DIRETTA / Lazio Salisburgo (risultato finale 4-2) streaming video e tv: la Lazio sfiora il quinto gol

- Mauro Mantegazza

Diretta Lazio Salisburgo info streaming video e tv: probabili formazioni, quote, orario e risultato live dell’andata dei quarti di Europa League all’Olimpico (oggi 5 aprile)

aquila_lazio_stadio_olimpico_lapresse
Diretta Lazio Salisburgo, Europa League (Foto LaPresse)

DIRETTA LAZIO SALISBURGO (RISULTATO FINALE 4-2): LA LAZIO SFIORA IL QUINTO GOL

Dopo una fase centrale del secondo tempo ricchissima di emozioni, la Lazio prova a gestire il 4-2, ma con gli spazi a disposizione lasciati dal Salisburgo non disdegna altre sortite offensive. Su un cross coast-to-coast di Parolo, Immobile arriva a schiacciare di testa e il portiere Walke si salva smanacciando. Immobile a 5′ dal 90′ lascia il posto a Caicedo, e proprio l’ecuadoregno arriva al colpo di testa anticipando Walke, che si salva però vedendosi rimbalzare di fatto il pallone sullla testa. 3′ di recupero e su nuovo passaggio in profondità di Felipe Anderson, entrato alla grande in partita, Patric sfiora il gol in diagonale. Ci sarebbe stato margine per il ritorno, ma per come si era messa questa folle partita, alla Lazio può star bene così. (agg. di Fabio Belli)

DIRETTA LAZIO SALISBURGO (RISULTATO LIVE 4-2): MILLE EMOZIONI ALL’OLIMPICO!

Accade davvero di tutto allo stadio Olimpico: Inzaghi si gioca le carte Felipe Anderson e Patric per Luis Alberto e Basta, ma è il Salisburgo a trovare il 2-2 con un altro neo entrato, Minamino, che approfitta di una grande giocata di Berisha, controllato dai difensori della Lazio ma capace di trovare il filtrante vincente per il compagno. La Lazio però si scuote, e subito dopo passa sul 3-2 su un’azione pazzesca di Felipe Anderson, che semina quattro avversari in velocità e deposita alle spalle di Walke. Negli spazi la squadra di Inzaghi fa quello che vuole e al 31′ trova il 4-2, mostruoso recupero di Lucas Leiva che si fa mezzo campo palla al piede e serve Immobile, che solo davanti a Walke non può sbagliare. (agg. di Fabio Belli)

DIRETTA LAZIO SALISBURGO (RISULTATO LIVE 2-1): IN GOL PAROLO!

Ripreso il secondo tempo tra Lazio e Salisburgo, è subito ingenuità per Basta che si fa beffare da Ulmer, che aveva sovrastato nel primo tempo, con l’esterno sinistro del Salisburgo che mette nel mezzo un pallone molto pericoloso, sul quale la difesa della Lazio riesce comunque a cavarsela. Al 4′ però la Lazio trova gli spazi giusti e si riporta in vantaggio: grande apertura di Lulic per Luis Alberto che mette nel mezzo un pallone perfetto che Parolo spinge facilmente in rete. Al 5′ Immobile fermato lanciato a rete per fuorigioco millimetrico, ma il piede era effettivamente avanti. La Lazio al 10′ del secondo tempo è comunque di nuovo avanti, 2-1 contro il Salisburgo.

DIRETTA LAZIO SALISBURGO (RISULTATO LIVE 1-1): MILINKOVIC SPRECA DA DUE PASSI!

1-1 alla fine del primo tempo tra Lazio e Salisburgo. I biancocelesti al 37′ hanno avuto una grande occasione per riportarsi in vantaggio, con Immobile e Milinkovic-Savic che si sono inseriti bene nell’area avversaria, ma hanno finito con l’ostacolarsi fra loro, con la conclusione del serbo che è terminata alla fine fuori misura di poco. Lazio che ha reclamato per due episodi nell’area austriaca: prima una trattenuta su De Vrij, poi un contatto su Immobile, e soprattutto sul secondo episodio sembrano esserci dubbi. Il centravanti soffre un po’ la difesa alta del Salisburgo e si fa trovare spesso in fuorigioco. Al 43′ su cross di Lulic, Milinkovic-Savic spreca un’occasione colossale, appoggiando a lato di testa completamente da solo, senza nessun avversario a contrastarlo. Davvero una grande chance sciupata dal serbo. Ma al 47′ la Lazio reclama per un intervento di Ramalho su Luis Alberto che sembrava nettamente falloso in area: grandi polemiche per l’arbitraggio del romeno Hategan, verso il quale Inzaghi produce vibranti proteste. (agg. di Fabio Belli)

DIRETTA LAZIO SALISBURGO (RISULTATO LIVE 1-1): PARI DI BERISHA SU RIGORE

Alla mezz’ora del primo tempo, il Salisburgo ha trovato il pareggio su calcio di rigore impeccabilmente trasformato da Berisha, che ha spiazzato Strakosha. Episodio molto controverso perché è stata punita una manata di Basta in area su Dabbur, con ammonizione per il serbo. Il contatto è sembrato abbastanza veniale, ma decisiva è stata la segnalazione dell’arbitro di porta. Lazio che dopo il vantaggio aveva provato a gestire ma ha sofferto un po’ il pressing del Salisburgo, che non aveva trovato però occasioni particolari. Grande nervosismo allo stadio per la decisione del direttore di gara. (agg. di Fabio Belli)

DIRETTA LAZIO SALISBURGO (RISULTATO LIVE 1-0): COLPISCE SUBITO LULIC!

E’ iniziata a ritmi serrati la sfida valevole per l’andata dei quarti di finale di Europa League tra Lazio e Salisburgo. Squadre molto corte e a caccia del passaggio filtrante giusto per scardinare la difesa. Salisburgo aggressivo partito subito a fare pressing alto, la Lazio non si fa intimorire e riesce a contrastare gli austriaci a centrocampo. Luis Alberto dispensa già un paio di magie, ma non trova collaborazione, con Immobile che tenta una conclusione al 6′ che finisce di molto fuori misura. All’8′ la Lazio trova il vantaggio: Basta si inserisce in un varco sulla destra su apertura di Milinkovic-Savic, sul cross teso rasoterra del serbo non riesce a intervenire Immobile, ma l’accorrente Lulic piazza il pallone all’angolino. (agg. di Fabio Belli)

DIRETTA LAZIO SALISBURGO (RISULTATO LIVE 0-0): LE FORMAZIONI UFFICIALI

Sta finalmente per avere inizio la partita di Europa League Lazio Salisburgo: in attesa che le formazioni ufficiali della sfida facciano il loro ingresso in campo, puntiamo i riflettori su i due tecnici attesi all’Olimpico. A fare gli onori di casa sarà Simone Inzaghi, allenatore della squadra biancoceleste ufficialmente solo dal luglio del 2016 dopo una breve permanenza a interim, mentre era tecnico della primavera. Si può quindi dire che, secondo i dati ufficiali, sono appena 88 le sue presenze sulla panchina della Lazio e con la quale Inzaghi ha registrato una media punti per match di 1.89. Dall’altra parte del campo ecco invece il tedesco Marco Rose, allenatore del Salisburgo dal luglio del 2017 e arrivato sulla panchina maggiore dalla squadra primavera, dopo aver collezionato esperienze anche con il Lek Lipsia. Per lui ecco quindi che con la squadra dei tori si contano 48 presenze in panchina per una media punti a match davvero eccezionale e fissata sul 2.31. Diamo quindi la parola al campo, ecco le formazioni ufficiali della partita! LAZIO (3-5-2): 1 Strakosha; 27 Luiz Felipe, 3 De Vrij, 26 Radu; 8 Basta, 16 Parolo, 6 Lucas Leiva, 21 S. Milinkovic-Savic, 19 Lulic; 17 Immobile, 18 Luis Alberto. Allenatore: Simone Inzaghi SALISBURGO (4-4-2): 33 Walke; 22 Lainer, 15 André Ramalho, 5 Caleta-Car, 17 Ulmer; 4 Haidara, 8 Samassékou, 42 Schlager, 14 V. Berisha; 21 Gulbrandsen, 9 Dabbur. Allenatore: Marco Rose (agg Michela Colombo)

LAZIO SALISBURGO, DIRETTA LIVE

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Lazio Salisburgo sarà visibile in diretta tv esclusivamente sui canali della televisione satellitare, come d’altronde tutta l’Europa League che anche quest’anno è una esclusiva di Sky. La copertura sarà dunque ottima per la partita dei biancocelesti: l’appuntamento è su Sky Sport 1 e su Sky Calcio 1, inoltre per gli abbonati sarà possibile seguire la partita dello stadio Olimpico anche in diretta streaming video, attivando su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone l’applicazione Sky Go, che non comporta costi aggiuntivi.

Tocca ora andare a vedere qualche numero a confronto segnato in questa edizione di Europa League tra Lazio e Salisburgo. Partendo dai passaggi vediamo bene che i biancocelesti ne hanno totalizzati ben 5193, dei quali però solo 4416 sono andati a buon fine per una percentuale di efficacia del 85%. Per gli austriaci tale dato ci ricorda invece di 3882 passaggi totali dei quali 3084 completati per una percentuale di efficacia del 79%. In termini di gol va poi segnalato che la Lazio finora ne ha segnati ben 21 avendone subiti 11: per il Salisburgo il bilancio racconta di 13 gol fatti e solo 5 subiti al momento. Completiamo la nostra analisi ricordando che la squadra di Inzaghi a bilancio in Europa League vanta pure 54 calci d’angolo a favore e 38 contro mentre i tori biancorossi ne hanno realizzati 41 di corner, con 49 contro a statistica. (agg Michela Colombo)

I BOMBER

Alla vigilia del match di Europa League tra Lazio e Salisburgo andiamo ora a conoscere più da vicino quali sono i bomber più attesi oggi in campo all’Olimpico: chi deciderà la partita di andata dei quarti? Se si parla di bomber in casa biancoceleste il nome di riferimento è ovviamente Ciro Immobile, capocannoniere della Serie A come proprio della stessa Lazio, e terzo miglior marcatore della competizione europea. Per lui ecco che sono ben 6 i gol segnati nel secondo torneo del continente, due in meno rispetto a Aduriz (8) e Moares (7). Considerando poi gli altri marcatori della Lazio ecco in classifica anche Caicedo fermo a quota 3 gol e 2 assist vincenti oltre Felipe Anderson, con due reti. Per il Salisburgo la classifica dei bomber vede spiccare i nomi di Valon Berisha e Munas Dabbur, entrambi fermi a quota 4 gol. Da tenere d’occhio anche Gulbrandsen e Hwang Hee Chan, che di reti per ora ne hanno segnate solo una. (agg Michela Colombo)

L’ARBITRO

La partita di Europa League tra Lazio e Salisburgo verrà diretta dall’arbitro rumeno Ovidio Hategan, che in tale particolare occasione verra coadiuvato nel suo lavoro da i due assistenti Octavian Sovre e Sebastian Gheorghe, con Radu Ghinguleac, quarto uomo della sfida. Di certo il fischietto rumeno è uomo di grande esperienza internazionale: solo in stagione l’arbitro ha diretto ben 4 match della Champions League collezionando però una sola presenza nel secondo torneo europeo. L’occasione fu quindi la sfida tra Lipsia e Zenit, dove Hategan ha messo a bilancio un solo cartellino giallo. Considerando qualche numero invece vediamo che il direttore di gara in stagione, in 24 presenze ha messo a tabella 118 cartellini gialli, commissionato ben 12 espulsioni (di cui 9 per rosso diretto) e concesso pure 6 calci di rigore. Considerando ora l’ampio storico della carriera di Hategan vediamo che il fischietto ha già incontrato la Lazio in occasione del match con il Tottenham nell’Europa League del 2012-2013; un solo precedente anche con il Salisburgo, diretto contro il Basilea nell’europa league 2013-2014. (agg Michela Colombo)

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA PARTITA

Lazio Salisburgo sarà diretta dall’arbitro rumeno Ovidiu Hategan; la partita si gioca oggi, giovedì 5 aprile, per l’andata dei quarti di finale di Europa League alle ore 21.05 allo stadio Olimpico della capitale. La Lazio è l’ultima rappresentante italiana ancora in corsa, ma ha tutte le possibilità di arrivare fino in fondo: i biancocelesti di Simone Inzaghi infatti stanno facendo bene fin da inizio stagione su tutti i fronti e adesso hanno proprio nell’Europa League l’obiettivo più gustoso, perché garantirebbe un prestigioso trofeo a livello internazionale che farebbe seguito a Coppa delle Coppe e Supercoppa Europea vinte nel 1999 e perché darebbe un posto garantito nella prossima edizione della Champions League, indipendentemente dal piazzamento in campionato. Una prospettiva affascinante, da inseguire fino in fondo per la Lazio.

Il Salisburgo non era sicuramente l’avversario più pericoloso fra quelli presenti nell’urna di Nyon, ma non va nemmeno sottovalutato. Gli austriaci hanno infatti vinto il proprio girone con ben quattro punti di margine sull’Olympique Marsiglia, secondo; ai sedicesimi hanno eliminato gli spagnoli della Real Sociedad e agli ottavi hanno addirittura avuto la meglio sul Borussia Dortmund, senza dimenticare naturalmente il dominio praticamente totale che il Salisburgo esercita in patria. Attenzione dunque a sottovalutare una squadra già capace di vincere al Westfalen Stadion: per il Salisburgo l’obiettivo è naturalmente quello di continuare a stupire l’intera Europa, magari per ripetere l’avventura del 1994, quando gli austriaci arrivarono sino alla finale dell’allora Coppa Uefa, poi persa contro l’Inter.

PROBABILI FORMAZIONI LAZIO SALISBURGO

Adesso andiamo ad analizzare le probabili formazioni di Lazio Salisburgo. Inzaghi ha dovuto risolvere qualche grattacapo, soprattutto in difesa dove la lista degli assenti è ben lunga. Nei giorni scorsi Radu è ritornato in gruppo, dunque dovrebbe essere in campo fin dal primo minuto. Ecco quindi che nel solito reparto a tre vedremo di fronte a Strakosha (atteso tra i pali) Luis Felipe, De Vrij e Radu. Ballottaggi aperti anche a centrocampo, dove però dovremmo ritrovare Murgia, posizione occupata praticamente sempre dal centrale classe 1996 nei match di Europa League. Difficile rinunciare a Lucas Leiva in cabina di regia e Milikovic Savic, sugli esterni dovremmo invece vedere Basta e Marusic. Pochi i dubbi in attacco: nel 3-5-1-1 la Lazio non più prescindere dal suo capocannoniere Ciro Immobile, che oggi verrà accompagnato da Luis Alberto. Non ha grossi dubbi invece Marco Rose, allenatore del Salisburgo. L’unico assente obbligato è il coreano Hee Chan Hwang, squalificato. Sarà confermato il 4-4-2 con dentro tutti i titolari per questa partita così importante. In difesa quindi spazio a Caleta-Car e Ramalho al centro, con Lainer e Ulmer terzini. Toccherà ovviamente al capitano Walker il ruolo di portiere. Per il centrocampo rivedremo titolari Berisha e Samassekou in mediana, Haldara e Schalger invece sulle fasce. Per l’attacco il nome confermato è ovviamente quello di Dabbur, principale marcatore del club in Europa League, accanto a lui Minamino oppure Gulbrandsen, col primo forse favorito.

QUOTE E PRONOSTICO

Pronostico nettamente favorevole ai padroni di casa per questa partita fra Lazio e Salisburgo, almeno secondo le quote che ci vengono proposte in merito dall’agenzia di scommesse sportive Snai che danno fiducia ai biancocelesti di Simone Inzaghi: il segno 1 che indica naturalmente una vittoria casalinga della Lazio infatti pagherebbe 1,75 volte la posta in palio, mentre la quota è decisamente più alta per la vittoria esterna del Salisburgo, considerata l’opzione meno probabile allo stadio Olimpico. Per il segno 2 infatti si raggiunge la quota di 4,75. Quota intermedia ma comunque abbastanza alta infine per il pareggio: il segno X è proposto a 3,75.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori