Infortunio Gagliardini/ Sono fiducioso, torno presto. Ora chi prenderà il suo posto in mezzo al campo?

- Matteo Fantozzi

Infortunio Gagliardini: “Sono fiducioso, torno presto”. Oggi gli esami medici per capire i tempi di recupero: l’ex calciatore dell’Atalanta sarà in campo prima del finale di stagione?

Padoin_Gagliardini_Cagliari_Inter_lapresse_2017
Infortunio Gagliardini - La Presse

L’infortunio di Roberto Gagliardini è una vera e propria tegola per l’Inter e per Luciano Spalletti. Il tecnico di Certaldo dopo aver cercato la quadratura del suo 4-2-3-1 era riuscito in mezzo ad avere le maggiori garanzie con il centrocampista ex Atalanta al fianco del croato Marcelo Brozovic. Ora però sarà necessario sostituire il calciatore infortunato e farlo nella maniera più rapida possibile. Chi prenderà il suo posto? Ieri nella partita contro il Cagliari è entrato lo spagnolo Borja Valero che però non ha convinto molto nemmeno il fiducioso pubblico nerazzurro. L’ex calciatore della Fiorentina garantisce geometrie, ma non ha la fisicità di Gagliardini. Probabile quindi che già dalla prossima gara si possa rivedere titolare l’uruguaiano Matias Vecino che dopo un inizio importante con la maglia dell’Inter è finito un po’ nel dimenticatoio. Possibile però che Luciano Spalletti valuti anche l’opzione di passare a tre in mezzo, anche se questa ipotesi appare al momento la più remota. (agg. di Matteo Fantozzi)

“SONO FIDUCIOSO”

Cè molta attesa in casa Inter, per conoscere con maggiore certezza lentità dellinfortunio di Roberto Gagliardini. Il giovane centrocampista si è bloccato ieri sera, durante lanticipo di campionato di San Siro contro il Cagliari. Si tratta di un infortunio muscolare, e la prima diagnosi parlava di «distrazione muscolare ai flessori della coscia destra. Nella giornata odierna il ragazzo si sottoporrà ad ulteriori controlli, da cui si capirà meglio la gravità della situazione e di conseguenza i tempi di recupero. Difficile azzardare unipotesi a tuttoggi, ma calcolando che per la fine del campionato manca praticamente un mese, non è da escludere che lo stesso centrocampista possa aver detto addio in anticipo alla stagione di Serie A 2017-2018. Nel frattempo il nerazzurro è uscito allo scoperto, e attraverso il proprio profilo ufficiale Twitter, ha scritto: «Grande vittoria ieri sera. Purtroppo un piccolo incidente di percorso, ma sono fiducioso di rientrare il prima possibile per questultimo finale di stagione. Dispensa ottimismo Gagliardini, e speriamo di rivederlo in campo il prima possibile. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

INFORTUNIO MUSCOLARE

Al posto dell’infortunato Roberto Gagliardini è entrato in campo nella prima frazione di gioco di Inter Cagliari Borja Valero. Lo spagnolo è stato acquistato dai nerazzurri in estate dalla Fiorentina ed era partito titolare giocando in mezzo ai tre trequartisti dietro a Mauro Icardi. Dopo un buon inizio il calciatore però ha calato nettamente le sue prestazioni, senza riuscire più a centrare la sufficienza e scivolando in panchina per scelta di Luciano Spalletti. Quella di stasera potrebbe essere una frazione di gioco dove Borja Valero può provare a rilanciarsi, tornando ad occupare la vecchia posizione di regista in mezzo al campo dopo che per fin troppe volte ha dovuto avanzare il suo raggio d’azione tornando a fare il ruolo da trequartista occupato solo all’inizio della sua carriera.

PER IL CENTROCAMPISTA UN LUNGO STOP?

Si teme per il centrocampista dell’Inter Roberto Gagliardini un lungo stop. Il calciatore è uscito durante la gara contro il Cagliari in barella e con le mani sul volto. Si è capito subito che si poteva trattare di qualcosa di grave, tanto che il calciatore ha capito di trovarsi di fronte a un problema non di lieve conto. Le immagini sono state chiare con il calciatore che ha accusato un dolore intenso che non gli ha permesso più di tirarsi su in piedi, costretto quindi ad uscire appunto sulla barella. Premium Sport ha parlato di una distrazione ai flessori della coscia destra e anticipato che il campionato potrebbe considerarsi finito. Nelle prossime giornate arriveranno gli esami strumentali che ci diranno qualcosa in più sulla condizione fisica del calciatore ex Atalanta che nel 4-2-3-1 sta ricoprendo un ruolo fondamentale al fianco di Marcelo Brozovic in mezzo al campo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori