Video/ Udinese Fiorentina (0-2): highlights e gol della partita (Serie A, recupero 27^ giornata)

- Alessandro Rinoldi

Video Udinese Fiorentina (risultato finale 0-2): highlights e gol della partita. I viola vincono la quinta partita consecutiva: alla Dacia Arena rigore di Veretout e sigillo di Simeone

giovanni_simeone_fiorentina_lapresse_2017
Video Fiorentina Spal, Serie A 32^ giornata (Foto LaPresse)

Alla Dacia Arena la Fiorentina supera in trasfera l’Udinese per 2 a 0. Nel primo tempo gli ospiti spingono forte con Chiesa in apertura ma passano in vantaggio solamente grazie al calcio di rigore trasformato da Veretout al 29′, concesso per fallo di Giuseppe Pezzella ai danni dello stesso Chiesa. I padroni di casa faticano a reagire ed i subentrati ad inizio secondo tempo, soprattutto Ingelsson, sembrano poter cambiare qualcosa. Tuttavia, sono sempre gli uomini del tecnico Pioli ad andare in rete raddoppiando definitivamente al 71′ con Simeone, bravo a resistere al pressing della difesa sull’assist del solito Chiesa. I 3 punti conquistati permettono dunque alla Fiorentina di portarsi a quota 47 nella classifica di Serie A mentre l’Udinese rimane ferma con 33 punti.

LE STATISTICHE

Analizzando le statistiche dell’incontro emerge come, a cominciare dal possesso palla favorevole con il 57%, l’Udinese avrebbe forse meritato qualcosa in più rispetto a quanto raccolto. I bianconeri hanno recuperato più palloni dei viola, 34 a 29 delle quali 8 di Larsen, e ne hanno persi di meno, 36 a 35 di cui addirittura 9 per De Paul. I toscani sono stati però superiori e cinici in fase offensiva dove, a parte il computo delle conclusioni totali di 10 a 9 per i friulani, 2 per Falcinelli, di distinguono per tiri in porta, 5 a 4, ed occasioni da goal, 7 a 4 con 2 opportunità per Chiesa. Infine, sotto l’aspetto disciplinare, la Fiorentina è stata la squadra più fallosa a fronte del 12 a 8 negli interventi irregolari commessi e l’arbitro Banti della sezione di Livorno ha estratto il cartellino giallo 6 volte ammonendo rispettivamente Hallfredsson e De Paul da un lato, Pezzella, Hugo, Chiesa e Saponara dall’altro.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori