Ciclismo, morto nel sonno il 25enne Jeroen Goeleven / Come Astori ci ha lasciati mentre dormiva

Ciclismo, morto nel sonno il 25enne Jeroen Goeleven: come Astori ci ha lasciati mentre dormiva. Unaltra scomparsa nel mondo delle due ruote, dopo la morte di Michael Goolaerts

teamsky_ciclismo_girocatalogna_lapresse_2017
Classifica Giro del Delfinato (LaPresse-immagine di repertorio)

Unaltra tragedia scuote il mondo del ciclismo. Nelle scorse ore è infatti morto Jeroen Goelaven, 25enne ciclista belga, tesserato per la squadra Snake Cycling Team. Era reduce da unottima prestazione, quella di sette giorni fa nella cronometro, dove aveva ottenuto il titolo di campione del Limburgo, ma purtroppo ci ha lasciati. Il ragazzo è stato trovato privo di vita nel suo letto, e con grande probabilità Goelaven è morto nel sonno, così come accadeva lo scorso marzo al povero capitano della Fiorentina, Davide Astori. Stando a quanto riportato da La Repubblica, il tribunale ha aperto uninchiesta per accertare le cause del decesso, anche se, come detto sopra, la prima ipotesi molto accreditata è quella di una morte per cause naturali.

IL MESSAGGIO DEL PADRE DANNY

«La nostra famiglia è distrutta, ho trovato nostro figlio nella sua stanza senza vita, è incomprensibile, il messaggio su Facebook di Danny Goelaven, il padre di Joeroen, nonché colui che ha trovato il figlio privo di vita nel suo letto. I media belgi e il quotidiano transalpino LEquipe, invece, scrivono che: «Non c’è alcun segnale che possa far pensare a un suicidio, un altro giovane corridore molto motivato perde la vita per ragioni sconosciute. Il 25enne ciclista aveva gareggiato per due stagioni nella formazione Continental della Colba-Superano Ham, per poi tornare fra i dilettanti. La sua scomparsa arriva a dieci giorni di distanza da un altro ciclista belgo deceduto, Michael Goolaerts, morto dopo un arresto cardiaco avvenuto durante la prestigiosa Parigi-Roubaix.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori