSO 5,5 – Lo spagnolo non riesce a inventare. Il suo piede è caldo ma la mente non altrettanto. Pasticcia in diverse azioni potenzialmente pericolose.

ALL. GATTUSO 5 – L’inesperienza dell’allenatore si riflette sulla squadra, a cui però non è mancata la grinta. Rovesciare questo risultato nel match di ritorno è un miracolo o quasi.

LE PAGELLE DELL’ARSENAL

OSPINA 6,5 – Legge benissimo diverse situazioni da uno contro uno. Bravo nel primo tempo su Calhanoglu e nella ripresa su Kalinic.

KOLASINAC 6 – Contiene Suso senza troppi patimenti e di tanto in tanto si affaccia oltre la metà campo. Esce per infortunio (dal 62′ MAITLAND-NILES 6 – Vince il duello con il coetaneo Calabria).

KOSCIELNY 6,5 – Il migliore del pacchetto arretrato. Magistrale una chiusura nella ripresa in anticipo su Kessie.

MUSTAFI 5 – L’anello debole della difesa dei Gunners. Tanti rinvii a casaccio, errori di posizionamento e marcature blande.

CHAMBERS 5,5 – Spinge troppo poco. All’attivo una conclusione pericolosa neutralizzata con difficoltà da Donnarumma (dall’85’ ELNENY – SV).

WILSHERE 6,5 – Uomo ovunque. Si inserisce dove vede spazi e aiuta i suoi sia in fase difensiva che in costruzione di manovra. Giocatore intelligente e sempre al posto giusto.

G. XHAKA 6 – Baricentro dell’Arsenal: è lui, con i suoi movimenti, che spinge la squadra ad alzarsi e abbassarsi a seconda delle necessità. Secondo tempo un po’ in ombra.

RAMSEY 7 – Segna il gol del 2-0 con una magia che mette a sedere Donnarumma. Una giocata “da Playstation”.

OZIL 7 – Il fantasista dell’Arsenal si vede pochissimo ma quando si accende è devastante. Entra nell’azione dell’1-0 e inventa dal niente quella del raddoppio. Uno dei migliori in campo (dal 79′ HOLDING- SV).

MKHITARYAN 7 – Sblocca il match con una pennellata d’autore, poi colpisce una clamorosa traversa poco prima dell’intervallo. Non sfrutta inoltre una buona chance a inizio gara.

WELBECK 6 – Il classico attaccante di peso che preferisce lavorare per la squadra piuttosto che per la gloria personale.

ALL. WENGER 7 – Spazza via le critiche con una prestazione ottima in uno stadio difficile come il Meazza. I quarti ormai sono a un passo.

VOTO ARBITRO (Turpin) 6 – Lascia spesso correre il gioco ma per lo meno utilizza lo stesso metro di giudizio per entrambe le squadre.

MILAN ARSENAL: IL PRIMO TEMPO

Il primo tempo di Milan-Arsenal termina con il risultato di 2-0 in favore degli inglesi. Pronti, via. Il Milan parte subito a mille all’ora con Cutrone (6,5) scatenato in un pressing ossessivo contro ogni avversari gli capiti a tiro. Al 2′ arriva la prima chance per il Diavolo: Suso (5,5) mette in mezzo un traversone deviato dallo stesso Cutrone, ma prolungato anche da un provvidenziale Xhaka (6,5), bravo a togliere il pallone dalle grinfie di Bonaventura. Il centrocampista del Milan era ben appostato all’altezza del secondo palo e pronto nella deviazione vincente. Al 7′ l’Arsenal risponde con un tiro di Mkhitaryan (7) ben servito da Wilshere (6,5); il tentativo dell’armeno si spegne sul fondo di non molto. La difesa dei Gunners è tutto tranne che granitica. Lo dimostra Mustafi (5) quando al 10′ sbaglia tutto permettendo a Calhanoglu (6) di servire in area Cutrone. L’attaccante rossonero prova il tiro di punta ma il pallone finisce fuori. Al 12′ Ospina (6) è bravissimo a dar fastidio a Calhanoglu effettuando un’uscita complicata che poteva anche costare il calcio di rigore. Dopo un avvio difficile, l’Arsenal prende le misure agli avversari e passa in vantaggio al 14′. Biglia (5) perde palla in zona critica, quindi Ozil (6,5) è bravissimo a servire di prima intenzione Mkhitaryan. L’armeno entra in area dalla sinistra, evita secco Calabria (5) e carica una conclusione potente che si insacca alle spalle di Donnarumma (6), con una deviazione di Bonucci (6). Nel finale Arsenal ancora pericoloso con Chambers e Welbeck (6), in entrambi i casi fermati da un attento Donnarumma. Nel primo dei quattro minuti di recupero gli ospiti flirtano con il raddoppio: Welbeck riparte in contropiede e serve Mkhitaryan. L’armeno entra in area, si porta il pallone sul destro e colpisce una clamorosa traversa a Donnarumma battuto. Il Milan ormai è negli spogliatoi e l’Arsenal non fa sconti: Ozil (7) si inventa un filtrante pazzesco per Ramsey, che evita Donnarumma e deposita a porta sguarnita.

I VOTI DEL PRIMO TEMPO

VOTO PARTITA 7 – Gara frizzante e ricca di emozioni. Tante occasioni e mai un attimo di pausa, infortuni a parte. VOTO MILAN 5,5 – Buono l’approccio al match ma peccato per quell’errore di Biglia che ha dato il via all’azione del gol avversario. Pessimo il finale di tempo. MIGLIORE MILAN CUTRONE 6,5 – Il ragazzo è assatanato. Pressa tutti e corre per due. Non approfitta di un paio di palle gol invitanti. PEGGIORE MILAN BIGLIA 5 – Perde il pallone dal quale nasce il gol avversario. Altri errori importanti nel corso di un brutto primo tempo. VOTO ARSENAL 6,5 – Gara in crescendo. I Gunners collezionano un paio di nitide palle gol e meritano di andare a riposo in vantaggio. MIGLIORE ARSENAL MKHITARYAN 7 – Non soltanto per il gol. L’armeno è il più pericoloso dei suoi. Colpisce una traversa nel finale. PEGGIORE ARSENAL MUSTAFI 5 – Non riesce a contenere un attivissimo Cutrone. L’anello debole della difesa inglese. VOTO ARBITRO (Turpin) 6 – Lascia molto correre scontentando entrambe le squadre. Per lo meno utilizza lo stesso metro di giudizio per entrambe.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori