Formula 1, Gp Bahrain / La Red Bull prova lo scherzetto a Ferrari e Mercedes

- Matteo Fantozzi

Formula 1, Gp Bahrain: la Red Bull prova lo scherzetto a Ferrari e Mercedes. Si torna in pista domenica prossima dopo il via del 25 marzo scorso sul circuito di Melbourne.

vettel podio Formula 1
Diretta Formula 1: Sebastian Vettel - LaPresse

Si torna in pista domenica per il Gran Premio del Bahrein di Formula 1. Si correrà sul tracciato di Sakhir dove la Ferrari di Sebastian Vettel proverà ancora a fare la differenza, cercando di superare quanto visto nello scorso appuntamento a Melbourne in Australia. Il favorito comunque rimane Lewis Hamilton che con la Mercedes vuole provare ancora una volta a stupire tutti. Tra i due litiganti spesso il terzo gode ed è così che la Red Bull si pone come outsider alla ricerca di un risultato importante. Daniel Ricciardo e Max Verstappen hanno comunque fatto davvero molto bene in Australia, anche se c’è da dire che Ferrari e Mercedes partono un gradino avanti e oggettivamente più forti e pronte. Non c’è da escludere comunque quelle che potrebbero essere sorprese in una gara che si preannuncia molto interessante da seguire.

A MELBOURNE VINCE SEBASTIAN VETTEL

Il Gran Premio di Formula 1 2018 è iniziato con la grande risposta della Ferrari che dopo tantissimi anni a bocca asciutta spera in questa stagione di poter tornare a proclamare un suo pilota campione del mondo. La vittoria di Sebastian Vettel è stato un segnale importante in questo senso, soprattutto in virtù della pole position raggiunta da Lewis Hamilton durante le qualifiche. Il pilota della Mercedes comunque è arrivato secondo, il podio viene completato da Kimi Raikkonen ancora della Ferrari. Bene anche la Red Bull che ha raggiunto quinta e sesta posizione rispettivamente con Daniel Ricciardo e Max Verstappen. Non è stata invece una bella gara per Vlatteri Bottas che con l’altra Mercedes è arrivato ottavo dietro anche a Fernando Alonso della Mc Laren e Nico Hulkenberg della Renault. Un Gran Premio interessante che ha dato così la possibilità di aprire un Mondiale al momento che non è mai stata così incerta.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori