DIRETTA / Parigi Nizza 2018 5^ tappa: vince Cousin! Sanchez sempre leader (oggi 8 marzo)

Diretta Parigi Nizza 2018 5^ tappa streaming video e tv: percorso, orario della frazione odierna con quattro Gpm ma non difficilissima (oggi 8 marzo).

08.03.2018 - Mauro Mantegazza
ciclismo_strada_montagna_lapresse_2017
Diretta Adriatica Ionica Race 2018 (LaPresse - immagine di repertorio)

Jerome Cousin ha vinto la quinta tappa Salon de Provence-Sisteron della Parigi Nizza 2018. Grande soddisfazione per il corridore francese della Direct Energie, che insieme al tedesco Nils Politt (Katusha-Alpecin) è riuscito a resistere al ritorno del gruppo sui fuggitivi e ha conquistato uno splendido successo. Dunque fra i fuggitivi della prima ora sono riusciti a rimanere davanti solo Cousin e Politt e negli ultimi km la lotta fra loro e un gruppo che recuperava metro su metro si è fatta sportivamente drammatica. Alla fine gioia enorme per il francese, che è riuscito a staccare di 2 Plitt, giunto dunque al secondo posto, mentre la rimonta del gruppo si è fermata a 4 da Cousin e Andre Greipel si è dovuto accontentare di vincere la volata che però a quel punto metteva in palio solamente il terzo posto. Fra i piazzati anche Matteo Trentin, quinto del gruppo e di conseguenza settimo sul traguardo. Un finale emozionante ma che nulla cambia in classifica generale, dove lo spagnolo Luis Leon Sanchez della Astana conserva 15 di vantaggio su Wout Poels e 26 su Julian Alaphilippe e Marc Soler. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

COUSIN ATTIVO IN SALITA

Superato il momento più difficile della quinta tappa Salon de Provence-Sisteron della Parigi Nizza 2018, i corridori si sono infatti messi alle spalle il Gpm di prima categoria del Col de Lagarde dApt. Al comando cè sempre la fuga dei quattro corridori che abbiamo citato in precedenza: Jerome Cousin (Direct Energie) si è preso la soddisfazione di passare per primo sotto lo striscione del Gpm, davanti a Nicolas Edet (Cofidis), Julien El Fares (Delko-Marseille) e Nils Politt (Katusha-Alpecin). Riferimento molto preciso sul distacco fra la testa della corsa e il gruppo è naturalmente quello al transito al Gpm, dove il cronometro si è fermato a 515. Nessuno dei big si è messo in luce, la tappa dunque non dovrebbe regalare scossoni per la classifica generale e per i fuggitivi ci potrebbe anche essere la possibilità di giocarsi il successo di tappa, anche se cè davvero ancora tanta strada da percorrere. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

FUGA A 4

Quando sono stati percorsi circa 50 km della quinta tappa Salon de Provence-Sisteron della Parigi Nizza 2018, bisogna segnalare una fuga composta da quattro corridori. Alla testa della corsa ci sono dunque Jerome Cousin (Direct Energie), Nils Politt (Katusha-Alpecin), Julien El Fares (Delko-Marseille) e Nicolas Edet (Cofidis), tre su quattro di squadre Professional più Politt come unico rappresentante delle squadre appartenenti al World Tour. Il meteo oggi è favorevole, con sole e poco vento: il ritardo del gruppo si aggira intorno ai tre minuti e mezzo, ma bisognerà stare molto attenti allandamento di questa frazione che proporrà le maggiori difficoltà nel tratto centrale al quale i corridori sono sempre più vicini, con particolare riferimento al Gpm del Col de Lagarde dApt, lunico di prima categoria oggi, che potrebbe suscitare iniziative anche da parte di qualche nome di spicco. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

SI COMINCIA

In partenza la quinta tappa Salon de Provence-Sisteron della Parigi Nizza 2018. Come vi abbiamo già descritto, sarà una frazione dal percorso piuttosto anomalo, diverse salite ma le più impegnative a metà della tappa. Potrebbe essere dunque una giornata decisamente vivace se qualcuno dei big accenderà la miccia da lontano, altrimenti potrebbe risolversi in un nulla di fatto, magari lasciando il palcoscenico a chi attaccherà da lontano, la classica fuga di corridori di secondo piano senza ambizioni di classifica generale. Tutto dipenderà dalle scelte strategiche dei big, anche tenendo conto del fatto che domani ci sarà una tappa invece molto difficile, con la salita più impegnativa molto più vicina al traguardo. Oggi dunque giornata di media montagna: che cosa succederà? Parola alla strada per la quinta tappa della Parigi Nizza 2018: lo scopriremo presto! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

INFO STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME SEGUIRE LA PARIGI NIZZA 2018

Lappuntamento in diretta tv con la quinta tappa della Parigi Nizza 2018 sarà a partire dalle ore 16.00 su Eurosport, il canale tematico disponibile sia sulla piattaforma satellitare Sky sia sul digitale terrestre di Mediaset Premium. Di conseguenza la diretta streaming video sarà garantita ai rispettivi abbonati tramite le applicazioni Eurosport Player, Sky Go e Premium Play. Da segnalare anche una sintesi in differita in chiaro, alle ore 19.00 su Rai Sport + HD.

ORARIO E PRESENTAZIONE TAPPA

Oggi la Parigi Nizza 2018 di ciclismo vivrà la quinta tappa Salon de Provence-Sisteron di 165 km, una frazione che ci riserverà un profilo altimetrico decisamente interessante, anche se la salita più impegnativa arriverà quando non saremo nemmeno a metà del percorso. Vedremo dunque se qualcuno proverà ad osare per rimescolare le carte della classifica generale uscita dalla cronometro di ieri con Luis Leon Sanchez sempre leader o se ci sarà un andamento più tranquillo, che potrebbe anche portare ad un arrivo in volata, anche se magari non di tutto il gruppo compatto. Molto dipenderà naturalmente da come il gruppo interpreterà la corsa e se qualcuno oserà accendere la miccia da lontano.

IL PERCORSO DELLA 5^ TAPPA

La Salon de Provence-Sisteron sarà certamente una tappa interessante, anche se con un finale non troppo difficile: qualcosa abbiamo già accennato, ma adesso entriamo nel dettaglio. La partenza avrà luogo da Salon de Provence alle ore 13.15 e il primo punto significativo sarà il Col du Pointu, Gpm di seconda categoria che sarà collocato al km 49, dopo unascesa al 5,1% di pendenza media che misurerà 4 km. Dopo la discesa, si tornerà presto a salire verso il Col de Lagarde dApt, lascesa più difficile di giornata con i suoi ben 11 km di ascesa caratterizzati da una pendenza media del 7%: una salita che di conseguenza si merita di essere un Gpm di prima categoria, il cui scollinamento sarà però al km 76,5, cioè quando ne mancheranno ancora circa 90 al traguardo di Sisteron. Al termine della discesa, si ricomincerà dolcemente a salire, prima verso lo sprint intermedio di Revest du Bion (km 94,5) e poi verso il Col du Negron, che comunque sarà un agevole Gpm di terza categoria (km 106). Da quel momento in poi le principali difficoltà saranno finite, ma nel circuito finale da affrontare dopo essere passati per una prima volta sotto lo striscione del traguardo ci sarà ancora la Cote de la Marquise, un Gpm di terza categoria (1,3 km di salita con pendenza media del 6,4%) che potrebbe essere trampolino di lancio per gli ultimi attacchi visto che sarà al km 152, poco più di 10 dallarrivo di Sisteron. Da segnalare un altro piccolo strappato in concomitanza con il secondo sprint intermedio (km 156) e poi ci si potrà appunto buttare verso il traguardo.

I commenti dei lettori