DIRETTA/ Ascoli-Parma (risultato finale 0-1) streaming video e tv: i ducali volano al secondo posto!

Diretta Ascoli Parma, info streaming video e tv: probabili formazioni, quote, orario e risultato live. Al Del Duca anticipo nella 36^ giornata di Serie B: i ducali vogliono la promozione

16.04.2018 - Stefano Belli
Insigne_Roberto_Parma_Ascoli_lapresse_2018
Diretta Ascoli Parma, Serie B 36^ giornata (Foto LaPresse)

DIRETTA ASCOLI-PARMA (RISULTATO FINALE 0-1): I DUCALI VOLANO AL SECONDO POSTO!

Il Parma espugna il Del Duca battendo a domicilio l’Ascoli per 1 a 0 nell’anticipo della 36^ giornata di Serie B, e si candida nella corsa alla promozione diretta in Serie A. Al 77′ si rinnova il duello tra Lanni e Baraye con l’estremo difensore locale che nega nuovamente il gol all’attaccante senegalese con una grandissima parata. Il numero 1 di Cosmi si fa anche male ma è costretto a stringere i denti e a restare in campo dolorante poiché il suo mister ha già esaurito i tre cambi e in caso di forfait i padroni di casa resterebbero in dieci, quindi Lanni tiene duro rimanendo in campo con tutti i crampi. Nel recupero Monachello prova a sorprendere Frattali da casa sua, il portiere del Parma riesce a cavarsela in extremis salvando letteralmente il risultato, l’assalto disperato dei marchigiani si rivelerà vano e al triplice fischio di Serra gli ospiti possono esultare per i tre punti appena conquistati che li proiettano momentaneamente al secondo posto in classifica. (agg. di Stefano Belli)

RESISTE IL VANTAGGIO DEI DUCALI

Riassumiamo quanto accaduto negli ultimi venti minuti mentre ci avviciniamo sempre più verso il novantesimo: al 56′ Mazzocchi si addormenta e assieme a Frattali rischia di combinarla grossa, per fortuna loro Mignanelli non ne approfitta perdendo l’attimo per concludere a rete. Squadre più allungate in mezzo al campo e più capovolgimenti di fronte rispetto alla prima frazione di gioco dove i ducali avevano dominato sbloccando la contesa e sfiorando il raddoppio, ripresa un po’ più equilibrata con i padroni di casa che danno filo da torcere agli ospiti. Al 68′ sugli sviluppi di un calcio piazzato Mogos anticipa tutti e colpisce il pallone di testa, Frattali lo chiama e lo agguanta sventando il pericolo nella sua area di rigore. Passano altri quattro minuti e il Parma è di nuovo all’attacco, questa volta con Baraye che non riesce a battere Lanni e ad aggiornare il parziale al Del Duca che vede sempre gli uomini di D’Aversa avanti sull’Ascoli per 1 a 0. (agg. di Stefano Belli)

SILIGARDI INSISTE SENZA SUCCESSO

Al Del Duca è ripreso il gioco tra Ascoli e Parma che si stanno affrontando nell’anticipo della 36^ giornata di Serie B 2017-18, quando abbiamo superato il minuto 55 la situazione non è variata rispetto all’ultimo aggiornamento con i gialloblu sempre in vantaggio per 1 a 0. Il secondo tempo si apre esattamente come si era chiuso il primo, con Siligardi che cerca la porta in tutte le maniere, anche stavolta il suo tentativo va a vuoto. Gli uomini di D’Aversa continuano ad attaccare nel tentativo di trovare la via del raddoppio che consentirebbe agli emiliani di mettere in partita in ghiaccio quando ancora manca più di mezz’ora al novantesimo, i padroni di casa rimangono sotto di un solo gol e hanno quindi la possibilità di pareggiare i conti con una giocata vincente che per il momento stenta però ad arrivare. (agg. di Stefano Belli)

INTERVALLO

Ascoli e Parma vanno al riposo sul punteggio di 1 a 0 in favore della formazione di D’Aversa. Gli ospiti continuano a creare occasioni da gol nei pressi di Lanni, al 31′ Siligardi salta come birilli tre avversari e si presenta in area liberando un sinistro che termina a lato di un’inezia, ancora una volta i ducali vanno a un passo dal raddoppio che meriterebbero senz’altro per la mole di gioco espressa e per la superiorità tecnica nei confronti della squadra avversaria. Al 36′ si rivedono in avanti anche gli uomini di Serse Cosmi con il sinistro a giro di Monachello che si spegne oltre la linea di fondo, in ogni caso arriva qualche segnale di vita da parte dei padroni di casa che ha bisogno di darsi una svegliata se vuole evitare una sconfitta che la inguaierebbe seriamente nella corsa verso la salvezza. Al duplice fischio di Serra che manda tutti negli spogliatoi per l’intervallo i tifosi marchigiani si fanno sentire contestando pesantemente la squadra locale per la pessima prestazione sin qui fornita. (agg. di Stefano Belli)

GIALLOBLU VICINI AL RADDOPPIO

Alla mezz’ora del primo tempo resiste il vantaggio del Parma sull’Ascoli con i ducali che conducono sempre per 1 a 0. Al 13′ gli ospiti sfiorano il raddoppio con Siligardi che mette il turbo sulla fascia destra, la difesa avversaria gli lascia campo libero e il numero 26 di D’Aversa non si fa pregare liberando un tiro molto insidioso che si perde di un nonnulla a lato. Momento di difficoltà per i padroni di casa che non riescono a costruire gioco e a creare seri pericoli dalle parti di Frattali che dopo aver sventato la palla gol di Ganz non ha dovuto effettuare altri interventi decisivi, limitandosi a non abbassare la guardia in mezzo ai pali. Il Parma sfiora nuovamente il raddoppio al 26′ con il sinistro al volo di Dezi che non inquadra il bersaglio grosso per questione di centimetri, indubbiamente i gialloblu stanno giocando meglio rispetto agli avversari. (agg. di Stefano Belli)

CALAIO’ TRAFIGGE LANNI!

cominciata la sfida tra Ascoli e Parma che si affrontano nell’anticipo della 36^ giornata di Serie B 2017-18, al decimo minuto del primo tempo il punteggio vede la formazione di Roberto D’Aversa avanti 1 a 0. Sul terreno di gioco l’equilibrio dura appena due minuti, al 3′ Calaiò si inventa un gol bellissimo lasciando di sasso Lanni con un sinistro imprendibili: ospiti subito in vantaggio e che salgono virtualmente al secondo posto in classifica, gara in salita per i padroni di casa che invece hanno disperatamente bisogno dei tre punti per rimanere agganciati almeno alla zona play-out. La reazione degli uomini di Cosmi non si fa attendere, al 6′ Ganz mette a dura prova i riflessi di Frattali con un colpo di testa, l’estremo difensore dei ducali fa buona guardia in mezzo ai pali e salva la situazione con una grandissima parata. Sul capovolgimento di fronte successivo Lanni chiude lo specchio della porta a Siligardi che era sbucato dalla corsia di sinistra, il numero 26 del Parma si deve accontentare del calcio d’angolo. (agg. di Stefano Belli)

FORMAZIONI UFFICIALI!

Ascoli Parma può finalmente cominciare: va ricordato che quando le due squadre si sono incrociate allandata era il 28 novembre; i ducali erano in piena zona playoff mentre i marchigiani si trovavano allultimo posto, ancora con Fulvio Fiorin in panchina. Il Parma aveva dominato: vittoria per 4-0 stappata dopo soli 6 minuti dal destro di Simone Iacoponi. LAscoli a dire il vero aveva tenuto botta fino al 74, poi era arrivata lautorete di Ivan Lanni; a quel punto i marchigiani avevano perso lappiglio sulla gara e tre minuti più tardi Bright Addae si era fatto espellere per rosso diretto. Il Parma ne aveva approfittato come una squadra navigata: negli ultimi tre minuti e recupero erano arrivati i sigilli di Yves Baraye e Gianni Munari a chiudere i conti, e infliggere una punizione anche troppo severa per lAscoli. Adesso è tempo di mettersi comodi e lasciar parlare il campo: al Tardini è tutto pronto, ecco le formazioni ufficiali di Ascoli Parma! ASCOLI (3-5-2): 1 Lanni; 24 Padella, 5 Mengoni, 34 Cherubin; 14 Mogos, 20 Buzzegoli, 19 Addae, 28 DUrso, 33 Mignanelli; 23 S. Ganz, 45 Monachello. Allenatore: Serse Cosmi PARMA (4-3-3): 1 Frattali; 7 Mazzocchi, 2 Iacoponi, 6 A. Lucarelli, 28 Gagliolo; 17 Barillà, 11 Munari, 33 Dezi; 26 Siligardi, 9 Calaiò, 10 Baraye. Allenatore: Roberto DAversa (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

La partita Ascoli Parma si potrà seguire in diretta tv sui canali 201, 206 e 251 di Sky (Sky Sport 1 HD, Sky Super Calcio HD e Sky Calcio 1 HD) con diretta streaming video via internet disponibile per gli abbonati alla pay tv satellitare collegandosi sul sito skygo.sky.it, così da attivare senza costi aggiuntivi l’applicazione Sky Go su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone.

LE STATISTICHE

Ascoli Parma si avvicina; andiamo allora a vedere alcuni dei principali numeri che le due squadre hanno messo insieme. Momento positivo per i marchigiani in casa: tre vittorie consecutive e quattro affermazioni nelle ultime cinque, con unica sconfitta arrivata contro la Salernitana un mese e mezzo fa. Un Ascoli che al Del Duca ha raccolto 23 dei suoi 36 punti, con una differenza reti a zero (20 gol segnati e altrettanti subiti) laddove fuori casa ci sono addirittura 34 gol incassati (appena una partita in più); da registrare la difesa, perchè lultima partita in cui i bianconeri non hanno subito gol risale addirittura al 28 dicembre (1-0 ad Ascoli), da allora 14 gare consecutive sempre con il portiere battuto. Il Parma ha vinto tre delle ultime quattro partite e sei delle ultime otto; unica sconfitta a Chiavari (0-2). La serie di affermazioni si è interrotta con il pareggio interno contro il Cittadella; solo per la seconda volta nelle ultime nove partite i ducali non sono riusciti a segnare. Fuori casa la squadra di Roberto DAversa ha ottenuto 24 punti, e viaggia più lentamente che al Tardini; in particolare ha lo stesso numero di vittorie e sconfitte (7) e ha segnato molto meno (19 gol contro 29), subendo anche decisamente più gol ovvero 21 contro i 12 che sono stati incassati tra le mura amiche. (agg. di Claudio Franceschini)

I PRECEDENTI

Ascoli Parma è una partita che ha un buon numero di precedenti; le due squadre, che allandata si erano incrociate al Tardini con uno squillante 4-0 a favore dei ducali, non si trovavano però dal campionato 2008-2009, quello in cui il Parma aveva centrato la promozione dopo una sola stagione in cadetteria. Al Del Duca la sfida si era giocata a novembre e gli ospiti lavevano vinta 1-0, grazie al gol realizzato da Daniele Paponi nellultimo quarto dora della partita. Se ci riferiamo alle sole partite giocate nelle Marche, il Parma resta comunque in vantaggio: due vittorie, un pareggio e una sconfitta che è datata ottobre 2005, campionato di Serie A (lAscoli era stato ripescato) e reti di Sasa Bjelanovic (doppietta) e Pasquale Foggia a rimontare il gol iniziale di Andrea Pisanu. Il pareggio è uno 0-0 del febbraio 2007, stagione al termine della quale il Parma era appunto retrocesso a braccetto con i bianconeri; la vittoria del Parma era arrivata addirittura nel maggio 1992, erano i gialloblu di Nevio Scala che iniziavano a costruire una squadra che si sarebbe giocata gli scudetti e avrebbe vinto alcune coppe. LAscoli di Massimo Cacciatori era passato dopo 4 minuti con Pedro Troglio – due anni prima aveva giocato la finale del Mondiale 1990 – ma i ducali avevano risposto con Tarcisio Catanese, Georges Grun e ancora Catanese su rigore, in mezzo la rete di Filippo Maniero. (agg. di Claudio Franceschini)

L’ARBITRO

Ascoli Parma verrà diretta da Marco Serra: affiliato alla sezione AIA di Torino, ha 35 anni e in questa stagione ha già diretto 14 partite del campionato di Serie B. Si è trovato di fronte entrambe le squadre che si affrontano al Del Duca questa sera: ha infatti diretto lAscoli nella trasferta di Bari (0-3) mentre con il Parma si è trovato faccia a faccia due settimane più tardi nella vittoria per 2-1 al Tombolato di Cittadella, e ancora in un pareggio per 1-1 contro il Perugia (questa volta in casa). Serra è un arbitro che ammonisce il giusto: sono 59 i cartellini gialli comminati nel corso della stagione, con 4 espulsioni (due per rosso diretto, due per somma di cartellini) e i rigori fischiati sono 6. Nel suo 2017-2018 compare anche una partita di Coppa Italia, la vittoria del Lecce a Vercelli nel secondo turno di inizio agosto, e una direzione allestero: è successo nella quinta divisione del calcio svizzero, lo scorso ottobre, nella sfida tra il Biel-Benne e il Prishtina, conclusa sul risultato di 4-0 in favore dei padroni di casa. Da segnalare che lAscoli è la squadra più arbitrata dal torinese: 8 precedenti, i marchigiani ne hanno vinti solo due (entrambi in casa, per 2-1 e nel 2016) a fronte di due pareggi e ben quattro sconfitte, arrivate tutte in trasferta e con un solo gol segnato. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA PARTITA

Ascoli Parma, che sarà diretta dal signor Marco Serra di Torino, si gioca lunedì 16 aprile alle ore 20.30 e sarà l’anticipo che aprirà il turno infrasettimanale del campionato di Serie B 2017-2018, giunto alla sua trentaseiesima giornata. Il pareggio interno contro il Cittadella rappresenta un’occasione perduta per il Parma, considerando i risultati di Palermo e Frosinone al secondo posto. I gialloblu proveranno a ripartire da Ascoli, con i bianconeri travolti a Foggia venerdì scorso e ormai con l’acqua alla gola in chiave salvezza, anche se i punti di distacco dalla zona play out restano solo due. Questa partita potrebbe essere decisiva per le ambizioni delle due squadre, a sole sette giornate dalla fine del campionato.

PROBABILI FORMAZIONI ASCOLI PARMA

Le probabili formazioni: Ascoli in campo con Lanni in porta (Agazzi è squalificato), Padella, Mengoni e il francese Gigliotti titolari nella difesa a tre, con il romeno Mogos esterno di fascia destra e Mignanelli laterale mancino. Il ghanese Addae e Buzzegoli saranno i centrali di centrocampo, con Baldini e l’uruguaiano Lores avanzati come trequartisti alle spalle dell’unica punta, Monachello. Risponderà il Parma con Frattali in porta, Gazzola esterno destro e Gagliolo esterno sinistro in una difesa a quattro con Iacoponi e Alessandro Lucarelli centrali. Munari, Barillà e Vacca saranno i tre di centrocampo, alle spalle del tridente composto da Calaiò, Di Gaudio e Roberto Insigne. 3-5-2 per l’Ascoli di Cosmi, 4-3-3 per il Parma di D’Aversa che all’andata ha vinto quattro a zero in casa. Ultimo precedente ad Ascoli datato 15 novembre 2008, vinsero uno a zero gli emiliani.

QUOTE E PRONOSTICO

Le quote dei bookmaker per le scommesse sul match, analizzando in particolare quelle emesse dall’agenzia Snai, indicano il Parma come favorito: la quota per la vittoria esterna dei ducali vale infatti 2,25 contro il 3,35 posto sul segno 1, che identifica la vittoria dell’Ascoli. Potrete anche scommettere sul pareggio in questa partita dello stadio Tardini: se le cose andassero in questo modo, il vostro guadagno sarebbe di 3,10 volte la cifra che avrete deciso di mettere sul piatto.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori